Dopo gli insulti via sms Sgarbi denuncia sindacalista Uil

Finisce in tribunale la lite tra Vittorio Sgarbi e il sindacalista della Uil Gianfranco Cerasoli per la nomina del critico a sovrintendente dei musei statali a Venezia. La contesa era divampata nei giorni scorsi con uno scambio di sms dai toni accesi tra Sgarbi e Cerasoli con quest’ultimo fortemente critico per la nomina del sindaco di Salemi a sovrintendente in Laguna. Sgarbi lo ha denunciato per stalking, minacce, abuso d’ufficio e violazione di corrispondenza. Il sindacalista aveva diffuso ai giornali il contenuto degli sms.