Intercettazioni illegali il decreto decade

da Milano

Il decreto legge sulle intercettazioni illegali, varato dal governo dopo lo scandalo di Telecom, non è più urgente e quindi è destinato a decadere. Su questa linea sono d'accordo praticamente tutti i gruppi di maggioranza e opposizione. Oggi la Commissione deciderà con un voto ma è praticamente impossibile che il Parlamento riesca a convertirlo in legge. Nella Casa delle libertà, soltanto la Lega alza la voce. Per Roberto Castelli «Siamo alla farsa. Ogni volta che questo governo si occupa di giustizia combina un disastro»