Qui ci scappa l'Italia

Vogliono far credere che gli italiani stiano pensando al voto, all'Expo e al malaffare. Ma non è così

Vogliono far credere che gli italiani stiano pensando al voto, all'Expo e al malaffare. Ma non è così. Gli italiani hanno un solo desiderio: fuggire. Lasciare baracca e burattini. Fuggire dalla crisi, dal lavoro, dalla moglie, dal brutto, dal fisco, dal voto, dai giudici, dai capataz, dai migranti, dalla Malaitalia, dall'Europa.

Quante facce di deportati in ufficio, in auto, in metrò, in bus. Ognuno coltiva la voglia di mollare: spera in una vincita, un incontro, una bonazza, un colpo d'ala o di culo che gli darà il passaporto per il paradiso. Sono evasi potenziali, hanno facce impazienti e spaventate, inseguite dalla vecchiaia o da Equitalia. Sognano la svolta, ma personale, altro che Matteo. Sognano di cambiare verso e passo, ma loro, mica l'Italia.

Che voglia di andar via col vento. Ma dopo aver mentalmente chiuso le valigie, guardano dall'oblò quei faccini tapini di famiglia, la moglie teleseduta, il figlio disoccupato, la nonna abbandonata, l'amico sgarrupato, e si stringe il cuore. Pensare di portarseli insieme, i meschini, sarebbe come restare in infermeria. Ma si può fuggire in paradiso contro di loro? Allora li prende il magone. Ci vuole più coraggio a fuggire o a restare? C'è chi s'accontenta della fuitina part time, a volte esotica, a volte erotica, a volte paranoica. Pochi sono i fuggitivi veri. I restanti la vita li riacciuffa e li riporta dentro. Non sanno più restare né partire, stanno nel mezzo, anche in Europa, su un barcone vacillante. Migranti mentali. Altro che Renzi-Grillo-o-che-so-io...

Commenti
Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 16/05/2014 - 18:20

Vedo che Veneziani, l'unica firma decente di questo giornale comletamente asservito al padrone, e' piombato nella disperazione piu' nera! Vista dagli USA l'Italia sembra un luogo di chiacchiere dove nessuno si preoccupa del futuro e se ne frega di tutti! Si sta in attesa che succeda qualcosa ma di preciso se si dovesse scegliere non si saprebbe cosa scegliere! Non ci sono anime che tengano checche' ne dica Hillman!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 16/05/2014 - 18:35

Chi più, chi meno, siamo tutti come Vladimiro ed Estragone che aspettano Godot. Però abbiamo sempre qualcuno che ci dice che Godot non arriverà oggi, ma sicuramente domani.

Agev

Ven, 16/05/2014 - 18:38

Vedi caro Marcello Veneziani .. Trasmutazione della realtà/mondo .. Solo l'uomo consapevole sa e lo può fare .. In un attimo tutta la realtà/mondo si trasmuta e diviene realtà .. Tutto ciò che è stato sino ad oggi non vale più .. Questo avverto e sento dalle tue parole .. grande stanchezza .. grande consapevolezza che la realtà/mondo ... tutti pensieri/concetti non sono più in armonia con la realtà .. Appartengono alle basse bassissime vibrazioni dell'uomo/mondo .. Un Bassissimo livello di vita vivente .. Al Di La .. non nell'aldilà .. la vita vivente .. la realtà/mondo che è già in essere e che è già . E' giunto il tempo del raccolto .. siamo qua per questo .. Chi per continuare la propria evoluzione con la nuova terra .. chi altrove .. dove vorrà .. Chi ripeterà di nuovo il ciclo di terza vibrazione/densità . Gaetano

Ritratto di Jampa

Jampa

Ven, 16/05/2014 - 18:49

Insuperato Veneziani ! Un distillato di vita reale... Grazie.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 16/05/2014 - 19:05

Purtroppo per la quasi totalità non si realizzerà il sogno di fuggire. Per contro si realizzerà per molti un miracolo. Anche se tardi, finalmente capiranno chi devono ringraziare di questa disastrosa situazione.

mnemone44

Ven, 16/05/2014 - 19:40

E' vero!Ho provato più di una volta a far le valigie e andare con la mia arca lontano dalla ferra dei fuochi,dalle bollette stratosferiche,da una classe dirigente astratta,dalla aleatorietà di programmi esistenziali.Niente da fare!Riapro gli occhi e, cancellata l'insicurezza di destinazioni aliene, mi dico che DEVO restare e darmi da fare per ostracizzare i colpevoli di questi malinconici tentativi.

mnemone44

Ven, 16/05/2014 - 19:40

E' vero!Ho provato più di una volta a far le valigie e andare con la mia arca lontano dalla terra dei fuochi,dalle bollette stratosferiche,da una classe dirigente astratta,dalla aleatorietà di programmi esistenziali.Niente da fare!Riapro gli occhi e, cancellata l'insicurezza di destinazioni aliene, mi dico che DEVO restare e darmi da fare per ostracizzare i colpevoli di questi malinconici tentativi.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 16/05/2014 - 20:27

Scusate ma mi e' venuta in mente una battutaccia, la dico piu' che aspettando Godot, per qualcuno si potrebbe dire aspettando...godo! Vi ricoradate la canzoncina? ....aspetta e spera che gia' l'ora si avvicina........ecc.ecc. Buonanotte a voi buon pomeriggio a me!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Ven, 16/05/2014 - 20:32

MIO STIMATO DOTTOR VENEZIANI:chiedo venia, ad altri giornalisti ai quali...niente tolgo:ma, LEI...non solo è insuperabile,ma...mi affascina sempre di più!! GRAZIE SENIOR...BESITOS!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 16/05/2014 - 21:29

Sto vedendo su RaiStoria la biografia di Emilio Salgari: descrisse mondi favolosi, vagheggiò una splendida evasione nell'esotico e poi si suicidò con un rasoio, schiacciato dai debiti e dall'irriconoscenza degli editori. Non c'è niente da fare; questa è l'italia, la traditrice Italia: la promessa di una illusoria felicità e la disperazione dell'improvvisa solitudine!

francedibe

Ven, 16/05/2014 - 23:53

SI E' PROPRIO VERA LA TUA CONSTATAZIONE DELL'ITALIA D'OGGI. E' COSI' CHE PENSANO GLI ITALIANI. MA COME USCIRNE? APPROFONDISCA E PROVIAMO A LANCIARCI UN'IDEA! QUELLA DI RENZI E' SOLO UN TIMIDO TENTATIVO DI AVVIARE UN CAMBIAMENTO!!! MAQUANTA FATICA CI ASPETTA! QUANTO TEMPO ANCORA SARA' NECESSARIO PER RECUPERARE I DRAMMATICI ERRORI DI UNA CLASSE DIRIGENTE CHE VORREBBERO FARE SANTA SUBITO(VEDI IL RAG. C.A. CIAMPI) O QUELL'ALTRO FACCCIONE CHE RISCHIAMO ANCORA DI RITROVARCI COME PROSSIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA!! NO SIA MAI!!!!!! (IL PROF. PRODI).ANTONIO DA LECCE.

Agev

Sab, 17/05/2014 - 01:09

Patchonki .. Che Lei ne sia consapevole o meno Sappia che l'uomo è Creatore e Co-Creatore della realtà/mondo .. E' un Essere di Luce dalle infinite possibilità ... Pertanto sappia che in armonia con la Legge dell'Uno .. Tutta la realtà/mondo in un attimo può essere trasmutata .. e faccia poco lo spiritoso .. Visti dalle Altezze/profondità/ampiezze dell'Italia .. Gli USA ... Mi sembra siano messi nella stessa identica situazione .. Pertanto .. Solo l'Unità nel/del Uomo saprà tradurre in realtà Le reali Leggi naturali e cosmiche dalle quali proviene e con le quali è coerente . Vale a dire .. Unità di pensiero/azioni/intenti per trasmutare in un attimo la realtà e creare nuova immensa ricchezza materiale/spirituale .. Questo è il nuovo mondo che ci attende .. Basta volerlo/desiderarlo e tradurlo in realtà . Gaetano

Ritratto di Coralie

Coralie

Sab, 17/05/2014 - 01:31

Signor Veneziani, l'Italia "e da mo' (come direbbero a Roma) che e' scappata. E' scappato l'orgoglio di essere italiani; e' scappata la fiducia nelle istituzioni e nella politica; e' scappata la volonta' di reagire a tutto, non solo alla crisi; e' scappata la credibilita' di una giustizia ingiusta e politicizzata; e' scappata il rispetto di essere italiani e di essere considerati ( in casa nostra ) prima e di piu' degli immigrati; e' scappata la voglia di cercare lavoro; e' scappato il lavoro nei paesi piu' competitivi ( perche' costa meno ) grazie anche e sopratutto ai sindacati italiani e alle losche manovre dell'UE e della Merkel; e' scappata l'Europa che non ha rispettato e valorizzato la sovranita' nazionale dei paesi aderenti; e' scappata la nostra " Lira " in cambio di una moneta che non ci rappresenta; e scappata la volonta' di vivere in questo paese. A questo punto mi sovviene un suo artcicolo Signor Veneziani, " Perche' non scoppia la rivoluzione ...? " Purtroppo e' scappata anche la voglia di farla, perche' gli italiani hanno capito che non ne vale la pena. Meglio andare via dall'Italia, per dare un senso a cio' che rimane della propria esistenza, il che non significa " scappare ", ma reagire al proprio diritto di vivere dove e come si vuole. Signor Veneziani, ascolti un consiglio di una persona piu' anziana di lei e con molta esperienza di vita vissuta: la situazione dell'Italia e' irreversibile, per le ragioni descritte in quella sua teoria sulla rivoluzione che non potra', comunque, mai scoppiare. A meno che tutti diventassimo NO TAV o aderenti ai Centri Sociali. Percio', meglio lasciar perdere ... l'Italia.

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Sab, 17/05/2014 - 09:16

Marcello, mi hai letto nella mente e nel cuore.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 17/05/2014 - 09:22

Liminalità...è una antica condizione e una vecchia moda. a volte se mi scappa l'Italia prendo un astringente mentre dovremmo usare le vecchie maniere. viviamo molto male per via delle tante sofisticazioni sociali per cui si lavora a credito facendo debiti, ti spulciano il portafogli, governa una minoranza miserrima di minorati perversi che andrebbe vivisezionata coi cani e accattoni industriali che lucrano sui falsi amori di gente piccola.vengono considerati eroi persino quei cretini ambientalisti che liberano vipere per la campagna per riequilibrare l'ambienteve distruggono migliaia di anni di lavoro di addomesticamento del territorio.

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 17/05/2014 - 09:57

patchonki cosa significa..?? cos'e uno della parte che con questa crisi ci mangia?? sicuramente dalla parte ue, sicuramente un sinistro, che col businness della crisi ha svoltato..beato lei..

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 17/05/2014 - 10:54

Come finirà? L’ipotesi non tanto azzardata è che il fascismo nato nel ’45 finisca come il fascismo morto nel ’45: travolto dal dissesto morale, economico, civile e politico; sepolto nella vergogna e nel disonore. Scoppieranno vendette trasversali che chiameranno “resistenza”. Certamente numerosi suoi rappresentanti cadranno nell’oblio, spariranno, dimenticati per sempre e senza il rimpianto di nessuno, mentre i più spregiudicati si ricicleranno come liberatori. Nascerà un nuovo ordine, perverso come l’attuale, ma con un nuovo nome, più progressista, più environment friendly, più “vicino alla società civile “ (vedi la ggente), che "mette al centro i ggiovani, più accogliente e più rispettoso delle diversità (che sono una ricchezza). Insomma un ordine, benedetto da Bergoglio e dalla BCE, fondato sui buoni sentimenti di libertà, giustizia, uguaglianza, rispetto, progresso, tolleranza e solidarietà. SI SALVI CHI PUO'.

Ritratto di destito francesco

destito francesco

Sab, 17/05/2014 - 10:56

Caro Veneziani..come non darle ragione..gli italiani fuggono all'estero.Noi pensionati siamo stufi del malaffare italico.Quindi emigriamo dove con la nostra pensioncina riusciamo a vivere dignitosamente..Tunisia Santo Domingo Filippine..Spagna..thailandia..Bulgaria e..Albania..si proprio la vituperata e sinistrata Albania..dove si vive con 500 Euro compreso l'affitto di una casa..Addio italica patria

Ritratto di balonid

balonid

Sab, 17/05/2014 - 11:15

Scusate, ma l'Italia, così com'è, non l'abbiamo fatta noi italiani, così come siamo? I politici non sono forse uguali ai cittadini che li eleggono? Gli italiani vogliono fuggire, sì, ma da loro stessi, perché sentono come opprimente il modello esistenziale che si sono scavati dentro lentamente in secoli di storia, ma non hanno né la forza, né il coraggio di rischiare qualcosa per cambiare le cose. Naturalmente sto parlando degli italiani in terza persona, come se io non lo fossi: anche questa attitudine a dichiararsi estraneo nel proprio paese è una caratteristica dell'essere italiani. Ma non c'è nulla da fare: "Coelum, non animum, mutat qui trans mare currunt",

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Sab, 17/05/2014 - 11:18

-> Patchonki: per metterla in matematica...la proporzione potrebbe essere la seguente: ilgiornale:berlusconi=larepubblica:scalfari/debenedetti (è una equazione).

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 17/05/2014 - 11:55

@Patchonki. Dai suoi post si possono fare varie deduzioni.Per prima cosa che non è educato e corretto offendere un giornale che le offre ospitalità, o almeno bisognerebbe motivare ed esporre le proprie ragioni in modo civile.Le sue affermazioni sull'anima dimostrano che lei non ha letto Hillman.Per la battuta su Godot si rimane incerti, domandandosi se essa denoti tendenza al masochismo o al sadismo, ma di certo non vi è originalità né riflessione , pertanto vira verso la volgarità intellettuale. Nonostante possa (a suo dire) avere la possibilità di confrontarsi con culture diverse, quest'elemento positivo non sembra dare risultati fruttuosi, perché in lei si notano un certo provincialismo mentale e una forma residua di goliardia che ci ricordano un nostro connazionale che talvolta ci rallegra con i suoi commenti,inviati da una delle nostre isole.Saluti italiani.

gamma

Sab, 17/05/2014 - 12:00

La casa. Caro Veneziani, è la casa il vincolo più importante che tiene gli italiani in Italia. Le statistiche dicono che siamo il paese d'Europa con il più alto numero di proprietari di case: circa l'80%. Mentre la Germania ne ha solo il 40%, la Francia il 49%, ecc. E in genere sono case ben messe sia dal punto di vista delle strutture che dal punto di vista degli arredamenti. Se ne è purtroppo accorto anche lo stato italiano che sta cercando ormai da anni di farci maledire la "fortuna" di avere una casa vessandoci in modo turpe. Come fai a lasciare la csa italiana per una incognita realtà straniera? Solo i fortunati che non possiedono una casa possono farlo e infatti sopratutto i giovani se ne stanno andando in massa e anche molti quarantenni fino ai cinquantenni, in fuga da moglie che divorziando gli ha preso la casa. Oltre i cinquanta diventa complicato e se non ci sono motivazioni molto forti si rimane. E si pensa che dopotutto per altri trent'anni da vivere o giù di li non vale la pena fare tanti sforzi. Tanto presto la fuga la faremo comunque. Quella che nessuno alla fine può evitare.

tzilighelta

Sab, 17/05/2014 - 12:23

Ecco bravi adesso fate le valigie e andatevene, niente ripensamenti eh, voglio vedere Veneziani che saluta il patrio suolo mentre la nave molla gli ormeggi, marina58 gli asciuga le lacrime e finalmente si avvera un sogno il vostro, ma anche il nostro!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 17/05/2014 - 13:36

@balonid Il tuo ragionamento (11:15) si riduce ad un sillogismo, piuttosto zoppicante, basato su tre proposizioni e cioè: l’Italia è governata da delinquenti, questi sono stati eletti dagli italiani, quindi gli italiani sono un popolo di delinquenti. Si tratta di una cazzata colossale che può impressionare solo chi non è abituato a riflettere. Sarebbe come dire che se c’è un furto in pasticceria è colpa del pasticcere che ha fatto la torta.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 17/05/2014 - 13:52

brunodoimo, la tua e' una vera proporzione e concordo, la mia era una grossolano errore matematico! Saluti

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 17/05/2014 - 13:59

Agev, essendo un biologo ho molta piu' fiducia nella scienza che nella filosofia, lo so anche la filosofia e' una scienza, comunque grazie! Fa piacere incontrare persone sensate e non i soliti bananari!

ADAMS

Sab, 17/05/2014 - 13:59

Rimango fermo sulla mia decisione, non avro' figli. Volendo confrontare due città da un punto di vista minimale, Milano e Mosca, la prima nativa e dove vivo, la seconda dove qualche volta vado essendo nativa di mia moglie, la differenza presente è che là un lavoro da 800 euro/mese salta fuori dall'oggi al domani, qui non c'è un posto per pulire i pavimenti. Lo sbiadimento consunto del prossimo seduto sulla metro lo percepisco anch'io da tempo come il signor Veneziani. Qui mi fa male il mondo, come direbbe Gaber.

pinosan

Sab, 17/05/2014 - 14:35

In Italia c'e ancora troppa gente che va a votare questi politici. Non hanno ancora capito che questi individui, dell'Italia e degli italiani, non gliene frega assolutamente niente e non si accontentano del loro lauto stipendio ma vogliono anche dell'altro. Il parlamento europeo è l'ancora di salvezza dei politici falliti che non hanno trovato una sistemazione nel loro paese.Falliti loro e fallita l'europa,purtroppo cosi andando sono falliti anche tutti gli italiani.Votate gente che oggi vi danno ottanta euro e dopo le elezioni li ritornerete maggiorati con le nuove tasse.Le pensioni oltre i 2000 euro sono penalizzate,mentre i privilegi restano.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 17/05/2014 - 14:42

Euterpe, nonostante il nome l'allegria non si riesce a percepire! Non credo di aver offeso nessuno esprimendo la mia opinione sui bananari che scirvono commento su questo giornale, io lo sfoglio sul sito perche' mai lo finanzierei con un acquisto, per sentire cosa si dice in giro da ogni parte, quello che si scrive su repubblica e' scontato! Ho scritto gia' ad Agev sono un biologo e mi affido piu' alla scienza che alle teorie psico-filosofiche-quasireligiose, sia buona\buono e non bacchetti troppo forte i provinciali! Un buon fine settmana a lei! ps non ho capito cheisarebbe questo nostro connazionale isolano

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Sab, 17/05/2014 - 15:02

Scoloritonchi- Mania di grandezza poco evidente. Prima vuoi sottolineare che vai negli Usa, poi che sei un biologo. Ora anche fruttivendolo, non sono un biologo, ma ho capito che pesciaccio sei. Sali un po' piu' in alto, i salmonidi come te abboccano subito. Saluti dallo Yukon.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Sab, 17/05/2014 - 15:12

@Tirighetta:lu soggu è isciddu ru sori:è lei compare, per rallegrarci, con i suoi commenti, fendi lu togu, e ci sta, personalmente mi diverto da matti,vede io al contrario suo amo profondamente la mia Terra...(pue avendo pensato più volte d'abbandonarla...ed anche questo è umano.)ma non mi dò per vinta, e...continuo il mio viaggio, tra pianti,(in quanto conosco bene il dolore...e risate, che grazie al cielo, non mi faccio mancare...asciugherei anche le sue di lacrime,(ODDIO...preferirei di gran lunga, asciugare quelle del Dottor Veneziani...sa affinità elettive...) pur essendo un sinistro...moltoooo,lontano dal mio pensiero,stia sereno, gliele asciugheranno i trinariciuti...che qui non mancano...contento lei, contenti tutti...sempre gogliardicamente: anda a trabaglià!! con simpatia,Marina.GRAZIE!!ORE 15;12

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 17/05/2014 - 15:32

@ Gamma-Quanto è vero ciò che lei dice.Il colpire la casa non va visto solo nella sua dimensione economica e finanziaria, cioè distruggere un settore importante e creatore di lavoro e di ricchezza come quello edilizio,dare allo Stato un serbatoio sicuro di denaro da cui attingere per alimentare la sua insaziabile voracità e far diventare i cittadini sempre più poveri, ma anche come strumento per prostrarli psicologicamente, per renderli sempre più deboli,per comprimere le loro energie, affinché la resistenza contro altre forme vessatorie diminuisse, per ridurli a forme larvali, in definitiva per piegare loro la schiena. Sappiamo infatti che, sin dalle origini,la casa non è solo un fatto materiale, essa rappresenta per l'uomo una delle prime e insostituibili forme di sicurezza,in essa sono conservate le nostre radici,i nostri ricordi, testimonianze della nostra personalità, ha contenuti affettivi e simbolici, rinunciare ai quali comporta un indebolimento psichico. Qualcuno ha paragonato la casa all'utero materno e noi sappiamo quanto sia drammatica la nascita e il suo abbandono. Ecco perché colpire la casa è stata un'azione crudelmente raffinata e sciagurata per noi, in molti sensi. @ Gamma-Quanto è vero ciò che lei dice.Il colpire la casa non va visto solo nella sua dimensione economica e finanziaria, cioè distruggere un settore importante e creatore di lavoro e di ricchezza come quello edilizio,dare allo Stato un serbatoio sicuro di denaro da cui attingere per alimentare la sua insaziabile voracità e far diventare i cittadini sempre più poveri, ma anche come strumento per prostrarli psicologicamente, per renderli sempre più deboli,per comprimere le loro energie, affinché la resistenza contro altre forme vessatorie diminuisse, per ridurli a forme larvali, in definitiva per piegare loro la schiena. Sappiamo infatti che, sin dalle origini,la casa non è solo un fatto materiale, essa rappresenta per l'uomo una delle prime e insostituibili forme di sicurezza,in essa sono conservate le nostre radici,i nostri ricordi, testimonianze della nostra personalità, ha contenuti affettivi e simbolici, rinunciare ai quali comporta un indebolimento psichico. Qualcuno ha paragonato la casa all'utero materno e noi sappiamo quanto sia drammatica la nascita e il suo abbandono. Ecco perché colpire la casa è stata un'azione crudelmente raffinata e sciagurata per noi, in molti sensi, e come siano comprensibili il dolore che suscita il doversene definitivamente allontanare o il rifiuto di farlo.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 17/05/2014 - 15:37

@ Patchonki- A parte il fatto che qui non siamo a teatro in cui si rappresenti una commedia brillante, a parte il fatto che l'appellativo di 'bananari' proprio lusinghiero non suona, ma lei guardandosi intorno trova molti motivi per esprimere allegria? Se sì, ci renda edotti.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 17/05/2014 - 15:37

@ADAMS (Sab, 17/05/2014 - 13:59). Qui i posti ci sono e sono occupati da extracomunitari. Sono i posti che nessuno vuole, è vero, ma la soluzione è semplice. Basta licenziare mezzo milione di statali improduttivi, smettere di pagare le false pensioni di invalidità e vedrai che questi parassiti accetteranno anche i posti che finora gli hanno fatto torcere il loro schizzinoso nasino. Sarebbe la classica fava con cui si prendono 2 piccioni, forse di più: ci libereremmo di tanta gente con cui abbiamo poco da spartire, daremmo un lavoro vero a chi ha vissuto sinora alle spalle della collettività, lo stato risparmierebbe e ridurrebbe il debito ..... altro che le dentiere di Berlusconi o gli 80 euro di Renzi!

Ritratto di balonid

balonid

Sab, 17/05/2014 - 16:02

@ tempus_fugit_888. Grazie per aver definito "cazzata" il mio sillogismo. Io penso che il suo commento sia tipico dell'italiano che si chiama sempre fuori e scarica le responsabilità sugli altri, rifiutando "a priori" una qualsiasi forma di autocritica e di confronto. E' evidente che io, persona per bene come Lei, quando ho votato Berlusconi, l'ho fatto credendo di giocare una alternativa politica importante per il mio paese. Sarò diverso da Lei, ma io mi ritengo corresponsabile dei disastri combinati negli ultimi vent'anni che hanno visto mafia e ndrangheta conquistare posti chiave quali il ministero dell'interno (!!!!) e i corleonesi piazzare poliziotti ad essi affiliati in uffici del ministero della difesa (!!!!). Naturalmente il problema non è solo questo, anche perché in Italia, si sa, il problema è sempre "più complesso" e, possibilmente, il vero problema "è un altro". Cioè, caro signore, il vero problema è il nostro modo di essere italiani, le piaccia o no. E lasci stare i pasticcieri, che non c'entrano nulla (sempre che paghino le tasse ...da buoni cittadini naturalmente). Buon pomeriggio.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 17/05/2014 - 16:22

Euterpe, vivere potrebbe essere gia' una gioia! Provi a leggere qualche commento bananaro e poi ne riparliamo.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 17/05/2014 - 16:54

@balonid (Sab, 17/05/2014 - 16:02). Anch'io ho votato per FI qualche volta. Qualche altra per la Lega o per AN, ma a differenza di te non mi ritengo responsabile per come i suddetti partiti - come quelli della sx - hanno rovinato l'Italia. Io ho dato loro il mio mandato a governare, sono stati profumatamente pagati con il mio denaro e non hanno corrisposto al loro dovere di governanti. Loro sono responsabili, non io (ne tu).

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 17/05/2014 - 17:10

Chiedo scusa per il mio precedente post,giunto duplicato non per mia volontà. @Patchonki- per par condicio,lei provi a leggere i commenti dei 'non bananari' e poi ne riparliamo.

LETEMPSPERDU

Sab, 17/05/2014 - 18:13

@rosario francalanza- La vicenda umana del fantastico scrittore Emilio Salgari e' talmente impressionante da non sembrare vera! Tutti i tempi sono stati il palcoscenico della sofferenza umana, fino allo smarrimento cosi' profondamente avvertito dalla sensibilita' del nostro Marcello Veneziani: fuggire o restare, il desiderio e la rinuncia, davvero straziante la sua descrizione. In effetti a nulla serve. E i commenti, tutti, ne sono la prova piu' concreta. Siamo tutti Apocalittici o Integrati, me compresa naturalmente; a nostra liberissima scelta.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 17/05/2014 - 18:14

@Balonid e tempus_fugit. Balonid potrebbe avere qualche ragione nel ricondurre alla responsabilità dei cittadini la scelta di rappresentanti indegni.Pur ammettendo che l'apatia del cittadino,il suo disinteresse per la vita pubblica o altri elementi portino a scelte sbagliate,che lasci liberi i politicanti di manovrare il potere secondo interessi particolari o di gruppi,non dobbiamo dimenticare che la scelta dei rappresentatnti è solo tra coloro che la classe dirigente,attraverso i partiti, ha già predisposto che vengano eletti,o crediamo ancora alla 'democratica' messinscena delle primarie e delle consultazioni internettiane? Ma questo è sotto gli occhi di tutti e su ciò non vorrei soffermarmi, quanto domandare se ancora dobbiamo porci questi problemi quando sappiamo bene che il nostro parlamento è solo un'ombra che mistifica al popolo l'immagine illusoria della 'sovranità popolare',che le decisioni vengono prese in ben altri luoghi, che stiamo vivendo una realtà così negativa non voluta da noi, ma solo da alcuni uomini e gruppi traditori che hanno depredato e venduto l'Italia. Pertanto mi associo al pensiero di Tempus_fugit, non mi ritengo corresponsabile, non faccio il 'mea culpa' e non prendo sulle spalle un fardello che io non ho scelto, perché al danno non voglio aggiungere anche la beffa.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 17/05/2014 - 18:25

@balonid (Sab, 17/05/2014 - 16:02) Dire che è colpa di tutti è come dire che non è colpa di nessuno, e con questo ti sei smascherato ed hai fatto capire che campi di politica. Se io fossi in te starei zitto, non fosse altro per ragioni di convenienza oltre che di pudore.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Sab, 17/05/2014 - 18:31

Scoloritonchi- E', che quelli come te hanno rovinato la vita a molti, e senza pieta' per nessuno. Quindi se sei un biologo con problemi mentali ,una curetta giusta sarebbe opportuna. Per prima cosa, invece di scroccare postatini idioti nascosti da un presunto intellettualoide pensiero, rifatti la facciata, non evidenziare il tuo trauma. Nessuno a colpa delle tua bananare visioni, cambia frutta, e non frignare .