Insider trading: indagato un sindacalista

da Milano

L’ex segretario dell’Unione Trasporti, Pietro Zannoni, sarebbe iscritto nel registro degli indagati sin dal mese di novembre 2006, nella prima tranche dell’inchiesta per «insider trading» sui titoli Alitalia avviata Procura romana. Lo ha riferito lo stesso sindacalista. «L’inchiesta - ha spiegato - prese il via dopo la pubblicazione di un atto della Deutsche Bank di cui era entrato in possesso il sindacato Snaut, riguardante la cessione delle quote obbligazionarie di proprietà del ministero del Tesoro dal 28% al 19%, come previsto dal piano dell’ex ad Alitalia Giancarlo Cimoli. L’inchiesta fu anche sollecitata dallo stesso ministero a seguito di alcune operazioni di investimento sospette sul titolo Alitalia».
Su Alitalia va registrata ieri un’intemperanza del «solito» Michael O’Leary, numero uno di Ryanair, il quale ha dichiarato senza giri di parole: «Non la vorrei nemmeno se me la regalassero. Vanno eliminate le influenze politiche». Ryanair protesta per la riduzione dei voli decisa dall’Enac all’aeroporto di Roma Ciampino.