Inter L’ad Paolillo: «Non solo Obinna: presto l’esordio di giovani italiani»

L’Inter sulle bocche degli altri, il giorno dopo: «Ho visto l’evoluzione del gioco così come me la spiegava Mourinho - ha detto Moratti -. Ho avuto la sensazione che i giocatori avessero una certa tranquillità nel trovarsi, poi sono anche venuti i gol e questo facilita tutto. La più bella partita della gestione Mourinho». L’a.d. Ernesto Paolillo invita alla calma ma va oltre: «La presenza di Obinna è stata la dimostrazione che Mourinho schiera chi lo convince di più e chi si adatta meglio a quella partita. Undici stranieri in campo all’Olimpico? Sì, ma credo che sia imminente anche l’esordio di talentuosi giocatori italiani, anche più giovani di Obinna». Anche il ct Marcello Lippi si infila nel coro: «L’Inter è la squadra più forte del campionato.Bravo Mourinho: ha detto che ha fatto giocare i giocatori con cui ha potuto lavorare in settimana. Anche da questo si vede la forza di una squadra». Un 4-0 che ha riacceso entusiasmi, i bookie inglesi hanno fatto scendere a 1,5 la quota per l’Inter campione d’Italia, Roma a 20. Perfino l’Atm ha deciso di potenziare i mezzi pubblici per la serata di Champions di domani sera contro l’Anorthosis. Può guastare tutto un altro caso Adriano? «Non credo - ha detto Moratti -, ha già pagato il ritardo con l’esclusione dell’Olimpico». E il suo procuratore Rinaldi ad Antenna 3 conferma: «Non so nulla, ma Adri è felice all’Inter e resta lì».