Inondazione a Londra: ora si può scommettere

da Milano

Per la prima volta gli investitori potranno scommettere sulla possibilità che una disastrosa inondazione devasti la City e Canary Warf, i centri finanziari di Londra. I nuovi bond, del valore complessivo di 150 milioni di dollari (circa 111 milioni di euro), sono stati emessi, riferisce il quotidiano britannico Financial Times, da una filiale della compagnia assicuratrice tedesca Allianz, la Swiss Re, per proteggere se stessa dall’ondata di risarcimenti che verrebbero reclamati dalla compagnie danneggiate dall’inondazione. La Allianz ha precisato di considerare la probabilità di un simile «pericolo» molto basso nel Regno Unito, ma di aver comunque deciso di emettere questi bond dopo aver calcolato che l’impatto di un innalzamento del livello del Tamigi causato dal riscaldamento globale potrebbe allagare completamente la zona di Londra dove hanno la sede la maggior parte delle società della capitale.
Secondo il giornale britannico l’andamento di questo nuovo tipo di prodotto finanziario attirerà l’attenzione degli operatori di Borsa, preoccupati dall’impatto che il cambiamento climatico avrà sul reparto assicurativo. «Se si distribuiscono i rischi su un ampio bacino di investitori la capacità delle compagnie assicurative di far fronte a questi eventi aumenta», ha commentato Luca Albertini, direttore del ramo assicurativo europeo della Swiss Re. Secondo il Ft Allianz potrebbe aumentare l’offerta del bond fino a un miliardo di dollari (745 milioni di euro).