Macché saggi, ci vorrebbero dieci pazzi

E se il prossimo presidente della Repubblica provasse a rovesciare la decisione di Napolitano?

E se il prossimo presidente della Repubblica provasse a rovesciare la decisione di Napolitano di nominare dieci saggi? Se provasse cioè il criterio inverso, di nominare una commissione di dieci che rappresentano il contrario dei saggi, almeno nel giudizio generale ed elettorale, per dedurre dal loro parere ciò che non bisogna fare? Vi sussurro i nomi di dieci antisaggi che hanno brillantemente bruciato la loro carriera politica e/o compromesso l'habitat in cui agivano: Casini, Fini, Di Pietro, Ingroia, Cirino Pomicino, Veltroni, Rutelli, La Malfa, Bertinotti. Il decimo lo lascio a voi, c'è l'imbarazzo della scelta.

Per risanare la politica e i suoi sprechi sarebbe pure utile sentire il parere di una commissione delle pari importunità, nominando Penati, il Trota, Belsito, Marrazzo, Lombardo, Tedesco, Fiorito, De Gregorio, Pecoraro Scanio e lascio anche qui un posto vacante nella top ten per ripescare fra altri mille meritevoli (se volete dei tecnici ce ne sono valanghe, dal Monte dei Paschi in su). Il parere espresso dalle commissioni sarà vincolante per imboccare la via contraria.

Questo criterio è antico, ma nel secolo scorso Karl Popper lo ha elevato a dignità scientifica: anziché procedere per verifiche, procediamo per falsificazioni, cioè per errori e confutazioni. La teoria fu intuita da Machiavelli che diceva: bisogna conoscere la via dell'inferno per evitarla. Ci vorrebbero poi dieci pazzi veri per rifondare l'Italia.
Che dite, è un'idea all'altezza della situazione?

Commenti
Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 09/04/2013 - 15:38

Nomi illustri di altri "aventi diritto" a pieno titolo ci sono, eccome! ma, purtroppo non è prudente segnalarli; riescono a spremere bei soldoni col sistema delle querele. Ed io ci ho famiglia, egr. Marcello. E tanto per un aiutino: non sono nella mafia, nè nella camorra; diciamo che passano per gente per bene.

robytopy

Mar, 09/04/2013 - 17:25

come mai nessuno del Pdl ? eppure in quel partito ce ne sono dei migliori a cominciare da....

forbot

Mar, 09/04/2013 - 17:46

Per me facciano quello che vogliono; l'importante che non facciano impazzire altra gente che poi si vede costretta a togliersi la vita a causa della stagnazione di ogni cosa e nell'attesa che maturi l'altro loro sogno: Al Colle Mister Baffino.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mar, 09/04/2013 - 18:07

Chi é saggio é anche un po’ pazzo, ma chi é pazzo é quasi saggio. Ho una cugina a Roma,che fa volontariato in una struttura che ospita i cosiddetti “pazzi”. Mi dice sempre che se dalla vita ha imparato qualcosa, l’ha imparata proprio da loro. Le persone elencate dal nostro Marcello, più tutti i loro compari, non sono né sagge né pazze. Sono solo persone mediocri che dimostrano tutta la loro frustrazione quando trovandosi dinanzi a persone di livello superiore, mettono in atto tutta la loro furbizia (nelle persone di livello superiore é scarsa), che in loro sostituisce una carenza di intelligenza, per emergere. E’ vero che gli italiani sono sì un popolo di santi, navigatori, poeti, artisti, eroi, geni, creativi e chi più ne ha più ne metta, ma é anche desolatamente vero che questo popolo é fatto di tanti mediocri. Mediocri senza onore e dignità che della furbizia, della disonestà intellettuale ed ideologica hanno fatto la loro bandiera. E da essi emerge sempre qualche mediocre di troppo che si insinua nei gangli del potere e manovrando tutti gli altri per mantenere il potere per il potere, come a compensare la loro costante frustrazione, mandano a picco una Nazione. Di conseguenza se ci mettessimo i cosiddetti “pazzi” dei quali si occupa la mia cugina di Roma..................

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 09/04/2013 - 18:20

Mi permetto di integrare il simpatico cucù con qualche alcune considerazioni. Da anni dicono che vogliono combattere la corruzione; risultato zero. Da anni dicono che vogliono snellire la burocrazia; risultato zero. Da anni dicono di voler velocizzare la giustizia; risultato zero. Da anni dicono che vogliono mettere al centro il lavoro (cosa mai significherà?); risultato zero. Da anni dicono di voler tutelare l’industria; il risultato è che non riescono a pagare la fatture (di cui non conoscono nemmeno l’ammontare) delle aziende che hanno lavorato per loro. Poi cantano che “abbiamo la costituzione più bella del mondo” ma aggiungono che bisognerebbe cambiarla. Infine abbiamo Bersani che vuole governare con Grillo, ma quest’ultimo non accetta. Abbiamo Berlusconi che vuole governare con Bersani, ma questi non è d’accordo. E abbiamo Grillo che non vuole stare né con Bersani né con Berlusconi. Il presidente napoletano, infine, nomina 10 “saggi” per studiare il problema. NON VI PARE CHE IL PAESE SIA ORMAI MATURO PER UNA DITTATURA?

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 09/04/2013 - 18:41

Dott. Marcello e voi G.li amici di scrittura poiché sono incantato dall'ironia vorrei che guardaste un Film che risponderebbe pienamente alle nostre aspirazioni. Il Titolo del Fil è:"Le Train de Vie" e parla della fuga di un Villaggio intero di Ebrei durante le Deportazioni; c'è da sconquassarsi dalle risate e c'è anche un vero accenno a quanto da lei scritto nel suo "birichino articolo". Shalòm. Amen

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 09/04/2013 - 21:01

"Il destino di ogni tipo di uomo che vedo E' nelle mani degli stupidi." (King Crimson, 'Epitaph')

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Mar, 09/04/2013 - 23:12

E' un'ottima idea, tanto peggio di così...

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Mer, 10/04/2013 - 01:04

Caro dott.Veneziani,mi permetto di ritornare sull'opuscolo di Seneca 'DE VITA BEATA' ovvero in italiano: 'L'ARTE DI ESSERE FELICE' , per proporLe la bella poesia "FELICITA' "di Eduardo: ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ FELICITA' VURRIA SAPE' CHD'E' CHESTA PAROLA, VURRIA SAPE' CHE VVO' SIGNIFICA'. SARRA' GNURANZA 'A MIA,MANCANZA 'E SCOLA, MA CHI LL'HA NTISO MAJE ANNUMMENA' .

blues188

Mer, 10/04/2013 - 07:37

Ben svegliato Marcé. Dormito bene? Uhm.. pare di no, il Trota le ha procurato terribili incubi. Quindi si può pensare che i dieci saggi si siano 'sciolti', i dieci pazzi devono ancora venire. Rimane però lo scemo.. beh, ma quello per fortuna dorme sull'amaca al caldo sole del Sudde. Speriamo che ne voltarsi non si rompano gli occhialini da intellettuale.

aguaplano

Mer, 10/04/2013 - 09:50

ci vorrebbero dieci folli visionari, capaci di stravolegere lo status quo. D'Annunzio, Muti (Ettore), Marinetti, ecc. tutti stravissuti in altra epoca. qualcuno ci sarà ancora!!!