«Intercettazioni scandalose, faccio una legge»

La divulgazione delle intercettazioni telefoniche relative all'inchiesta sulle scalate a Rcs e Antonveneta è secondo Silvio Berlusconi «uno scandalo». Per questo il premier ha annunciato che dopo la pausa estiva presenterà al prossimo Consiglio dei ministri un disegno di legge sulla normativa relativa alla pubblicazione delle intercettazioni telefoniche. Le pene andranno dai 5 ai 10 anni. «Non è un Paese civile quello - dice il premier - dove si possono leggere i messaggi di una donna al suo uomo».