Innovazioni Poste e Cdp lanciano il libretto elettronico

Poste Italiane e la Cassa depositi e prestiti lanciano la «libretto postale card», una tessera magnetica «che renderà più facile la vita del risparmiatore». Grazie alla collaborazione tra l’emittente (la Cdp) e il distributore (Poste), dal 16 novembre i titolari di libretto nominativo ordinario che faranno richiesta al proprio ufficio postale riceveranno a casa questo nuovo strumento, con un plus tecnologico che rende più moderno il libretto postale italiano, invenzione del 1875. Con la nuova card, che è interamente gratuita, sarà possibile il ritiro contanti 24 ore su 24 nei circa 5mila sportelli automatici della rete Postamat; si potranno fare versamenti e prelievi, presentando la tessera all’ufficio postale senza portare il libretto. Per i pensionati che hanno scelto l’accredito gratuito della pensione sul libretto, inoltre, viene estesa a chi possiede la card l’assicurazione a copertura di eventuali rischi di furto, attualmente disponibile solo sui conti correnti postali, con un plafond assicurativo massimo pari a 700 euro. Il libretto postale - ha sottolineato l’amministratore delegato Cdp, Massimo Varazzani - «è uno strumento che Cassa depositi e prestiti emette sin dal 1875, è garantito dallo Stato e non ha mai avuto costi e commissioni per il risparmiatore. Oggi questo strumento si arricchisce con la carta di prelievo elettronico, che consentirà un utilizzo più flessibile e rispondente alle esigenze dei nostri risparmiatori, in particolare per le fasce più disagiate della nostra clientela».