Insegno: «La comicità? È una medicina»

Tanti sorrisi per la ricerca e per raccogliere fondi al grido di Tutti X 1. Un titolo sospeso a metà tra il motto dei tre Moschettieri e il cromosoma X materno, responsabile di una malattia genetica rarissima e degenerativa - l’Adrenoleucodistrofia o Ald - che colpisce i bambini e non lascia via di scampo. Tutti X 1 è il titolo dello spettacolo che il 31 marzo, sulle tavole del Gran Teatro, porterà in scena una parata di comici e artisti, personaggi del mondo dello sport e luminari della scienza - coordinati da Pino Insegno - tutti uniti dalla stesso intento: supportare l’associazione Comitato Aurora Onlus. Un’associazione fondata a Roma nel ’99 dai genitori di Nicolò Gabriele per sostenere la ricerca sull’Ald, malattia degenerativa della mielina (la guaina che ricopre i nervi del sistema nervoso centrale e periferico) che colpisce i bimbi (le femmine, in qualità di portatrici sane, non si ammalano, mentre i maschi sviluppano la sindrome neurodegenerativa raccontata nel ’92 da George Miller nel film L’olio di Lorenzo. Quest’anno il cartellone della IV edizione, coadiuvata dal regista Claudio Insegno, si preannuncia ancora più ricca e articolata delle precedenti. Hanno già confermato la loro partecipazione campioni della risata come Antonio Giuliani, Antonello Costa, il Mago Alivernini, Tiziana Foschi, Angelo e Max, Francesca Draghetti. E poi Ettore Bassi, Andrea Perrozzi, Chiara Giallonardo, Federico Perrotta e Fabiana Conti. Volti noti che, come spesso succede nelle serate di solidarietà, parteciperanno senza reclamizzare la loro presenza. Come fa Pino Insegno che da 14 anni «lavora» nell’oncologia pediatrica, ma preferisce farlo (senza dirlo), agendo solo a riflettori spenti. «Ho conosciuto Silvia e Paolo Gabriele una decina d’anni fa, tramite un fonico del doppiaggio che mi chiese di contattarli perché suo figlio era in classe con il povero Nicolò: una volta appresa la loro storia mi ci sono affezionato - racconta Insegno - in questo modo è nata la mia idea di scendere in campo con loro concretamente».
È stata inoltre organizzata un’asta su E-Bay: due spettatori potranno aggiudicarsi due speciali biglietti per assistere allo spettacolo, chiacchierare con gli artisti e curiosare nel backstage.