Insulti, fumogeni e kefiah: il no degli studenti alla Gelmini

Vandali in azione al provveditorato. Una cinquantina di esponenti dei collettivi studenteschi hanno assediato ieri mattina il provveditorato agli Studi di via Ripamonti, ricoprendolo di scarabocchi sui muri e fumogeni. Non contenti gli autonomi sono saliti al terzo piano, sede dell’ufficio del direttore generale Anna Maria Dominici, per appendere alle finestre gli striscioni: «Gelmini, Dominici, ritiratevi. La scuola vi ha bocciato» contro la riforma. I vandali sono scappati prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.