200 I numeri del processo


I testimoni che sono stati ascoltati in questi anni durante l'inchiesta. Solo qualche giorno dopo la sua confessione Misseri modificò la sua versione, cosa che peraltro è avvenuta più volte durante l'inchiesta, chiamando in causa la figlia Sabrina, cugina ma anche amica del cuore della giovane vittima, Sarah


Da gennaio 2012 ad oggi, il processo si è snodato attraverso 52 udienze. Era la seconda famiglia di Sarah, quella dei Misseri, Sarah, infatti, stava spessissimo a casa loro e proprio con
Sabrina, quel pomeriggio del 26 agosto del 2010, aveva appuntamento per andare al mare. Ma al mare Sarah non ci arrivò mai


Trentadue mesi, quasi tre anni sono passati da quel 26 agosto 2010, una calda giornata estiva, quando la quindicenne Sarah Scazzi scomparve inspiegabilmente da casa. Le ricerche proseguirono incessanti sino al 6 ottobre quando lo zio della ragazzina, Michele Misseri confessò di averla uccisa e di aver nascosto il corpo in un pozzo