Internet Un reality con donne incinte il televoto decide quale può abortire

Proprio in occasione del 37º anniversario della legge americana che legalizza l’aborto, un nuovo reality show, «Bump+», ha riportato il primo piano negli Usa il dibattito sulla libertà di scelta. Trasmesso per ora solo su Internet (sul sito Thebump.com e su Youtube) il reality ha come protagonisti un ginecologo e tre donne gravide. La prima donna è rimasta incinta dopo che il marito, militare, era partito per l’Irak. La seconda è stata violentata da un marito abusivo e ha già due figli. La terza si presenta col fidanzato: un giovane egoista, non interessato alla prospettiva di diventare padre: dopo tre aborti, adesso sarà lei a scegliere. La scelta delle tre attrici (bianche) e del medico (nero) non è casuale: negli Usa per ogni donna bianca che abortisce cinque donne nere terminano una gravidanza non voluta. A trasformare il reality in fenomeno mediatico sono i voti del pubblico: invitati a esprimersi sulle decisioni delle tre donne, gli spettatori diventeranno i «giudici» del più scottante dibattito politico dell’anno.