Con Interbanca entra in Valvitalia

Banca Intesa

Banca Intesa continua lo shopping nel settore industriale. Dopo aver rilevato la scorsa settimana il 5% della farmaceutica Sigma Tau, l'istituto di credito, in consorzio con Interbanca, è entrato nel capitale di Valvitalia, società pavese per la produzione di valvole e raccordi per impianti destinati all'industria petrolifera ed energetica che potrà così anche quotarsi in Borsa. In particolare il consorzio formato da Intesa (20%), Interbanca (40%) e dirigenti della società (40%) ha acquisito il 21,5% del capitale sociale di Valvitalia. Intesa e Interbanca hanno anche organizzato un finanziamento in pool da 33 milioni di euro destinato a finanziare i programmi di crescita della società. Valvitalia ha chiuso il 2005 con un fatturato di 210 milioni di euro e un margine operativo lordo superiore a 24 milioni di euro. Il gruppo, che opera con 6 stabilimenti in Veneto, Lombardia ed Egitto, impiega 600 persone e vanta fra i clienti Saipem, Bechtel, Snamprogetti.