Gli insulti fanno crollare il Muro dei Grifoni

Il periodo non è certo l’ideale per mantenere sempre la calma. Il rischio che qualche volta (o forse più di qualche volta) ci scappi l’insulto e qualche frase sopra le righe è altissimo. È per questo che il «Muro», lo spazio on line che il sito www.grifoni.net riserva alla libera espressione dei tifosi genoani, si mette in ferie forzate. Da qualche giorno non era più consentito a tutti gli iscritti al forum internet mettere in rete i loro messaggi. Il moderatore aveva deciso di concedere l’accesso solo a «writer» di sicuro affidamento, e soprattutto in grado di offrire contributi attendibili sulla vicenda dell’inchiesta. Un filtro imposto anche per costringere chi aveva abusato dello spazio ottenuto a valutare i propri errori. In particolare, dopo la presentazione della nuova squadra avvenuta sabatao sera al Ferraris, molti tifosi si erano spaccati sul «Muro» a proposito del comunicato stampa della tifoseria organizzata. Per qualcuno il messaggio doveva essere letto come un attacco al presidente Preziosi, altri hanno sostenuto l’esatto contrario, ma i modi scelti per il dibattitto hanno spesso superato i limiti della correttezza. Le accuse e molti insulti reciproci hanno portato alla «chiusura» del Muro. Una scelta dura che però sembra aver sortito gli effetti desiderati. Ieri mattina infatti, il moderatore, ha deciso di riaprire «temporaneamente» a tutti l’accesso al dibattito. Risultato: nessun messaggio fuori posto, tanti interventi di tifosi che chiedevano scusa per essersi fatti prendere un po’ la mano. La maggior parte dei commenti esprimeva il timore per la possibile chiusura definitiva di uno spazio che da anni è considerato quasi un Bar dello Sport on line riservato ai tifosi rossoblù. Messaggi d’amore e di preoccupazione per il futuro del sito che però non potranno evitare una nuova sospensione temporanea. Il moderatore e i suoi collaboratori vanno in ferie e non possono rischiare altri momenti di tensione, anche in vista del processo sportivo.