Inter, vendetta Bayern: decide Gomez all'ultimo

Nell'andata degli ottavi di finale di Champions League a San Siro i tedeschi si prendono la rinvincita dell'ultima finale di Madrid. <strong><a href="/sport/etoo_uomo_solo_deserto_nerazzurro/24-02-2011/articolo-id=507995-page=0-comments=1">Eto'o, uomo solo in mezzo al deserto nerazzurro</a></strong>

Milano - Gomez ha il veleno nella coda. Un gol all'ultimo respiro su una deviazione non perfetta di Julio Cesar dopo una conclusione violenta di Robben dai 25 metri. Il Bayern Monaco a San Siro si prende la rivincita dell'ultima finale di Champions League persa a Madrid. Il risultato è fin troppo largo per gli uomini di Van Gaal. Prima arrivano una traversa (colpo di testa di Ribery nel primo tempo) e un palo (destro di Robben dopo un'azione personale nella ripresa) per i bavaresi. Ma i nerazzuri  sprecano troppo davanti a Kraft. Eto'o, Cambiasso e Thiago Motta vanno a casa con almeno un'opportunità limpida a testa sulla coscienza. Ora serve un'impresa tra tre settimane all'Allianz Arena. Come al Milan a White Hart Lane con il Tottenham e alla Roma a Donetsk con lo Shakhtar. L'Italia ride poco dopo l'andata degli ottavi: tre sconfitte su tre in casa. Pessima figura.

Primo tempo nerazzurro Leonardo sceglie il modulo con una punta sola, Eto'o, con Stankovic e Sneijder a supporto. Thiago Motta si sacrifica praticamente a uomo su Mueller, ma ci pensa Cambiasso a impostare. I tedeschi fanno possesso palla, ma i nerazzurri pungono in contropiede. Già al 2' Ranocchia tenta la deviazione in area, ma il pallone esce di poco. Al 18', su cross di Maicon sul secondo palo, Kraft vola a togliere la palla dalla testa di Stankovic. Due minuti dopo bussa il Bayern con la sventola di Luiz Gustavo da 30 metri. E poi ancora il brasiliano dalla distanza mette i brividi alla difesa nerazzurra. L'Inter si getta in avanti e arriva un'occasione spaziale. Dialogo Maicon-Eto'o, il camerunense pesca Cambiasso nell'area piccola, ma l'argentino spara sul portiere. Al 24' Robben trova la testa di Ribery, ma il francese si schianta sulla traversa. Al 33' Lucio serve Eto'o in area, ma sulla conclusione dell'attaccante vola Kraft. Prima dell'intervallo c'è tempo ancora per la sventola in corsa di Maicon che tocca solo l'esterno della rete.

La beffa alla fine I bavaresi iniziano la ripresa a mille. Al 2' sul cross di Robben il colpo di testa di Mueller è fuori di un soffio. All'8' l'olandese fa tutto da solo. Parte da sinistra, taglia entrando in area e scarica un destro che si stampa sul palo. Prima del quarto d'ora l'Inter ha un'occasione doppia. Eto'o controlla in corsa al limite e prova il destro, Kraft respinge e Cambiasso, tutto solo, spara alle stelle. Poi ci prova ancora Robben da lontano, ma il suo tiro è alto di poco. Si va avanti in equilibrio fino al termine. Quando l'Inter prova a far saltare il banco. Al 40' sul corner di Sneijder il colpo di testa di Thiago Motta è troppo centrale. E due minuti dopo la conclusione dal limite di Eto'o è deviata a fil di palo. All'ultimo minuto è cruciale l'indecisione di Julio Cesar sull'unico intervento della sua partita. La sventola di Robben rimbalza, ma non sembra irresistibile. Il portiere non trattiene. Gomez si avventa e punisce lui e l'Inter. San Siro ammutolisce.