200mila pensionati devono restituire la quattordicesima

Il "bonus" è stato percepito nel 2009: i pensionati avevano dichiarato un reddito inferiore a quello reale. Mastrapasqua: "Troveremo un modo indolore per la restituzione"

Brutte notizie per 200mila pensionati che, a causa di errori nelle autodichiarazioni presentate nel 2009, dovranno restituire la quattordicesima indebitamente percepita tre anni fa. Il "bonus" spetta infatti solo a chi ha un reddito inferiore a 8.504 euro l'anno e almeno 64 anni di età.

"La quattordicesima è una bella iniziativa, ma non può percepirla chi non ne ha diritto", ha detto il Presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, spiegando che i controlli possono essere effettuati solo anni dopo aver percepito la pensione in base al reddito dichiarato, quando cioè l'Agenzia delle Entrate rende disponibili i redditi dei cittadini ed è possibile incrociare i dati. "L’Inps si incontrerà con i rappresentanti delle categorie per trovare il modo migliore di effettuare le trattenute cercando di salvaguardare le fasce più deboli", ha promesso Mastrapasqua.

Commenti

laura

Gio, 20/09/2012 - 11:16

Chi evade le tasse non e' un furbo, ma un ladro. Chi fornisce false dichiarazioni all'INPS per percepire un assegno al quale non ha diritto, come vogliamo chiamarlo??? Una vittima dell'INPS??? Non credo proprio. Perche' definire errate, dichiarazioni false?? Un'errata dichiarazione dei redditi e' una truffa, sia essa presentata all'erario o all'INPS. Non vedo alcuna differenza. sarebbe anche ora che se si dichiara il falso in un'autocertificazione si venga, giustamente, stanati. Esattamente come gli evasori.

Ritratto di davide1967

davide1967

Gio, 20/09/2012 - 11:29

ma basta con sto buonismo da mille lire! la gente e i pensionati non tirano a fine mese e loro vanno a prendersela con loro,e a gente come Lusi che ha fatto sparire 25 milioni di euro non gli hanno preso un centesimo e non è neanche piu in galera per non parlare di fini, il figlio di bossi, la regione lazio! e 200 mila euro di premio a Befera! ma siamo impazziti

gbsirio_1962

Gio, 20/09/2012 - 11:29

basterebbe che parlamentari e senatori vari rinunciassero ad una piccola percentuale dei loro stipendi e benefit..ed ecco trovato il modo di lasciare in pace i pensionati

Ritratto di davide1967

davide1967

Gio, 20/09/2012 - 11:32

Laura, chiamali pure vittime di uno stato infame che ti tassa fino all'inverosimile al punto che la gente non sa piu come fare per mangiare, per mantenere la famiglia e via dicendo. per cosa? per mantenere la casta e le banche. perche non mettono i cittadini in condizione di non aver bisogno di evadere, di non fare furbate x avere 4 soldi in piu? sono disgustato! povera italia!!

Willy Mz

Gio, 20/09/2012 - 11:36

ma con tutti i controlli cui siamo sottoposti, ci si accorge dell'errore solo dopo anni? per un errore di versamento di 12,30 euro, dopo un mese avevo quasi l'ufficiale giudiziario alla porta. e questi aspettano anni? c'è qualcosa che non torna.

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Gio, 20/09/2012 - 12:18

Le regole per la richiesta erano chiare? Se sì, anche se non ci fosse il dolo, ci sarebbe il torto, sempre che INPS non abbia fatto errori. Io invece ho il dubbio che molti (non tutti, precisiamo) abbiano pensato di incassare subito perchè 'tanto i controlli non si fanno', forse anche malamente consigliati da qualche sindacalista. Vivaddio i controlli si fanno. Poi sono d'accordo con il fatto che i politici magnano e vanno stangati, ma chiariamo che anche le pensioni finte di invalidità / basso reddito non sono più simpatiche dei soldi che si prendono i politici. Sono sempre soldi toti di tasca al contribuente e vanno stroncate. Io a mio padre pensionato una richiesta del genere non la avrei fatta compilare, perchè non ne ha i requisiti. Anche gli altri dovevano fare lo stesso.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 20/09/2012 - 12:29

I "nemici" del popolo bue sono trincerati nella casta e scorazzano nelle aule dei vari parlamenti e parlamentini e non solo. Però anche coloro che "sbagliano" nel dichiarare i propri redditi e fruiscono di minore tassazione e/o di maggiori entrate non spettanti, anche se non sono "nemici", quanto meno dovrebbero restituire quanto a loro non dovuto e pagare gli interessi allo Stato o - come nel caso in questione - agli enti previdenziali. Con calma, naturalmente, ma ragioni di equità con chi non ha "sbagliato" impongono che gli erranti (magari in buona fede) restituiscano e paghino, senza fretta, con il dovuto rispetto e non con i criteri adottati talvolta da Equitalia.

canova.emilio

Gio, 20/09/2012 - 12:38

Restituire il maltolto con gli interessi, calci in c..o fino al primo istituto penale e poi qualche giorno di galera utile a riflettere. Gli Italiani non sono in grado di recepire la legge se non in questo modo.

fulget

Gio, 20/09/2012 - 13:24

Non tutte le dichiarazioni sono false, nel mio caso la 14^ mi arrivo' "d'ufficio" nel senso che non l'ho mai richiesta in quanto con reddito superiore a 20mila euro annui. Non è colpa dei cittadini se agenzia delle Entrate e Inps non comunicano fra loro ovvero chi ne ha o non ne ha diritto! Adesso a distanza di 3 anni mi richiedono la somma di 380 euro percepita "indebitamewnte" nel 2009. Ma come si fa ad essere cosi superficiali e disorganizzati! Non potevano controllare prima se avevo o no i requisiti x percepire questa 14^?

ferna

Gio, 20/09/2012 - 13:28

i soliti furbetti italiani, meno male che si fanno controlli per verificare il diritto ad una prestazione, come i finti ciechi ed invalidi.... se c'è un limite di reddito deve essere rispettato altrimenti ''niente per nessuno'', perchè ci sarà sempre qualcuno che prende come reddito un euro in più del limite massimo...

viking77

Gio, 20/09/2012 - 14:59

I controlli vanno fatti e con assoluto rigore.Ma non e' possibile verificare una singola persona 3 volte in meno di un anno! Per esaminare tale pratica,sono impegnate ben 3 commissioni diverse tra loro:A.S.L,I.M.P.S ed ancora A.S.L. ,ognuna composta da piu' medici con l'ausilio di molti burocrati. Per controllare la medesima pratica,ricordo in un periodo di 9\10 mesi,il personale arriva alle 30 unita'.Non esistono i dati su computer??Tali dati non possono essere incrociati al fine di scoprire irregolorita'?? Inoltre una buona fetta di pratiche neppure viene piu' esaminata da molti anni.Perche????Forse, alcuni sono amici degli amici!!!

curatola

Gio, 20/09/2012 - 16:03

purtroppo l'informatica non perdona. Chi spalleggia la leggerezza dei sottodichiaranti dovrebbe spiegare ai percettori delle pensioni sociali e delle integrazioni che l'inps ha 80 milioni in meno all'anno a causa di alcuni furbetti e che devono continuare a tirare la cinghia e vediamo come reagiscono. Facile fare come i sindacati che ragionanao a capacità infinita : facile fare i generosi col portafoglio degli altri fregandosene dei veri deboli. Facile prendersela con i prodi e gli amato che continuano a percepire pensioni da 20 e trenta mila eu al mese.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 20/09/2012 - 16:07

Questi porci chiedono la dichiarazione dei redditi ad ultra ottantenni che ormai purtroppo non capiscono piu' un caxxo, come e' avvenuto a mia zia, e non hanno nessuno che li aiuta. Ma vadano dai politici, dai partiti, dai sindacati, dai finanzieri, li troveranno i veri ladri, che rubano milioni di euro.

rita gianni

Gio, 20/09/2012 - 16:27

Ma è mai possibile trovare giustificazioni per chi evade? Ma come si fa, poi, a riattaccare con la solita solfa dei politici? Chi fornisce false dichiarazioni all' INPS per avere soldi che non merita è uno che ruba alla collettività. Vogliamo capirlo una buona volta??? Perciò, ben vengano i controlli.

Lino1234

Gio, 20/09/2012 - 16:27

E' triste constatare il grado di intollerabile cattiveria a cui è giunta la maggioranza dei commentatori.Inveire brutalmente, in nome dell'onestà, contro pensionati da 400€ al mese, mi sembra perlomeno sproporzionato. Qui molto probabilmente si tratta di vecchietti che hanno commesso una semplice imprecisione in un documento. Ora l'INPS dovrà verificare la BUONA FEDE di coloro che hanno ricevuto tale pagamento non dovuto. E se risulterà che l'incasso è stato fatto in buona fede (sarà vero per almeno il 90%) esiste una legge che consente loro di NON restituire l'importo percepito. Mi auguro che tale legge non sia valida solo per i furbastri della politica per non restituire, loro si, il maltolto. Saluti. Lino

Daniele Sanson

Gio, 20/09/2012 - 16:46

La pubblica amministrazione fà tutto da sola :i controlli "possono" essere effettuati solo anni dopo aver percepito la pensione in base al reddito dichiarato cioè quando l'Agenzia delle Entrate rende disponibili i redditi dei cittadini ed è possibile incrociare i dati. Nell'era del pc ci vogliono anni per controllare 200.000 pensionati ?

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Gio, 20/09/2012 - 16:56

se e' vero che hanno rubato io toglierei anche la 12ma non solo la13ma,ma cosa criticate il governo aumento benzina iva ecc se voi cittadini siete i primi ladroni dichiarate che guadagnate 1300 al mese pero' non dichiarate altri 1000 in nero farabutti.Stenos ci sono gli organi che aiutano i pensionati gli incompetenti gli inquilini ecc non contare pallle.Ho conosciuto persone che erano in cassa di integrazione e preferivano restarci anzicche' andare a lavorare regolarmente.

michetta

Gio, 20/09/2012 - 17:08

I poveracci pensionati da 400-500-600-700 euro mensili, con Prodi ottennero di vedere ridemensionato il valore delle loro pensioncine con la 14ma. Comunque, una miseria. Il loro reddito personale doveva essere di 8.600 circa annue. Qualcuno non l'ha capito, qualche altro, si sara' sbagliato, altri ci hanno "marciato", ma volete mettere con quello che hanno combinato i nostri sapientoni dirigenti e politici? Hanno permesso rientro di SCUDI FISCALI da capogiro, senza far pagare quanto si doveva! I vari Pavarotti, Valentino ecc.ecc. se la sono cavata con il pagamento del 40% di quanto dovuto!Permettono il versamento di prebende come quelle proprio del signor Mastrapasqua, che nemmeno il Presidente degli USA si sogna di percepire, oppure ai pappamentari della Camera e del Senato; concessione di doppie e triple pensioni a gente che ha si e no contribuito a versare le marchette per 5 anni (vedi i politici amici di Mastrapasqua); permettono ancora che si paghino pensioni baby a chi pare a loro e NON possono eliminare questo schifo di soluzione che hanno trovato per recuperare denari dati per errore. I quali errori, non mi stanchero' di dirlo, li hanno commessi per lo piu' proprio loro dell'Inps. Li pagassero loro! Qui, se non interiene Monti o Napolitano, mi sa' che i gabellieri di Mastrapasqua ci andranno a nozze! Ed ogni giorno che passa, siamo qui a dire parolacce a destra ed a sinistra. A proposito, Mastrapasqua, li a quel posto, ce lo ha messo Letta, il braccio destro di Berlusconi (sic!)........ed ora, lui, ce lo mette a quel posto a noi e tutti i poveracci! Ricordatevelo, gente, ricordatevelo.......

gibuizza

Gio, 20/09/2012 - 17:18

Scusate, ma se l'hanno percipita imbrogliando sul reddito la si toglie e basta! Cosa vuol dire troveremo una soluzione indolore? Chi evade o ruba non merita pietà (o solo io non merito pietà?). Se invece ha sbagliato qualcun altro allora paghi qualcun altro!

giovanni58

Gio, 20/09/2012 - 18:46

inps vergogna vi dovete far restituire i soldi dai giuliano amato e company non dai pensionati da 1000 euri al mese come al solitoe sempre il popolino a pagare

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Gio, 20/09/2012 - 19:33

Leggo dichiarazioni di (presunti) buonisti che non hanno alcun fondamento. E' come se si mettessero ad accusare la matematica di avere la colpa di fare differenze tra i numeri. Nessuno vuole impiccare gli indebiti percettor: c'era una regola, chi non è valido per questi parametri deve rendere i soldi. Non conta se percepiva 400 o 4000 Euro al mese: se era sopra il tetto indicato dalla legge non si deve discutere di nulla. Io però aggiungo una cattiveria mia: per me sono 'pensioni' solo quelle erogate a seguito di versamenti all'Inps. Se uno non ha mai versato nulla, sta comunque percependo un regalo e non una pensione, per cui non si deve lamentare.

nino47

Gio, 20/09/2012 - 20:48

.."errori nelle dichiarazioni dei redditi?" Questi signori non solo hanno VOLONTARIAMENTE ED IN PIENA COSCIENZA dichiarato redditi inferiori ai fini di percepire la quattordicesima, ma si sono resi anche penalmente perseguibili per falsa autocertificazione,che fra l'altro è un'istituzione varata per alleviare la burocrazia. Ciò dimostra quanto gli italiani non meritino fiducia alcuna e quanto purtroppo la burocrazia sia un male inevitabile a causa di certi comportamenti, e non si capisce come mai l'inps pretenda la restituzione rateale anzichè quella immediata caricata dei dovuti interessi legali!Si vede che anche il fisco ha due pesi e due misure grazie al buonismo beota anche dei midia che hanno fatto di questi signori delle "povere vittime"!!!

nino38

Gio, 20/09/2012 - 21:19

Ritengo che chi abbia dichiarato il falso, anche in buona fede,ed abbia percepito somme indebite, le debba restituire in modo da non essere penalizzato di colpo.Vorrei però sapere,perchè non è stato abolita la possibilità di cumulare più pensioni di importi notevoli, come quelle di Amato che ammontano a totale a 45000 euro mensili,ripeto mensili per i disattenti.Questo è scandaloso e vergognoso.Annibale Antonelli

Fracescodel

Gio, 20/09/2012 - 22:16

@Annibale Antonelli: Certo, la pensione di Amato e scandalosa e sbagliata...ma sono cosi' tante e ancora piu' inaccettabili le cose incredibili che involucrano la realta' politica ed economica dell'Italia, che se la gente ne fosse messa al corrente in modo chiaro, completo, ed in profondita', ci sarebbe una ribellione spontanea immediata. Le verita' dietro ai politici; alle loro fedelta' ai poteri forti (bancari-corporativi) ed il loro tradimento del popolo; le ragioni dietro a tutte le guerre-conflitti che vediamo; le ragioni dietro ad un'immigrazione selvaggia e anche promossa; le ragioni vere dietro all'EU e all'Euro (non come beneficio economico ma come forma di controllo perentorio e globale); le ragioni dietro alle super tasse ma senza incentivi intelligenti che ci stanno distruggendo...dietro tutto questo si nasconde solo una cosa: il tradimento piu' bieco da parte di tutti i politici ed i governi, a beneficio di una casta di banchieri e capi corporativi internazionali, che permette solo a loro ed i loro collaboratori piu' stretti di godere delle politiche a grave danno di tutti gli altri...un tradimento trasversale di sovranita', elettorato, popolo, Costituzione e leggi di tutti i paesi in cui questo avviene(cioe' l'EU).

ferna

Gio, 20/09/2012 - 22:19

qualcuno nei commenti confonde la pensione sociale (assistenza statale) con pensione INPS da contributi effettivamente versati che anche se bassa è sempre rapportata a quello che si è versato (chi meno ha versato anche evadendo meno percepisce). Non credo che la gran parte delle quattordicesime pagate sia rivolto alla maggioranza degli ottantenni come qualcuno asserisce (questi senz'altro percepiscono una pensione SOCIALE a cui non spetta la 14a) e poi ci sono i CAF a disposizione per tutti i pensionati per l'assistenza ed il disbrigo delle pratiche RED, consulenze gratis per il pensionato a carico della collettività. Diverso è il concetto delle pensioni privilegiate liquidate non in base agli effettivi anni di lavoro.

Fracescodel

Gio, 20/09/2012 - 22:41

@nino47 c'e' gente che non riesce a vivere con quel nulla che e la propria pensione; si, questi avranno cercato di fare i furbi, affamati e passati i 60anni (poveri vecchietti). A me non me ne frega niente che abbiano fatto i furbi; non lo vedo come un problema serio (magari uno degli ultimi da risolvere, ed a quel punto avrebbero comunque da mangiare, quindi non sarebbe piu' un problema); sono ben lieto che siano riusciti a prendere abbastanza per non saltare un pasto gli ultimi 5 giorni del mese, quindi rischiare di ammalarsi e vedere i costi ricadere sulla mutua; e vorrei invece vedere arrestati per tradimento e truffa i politici (Rutelli e Fini in primis per truffa, e Monti e Napolitano, poi, per tradimento). Vorrei tanto vedere la nostra attenzione spostarsi via dai poveri ladruncoli per necessita', e indrizzarla verso chi gioca con i milioni (decine, centinaia, migliaia)! I politici sono corrotti, lo sappiamo tutti e non c'e' bisogno di un processo...e' un fatto evidente che si auto circostanzia quotidianamente; questi politici corrotti lavorano a beneficio di poteri forti in maniera illegale (tradendo leggi, costituzione, popolo, elettorato, etc) con grave danno sul collettivo; il crimine organizzato e' colluso con politici e poteri forti...anche questo e' un fatto che penso non merita troppe discussioni; per guadagnare loro (politici, poteri forti, e criminalita') ci opprimono con tasse, debiti, guerre, immigrazione, burocrazie ammazza piccoli imprenditori/aziende, e assassinio della classe media. @nino47, permetta che queste fregnacce da bar che creano dicotomie tra noi piccoli (tra onesti, piccoli evasori, furbetti, dx, sx) siano completamente irrilevanti davanti all'enormita' del vero marcio che ci distrugge. Prendersela con chi ruba qualche centinaio di euro, dei pensionati peraltro, o con qualche vecchio che ha portato qualche centinaio di migliaio di euro all'estero (pero' guadagnandoseli in una vita di sudore duro e continuativo) e inutile, vergognoso e da bigotto...tutto questo impallidisce al confronto del marcio che sta dietro ai vari DeBenedetti, Ligresti, Caltagirone, Tronchetti Provera, ed altri; tutta gente, che insieme ai politici, fa sparire migliardi di Euro facendo apparire tutto legale. Impariamo a prendercela con chi se lo merita, non a leggere gli articoli e sempre inveire contro noi stessi...noi siamo vittime; TUTTI, a meno che non si ha qualche decina di milione di Euro nascosto.

anna tomasi

Gio, 20/09/2012 - 23:29

Beh con tutto quello che succede, per esempio nelle Regioni, mi pare che sia una goccia nell'oceano. E visto che si tratta di pensioni elargite dall INPS, a nessuno viene in mente che proprio Mastrapasqua percepisce ben 25 redditi mensili, relativi a 25 incarichi. A nessuno viene in mente che 25 incarichi ad un individuo solo sono una porcata?, un insulto alla decenza e agli italiani già alla frutta?

ettorevita

Lun, 01/10/2012 - 18:19

I soliti luoghi comuni. L'INPS ha sbagliato a fare i controlli dopo tre anni. Ed era già a conoscenza di molti redditi da pensione e la lavoro. Anche i CAF non hanno controllato. L'art. 13 della legge 241/91 dice che l'indebito si DEVE notificare entro l'anno successivo a quello in cui l'INPS viene a conoscenza del reddito. Altrimenti l'indebito è irrecuperabile. Qui il Giornale dovrebbe approfondire. Ma perchè la Corte dei conti non interviene?