Le finali di Missing Italia

Sono sette i finalisti alle elezioni di Missing Italia, ovvero chi dovrà rappresentare l'Italia scomparsa al Quirinale e nel mondo

Sono sette i finalisti alle elezioni di Missing Italia, ovvero chi dovrà rappresentare l'Italia scomparsa al Quirinale e nel mondo. C'è Romano Prodi ma il centrodestra non digerisce la mortadella e l'Italia non dimentica che lui ci somministrò potenti sonniferi per infilarci l'Euro nel sonno. C'è Massimo D'Alema che si presenta pure in versione femminile come Anna Finocchiaro, tanto per dimostrare che la sinistra non si prende tutte le cariche istituzionali, sa essere bipolare e perfino femminile. D'Alema promette che non andrà più in barca né in banca e la Finocchiaro che farà la spesa senza corazzieri (accusa miserabile, convengo). C'è Franco Marini, pastore abruzzese con pipa, una specie di Papa Francesco in versione sindacal-democristiana. Brav'uomo, ma qui non si tratta di condurre le pecore al Colle. C'è Sergio Mattarella, un po' gattamorta sicula di seconda fila; non basta essere fratelli e aver firmato una legge stimata solo dopo che è morta, soffocata dal porcellum. C'è, invece, il più astuto di tutti, Giuliano Amato. Se notate, è suo il ritratto volpino per secoli spacciato per Machiavelli. Forbito Roditore, Sottile Tassatore, di Costituzione gracile ma dotta, danza sulle punte con innegabile craxia. C'è infine Milena Gabanelli votata dai grillini: anche noi vogliamo che la Gabanelli vada al Quirinale ma solo per fare un'inchiesta sugli sprechi, considerato che la Corona inglese e la Casa Bianca costano meno del Quirinale. Poi ci sono i prof. Visti i sette, tutti centrosinistri, si spera nell'ottavo nano.

Commenti
Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 18/04/2013 - 16:38

Veramente, ci sarei anche io, ultraciquantenne, cittaitaliano; ma non abbastanza famoso nè famigerato. Mi preparerò meglio e vedrò di riparare.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 18/04/2013 - 16:41

Veramente, ci sarei anche io, ultracinquantenne, cittaitaliano; ma non abbastanza famoso nè famigerato. Mi preparerò meglio e vedrò di riparare.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Gio, 18/04/2013 - 17:26

Marcello Veneziani, sempre grande!!!

pietrom

Gio, 18/04/2013 - 23:27

Nel caso si pensi di eleggere Amato, controllate bene cosa c'e' scritto nella Costituzione, leggete tra le righe, sotto i commi, fate attenzione a cosa si nasconde dietro le virgole. Che non ci sia nessuna possibilita', diretta o indiretta, e nemmeno indirettissima, di fargli prendere decisioni in materia fiscale!!!

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 21/04/2013 - 10:56

Perché mai "miserabile" l'accusa e non il comportamento che l'ha causata? Carissimo e stimatissimo Veneziani, quante migliaia di accuse rivolte a Berlusconi sono più degne di essere considerate meschine e spregevoli eppur prese in considerazione da mezza Italia? Non facciamo due pesi e due misure. Il Cavaliere le ha sempre accolte con goliardica spavalderia e santa rassegnazione, mentre la reazione della signora finocchiaro è apparsa arrogante, spocchiosa e volgare. O no? Cari saluti.

angelomaria

Dom, 21/04/2013 - 18:24

anche stavolta hanno rirato fuori il coniglio dal cappello ev ora 2le fazioni gli scontenti ed i contenti per modo di die era nostro in ogni casoah poi gli sclerati ipericolosi abituati ha maxxe e mattoni i grillini peste li colga

angelomaria

Dom, 21/04/2013 - 18:26

caro guglielmo e'la differenza tra la destra e la sinistra loro tutti intellettuali ma'cafoni noi scemi ma SIGNORI

Ritratto di franco.biolcati

franco.biolcati

Lun, 22/04/2013 - 15:54

Caro Marcello, mi piace leggerti e più ti leggo più mi piaci.Il tuo sottile umorismo, pur non offendendo, lentamente e delicatamente, trafigge in profondità.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mar, 23/04/2013 - 09:31

#GUGLIELMO DONATONE# Egregio Signore, mi era sfuggito il passaggio sulla Finocchiaro, che mi trova il linea con il suo post. E pensare che una volta, pur non condividendo la sua parte politica, la consideravo una Signora. Ma da quando anche lei si é lasciata travolgere dall’odio per Silvio Berlusconi, si é imbruttita parecchio. Gli si stampa in faccia quando sputa veleno su di lui e sul CDX. E’ proprio vero, l’odio non porta da nessuna parte se non all’autodistruzione che é purtroppo in atto, a spese di un popolo già poco unito di suo e che davanti a ciò, é completamente disorientato e allo sbando. Basta vedere come un Grillo qualunque da tutto questo stravolgimento, abbia potuto trarne un busines, alla faccia dei rintronati che lo seguono. Perché per Grillo solo di quello si tratta: milioni di euro esentasse. Finanza ed Equitalia non si sognano nemmeno di fargli una visitina. Ovviamente i sinistri, pur sapendo in cuor loro che Berlusconi sta salvando anche il loro lato b, non solo non lo riconosceranno mai, ma lo renderanno ancora più odioso ai loro occhi. Più spocchiosi di così! Cordiali saluti. Rosella

enzo caporusso

Mer, 24/04/2013 - 16:57

Domani 25 aprile celebriamo la Liberazione . Ci siamo infatti liberati in pochissimo tempo e definitamente di : 1. FINI ; 2. BOCCHINO ; 3. SCAJOLA ; 4. PISANU ; 5. DI PIETRO ; 6. VELTRONI ; 7. RUTELLI ; 8. D'ALEMA ; 9. MARINI ; 10.PRODI ; 11.AMATO ; inoltre : 1. BERSANI ; 2. FINOCCHIARO ; 3. BINDI ; 4. FRANCESCHINI ; 5. CASINI ; sono solo più dei morti che camminano .

guidode.zolt

Gio, 25/04/2013 - 02:37

Amato...lo ricordo nel '92...mi infilò le mani in tasca, durante il week end rapinandomi una cifra...m'incavolai di lunedì, se me ne fossi accorto, gli avrei chiesto, visto che era già lì, di darmi perlomeno una grattatina...