Inquinamento, Edison condannata

Negli anni Ottanta l’attività di Acna, industria chimica in seguito assorbita dalla Edison, avrebbe provocato danni alla salute dei lavoratori e inquinamento ambientale nella zona dove si trovava, attraverso reflui di natura tossica. Per questo la prima sezione del tribunale civile di Milano ha condannato ieri la Edison a risarcire, per inquinamento ambientale, la Regione Lombardia di circa sette milioni di euro.
In particolare, secondo la sentenza, il Gruppo dovrà versare all’amministrazione lombarda tre milioni e 674mila euro per danni materiali e non patrimoniali, più altri tre milioni per rimborsare l’attività di depurazione eseguita dal Comune di Limbiate nel corso degli anni a venire. A carico di Edison sono infine anche le spese di giudizio quantificate in oltre quattrocentomila euro.