Inter con la Reggina Mourinho su Mancini: «Ha 3 anni di contratto ma io ne ho ancora 2»

Non chiedete a Josè di non fare Josè. C’è riuscito venerdì nel giorno della festa di Zanetti: «Sono orgoglioso di sapere che un giorno lui dirà che fra i tanti allenatori che ha avuto ci sono anch’io. Perché prima Moratti ne cambiava tanti», e c’è riuscito ieri: «Mancini mi fa ombra? No, lui ha ancora tre anni di contratto con l’Inter, io due». Poi ha dato dritte qua e là condendole di spiegazioni: «Perchè Cruz non ha giocato a Manchester? Perché aveva già giocato un quarto d’ora in casa...Crespo? Finora ha fatto un gol con la Roma...Maxwell? Volete sapere qual è il suo problema? Semplice, il problema di Maxwell si chiama Santon. Secondo voi io dovrei togliere di squadra Santon per far contento Raiola, il procuratore di Maxwell?». Se la lista fosse continuata avrebbe proseguito, forse ce ne sarebbero state anche per Adriano, dato per sano e improvvisamente non convocato per una caviglia in disordine, ma anche qui c’è stato il siparietto del suo procuratore Gilmar Rinaldi. Sulla retrocessione nella linea difensiva di Cambiasso, ha detto: «Ciò che perdiamo in mezzo lo guadagneremo dietro. Ho grande fiducia in questa squadra, in settimana abbiamo lavorato bene, altri tre punti con la Reggina e una partita in meno nel calendario. Non c’è bisogno che dica che sto bene qui all’Inter, penso solo a vincere questo campionato».