Intel acquisisce McAfee, un deal da 7,68 miliardi

Il colosso informatico acquisterà
McAfee per 48 dollari ad azione.
La combinazione delle due società sarà leggermente diluitiva
sugli utili nel primo anno e non avrà sostanzialmente effetti
nel secondo

Washington - Il colosso informatico Intel acquisterà McAfee per 48 dollari ad azione, per un valore complessivo dell’operazione intorno ai 7,68 miliardi di dollari. La combinazione delle due società sarà leggermente diluitiva sugli utili nel primo anno e non avrà sostanzialmente effetti nel secondo. Escludendo le svalutazioni straordinarie legate a ricavi differiti, l’operazione risulterà leggermente accrescitiva già nel primo anno. Nel preborsa McAfee sale del 59 per cento, Intel cede il 2,1 per cento.

L'acquisizione della McAfee Il prezzo di 48 dollari per azione rappresenta un premio del 60% rispetto alla chiusura di McAfee di ieri. I consigli di amministrazione delle due società hanno già dato il via libera all’unanimità all’operazione, il cui completamento è legato al disco verde degli azionisti e delle autorità competenti. "L’acquisizione riflette l’importanza della sicurezza come elemento fondamentale nell’online computing", si legge nella nota di Intel, dove si precisa che McAfee opererà come una divisione di Intel. "Con la rapida crescita degli apparecchi connessi a internet, un numero sempre maggiori di elementi e dati vive online. In passato l’efficienza energetica e la connettività erano definiti elementi essenziali. Ora, guardando avanti, la sicurezza rappresenta il terzo pilastro di quello che la gente chiede dalla propria esperienza con il computer", afferma l’amministratore delegato di Intel, Paul Otellini, sottolineando che McAfee è il partner giusto di Intel per la sicurezza. "Le minacce nel panorama cyber sono decisamente cambiate e aumentate negli ultimi anni, con milioni di nuovi rischi che appaiono ogni mese", mette in evidenza l’amministratore delegato di McAfee, Dave DeWalt. "Riteniamo che l’operazione aumenterà la nostra capacità di assicurare un’esperienza online più sicura".