"Da Tonino" al Colle, specialità molisane

Vi piacerebbe vivere in un Paese con Beppe Grillo presidente del Consiglio e Tonino Di Pietro presidente della Repubblica?

Vi piacerebbe vivere in un Paese con Beppe Grillo presidente del Consiglio e Tonino Di Pietro presidente della Repubblica?

A me divertirebbe un sacco. Non è un paradosso, ma una proposta seria avanzata dal primo e sposata dal secondo. Dopo il mesto Monti e il suo governo feretro, dopo l'allegro Berlusca e il suo ottimismo a oltranza, arriva la terza Repubblica del tandem ittico-rurale, con risate a manetta.

Il ciclone Grillo vien dal mare, l'uragano Tonino si forma in campagna, insieme si abbattono sui palazzi romani e fanno strage: di partiti, poteri, grammatica e bon ton. La Merkel smetterebbe di ridacchiare come ai tempi di Silvio: ci manderebbe i panzer. Grillo, finché si oppone, ha il merito di terrorizzare la casta; ma se va al governo il terrore si estende alla popolazione, non foss'altro per l'evidente, assoluta, verginale incompetenza di governo.

Di Pietro invece trasformerebbe il Quirinale in una fattoria. I giardini mutati in coltivazioni di frutta e verdura, i corazzieri riassunti come braccianti, i loro cavalli usati per l'aratro, trattori al posto delle auto blu, oche e galline nel cortile, e un'insegna fuori dal Quirinale: Locanda da Tonino. Report rivelerebbe il passaggio di proprietà dell'immobile all'inquilino o ai suoi figli.

Vorremmo sprofondare al sol pensiero del messaggio di Capodanno alla nazione in puro linguaggio agritonino; per risparmiarci la figuraccia cosmica e lo Stato di calamità, forse è meglio che si avveri la profezia della fine del mondo il prossimo 21 dicembre.

Commenti

sorciverdi

Sab, 03/11/2012 - 17:48

C'è qualche mio amico straniero che ogni tanto mi scrive una email chiedendomi se è vero che...e blablabla sciorinano una lunga lista di italiche bizzarie che leggono sui loro giornali quali la possibile tassa sulle bibite zuccherate, il governo non eletto dai cittadini (persino Chavez è stato eletto) e mille altre cose che per loro suonano come un remake del film "Il Dittatore del Libero Stato di Bananas". Io non so più che dire sia a loro che a me stesso e giuro a tutto che se vinco qualche lotteria me ne vado subito a vivere nel Ruanda Burundi che certamente è più normale di questa Italia impazzita!

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Sab, 03/11/2012 - 17:50

Veneziani, sei forte!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 03/11/2012 - 18:44

Ripeto quanto già messaggiato in questi due giorni per meglio illuminare la ---scena del crimine --- il più possibile, sì da poterne estrarre ogni elemento che ci consenta di individuare la macabra realtà nella quale siamo immersi. I più, sembrano non rendersi conto del grottesco in cui versiamo. ITALIANI SVEGLIATEVI !!!!!! QUESTI DUE SONO ---LES AMANTS DU PONT NEUF --- SEMPLICEMENTE DUE BARBONI IN ESTASI CHE SI MASTURBANO ESIBIZIONISTICAMENTE SOTTO I NOSTRI OCCHI. ITALIANI, RINSAVITE, RICOMPONETE I VOSTRI CIRCUITI CEREBRALI !!!! BEPPE GRILLO NON E' ALTRO CHE --- QUASIMODO DI NOTRE DAME --- GUARDATELO BENE IN FONDO ALL'ANIMA. E NELLA DEFORMITA' DEL SUO CORPO E DELLA SUA COMUNICAZIONE. COME L'ABIETTO MOSTRO SA IPNOTIZZARVI CON TECNICHE DA PIFFERAIO MAGICO. L'ISTRIONISMO E' UNA ABIETTA NATURA CHE CONSENTE AL SUO PORTATORE DI APPARIRE NORMALE CON L'ADOZIONE DI SFACCETTATURE RAZIONALI DELL'ESSERE. ED AL CONTEMPO ALTERNARE COMPORTAMENTI DEGENERI DA RISULTARE DEVASTANTI PER QUANTI SONO NEL SUO RAGGIO D'AZIONE. ITALIANI, DISTRUGGETE QUESTO MOSTRO SUL VOSTRO CAMMINO, CHE SEMINA SCIAGURE E MISERIA. SIANO MOBILITATE TUTTE LE FORZE INTELLIGENTI DELLA NOSTRA SOCIETA', AFFINCHE' DISVELINO QUESTA FOLLIA PURA CHE IMPERVERSA SUI NOSTRI TERRITORI PEGGIO DI WENDY. LA NATURA POI DI ANTONIO DI PIETRO E' LA PIU' CRIMINALE CHE POSSA ESISTERE IN ITALIA. QUEST'ALTRO MOSTRO HA LETTERALMENTE CANCELLATO OGNI SENSIBILITA' MORALE DAL SUO ESSERE, IRRECUPERABILMENTE, AVENDO DIMOSTRATO DI STORNARE BEN CINQUANTOTTO MILIONI ASSEGNATI DALL'ERARIO AL SUO PARTITO PER FINI PERSONALI, INGOZZANDO LA SUA VOGLIA DI ESSERE POTENTE, ACCUMULANDO 'CONTADINESCAMENTE' RICCHEZZE IMMOBILIARI, FORTE DELLA SAGGEZZA POPOLARE CHE IL MATTONE E LE PROPRIETA' TERRIERE SONO IL MIGLIOR INVESTIMENTO DA FARE. DI PIETRO E' IL PIU' PERICOLOSO DEGLI INCURABILI CRIMINALI, DALLE MANI GIA' LORDATE DI SANGUE, CHE MAI SI POSSANO INDIVIDUARE NEL NOSTRO HABITAT.

paci.augusto

Sab, 03/11/2012 - 19:07

' La più bella costituzione del mondo ' ha ciarlato il compagno guitto Benigni, pratese semi analfabeta con velleità di attore! Anche paesi assai meno democratici di noi eleggono direttamente il Presidente della Repubblica, vedi Venezuela. Invece, la nostra carta, stilata nel primo dopoguerra e da rivedere in più punti, assegna questa importantissima elezione alla disonesta casta politica! E questi ipocriti non hanno ancora trovato il tempo di questa essenziale modifica! Pur non avendo, per fortuna, mai guidato il Paese, l'estrema sinistra ha avuto più presidenti che, assai difficilmente, avrebbero ricevuto il suffragio del popolo! RESTITUIRE IL POTERE DECISIONALE AI CITTADINI!!!!!

gigggi

Sab, 03/11/2012 - 19:12

Va bene ragazzi, in america e non solo stanno ancora ridendo dell'80enne truccato come una ragazzina al primo ballo,ridono dei tacchi,dei capelli incatramati, delle gals eccetera.Siate buoni non infierite su questo paese i guai sono tanti e soggiornando (motivi familiari) nel nord america, vi garantisco che non è piacevole sentire i tassisti che ti sparano"Who?berlusconi?very funny" e mi fermo per amor di patria...veneziani e dai !!!!!!

Nadia Vouch

Sab, 03/11/2012 - 19:28

Non c'è da scherzare. Personalmente, ogni giorno sto ormai riflettendo su quando e come lasciare l'Italia. E' per me lacerante, ma sono tra coloro che qui nulla hanno da perdere. Tuttavia, non sono più giovane sì da poter fare grandi progetti. Nemmeno sono vecchia sì da poter campare di qualche pensione. So solo che se ogni futuro giorno della mia vita deve essere come ora è, nel tormento, altro non vedo se non oltrepassare un confine. Lascerò l'ignoto verso altro ignoto. Come accadeva un secolo fa. Ma non avrò una valigia di cartone con me. Con me avrò lo strazio dei ricordi, che potevano essere splendidi e che, un giorno, divennero tenebre. Non avrò una valigia di cartone, ma dovrò al contrario disfarmi di ogni bene superfluo o ingombrante che possiedo, poiché per trasferirsi, per viaggiare, non ci vogliono ingombri. Andrò via, non per ricercare un favolistico benessere economico, bensì e solo perché non sopporto più di vivere in un teatro. Un teatro dove le persone in difficoltà ormai salgono sui tetti, e minacciano di ammazzarsi. O davvero lo fanno. Un teatro dove tutti sappiamo e vediamo tutto, ma ancora fingiamo che nulla realmnente stia accadendo. Io, ho una sola vita e non cento.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Sab, 03/11/2012 - 20:03

Quando giovedì 1 novembre è uscita la notizia della candidatura, da parte di grillo, alla PDR di di pietro (non riesco a scrivere i loro nomi maiuscoli), inorridita avevo scritto un commento che riporto. “La dimostrazione di quanto Grillo odi l’Italia. Per lui è solo una futura proprietà fondiaria che guarda con bramosa bava alla bocca, contando su uno che la odia ancora di più divenendone in seguito, il suo ubbidiente e fedele fattore. Fattore che spremerà i contadini che lavorano alle terre del padrone, fino all’ultima goccia di sangue. Mi chiedo se gli italiani siano ancora in sé, o se abbiano buttato logica e intelletto alle ortiche. Dio mio! Ci hai proprio abbandonato”. Caro Marcello, dopo aver letto il suo editoriale al peperoncino che, in maniera più ironica, rispecchia il mio, ma a parti invertite, anch’io rassegnata, affido la mia speranza all’avverarsi della profezia dei Maya e attendo il 21 dicembre 2012. Potrei ancora sopportare le tasse del tassator cortese, ma il Culturicidio in atto che i due guitti porterebbero allegramente a termine, per me sarebbe troppo. Pensare che i miei cari possano vivere in una simile Babilonia, è semplicemente angosciante.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 03/11/2012 - 20:57

Non essendoci limite al peggio, la cosa potrebbe anche accadere. Sarebbe una tragedia! L'unica spera za sarebbe, sempre che il paese sopravviva, l'effetto vaccino!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 03/11/2012 - 21:25

Queste nostre amabili compagne di viaggio così tanto sensibili, vanno rassicurate. Noi tutti quì siamo già una bella squadra e sono convinto che dei nostri sentimenti l'Italia è stracolma. La famosa maggioranza silenziosa. Pertanto esorto tutti i demoralizzati a vedere il bicchiere mezzo pieno. In fondo non tutti i mali vengono per nuocere. Probabilmente questo è lo scossone che serviva per farci aprire gli occhi. L'arena è densa di grida di allarme, come mai. PARLIAMONE, anche a voce alta. Ma, lasciare la nostra terra, mai. Perchè dobbiamo essere certi che il frastuono di questi scalmanati sarà presto un cattivo ricordo. Dobbiamo mobilitarci tutti a scuotere dallo stallo le forze del Paese, parlandone, come stiamo facendo, puntando il dito sul --- G I O R N A L I S T A --- affinchè si dia una smossa e non si limiti a dire nei suoi articoli ' Roma sta bruciando '. Vogliamo un giornalista sociologo, più che filosofo. Pedagogo più che gossipparo. Un giornalista che abbia la capacità, competenza, di analizzare i fenomeni come questi, tremendamente osceni, e ne tratteggi gli aspetti rovinosi. Più che fornire statistiche e sondaggi concernenti le adesioni, e (allucinante), giustificare pure le scelte delle masse di forza mentale minore, per 'comprensibili punti di vista'. Orrore, orrore a questo tipo di 'espressione mediatica', diffusissima, nei tg, sul web. Il giornalista di qualità deve far capire che l'elettore deve fare uno sforzo per superare quelle devastanti insorgenze di nichilismo abbrutente, che lo trascinano verso l'annientamento delle sue energie positive, utili per se e per la collettività. Deve far capire che il percorso è disseminato di miraggi che portano al precipizio. Invece, nessuna voce viene spesa con queste argomentazioni. Ecco perchè ripudio riferimenti ideologici, o di natura pessimistica. Siamo tutti chiamati a denunciare le mostruosità che si parano davanti a noi, come a demonizzare senza esitazione alcuna il governo dei tecnici che crede di poter colpire sempre e soltanto la categoria debole del Paese, lasciando intatte le fortune delle sue dirigenze pubbliche. Questi sono i veri mali da rimuovere. Facciamolo, scrivendone, attivando una crociata di sensibilizzazione capillare. E mi rivolgo ai tanti, che forse stanchi di inviare commenti in tal senso, ora non li vedo più in questo nostro condominio. Pescecane, dove sei? E' un pò che ti sei dato. Un caro saluto.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 03/11/2012 - 21:41

Dr. Veneziani, mi pare abbastanza evidente che Grillo e Di Pietro usurpino caratteri che sono ben lontani dal possedere. Il (cosiddetto) “comico” genovese dimostra un carattere piuttosto autoritario, incline a dare un carattere personalistico alla sua attività; come Lei ha fatto notare nel Cucù di ieri, Grillo è un personaggio con arie da “Fondatore dell’ Ordine dei Grillini”, da leader carismatico e totalizzante. Il presunto “contadino” di buon senso di Montenero è invece un uomo che, pur arrivato ad una posizione di tutta evidenza, proviene da un mondo oscuro, ha qualcosa di inquietante; e il suo carattere è una mescolanza di convivialità e intransigenza. Lei, dr. Veneziani, ha, come è suo solito, dato un tono di simpatica commedia a questa accoppiata (anche se i giardini del Quirinale trasformati in orti mi ricordano tanto gli “orticelli di guerra”!). Comunque, io sinceramente avrei davvero paura; non sappiamo come potrebbe essere una dittatura del terzo millennio. Tra chi tiene le redini del web e chi sa scatenare il potere giudiziario, con il” terzo polo” del potere economico globale dietro le quinte, noi, probabilmente, sperimenteremmo il primo esempio di dittatura “liquida” dell’era digital-giudiziaria. Torniamo allo Statuto della buona politica, prima che sia troppo tardi!

clive38

Sab, 03/11/2012 - 23:19

gigggi, visti gli ambienti che contano che hai frequentato in America (tassisti?) sei tanto meschino da affermare che il mondo sta ridendo di noi, hai detto bene, fermati .... gigggi e dai !!!!!!

Ritratto di thewall

thewall

Dom, 04/11/2012 - 02:25

ho dei grossi dubbi se preferire Berlusconi e Napolitano o Grillo e Di Pietro. Mi fanno tutti schifo...

odifrep

Dom, 04/11/2012 - 06:14

Caro VENEZIANI, Ti ho sempre portato stima, ed ancora ne serbo. Però Ti prego di non cavalcare questi articoletti, sicuramente fuorusciti da chissà quale mente bacata. Lasciali scrivere ad altri, non far perdere di prestigio la tua penna. Cordialità.

scorpione2

Dom, 04/11/2012 - 09:40

ma veneziani non eri di lotta continua? vedi per i picciuli cosa si fa',in sicilia senza picciuli non si vota,tu per i picciuli salti la barricata,ahh santi picciuli.comunque forse e' meglio ridere delle battute di grillo,che piangere delle cazzate di berlusconi.

guidocelsino

Dom, 04/11/2012 - 09:45

Ma siamo sicuri che il nostro voto conti ancora con questa magistratura?

sorciverdi

Dom, 04/11/2012 - 09:49

Dai commenti che si leggono qui e sui social network direi che siamo arrivati ad avere il dito del grilletto che prude. Io non ho armi quindi al massimo posso lanciare invettive, maledizioni e anatemi ma, battute a parte, la situazione si sta facendo altamente pericolosa perchè è vero, come dice giustamente Dario Maggiulli, che la maggioranza silenziosa non ne può più ma è anche vero che nel nostro disgraziato Paese albergano gruppi piccoli ma estremamente determinati: le BR ce le siamo scordate? Abbiamo scordato quando la sera a cena con la tv accesa commentavamo positivamente la giornata se le BR non avevano né ammazzato né gambizzato nessuno? E intanto l'osannato Pertini andava a piangere ai funerali ed arrivò addirittura a pregare le BR di smettere ma MAI che dalla sua bocca sia uscita una condanna forte contro quegli assassini che adesso sono di nuovo a spasso. Ma ditemi voi come si fa ad avere fiducia in uno stato del genere! Lo capite o no che è il sistema che non va e non serve a nulla creare nuovi partiti o cambiare il partito e le persone al comando? E' IL SISTEMA CHE VA CAMBIATO DALLE RADICI! In questa situazione si corre il rischio di finire in una guerra civile e, la storia recente ce l'insegna, in quel caso ce ne sarebbe per tutti, compreso chi non si schiera con alcun partito proprio perché la manovalanza che fa le rivouzioni non fa differenze e tutto quello che vuole è il sangue. Per questo personaggi come il "gobbo di Notredame" e il "Torquemada che vien dalla campagna" sono persone pericolose che vanno isolate affinchè non facciano danni. Scusate, fratelli Italiani, ma se non capite queste cose non credo che ci resti proprio altro da fare che regalare definitivamente il Paese alla porca UE e rassegnarci a fare gli schiavi...noi, i nostri figli, i nostri nipoti e avanti per chissà quanto! SVEGLIA!!!

francotala

Dom, 04/11/2012 - 09:53

Come terzo esponente di rilievo, la CICCIOLINA come mistro degli esteri. SICURAM ENTE COSI' RAPPRESENTATA, L'ITALIA AD UN G8 FAREBBE LA SUA MIGLIORE RAPPRESENTANZA. WW L'ITALIA E GLI ITALIANI

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 04/11/2012 - 10:30

Dr. Veneziani, glielo chiedo come favore personale, metta in rete il Cucù di oggi 4 novembre "Onore al Milite ignaro, eroe a sua insaputa": è assolutamente memorabile e merita commenti appropriati!

Massìno

Dom, 04/11/2012 - 10:37

Se sono sopravvissuto a Berlusconi primo ministro e ministri come Brunetta, Carfagna, Previti (ve lo ricordate?) Gelmini, Bondi, Scajola.. il resto non mi spaventa

Amelia Tersigni

Dom, 04/11/2012 - 10:47

a gigggi. io so invece che in America stanno ridendo a crepapelle per la comicità di un Grillo che si crede uno Statista. E per un Di Pietro ex pm che si crede per questo al di sopra della legge. E quando un comico (vero) lo sbertuccia si incavola...ma si incavola che è un piacere vederlo incavolato!!!. Io non andrò via dall'Italia per il semplice fatto che non so dove andare. Ma ho fiducia in quella maggioranza silenziosa e laboriosa che ha sempre salvato l'italia, ma che ora non può più permettersi il lusso di essere "silenziosa". Abbiamo alle porte la più tragica delle Dittature: quella delle "toghe". E come dice Dario Maggiulli: PARLIAMONE e ancora PARLIAMONE. Siamo o non siamo un Popolo Sovrano !?!. "Loro" non sono nulla. Noi(plurale maiestatis) facciamo in modo di non essere inutilmente "Sovrani"

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Dom, 04/11/2012 - 10:48

Già e magari Igroia ministro della giustizia. Non ci resta che augurarsi che la profezia dei Maya si avveri sul serio. Buona fine a tutti.

Palladino

Dom, 04/11/2012 - 11:00

@ giggi,e basta con queste frottole dei taxisti americani. Gli americani si ricordino invece dei fattacci loro: il bel Clinton e la stagista, la crisi finanziaria del negretto,i fallimenti delle loro banche,un italiano che salva la loro industria automobilistica,il fallimento della loro politica estera,il loro abnorme debito pubblico risanato con le rotative in perenne attività nello stampare dollari.Non scrivere cazzate.

gigggi

Dom, 04/11/2012 - 11:00

Clive 38...questo è uno degli esempi che mi convince che un berlusconiano ha un dna differente...era un esempio...un episodio...un accadimento personale....santo cielo era cosi' difficile da capire????????????????????????????Infine,io non rido, ma la invito a leggere qualche giornale straniero per rendersi conto che le risate...non sono ancora finite!!!!!!!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 04/11/2012 - 11:10

#Dario Maggiulli# Hai scritto parole più che sagge, ma la Storia insegna che quando le parole scivolano sul marmo della prepotenza, dell’indifferenza, del tradimento di tutti i valori, della durezza di cuore che si intenerisce solo davanti al tornaconto personale, è necessario passare ai fatti concreti. Quello che sta bollendo in questo orrido pentolone intorno al quale ballano osceni stregoni e streghe isteriche, è cosa che si deve rovesciare nella fossa delle Marinane perché non possa più risalire. Ho l’impressione che la profezia dei Maya abbia un fondo di verità. Mai come in questo 2012 il mondo è tanto in fermento. Si sta preparando la lotta del Bene contro il Male. Si avverte nell’aria qualcosa di cupo, qualcosa che si abbatterà sulle nostre teste di dura cervice. Dura a capire che la prova della vita va affrontata con la schiena dritta e non a colpi di compromessi che, con pugno di ferro in guanto di velluto, incrinano fino a schiantarli, i valori sui quali la vita si basa, rendendola degna di essere vissuta. “Il tuo parlare sia si si, o no no, quello che vi è in più proviene dal male (Matteo 5, 37). Ecco questo è il momento del si si o no no. Come gia detto in altri post, se c’è da combattere, sono pronta. Buona giornata. Rosella

Cirilla

Dom, 04/11/2012 - 11:13

Su,via, non prendiamoci in giro, che ci facciamo con QUESTI DUE uno che al massimo ci può insegnare come si fanno buoni acquisti immmoobiliari e l'altro con qualche spiritosaggine sollevarci un po' il morale

Cirilla

Dom, 04/11/2012 - 11:13

Su,via, non prendiamoci in giro, che ci facciamo con QUESTI DUE uno che al massimo ci può insegnare come si fanno buoni acquisti immmoobiliari e l'altro con qualche spiritosaggine sollevarci un po' il morale

Cirilla

Dom, 04/11/2012 - 11:46

SUBITO TUTTO IL NOSTRO ESERCITO A CASA PER DIFENDERCI. Da chi? da tutti quelli che non VOGLIONO CHE RITORNINO.

gustavo

Dom, 04/11/2012 - 11:48

Quanto hai ragione caro Veneziani, meglio sprofondare sottoterra che avere Di Pietro come presidente della Repubblica e Grillo come primo ministro. Un plauso anche a Dario Maggiulli, nei suoi post, che è sceso nei particolari. Come è possibile che tante persone si facciano prendere per i fondelli da un buffone saltimbanco e dal più bieco individuo italiano? Secondo loro questi sarebbero i salvatori della Patria? Non ci sono parole.Ragazzi svegliatevi!!

nino47

Dom, 04/11/2012 - 11:51

A me piacerebbe. Me lo auguro. Perchè solo toccando il fondo si può risalire. In qualsiasi direzione ci si muova, si è sicuri di non sbagliare.Si deve risalire per forza!

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 04/11/2012 - 11:57

Gli ultimi, allucinanti scenari che si presentano, o meglio vengono presentati da questi ormai assolutamente inqualificabili personaggi, suscitano in me, come di certo in tante altre persone di buon senso, una profonda angoscia, tanta da impedirmi persino di tradurre in parole il ribrezzo che provo per loro. grillo, dipietro e persino un "Oscar" guadagnato per imbecillità e ignoranza, trovano ancora la sfacciataggine di esibire la loro totale incapacità di dire qualcosa di sensato e la spudoratezza di avanzare proposte che soltanto cervelli bacati e marcescenti possono produrre. Sono d'accordo con tutti i commentatori, ad eccezione di qualcuno che pongo tranquillamente nel novero degli ignoranti disfattisti che si infilano nel blog, e assicuro la mia disponibilità per qualsiasi manifestazione di protesta che abbia come obiettivo la "CACCIATA" dei tanti, troppi immondi personaggi della politica - nessuno escluso - e il ritorno, seppur lungo e faticoso, ad una auspicata condizione di normalità. Per noi e per i nostri figli e nipoti.

Steve Rogers

Dom, 04/11/2012 - 12:25

Per Nadia Vouch: intervento molto amaro e scritto molto bene. Mi chiedo anch'io chi potrà mai dare voce alla maggioranza silenziosa... Certo che un successo elettorale del M5s potrebbe dare una scossa al sistema, sempre che i grillini non si integrino alla perfezione nello stesso. Un po' come fece la Lega.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 04/11/2012 - 12:32

#sorciverdi# Caro Signore, sottoscrivo anche le virgole! Di mio aggiungo l’impressione che gli italiani siano degli zombi ubriachi di chiacchiere che, senza tregua, ci piombano addosso dai quattro punti cardinali per poi incastrarsi le une con le altre, creando una babele di suoni senza senso che fanno perdere ogni punto di riferimento. Se non ci fermiamo a decidere sul fare con decisioni senza se e senza ma, come dice lei, ci possiamo tranquillamente consegnare alla schiavitù della UE e alle maledizioni delle future generazioni. Cordiali saluti. Rosella

sorciverdi

Dom, 04/11/2012 - 13:09

# gigggi basta, davvero! Sono tanti anni che giro per il mondo o che passo qualche mese in un Paese o nell'altro e coi tassisti ci parlo anch'io anzi li ascolto. Ne ho sentite e ne sento di ogni genere, comprese domande del tipo "Ma come fate a vivere con la mafia che spara sottocasa?". Qualche volta ho pensato di reagire ma sorrido sotto i baffi e ricordo ciò che mi disse mio padre (impiegato dal '46 al '48 dagli occupanti inglesi come interprete) e cioè che molti soldati inglesi di stanza a Bologna si guardavano attorno e dicevano che, prima di partire alla conquista dell'Italia, era stato loro spiegato che l'Italia era un Paese di pecorai e contadini dove neppure c'erano strade ed elettricità. Ovviamente quei militari si stupivano di trovarsi di fronte a cose che a casa loro neppure si sognavano e i più onesti lo ammettevano. Se vuole le racconto anche di una signora statunitense che in aereo fra Malpensa e NY mi parlò per tutto il viaggio dicendomi di essere reduce dalla ennesima vacanza in Italia e che ci invidiava molto per il nostro bel modo di vivere, per la nostra civiltà e cultura e per mille altre cose fra le quali il modo meno money-centered di vivere rispetto al loro. Che a lei Berlusconi faccia schifo è una cosa che prendo per ciò che è e cioè un'opinione personale ma da qui a volerci convincere che tutti gli stranieri ci deridano a causa sua ne passa un bel po' anche se da ciò che scrive mi pare di capire che lei ha orecchie solo per ciò che le fa piacere e non per il resto. Berlusconi lo votai anni fa ma non di recente e quindi non sono rubricabile fra i suoi sostenitori che gli imbecilli (qualcuno c'è anche qui) definiscono bananas. Per questo mi ritengo abbastanza super partes da poterle dire che il suo è un commento poverino e concludo suggerendole di godersi la possibilità di vedere il mondo (non tutti ce l'hanno) ma di tenere gli occhi e le orecchie ben aperte e senza il filtro dell'ideologia...altrimenti non le servirà a nulla. Cordialità.

Ritratto di wtrading

wtrading

Dom, 04/11/2012 - 13:12

Quanti sinistrorsi che falsamente si spacciano di destra che appaiono qui.! Almeno quei quattro fessi che onestamente si dichiarano di sx., o anti Berlusconi tout court, sappiamo chi sono dalle fesserie che dicono ! Quanta pazienza.!! Per la Redazione : va bene il contraddittorio, ma qui si esagera con la presenza di molti idioti ( ed uso un eufemismo ! )

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 04/11/2012 - 13:35

#GUGLIELMO.DONATONE# Caro Signore, non sono mai scesa in piazza, perché le piazzate non mi sono mai piaciute. Hanno un che di ambiguità e di becero opportunismo che mi hanno sempre lasciata perplessa. Ma questa sarebbe la volta buona che mi unirei alla sua proposta perché finalmente si sentirebbe la voce del popolo vero. Quello che non conta le ore di lavoro per mantenere la famiglia. Quello esangue, vampirizzato da una stato che toglie il pane di bocca ai figli del popolo. quello che ha ben chiaro il concetto di libertà. Non quello arcobaleno che in nome del popolo. apre conti stratosferici nei paradisi fiscali, allo stesso modo di certi magistrati che, sempre in nome del popolo emettono sentenze che gridano vendetta al cospetto di Dio. Ma soprattutto scenderò in piazza per dare il mio infinitesimale contributo alle future generazioni. Tante gocce formano il mare e se il mare si agita in una tempesta perfetta, nessuno lo può contrastare. Cordialmente. Rosella

ayeye brazov

Dom, 04/11/2012 - 13:46

... ma perchè 'o guaglione, con le sue inflessioni anglo-napoletane e le sue amicizie "mancine" ...è meglio?? ..Non ricordo un presidente di questa scassatissima repubblica che non mi abbia fatto vergognare di dirmi italiano... MILLE VOLTE MEGLIO GRILLO, che però dovrebbe attivarsi per ABOLIRE LA COSTOSISSIMA, INUTILE E PERICOLOSA carica di presidente della repubblichetta...

Bianchetti Andreino

Dom, 04/11/2012 - 14:16

Le donne sono le più sensibili di tutti e su certi fatti intravvedono il pericolo per tempo; quando decidono un cambiamento, anche personale, non te lo mandano a dire due volte. Purtroppo, in Italia non abbiamo politici veri di ricambio, dietro ai comici e ai contadini non c'è nessuno. Non possiamo essere ottimisti, Veneziani ha ragione a "buttarla in vacca", cioè a riderci sopra. Infatti, non possono esistere allievi seri con simili maestri, o se, per caso, ci fosse qualche "riserva" ben intenzionata a far politica, con passione, opterebbe per la fuga, piuttosto che condividere i comandi di una Nazione con simili personaggi. Si potrebbe cambiare rotta, tentando con una squadra quasi tutta al "femminile". Non ci mancano donne coraggiose e capaci, peccato che fino adesso le abbiamo lasciate in cucina. Poche, ma buone, riuscirebbero coi loro talenti a far rinascere l'Italia, a darle quella spinta che le manca da tanti anni per risollevarsi da questo marciume. Classe dirigente di donne colte e sensibili, come ultima spiaggia per rilanciare l'economia, la finanza e la politica tutta. Non è certo una questione di matriarcato, ma solo voglia di cambiare in meglio.

Ritratto di caribou

caribou

Dom, 04/11/2012 - 14:23

La fattoria, diversamente dal locale a luci rosse, non mi pare un passo indietro per salvare la faccia del bel bel paese, potrebbe essere una grande occasione di lavoro per molti giornalisti, magari scoprono il loro vero talento, rendendosi anche utili!!

tzilighelta

Dom, 04/11/2012 - 14:56

Andatevene! Dario Maggiulli, Nadia Vouch, sorcioverde, e tutti gli altri indignati per l'ascesa di Grillo e la discesa con risalita del PM Di Pietro! Loro due sono figli di Berlusconi, sono il prodotto di scarto dopo diciotto anni di berlusconismo becero e cafone che un paese abbia mai dovuto sopportare, i succitati indignados sono tra i sostenitori della grande farsa durata quasi un ventennio, anche Veneziani in quanto intellettuale ed esponente dei media ha le sue colpe, la prima è quella di non aver mai scritto un cucù contro la pagliacciata chiamata forza italia, poi diventato pdl e infine azzerata causa ridiculones in eccesso! Fatevi un esame di coscienza, ripensate a tutte le minchiate che vi siete bevuti, e poi andatevene, per noi (tutti i non berluscones) sarà uno scherzo tenere a bada grillo di Pietro e altri avventurieri da strapazzo! La farsa è finita andate in pace!

gigggi

Dom, 04/11/2012 - 15:16

Sorciverdi e tersigni...ma io sono con voi...ho solo raccontato un episodio dei tanti e riferitamente al fatto che qualcuno rideva di quei due imbroglioni di grillo e di pietro che con berlusconi sono tre imbroglioni e che fanno ridere(piangere)in Italia e all'estero...questo il problema e lasci l'ideologia, a 70 anni e grazie a sinistra centro e destra sono NIHILISTA!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 04/11/2012 - 15:18

A quanto pare, un po' per celia e un po' per non morire ( dal ridere ) dobbiamo sentire che il Grillo Giuseppe sta già assegnando i posti: Tonino one al Quirinale e Tonino two al Palazzo Chigi. E forse l' intero organigramma dei poteri è in pectore dell' illuminato guru. Qui non si è ancora ancora capito che per arginare l' attilapolitica occorre puntare tutto su Benigni certamente capace di prendersi il sostegno dei non votanti e, quindi, la maggioranza assoluta. Forza comicomogenea e contraria. Quanto a Grillo: messaggio ricevuto; chiaro e forte. Ma lui che farà, il puparo?

ayeye brazov

Dom, 04/11/2012 - 18:21

... MEGLIO, MOLTO MEGLIO GRILLO CHE QUELL' IPOCRITA KOMUNISTA DI BENIGNI, CHE CAMPA A UFO DA DECENNI A SPESE DELLA RAI E DEI SUOI LEKKINI ISTITUZIONALI ...

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 05/11/2012 - 09:39

ROSELLA MENEGHINI - Gentile e cara Signora, pur rischiando di apparire monotono e ripetitivo, non posso rinunciare a rappresentarle ancora una volta il mio compiacimento - ed altrettanta ammirazione - per il contenuto dei suoi commenti che ho sempre il piacere di condividere. Persone che la pensano come noi ce ne sono tante e chissà che un giorno o l'altro non si verifichino le condizioni per realizzare quanto da noi fiduciosamente auspicato. Vive cordialità .