Insediamento abusivo: sgomberati 40 romeni

Una quarantina di immigrati sono stati sgomberati ieri mattina dai vigili urbani del XV gruppo e dei Servizi sociali del municipio Roma XV, dall’insediamento abusivo lungo gli argini del Tevere nei pressi di via Vaiano, nel quartiere Magliana. Per il terreno occupato dall’insediamento era stata disposta un’ordinanza di bonifica del Comune di Roma e la scorsa settimana il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza aveva deciso l’intervento di sgombero. Delle 200 persone che costituivano il nucleo di occupanti, ieri mattina le forze dell’ordine hanno trovato 40 persone adulte, di nazionalità romena, e 12 minori, tutti accompagnati presso l’Ufficio immigrazione di Tor Sapienza. Per gli stranieri trovati senza permesso di soggiorno e con procedimenti penali in corso scatterà l’espulsione. Dopo lo sgombero è iniziata la demolizione di baracche e di altri alloggi di fortuna. «Questo procedimento - ha detto il presidente del XV, Gianni Paris - è arrivato dopo le numerose segnalazioni di cittadini del quartiere. Siamo soddisfatti perché le operazioni si sono svolte senza incidenti. È stata ripristinata una situazione di legalità e decoro».