Inter e Juventus, vittoria e in testa

I nerazzurri battono il Torino 3 a 1, i bianconeri battono il Cagliari e sono appaiati in vetta alla classifica. Fiorentina sul Bologna con Gilardino che torna al gol

Roma - Eccole lì, a braccetto, in testa alla classifica: Inter e Juventus si ritrovano a guidare la serie A dopo tre giornate di campionato, in attesa di Milan-Lazio. E' presto per sapere se questo derby d'Italia a distanza che segna la terza giornata è un antipasto di sfida scudetto, e non solo per il possibile sorpasso laziale dal posticipo. Il campionato si capirà a dicembre, assicura Mourinho. Intanto però le rivali a distanza degli ultimi due anni sono appaiate in classifica lassù in alto, e la suggestione di trasferire il testa a testa dalle attese dei tifosi ai campi di serie A è forte. E' una vittoria larga quella dell'Inter di Mourinho in casa del Torino. Finisce 3-1 per i nerazzurri, micidiale l'uno-due del primo tempo: prima Mancini, il cui cross è deviato da un difensore in rete, poi Maicon con un gran tiro. Ibra in contropiede, innescato da Mancini, chiude i conti in apertura di ripresa. Eppure nel finale i granata danno filo da torcere ai nerazzurri che per oltre trequarti di gara hanno dominato.

Vince anche la Juventus a Cagliari. In Sardegna Ranieri schiera una formazione abbastanza incerottata e deve fare pure i conti con un infortunio a Buffon costretto a lasciare il campo a Manninger nei secondi 45 minuti: problemi muscolari, niente di grave assicura il numero 1. Decide un gol di Amauri che regala tre preziosissimi punti alla sua Juve, assai concreta. Nel finale Manninger, entrato al posto di Buffon, sfodera una parata decisiva su Matri e si prende l'abbraccio di tutta la squadra. Per la formazione di Allegri, invece, tanta buona volontà ma nulla di più: il Cagliari resta a 0 punti dopo tre giornate.

La Fiorentina torna al successo dopo il ko di Napoli e il pareggio di Lione in Champions League. E' Gilardino l'uomo-partita nella sfida con il Bologna alla quale hanno potuto assistere solo i tifosi viola. L'attaccante ex Milan è ancora una volta determinante.

A inseguire Inter e Juve oltre a Catania e Atalanta a quota 6 c'é il Palermo alla seconda vittoria di fila, 2-1 al Genoa (2-1): la cura Ballardini funziona. Decidono i gol di Cavani e Bovo. Il Genoa non incide e al di là del gol di Milito nel finale c'é poco da raccontare.

Pari senza gol tra Udinese e Napoli, reduci entrambe dalle fatiche del giovedì di coppa Uefa. Edy Reja si affida al turn over e deve rinunciare al suo uomo di punta Lavezzi, infortunato e il suo Napoli non sfigura al Friuli, e portando a casa un punto prezioso.

Pareggio, ma con gol, 1-1, invece quelli tra Sampdoria e Chievo (giocata sotto una pioggia incessante) e tra Lecce e Siena. Si torna i campo mercoledì sera con il primo dei tre turni infrasettimanali previsti dal calendario.