Intercettazioni Via libera al testo dopo la riforma dell’avvocatura

Calendario serrato in commissione Giustizia al Senato su riforma dell’ordine professionale forense, ddl intercettazioni e riforma del processo penale. Il presidente, Filippo Berselli, spiega i tempi dei tre provvedimenti che sono all’ordine del giorno dell’organismo parlamentare da lui presieduto. «Entro il 18 novembre l’esame della riforma dell’ordine forense deve essere completato e andare in Aula. È un testo atteso da 40 anni e si iscrive nello schema della futura giustizia penale. Lavoreremo anche di notte». Tempi stretti anche per il ddl intercettazioni: «Finito con la riforma dell’ordine forense - ha aggiunto Berselli - sentiremo, come previsto il procuratore nazionale Antimafia Piero Grasso completando così le audizioni e quindi fisserò il termine per gli emendamenti in un paio di settimane e certamente per metà dicembre completeremo l’esame cosicché, compatibilmente con un eventuale ritorno della Finanziaria al Senato potrà essere licenziato entro Natale». Subito dopo, conclude, «procederemo a spron battuto sulla riforma del processo penale».