Integratore vietato Bernucci licenziato dalla T-Mobile

Era alla Vuelta e sarebbe dovuto ripartire per affrontare le prime montagne, invece Lorenzo Bernucci, 27enne spezzino, è partito per l’Italia con tre righe pesanti come un macigno. Tre righe con le quali la T-Mobile, il colosso della telefonia tedesca, gli ha comunicato il licenziamento.
Il 27enne spezzino avrebbe assunto un integratore dietetico non dichiarato che avrebbe lasciato nelle sue urine tracce di «sibutramine».
La vicenda dovrà essere valutata dalla disciplinare della federazione del Principato di Monaco, visto che Bernucci è residente a Montecarlo e corre con una licenza monegasca.
«È inaccettabile che i corridori prendano farmaci senza l’approvazione del medico di squadra», ha commentato Bob Stapleton, general manager del team tedesco.
Ieri, intanto, vittoria del russo di Villongo (Bergamo) Vladimir Efimkin, che si è aggiudicato la tappa con arrivo in cima al Lago di Covadonga e ha vestito la maglia di leader. Secondo Leonardo Piepoli.