Beppe ’o beccamorto

Caro Beppegrillo, non puoi ogni giorno annunciare la morte di qualcuno

Caro Beppegrillo, non puoi ogni giorno annunciare la morte di qualcuno. Un giorno dichiari morto Napolitano e un giorno Berlusconi, un giorno è morta la Repubblica, un giorno è morto il Parlamento e un giorno vedi una bara bianca con dentro il piccolo Matteo. E basta con questo lessico da iena o vuoi diventare Beppe 'a Carogna che capeggia gli ultras dello Sfascio generale? Non contesto la tua posizione radicale, arrivo a dire che giova rimettere in discussione i parametri e i poteri dell'Europa e dei suoi concessionari di zona, condivido molte tue denunce contro gli speculatori. Ma non puoi ridurti ogni giorno al necrologio, annunciare funerali e putrefazioni in corso, con cattivo gusto quando si tratta di gente in età avanzata e con salute provata. Non è divertente dar del morto ogni giorno a qualcuno, ridurre la competizione elettorale a un'impresa di pompe funebri, in cui l'unico vivo poi saresti tu, trappista oggi, beccamorto domani e messia il Terzo giorno. Sei prigioniero del tuo ruolo di Apocalittico, hai per mesi gridato al golpe a ogni pisciatina di legge di qualche premier di passaggio o da passeggio. E ora, dopo aver denunciato l'avvento di dittature, regimi totalitari, congiure criminali e via sparando, il repertorio di catastrofi si è esaurito. E allora devi ricorrere a una dose più forte, ed è per questo che sei diventato necroforo, e annunci la morte dappertutto. Poi non ti resterà che passare al massacro. Con questa tabella di marcia (funebre) riempirai le urne di croci al cimitero.

Commenti
Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 06/05/2014 - 15:00

Se grida Grillo, niente novità:// diventa urgente toccarsi qua,// e se non basta, dalla mattina// a sera serve pure la grattatina.// A furia di sentirlo noi pensiamo// che sia davvero un menagramo!//

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 06/05/2014 - 15:13

Caro Veneziani, con questo cucù stai dando fiato (è questo che vuoi?) ai trombettieri del regime partitocratico, della demokratija, della costituzione più bella del mondo, della political correctness, della tolleranza, del rispetto, del bon ton e via scoreggiando. Sono curioso di vederne l'effetto nei post che seguiranno nei post di DESTRI o SINISTRI - tanto è la stessa cosa - che seguiranno.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 06/05/2014 - 15:21

@michele lamacchia (Mar, 06/05/2014 - 15:00) Michele, non hai una vaga impressione che di menagramo - e forse anche di peggio - ne abbiamo già avuti alcuni prima di Grillo?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 06/05/2014 - 15:45

Caro Veneziani, con questo cucù stai dando fiato (è questo che vuoi?) ai trombettieri del regime partitocratico, della demokratija, della costituzione più bella del mondo, della political correctness, della tolleranza, del rispetto, del bon ton e via scoreggiando. Sono curioso di vederne l'effetto nei post che seguiranno nei post di DESTRI o SINISTRI - tanto è la stessa cosa - che seguiranno.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 06/05/2014 - 16:31

Il funerale dello stato italiano, o almeno della sua credibilità, è stato non solo annunciato, ma celebrato da Renzi e Grasso quando hanno acconsentito (chi tace acconsente) a che fosse chiesto a Genny 'a carogna il permesso di giocare una partita di calcio alla quale le due "autorità" - si fa per dire - assistevano in tribuna. Altro che Grillo!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 06/05/2014 - 16:44

Tempus_fugit grillino?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 06/05/2014 - 17:38

Parole sante. Articolo divertente. Povero Grillo, finalmente ha trovato Veneziani che glie le ha cantate in musica.

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Mar, 06/05/2014 - 17:58

vedendo, ascoltando, leggendo di qua e di là in giro per le strade...ho il timore che alle prossime elezioni il nostro urlatore becchino si prenderà un sacco di voti...e sarà l'inizio della fine, adesso siamo solo al primo tempo del film..manca il triste epilogo: governati (anzi siamo ingovernabili e quindi NON governati) dal populismo dilettantesco

nino47

Mar, 06/05/2014 - 18:08

Egregio Veneziani,sempre grandi i tuoi articoli...ma stavolta se Grillo riduce "la competizione elettorale a un'impresa di pompe funebri" ha proprio ragione!

mnemone44

Mar, 06/05/2014 - 18:16

E se le cose stessero peggio di come ipotizzato dalle sparate pubblicitarie di Grillo?Se noi che ci accapigliamo,critichiamo e ironizziamo commentando fossimo novelli "the others",ignari della realtà politica ma da essa travolti volenti o nolenti?Se il "banco"politico fosse truccato e se la soluzione finale fosse già decisa,ce ne accorgeremmo troppo tardi!Auguri a questo povero Paese!

gamma

Mar, 06/05/2014 - 19:23

D'altra parte per uno che ha ammazzato tre persone fare il necroforo potrebbe essere uno sbocco professionale più che adeguato.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 06/05/2014 - 19:50

@Euterpe (Mar, 06/05/2014 - 16:44) Cara Euterpe, ho sempre votato i partiti di DX, oscillando in funzione del momento fra FI, AN e LEGA, perché erano quelli che mi facevano meno ribrezzo. Ora, non vedendo sostanziali differenze fra DX e SX e non trovando nessuno che me le spieghi ho deciso che voterò M5S. Del resto, ci sarà pure un motivo per cui il M5S alle ultime consultazioni ha soffiato 6 milioni di voti alla DX e 3 alla SX. La mia opinione è che gli uomini del M5S, per quanto sgangherati e neofiti della politica, non potranno mai fare peggio di quelli che li hanno preceduti. Tu cosa ne pensi?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 06/05/2014 - 19:52

@Euterpe (Mar, 06/05/2014 - 16:44) Io credo, Euterpe, che sia arrivato il momento di deratizzare la fogna.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 06/05/2014 - 21:16

Tempus_fugit, e se il rimedio fosse peggiore del male,considerando che al peggio non c'è mai fine? Mi ha suscitato molti dubbi un articolo di Ida Magli "Le stranezze dei grillini e il Laboratorio segreto del potere", sul sito 'Italiani liberi'.Provi a leggerlo, poi, se vorrà,mi dirà le sue impressioni.

Aristofane etneo

Mar, 06/05/2014 - 22:46

Fra poco per molti Italiani arriverà il momento che si possa dire "mettiamoci una croce sopra": nel chiuso delle urne e per i papponi di questa Partitocrazia spero sia un cimitero. Sì ... vabbè, è solo un sogno.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 06/05/2014 - 23:46

@Euterpe (21:21). Le tesi di Ida Magli sono diffusamente discusse ormai da molto tempo e da me sostanzialmente condivise. Nell’articolo che mi hai proposto la Magli denuncia l’antidemocraticità del M5S e, evitando di parlare di altri partiti insinua in modo surrettizio che questi siano, invece, democratici. Evidentemente dissento nel modo più fermo. In verità la democrazia è la più vergognosa menzogna che sia mai stata raccontata e il popolo non ha, non ha mai avuto, la possibilità di decidere alcunché. È vero che gli elettorali grillini non sanno niente dei candidati del M5S, ma forse gli elettori di FI o del PD sanno qualcosa dei rispettivi candidati? Le campagne elettorali e la lotta politica non sono nient’altro che meri strumenti per la conquista di posti, basati su slogan tesi ad impressionare l’elettorato cosicché il popolo si trova scegliere alla cieca in una specie di lotteria elettorale. Per non parlare della possibilità – inesistente - di successivamente controllare se gli eletti hanno tenuto fede alle loro promesse e punirli nel caso non le abbiano mantenute. Alla fine non si capisce in funzione di quali capacità i governanti siano eletti e vengano eventualmente confermati nell’incarico. Ciò che invece risulta chiaro è che, più che i fatti, per muovere le masse si usino mezzi mirati ad emozionarle e che immancabilmente, come spiegava Max Weber, prefigurano una “dittatura basata sull’emotività e sullo lo sfruttamento delle masse”. Lo hanno fatto tutti i politici in tutte le epoche. Mussolini è stato un campione in questa specialità, superato dai “piccirilli” (scorie del PCI) con l’ipocrita e ripugnante esibizione di buoni sentimenti. La stella nascente in questa specialità è il “roditore cistercense”, allievo di Berlusconi. Anche Grillo lo sa fare; molto meglio dei leader sopra citati. Mi chiederai: “e allora???” Allora mi comporto coerentemente con il sentimento che mi hanno suscitato e, per essere più preciso, ti dirò che quand’ero bambino avevo schifo dei vermi, ma solo prima di conoscere i politici.

Holmert

Mer, 07/05/2014 - 08:03

Il voto a Grillo è sì un voto di protesta ,ma è un voto nefasto per la repubblica. E' troppo facile dire peste e corna di chi governa, tanto che una volta, venne pure coniato il detto piove governo ladro. C'era chi si spinse ad accusare il governo di ruberie anche sotto la pioggia, il che è tutto dire. Va da sé che Grillo non ha inventato nulla tranne il solito piagnisteo del tutto è uno schifo e ci sono qua io con le mie truppe per salvare il salvabile. Ma Grillo(Grullo) è un rimedio peggiore del male, peggio di certi intrugli che si dice curino meglio dell'AIFA e della FDA. Basta dare uno sguardo a ciò che succede tra i banchi dei grillini in parlamento, per rendersene conto. Sembra di stare in una assemblea 68ina nell'aula di legge della Sapienza. Solo casino e basta. Uscire dall'euro? Si potrebbe, ma poi dove ci presentiamo con la nostra liretta a competere con nazioni che l'euro ce l'hanno ancora? Come si potrebbe dare lo stipendio di cittadinanza a chi non ha lavoro, con quali soldi? Forse stampandoli, come fa Mugabe nello Zimbabwe, la cui inflazione va oltre mille%? Ormai qualcuno ci ha portato in UE e con essa all'euro con un cambio da incompetenti e ci ha ridotti così. A pensare che a costui volevano dare anche la presidenza della repubblica e la Francia gli ha dato la legion d'onore. Orrore! Sarà beneficiato anche Grillo per lo sfascio che potrebbe produrre una volta al potere? Cupio dissolvi, tanto peggio tanto meglio, ecco il target di coloro che dicono di votare per Grillo. Attenti ,il voto di protesta potrebbe diventare un cappio al collo. Il marcio nella nostra nazione sta nel sistema generale, nella stagione dei diritti e niente doveri, nello strapotere dei sindacati che hanno gran colpa dello sfascio generale, nella giustizia lenta e perversa e politicizzata divisa in correnti, nel sistema scolastico fallimentare, nel sistema lavoro attanagliato dalla burocrazia ,nella tassazione da briganti, nelle leggi permissive, nella incapacità a risolvere problemi e soprattutto nella presenza di tanti profeti delle cause perse, tra i quali annovero anche Grillo, profeta maggiore di sventure, come Geremia. Con quelle truppe, potrebbe cambiare il sistema, curare il cancro di un organismo pieno di metastasi?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 07/05/2014 - 09:59

@Holmert (08:03) Riferendoti a Grillo tu scrivi: "Con quelle truppe, potrebbe cambiare il sistema, curare il cancro di un organismo pieno di metastasi?" Se ho ben capito per la cura del cancro tu stai proponendo, in alternativa al M5S, una cura omeopatica. Corretto?

LETEMPSPERDU

Mer, 07/05/2014 - 10:31

Non mi lascio sfuggire l'occasione di un sorriso offertomi dal pregevole Cucu' di Marcello Veneziani, dopo tre giorni interminabili di suoni soffiati dal vento di chamsin, ringraziando con il suono di una canzone di Edoardo Bennato "[...] Al diavolo il predicatore che predica la sua morale che predica perche' vuol bene al pubblico pronto a pagare// Al diavolo il grillo parlante che parla a tutta la gente che parla e vende parole che solo pinocchio non sente// Il grillo parlante ha parlato attore di varieta' adesso e' attore drammatico di volontaria comicita'// Ma c'e' chi e' incorregibile allergico a tutte le prediche che il grillo parlante non lo applaudira'// Al diavolo il grillo parlante filosofo da baraccone che e' comico senza volerlo drammatico con convinzione// Contate sul grillo parlante sull'angelo vendicatore che incassa denaro contante contando sul vostro sacro furore ". M.T.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 07/05/2014 - 11:55

Considerato che sono convinta che a Grillo della Nazione non gliene importi un fico secco, ma che in questa sua comparsata lui veda solo un busines colossale dal quale ha già guadagnato un sacco di milioni di euro esentasse (la sua amante si chiama MONETA di nome e SONANTE di cognome); considerato che, atroce sospetto, li tenga ben sicuri in chissà quali paradisi fiscali, suggerisco ai suoi grillini, che in effetti fanno tutto il “lavoro pesante”, un modo per arrotondare il nulla che ci ricavano. Visto che proclama che ogni cittadino disoccupato e bisognoso, dovrebbe avere uno stipendio di almeno 1000 euro al mese (poi, mi domando, chi lavorerebbe più? E quando i soldi saranno finiti e le aziende tutte assassinate dalla rapina di stato, come riusciranno a cavar sangue dallo stato ormai rapa?), chiedere al loro guru di cominciare a dare il buon esempio, esigendo che dalla caverna urlante, non escano solo sputacchi, ma anche una piccola percentuale su tutti quei milioni che entrano e vengono ben digeriti con rutto finale, alla faccia loro e senza bisogno di bicarbonato. Ennesima dimostrazione di quanto sia a sinistra il M5S. Tutta la base al servizio dell’ideologia e del partito a tirare il carro e se qualcuno osa protestare o, orrore, disobbedire, la purga delle espulsioni é sempre pronta, mentre loro, i capi, si fanno gli affari d’oro, d’argento, di platino, con pioggia di diamanti, rintronandola con discorsi che dicono tutto e il contrario di tutto. Per cui, ovviamente, la stessa richiesta andrebbe fatta anche a Casaleggio e a tutti i vari capetti che su questo speculano e guadagnano, muovendo due dita sulla tastiera, senza rischiare nulla e viaggiando comodamente su treni ad alta velocità. Quei treni da loro tanto aborriti, uno dei tanti pretesti usati disinvoltamente per scatenare le piazze. Ditemi: “Grillo & C., in cosa sono diversi dalla Casta? Se il popolo rapportato alla Casta é un popolo bue, qualcuno sa dirmi come si potrebbe “titolare” il popolo dei grillini?”.

giovauriem

Mer, 07/05/2014 - 13:24

egregio dottor veneziani,visto il titolo del suo articolo,visto che anche lei fa la parodia di genny 'a carogna,mi va di esporre un pensiero,quasi fuori tema:i napoletani sono geniali nel bene e nel male e sono unici al mondo,o no?

Holmert

Mer, 07/05/2014 - 13:49

Caro Tempus Fugit (irreparabile. CFR Virgilio)io non propongo la cura omeopatica, figuriamoci, io che all'omeopatia credo come all'esistenza dei fantasmi. Dico che per curare un cancro come il nostro sistema non politico ma di base, consolidatosi in anni ed anni, ci vorrebbe ben altro che un guitto da palcoscenico. Tutto qua. Che ne dici di un Pinochet? Ecco, qui io verrei da subito tacciato di fascismo. Ed allora optiamo per un Fidel Castro? L'ultima chance è più politically correct. Che ne dici?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 07/05/2014 - 13:56

@tempus_fugit.Ida Magli non è studiosa politicamente schierata,glielo posso assicurare, è persona troppo intelligente e superiore per esserlo.Non possiamo qui affrontare un discorso sulla democrazia, altrimenti dovremmo cominciare da Platone,il problema consiste nel fatto che la nostra democrazia è malata, direi marcia,e le cause credo siano ben note.Cosa facciamo? Ricorriamo alla dittatura, al Principe machiavelliano? ma chi ci assicura che egli sarebbe illuminato? Ma non voglio parlare di questo, le avevo indicato quell'articolo perché lei cogliesse un dubbio, che cioè il movimento grillino possa essere funzionale ad una raffinata strategia elaborata a tavolino, che prevede il congelamento,il togliere ai voti frutto della rabbia popolare il loro potenziale 'rivoluzionario',cioè rivolto anche in modo non violento ad un cambiamento di rotta rispetto a quella odierna. Per il resto credo che molti lettori abbiano già fatto considerazioni tutte condivisibili, per cui reputo reperfluo aggiungerne altre.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 07/05/2014 - 14:08

@Holmert (Mer, 07/05/2014 - 13:49). Scusami per non aver interpretato correttamente il tuo primo post delle 08:03. Dopo questo tuo chiarimento non posso che dirmi d'accordo con te. Al 100%. E per evitare sgradevoli malintesi mi dichiaro politicamente scorrettissimo. In ogni modo, fin che non esiste il personaggio adeguato a deratizzare la fogna che entrambi auspichiamo, cosa si fa?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 07/05/2014 - 14:27

Dall’articolo della Magli avevo colto soprattutto il discorso sulla democrazie ed è su questo che ho sviluppato le mie considerazioni. Certo non mi è sfuggita l’allusione della Magli ad una strategia – di cui Grillo sarebbe l’esecutore – come tu dici “studiata a tavolino”, ma, anche se non l’ho espressa, anche a questo proposito ho una modesta opinione. Diciamo innanzitutto che non esiste alcuna contesa ideale fra DX e SX. Ciò che veramente esiste è una lotta senza esclusione di colpi 2 (o più) capitalismi. Uno che ha come referente politico la SX e l’altro la DX. Noi stiamo in mezzo a questa furente lotta e ne paghiamo le spese. Chi è il referente del M5S? Non lo so. Ciò che mi è perfettamente chiaro è che, vinca l’Inter o il Milan, è sempre lo spettatore che dovrà pagare il biglietto. Esiste una soluzione? Se esiste non è nazionale, non è generazionale, ma solamente individuale. Qualcuno l’ha già adottata, per esempio i giovani che se ne vanno ed abbandonano per sempre – io glielo auguro – questo Paese ormai putrefatto in termini civili, morali, economici e politici.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 07/05/2014 - 14:40

@Aristofane etneo - Lei accennava ai refusi: ha visto il mio 'reperfluo', invece di 'superfluo'? Cordialità.

Agev

Mer, 07/05/2014 - 17:20

Signori miei .. Parole .. Parole .. Inutili parole .. Tutti concetti/pensieri che rimangono all'interno di una struttura di pensiero che divide ... La realtà e consapevolezza sta altrove .. In merito leggetevi il meraviglioso articolo di Claudio Borghi Aquilini - " Così l'Ue ci ruba le ricchezze " .. Qui si che la realtà diviene consapevole .. Unione di pensiero/consapevolezza/intenti/azioni per fermare La Barbarie e Rapina che è in atto e voluta dagli idioti che hanno creato Ue e l'Euro ... Tutto il resto è pura idiozia . Gaetano