Inter e Milan pensano a giugno: Drogba e Mexes

«Non vogliamo cedere Cassano, salvo situazioni straordinarie non vedo i presupposti per una sua partenza a gennaio. Il futuro? Dipende da cosa pensa Cassano». Beppe Marotta sembra aver tumulato l’operazione Inter e sulla nuova ipotesi Adriano ha risposto: «Mi chiedete cosa faremmo se ci proponessero Adriano? Faremmo come abbiamo fatto per Cassano, qui potrebbe esprimersi al meglio». Ma l’Inter non glielo ha proposto e solo su domanda specifica, Marotta ha commentato come avrebbe fatto qualunque altro amministratore delegato di qualsiasi altro club mondiale.
Ci sarebbe l’eventuale pista Diego Milito che riceve una cementata nelle parole di Enrico Preziosi: «Diego è insostituibile e non si tocca, è la mia ultima parola». Dichiarazione rilasciata a Radio Kiss Kiss, quindi non interpretabile. Ci sarebbero eventuali orpelli in aggiunta che però non spostano il significato del presidente del Genoa. Peraltro Milito salterà Torino e Lecce in campionato e la sfida di Coppa Italia con l’Inter a causa di una infiammazione al retto addominale. Per quanto concerne poi Marek Hamsik, che piace molto a Mourinho come ad un’altra cinquantina di allenatori, il Napoli al momento sta trattando solo le eventuali cessioni di Amodio e Bogliacino, il resto della squadra è stato blindato da De Laurentiis.
Per ora fanno fede le ultime parole di Massimo Moratti: «Resteremo come siamo», rafforzate da un desiderio di Josè Mourinho: «Vorrei chiudere la stagione con questo gruppo». L’Inter sta cercando di agevolare Dacourt che non trova spazio, è attenta sul fronte Crespo e se arriva una buona offerta apre la trattativa Mancini. Il lavoro vero probabilmente è già stato fatto e si chiama Didier Drogba, in arrivo a giugno su espresso desiderio di Mourinho. Poi se Lotito chiede 14 milioni per Tommaso Rocchi non si apre neppure il libro degli appuntamenti. Piuttosto l’Inter è alle prese con una nuova emergenza: nella squadra già fatta per la ripresa del campionato contro il Cagliari, salta la pedina Stankovic, vittima di un risentimento collaterale del ginocchio sinistro, una distorsione per intenderci.
Sullo stesso piano il Milan: l’operazione ritenuta più interessante resta quella del francese Mexes, molto subordinata al recupero di Nesta e alla valutazione di Senderos, al momento impossibile. Ma anche Philippe Mexes è un botto di giugno, anche questo probabilmente già concluso. Strappare Agger e Pennant al Liverpool non è una operazione semplice e non sembrano, visti gli ultimi acquisti di via Turati, due calciatori in linea con il resto del gruppo. A giugno resta viva la pista che porta all’ex udinese Dossena, ora al Liverpool senza molto spazio.