Le primarie secondo Vendola tra poesie e frasi senza senso

Il linguaggio di Nichi stravince per oscurità e astrattezza. E sul web la sua campagna è riscritta a colpi di parodie

Alle primarie del barocco democratico non ci può essere gara. Vince, stravince in partenza il poeta di Terlizzi, l'immaginifico governatore della Puglia (laddove il sì suona con la zeppola), Nichi il comunista ermetico. Altri si candidano in camper, Vendola si libbra sulle ali della metafora, incanta le masse con costruzioni ellittiche al limite della comprensibilità umana, mentre la campagna-slogan «Oppure Vendola» è già oggetto cult di parodie. Il suo discorso di candidatura alle primarie del Pd, dal Museo archeologico virtuale di Ercolano, è un vaso colmo di perle vendoliane, sempre monitorate dalla mitologica rubrica «Nichi ma che stai a di'?» di Cerasa sul Foglio.

Più che un comizio una pièce teatrale d'avanguardia. Uno si aspetta che parli di Renzi o Bersani, invece parte da «i gas, le ceneri, il fuoco del vulcano e gli insediamenti umani nell'area vesuviana», per dire poi che «qui», cioè lì a Ercolano, ma è un qui poetico, c'è «la catastrofe incombente, come un pensiero estremo che ci spinge a cercare un riparo», che però si badi bene, «non troveremo nella fredda tecnica», ma che ci sorprenderà «nell'abbraccio solidale, nella rete cooperante, nella “catena umana” che rimbalza come luce assoluta dal buio della disperazione laica de La Ginestra di Leopardi». Dopo altri passaggi di vulcanologia applicata, Vendola riemerge in superficie. Ma si fa per dire, siamo sempre nelle profondità insondabili. Come quando osserva che «il Belpaese è diventato progressivamente un vuoto a perdere, la coscienza storica che aveva accompagnato le culture politiche nella ricostruzione post-bellica è stata a poco a poco surrogata da un revisionismo pettegolo e strapaesano, la nozione di bellezza – così drammatica, così sorgiva, così gravida di passioni – che aveva agitato la tavolozza dei pittori e il pentagramma dei musicisti viene ridotta alle curve delle veline, viene venduta a spot dai trafficanti di surrogati di felicità, un feticismo incolto irrompe nel nostro immaginario già inaridito dalla penuria di qualità del lavoro – noi umani, cose tra le cose».

Per battere Renzi, Vendola propone «una cultura della vita e del cambiamento che sappia ispirarsi al codice di destrutturazione della violenza, del suo fascino, dei suoi simboli». Solo così si può uscire da questa «guerra dei 30 anni, dove il capitalismo dell'impresa che ambisce a sciogliersi come il sangue di San Gennaro, per diventare rendita, mentre fugge dai luoghi reali della produzione, intima alla democrazia una sorta di resa». In un sussulto di banalità Vendola arriva a chiedersi, «sto forse esagerando?», prima di finire come Kierkegaard: «C'è chi dice e, e. Io dico o, o. Aut aut». Sull'«oppure» la sua fidata agenzia di comunicazione (la stessa che ha lavorato per Bersani nel 2009) ci ha costruito lo slogan. Che ha subito ispirato fotomontaggi sfottò, ben poco poetici. Dal «Liscia o gassata-Oppure Vendola» a «La solita aria fritta-Oppure Vendola» oppure «Le nuove mappe dell'iPhone. Oppure Vendola». Autori chiaramente «ridotti a funzione precaria di una società spoglia di umanità», quando sarebbe così semplice ritrovare la strada, basterebbe smetterla di «isolare il lavoro come un mero epifenomeno del caos, come escrescenza del ciclo produttivo muto». Oppure «spegnere i rancori e accendere le passioni, capovolgere l'onnipotenza feroce dell'ordine costituito nella potenza mite della democrazia». Oppure Renzi o Bersani.

Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 12/10/2012 - 09:08

Il linguaggio di Niki...? oddio non sapevo avesse un linguaggio

MMARTILA

Ven, 12/10/2012 - 09:13

Sicuri che parli con la bocca? Perché a sentir quel che dice sento odore fetido, come se le sue parole uscissero da quel posto che a lui piace tanto.

Ritratto di Senior

Senior

Ven, 12/10/2012 - 09:30

Arrivati a questo punto c'è bisogno di persone pragmatiche, esperte di politica e possibilmente oneste, alla peggio non troppo disoneste. "Niki" è già di per se tutto un programma, sa di poesia che non serve, ed, al contrario di S. Francesco che parlava agli uccellini, lui parla ai merli. Dopo essere stato costretto ad azzerare la sua giunta nel precedente governo regionale, per coerenza avrebbe dovuto lasciare la politica, invece pretenderebbe di guidare il Paese, al peggio non c'è mai fine. senior

Ritratto di Situation

Situation

Ven, 12/10/2012 - 09:35

continuo chiedermi chi l'ha votato (e sono in tantissimi in Puglia). Soggetto impresentabile, incomprensibile ed inaccettabile ma si vede ce "laggiù" ragionano diversamente che "quassù". Tiriamo la catena e liberiamocene

gianni.g699

Ven, 12/10/2012 - 09:44

S..Vendola ... sibila come un serpente è per questo che non si capisce niente e alle volte fa pure paura ...

meverix

Ven, 12/10/2012 - 09:48

Vendola...chi? Il governatore tra i più pagati d'Italia?

Frid54

Ven, 12/10/2012 - 09:50

... ma fosse l'effetto della (recente) frequentazione di tavole calde? Su Nicolino, lascia perdere, che con 100.000 l'anno si può tornare alle trattorie ... purché ti zittisci!!!

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 12/10/2012 - 09:53

Diceva Garcia LLorca ne la morte di Ignacio:"Voglio vedere qui gli uomini di voce dura",questo di duro hà la sfrontatezza di considerarsi un politico eccelso,cercando con l'intorcigliamento e l'affabulamento del proprio vocabolario di apparire un vate,convinto di essere il nuovo che avanza,ed invece non solo stantio ma portatore del disgregamento della famiglia e del comune vivere.Ma falla finita,l'ora è tarda.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 12/10/2012 - 10:10

Il linguaggio di Vendola è oscuro e astratto? E' evidente che sa di parlare ad un parterre che non capisce un tubo e che qualunque cosa gli si dica (o non si dica) va sempre bene.

vitripas

Ven, 12/10/2012 - 10:47

ma come fate a dare il voto ad un comunista che guadagna 270.000 euro l'anno? non vi sentite dei babbei a farlo? non pensate ai vostri figli?

GUGLIELMO.DONATONE

Ven, 12/10/2012 - 11:14

lettore57 = Certamente non ha un linguaggio, ma una "linguaccia" di sicuro ce l'ha, eccome! Provi a chiederlo al suo.... promesso sposo. hi,hi,hi

Ritratto di vency

vency

Ven, 12/10/2012 - 11:29

Ma almeno non fate vedere la foto, di questo tale. Ogni volta che la vedo, mi vien da vomitare!

cwo11

Ven, 12/10/2012 - 11:33

Bravo Niki, il paradigma del tuo ragionamento è ineccepibile, come la tua poliedrica e lungimirante dissertazione sui diritti umani, poi non importa se i paradigmi te li infili da qualche altra parte quando amministri la cosa pubblica in Puglia. Hai una bella faccia da paradigma...

Triatec

Ven, 12/10/2012 - 11:38

Il linguaggio usato ricorda tanto il compianto Conte Mascetti, quello della supercazzola che consiste nel mettere insieme cazzate e parole inesistenti, ma che hanno la parvenza di termini dotti. Mi scusi, ma lo savava che ognitatamente, la tapioca imperturbara la sua impressionata come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribài con cofandina

castragalli

Ven, 12/10/2012 - 11:55

ma quante boiate spara?? La solita tecnica della sinistra, confondere l'ascoltatore con i paroloni, per plagiarlo.

margherita cagliari

Ven, 12/10/2012 - 11:58

Mi immagino un dibattito tra lui e Di Pietro. Ne uscirebbe una comica surreale.

agosvac

Ven, 12/10/2012 - 12:25

Mi sorge un dubbio: vendola capisce ciò che dice o lo dice e basta? Credo che una persona realmente intelligente e colta, si vergognerebbe di dire simili cretinate!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 12/10/2012 - 13:03

X Situation: In effetti non sono stati in molti a votarlo in Puglia, né la pensano diversamente da "lassù" in quanto a considerazione dell'individuo di cui trattasi. Non è poi mica l'Africa! La questione è che Vendola ha sempre avuto buon gioco nelle divisioni del centro-destra pugliese. E' tutto qui il problema. In effetti la Puglia è una regione a maggioranza liberale e di centro-destra.

reliforp

Ven, 12/10/2012 - 13:06

In effetti... è un linguaggio di difficile comprensione per chi è abituato ad ascoltare barzellette e similari.

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Ven, 12/10/2012 - 13:15

Mi ripeto per la ventesima volta, Ma questo Vendola, quando lavora ? e´sempre in giro su e giu´per l´Italia, a farsi campagna Elettorale. Non mi sembra che altri Presidenti di Regione facciano altrettanto. Lui e forse anche con il suo amico , sempre in giro. a spese degli Italiani.Magistratura Barese, Dormite ???

Carla Passeri

Ven, 12/10/2012 - 13:22

quando quelli del pd andranno a manifestare davanti alla regione puglia per chiedere le sue dimissioni? frisullo, tedesco, lea cosentino, e l'amico medico non sono sufficienti? è forse una specie protetta per via delle sue inclinazioni sessuali?

jeremy50

Ven, 12/10/2012 - 13:30

Sentendo parlare vendola mi era venuto un colpo....! Cavolo, non capivo un accidente di ciò che diceva. Poi ho capito che io ero normale...!

conversano

Ven, 12/10/2012 - 13:31

Ventola oratore per baccanali.

billyjane

Ven, 12/10/2012 - 14:09

per VENCI. Sa che ha ragione. Pure a me, anche solo a sentirlo senza vederlo, mi fa l effetto di tre dita in gola. Inguardabile, inascoltabile, inaccettabile. Mi chiedo, ma come ha fatto laggiù da quelle parti, a stregare tanta gente. Boh un'altro dei misteri italici.

Il Falco

Ven, 12/10/2012 - 14:17

Il problema non è Vendola , ma come è possibile cisiano una marea di coglioni che lovotano. Oppure il voto vien dato per motivo ben preciso? Come a Rho, dove il Candidato della Lega ha denunciato il ricatto mafioso che voleva vendergli 400 voti . Non ci crederete ma a Rho il DS ha vinto per 400 voti!!!!!! Magistrati di Rho ...... Dove siete???????????

radeno

Ven, 12/10/2012 - 14:42

Come giustamente qualcuno ha detto,il nicki ha avuto buon gioco in Puglia,a causa delle divisioni del centro destra. L'ultima sua riconferma l'ha ottenuta con l'inserimento del terzo incomodo della Sig.ra Poli che ha conseguito un 8% sottraendolo al candidato del centro dx. Senza questa azione di disturbo non sarebbe stato confermato!

Triatec

Ven, 12/10/2012 - 15:40

Ma cosa dice? Capisco la tapioca con scappellamento a destra ma la cofandina me la dovrebbe spiegare. Anche con lo scribài resto basito ma approvo il culeggio e il disorientamento di tutti gli sprovveduti. Ma, scusate… non ho capito una cosa in tutto questo: ma se io blindo sulla destra dell’armandata storica, non è meglio fluttuare nell’azione fisica carburando lo stortolo??

Triatec

Ven, 12/10/2012 - 15:42

Il linguaggio usato ricorda tanto il compianto Conte Mascetti, quello della supercazzola che consiste nel mettere insieme cazzate e parole inesistenti, ma che hanno la parvenza di termini dotti. Mi scusi, ma lo savava che ognitatamente, la tapioca imperturbara la sua impressionata come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribài con cofandina.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 25/10/2012 - 09:00

Vendola dai retta manda avanti la tua versione seria : Checco Zalone