Intanto i sindacati proclamano 48 ore di sciopero

da Milano

Mentre Alitalia è nel bel mezzo di una gara a tre per la privatizzazione, i sindacati della compagnia di bandiera proclamano «un pacchetto di ulteriori 48 ore di sciopero su tutto il territorio nazionale» dei dipendenti di Alitalia. La prima giornata di astensione dal lavoro, fissata per mercoledì 18 aprile, è a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto. Per i rappresentanti del settore, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Ugl-Trasporto Aereo e Sdl, «è sempre più pressante affrontare e risolvere il problema dell’adeguamento contrattuale dei lavoratori del gruppo Alitalia». I sindacati chiamano in causa anche il governo «il cui assoluto silenzio è sempre più insostenibile». Per Filt-Cgil, Fit-Cisl, Ugl e Sdl «resta inteso che, qualora non vi fossero riscontri immediati e concreti, il management dell’intero gruppo e il governo dovranno rispondere dinanzi all’opinione pubblica per le assenze e i ritardi che ledono gli interessi del trasporto aereo e del Paese».