"Subito il decreto choc persuperare la crisi"

Il vice premier: "Sono il numero due del governo perché segretario del Pdl ma so distinguere i ruoli". Poi annuncia: "Zero tasse per chi assume giovani senza lavoro"

Sì al decreto choc sull'economia che chiede da tempo Berlusconi e sì all'elezione diretta del presidente della Repubblica «perché dal Pd arrivano segnali confortanti». Di più: la conferma della cancellazione dell'Imu, «un impegno da cui non si torna indietro e l'ipotesi che non lo si mantenga non può essere neppure presa in considerazione». Insieme arriveranno la detassazione per i giovani disoccupati, un piano strategico antiburocrazia e il blocco dell'Iva. Angelino Alfano, vicepremier e ministro dell'Interno, è ottimista sull'azione di governo. Spiega che «due degli otto punti che Berlusconi si era dato sono già stati realizzati» e gli altri arriveranno presto. E a chi nel Pdl storce il naso sul suo incarico di vicepresidente del Consiglio e segretario del partito risponde così: «So distinguere perfettamente i due ruoli. Anzi, sono al governo proprio in quanto segretario politico del Pdl e saprò tutelarne valori, convinzioni e programmi».

Della strada fatta fin qui dall'esecutivo, dunque, è soddisfatto.
«I primi Consigli dei ministri hanno segnato il percorso che ci eravamo dati con gli otto punti di Berlusconi. Abbiamo iniziato con la rata di giugno dell'Imu che è stata bloccata, non in odio a qualcuno o come drappo azzurro da sventolare alla sinistra visto che loro hanno insistito e ottenuto il rifinanziamento della cassa integrazione della quale anche noi ci facciamo vanto. Poi abbiamo abbassato gli stipendi ai ministri e presentato un disegno di legge che supera il finanziamento ai partiti a venti anni dal referendum».

Un punto, quest'ultimo, che nel Pdl - come nel Pd - non ha fatto la gioia di molti. Anzi.
«Per noi è la realizzazione di uno degli otto punti, il secondo dopo l'Imu. Peraltro abbiamo avuto un approccio ragionevole e di buon senso per consentire che mentre si elimina il finanziamento pubblico i partiti possano spostarsi sui contributi privati e sul 2x1000. Finalmente si arriva al finanziamento privato lecito e si supera il finanziamento illecito e l'abuso dei rimborsi che avevano caratterizzato la Prima e la Seconda Repubblica».

Torniamo all'Imu. Esclude ci possano essere ripensamenti sulla sua cancellazione entro il 30 agosto?
«L'impegno del governo è consolidato in un decreto e la data del 30 agosto è cristallizzata nella Gazzetta Ufficiale. Non si torna indietro».

Il governo su questo punto potrebbe essere a rischio?
«Le ripeto, sull'Imu non si può tornare indietro. È un'ipotesi che non prendo neanche in considerazione».

Berlusconi parla di un decreto choc per l'economia prima dell'estate. Si farà?
«È chiaro che la nostra proposta sul fronte economico non si risolve con l'Imu. Intanto serve arrivare a zero tasse per chi assume giovani disoccupati visto che la tassazione si mangia la metà di quanto un imprenditore si toglie di tasca. Poi bisogna liberare l'impresa dalla camicia di forza della burocrazia: serve un piano strong, molto duro anche nel tempo, di semplificazioni che permettano a chi ha soldi di investire senza inciampare nei lacci e i lacciuoli della burocrazia».

E il blocco dell'Iva? Berlusconi insiste su questo punto, ma il Pd sembra frenare non poco.
«Imu, detassazione e sburocratizzazione sono il modo più efficace per mettere benzina nel motore della nostra economia. Rappresentano quello choc economico di cui parla il presidente. In questa strategia di ripresa sarebbe contraddittorio aumentare l'Iva».

Il segretario del Pd Epifani non la vede propriamente così.
«Ciascuno è affezionato a qualcosa. Al braccio di ferro tra Imu e Iva preferisco dire che dobbiamo provare a farle entrambe».

Capitolo riforme. Si faranno?
«In questi 20 anni abbiamo combattuto per il primato della sovranità popolare e per impedire che questo primato fosse mortificato dai giochi di Palazzo. La scorsa legislatura abbiamo fatto passare il presidenzialismo al Senato ma - purtroppo - ci hanno bloccato alla Camera. Ora siamo vicini alla meta perché le aperture arrivate dal Pd sono importanti».

Pensa davvero che si riuscirà ad approvare l'elezione diretta del capo dello Stato?
«I segnali arrivati dal Pd, da Renzi, da Veltroni e dallo stesso Enrico Letta sono molto confortanti».

Con che tempi?
«I 18 mesi previsti dall'articolo 138 della Costituzione. È inevitabile».

Legge elettorale. Si farà o no il ritocco del Porcellum?
«È stato Letta il primo a parlarne a Spineto ed è una giusta istanza per rispondere ai rilievi della Consulta. Noi siamo coerentemente fermi a quella impostazione. Per quanto riguarda la riforma in toto del sistema di voto, invece, credo che debba arrivare alla fine del percorso. Se il modello a cui si guarda è il presidenzialismo alla francese si può immaginare un tipo di legge elettorale, se invece si guarda a Berlino o Londra i sistemi di voto sono altri. Insomma, prima vengono le riforme costituzionali e poi, alla fine del percorso, la legge elettorale. Che deve esserne conseguenza».

C'è chi non la pensa così.
«Mettere la riforma elettorale, su cui non c'è accordo tra le forze che sostengono la maggioranza, al primo posto è un modo per creare problemi al governo».

Parliamo del Pdl. È in agitazione. Le riunioni dei gruppi della scorsa settimana sono state piuttosto accese.
«È il solito dilemma nel quale ci vogliono imprigionare. Se non si discute siamo una caserma, se si dibatte anche in termini amichevoli e civili è tutto un caos».

Non può negare che un po' di insofferenza e qualche distinguo ci sia...
«Guardi, quando si giudica il Pdl è sempre così. Ma noi andiamo avanti con sempre maggior forza. Con il leader che ha più consenso non solo negli ultimi venti anni ma negli ultimi venti giorni».

E sulla questione del doppio incarico - vicepremier e segretario di partito - cosa risponde?
«So distinguere. E sono al governo proprio in quanto segretario del Pdl. Per tutelarne valori, convinzioni e programmi».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 03/06/2013 - 08:21

è grazie al PDL che si fanno programmi seri e di grande aiuto al paese. se aspettavamo le proposte della sinistra, stavamo messi molto peggio di adesso....

angelomaria

Lun, 03/06/2013 - 09:00

tutto targatoPDL buongiorno e buon tutto cari lettori

peter46

Lun, 03/06/2013 - 09:27

Un giorno capiremo se questo c'è o ci fa,così come l'articolo col titolo.Insomma:"la rata di giugno dell'imu è stata bloccata"...ed ancora"L'impegno del governo è consolidato in un decreto e la data del 30 agosto è cristallizzata nella GU.Non si torna indietro"...hai superato Vendola nella chiarezza del discorso.Potresti semplicemente fare un decreto in cui si dice solamente,affinchè possiamo sapere e deciderci se spendere o lasciarli sotto le coperte(Io i miei 31 euro di imu e gli altri il loro importo)e da subito,l'imu prima casa è revocata?E poi se effettivamente sarà revocata quale è il motivo per non dirlo e farlo subito,ma farlo ad agosto,lasciando tutti nell'incertezza più deleteria?Ma poi...cosa potremmo aspettarci da uno che afferma...."La rata di giugno è stata bloccata....visto che loro(PD)hanno insistito ed ottenuto il rifinanziamento della cassa integrazione"Come Loro l'hanno voluto ed ottenuto?Per Voi invece andava bene lasciarli in mezzo alla strada senza lavoro nè tutele?AH!già per voi meglio il solo 'pennacchio' da sbandierare....ce lo siamo proprio meritato uno che "comunica"come Te...Tale padre(spirituale)...tale figlio.

procto

Lun, 03/06/2013 - 09:39

I decreti choc non servono a superare la crisi, ma a fare propaganda per convincere i gonzi che la recessione si vince con chiassose manovrine di breve periodo.

vabbeh

Lun, 03/06/2013 - 09:51

"Abbiamo iniziato con la rata di giugno dell'Imu che è stata bloccata" ... AVEVATE PROMESSO LA RESTITUZIONE DEL 2012 E L'ABOLIZIONE DELLE SUCCESSIVE IMU ... a casa mia NON HANNO MANTENUTO LE PROMESSE perche' NON POTEVANO PROMETTERE QUELLO CHE HANNO PROMESSO... a far cosi' sono bravi tutti, e' la solita storia del MILIONE DI POSTI DI LAVORO PROMESSO NEL 94 DAL MIRACOLO BERLUSCONIANO... e questi ancora danno tutte le colpe ai comunisti, MA I COMUNISTI SIETE VOI!!!!!!!! CHE COL PD E MONTI AVETE PARALIZZATO L'ITALIA!!!!! SVEGLIATEVI AMICI BERLUSCONIANI, QUESTI NON REALIZZERANNO MAI I VOSTRI SOGNI!!!!

antoniociotto

Lun, 03/06/2013 - 09:59

molte cose sono da rivedere o modificare per mettere in grado a questa disastrata Italia di uscire dalla crisi.un esempio. dopo aver ridotti i parlamentari almeno della metà e abolito una Camera preferibilmente il Senato si stabilisce che se un gruppo o un solo parlamentare non si riconoscono più nel partito che lo ha eletto e ne vuole uscire va a casa e non in un partito diverso sostituendolo con i primi non eletti dello stesso partito. una regola semplice che garantisce il rispetto della democrazia e del volere del popolo sovrano.

antoniociotto

Lun, 03/06/2013 - 09:59

molte cose sono da rivedere o modificare per mettere in grado a questa disastrata Italia di uscire dalla crisi.un esempio. dopo aver ridotti i parlamentari almeno della metà e abolito una Camera preferibilmente il Senato si stabilisce che se un gruppo o un solo parlamentare non si riconoscono più nel partito che lo ha eletto e ne vuole uscire va a casa e non in un partito diverso sostituendolo con i primi non eletti dello stesso partito. una regola semplice che garantisce il rispetto della democrazia e del volere del popolo sovrano.

antoniociotto

Lun, 03/06/2013 - 09:59

molte cose sono da rivedere o modificare per mettere in grado a questa disastrata Italia di uscire dalla crisi.un esempio. dopo aver ridotti i parlamentari almeno della metà e abolito una Camera preferibilmente il Senato si stabilisce che se un gruppo o un solo parlamentare non si riconoscono più nel partito che lo ha eletto e ne vuole uscire va a casa e non in un partito diverso sostituendolo con i primi non eletti dello stesso partito. una regola semplice che garantisce il rispetto della democrazia e del volere del popolo sovrano.

antoniociotto

Lun, 03/06/2013 - 09:59

molte cose sono da rivedere o modificare per mettere in grado a questa disastrata Italia di uscire dalla crisi.un esempio. dopo aver ridotti i parlamentari almeno della metà e abolito una Camera preferibilmente il Senato si stabilisce che se un gruppo o un solo parlamentare non si riconoscono più nel partito che lo ha eletto e ne vuole uscire va a casa e non in un partito diverso sostituendolo con i primi non eletti dello stesso partito. una regola semplice che garantisce il rispetto della democrazia e del volere del popolo sovrano.

milo del monte

Lun, 03/06/2013 - 10:02

Solite domande da servilismo, perche' non gli cheidete " ma se le aziende non hanno lavoro cosa se ne fanno di zero tasse"?

Alberto Gammi

Lun, 03/06/2013 - 10:28

decreto choc!? Sono buoni tutti a promettere soldi ma le coperture finanziarie per queste cose dove sono??? O aumentiamo di nuovo il debito pubblico tanto poi lo pagheranno i giovani?? Dove sono finiti l'accordo con la svizzera e le tasse su alcol, tabacco e sopratutto gioco d'azzardo?? Non se ne parla piu', in tanto loro promettono, se poi non si fa e' solo colpa del PD...

wotan58

Lun, 03/06/2013 - 10:29

Ma fatele invece di chiacchierare!!!!!! Misure choc: 1) Taglio dell'IVA ALMENO ai livelli europei (Germania: 19%); 2)Diminuzione di IRPEF, IRES e cancellazione dell'IRAP; 3)Cancellazione delle burocrazie costose dannose (Regioni e Provincie, relative leggi e procedure autorizzative; sostegno all'innovazione. 4)Oltre ovviamente, alle riforme del mercato del lavoro ed alle liberalizzazioni vere, a partire da banche, assicurazioni ed energia. Non sono misure choc, anzi sono dannose: 1) quelle sull'IMU prima casa (viceversa servirebbe per i capannoni industriali) 2) le agevolazioni per i neoassunti giovani (che porterebbero zero vantaggi per l'occupazione, maggior disagio ed elevatissimi costi per gli istituti previdenziali) 3) procedure burocratiche ex post invece che ex-ante (non riducono i costi elevatissimi (ed i tempi) per le pratiche, e renderebbero più difficili e rischiosi gli investimenti aumentando l'incertezza per i finanziatori) BISOGNA TAGLIARE LA SPESA PUBBLICAAAAAA!!!!! A latere, ma tanto siamo nel libro dei sogni, responsabilità penale e civile per chi politici ed amministratori che a qualsiasi livello sforano l'obiettivo primario ed ineludibile del pareggio di bilancio.

vabbeh

Lun, 03/06/2013 - 10:39

@milo del monte - ben detto.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 03/06/2013 - 10:44

stiamo ancora a zero con i fatti.Riforma fiscale,dismissione patrimonio pubblico inutilizzato,riduzione spesa pubblica e liberalizzazione dei servizi.Non le avete fatte quando avevate i numeri,oggi nemmeno a parlarne.Continuate pure che tanto la gente non vi considera piu'.

wotan58

Lun, 03/06/2013 - 11:16

Mortimermuse, se vado a prendere cosa hanno fatto il PdL e la sinistra in questi ultimi vent'anni in cui si sono spartiti il potere, non vedo nessuna differenza di fondo sulle questioni basilari. Mi pare che la grave crisi Italiana dipendada proprio da questo appiattirsi di TUTTE le parti politica sulle posizioni della sinistra in termini si organizzazione dello stato, burocrazia e spesa pubblica. A questo paese continua a mancare una Destra moderna e liberale che il PdL, questo PdL non rappresenta neanche minimamente.

Marzia54

Lun, 03/06/2013 - 11:18

Non si possono azzerare le tasse per chi assume e questo lo sanno tutti, diciamo che si possono dimezzare ed al tempo stesso bisognerebbe trovare il modo per impedire che le aziende italiane trasferiscano i loro stabilimenti in altre parti d'Europa o del mondo. E' assolutamente necessario che le ditte tornino a produrre in Italia.

Stella

Lun, 03/06/2013 - 11:24

Mi auguro proprio che il vice premier Alfano ce la faccia ad attuare questo indispensabile provvedimento! E' il minimo che si può fare!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 03/06/2013 - 11:41

Vecchia politica. Anche questo governo, che avrebbe dovuto essere di rottura rispetto al passato, mi sa che si limiti solo ai soliti annunci. Di fatto non c'è nulla di definitivo dopo due mesi. Ma carissimo Alfano, c'è forse bisogno che " ...dal Pd arriv(i)no segnali confortanti», perché si realizzino le riforme (Elezione diretta del P.d.R. ed altre riforme ancora) già concordate con Letta dal leader Silvio Berlusconi al momento di formare la coalizione di governo? Ho seri dubbi che riusciate a realizzare tutto ciò, compresa l'eliminazione e la restituzione 2012 dell'Imu, con questi chiari di luna e con questi continui annunci da tira-e-molla. Se il programma non si potrà realizzare a causa del continuo ostruzionismo e venir meno alla parola data dei sinistri, com'è stato loro solito da 60 anni in qua, chiudete la partita e ritornate a casa prima di farvi bruciare alla maniera del governo Monti. Tanto l'Italia peggio di come va, non potrà andare. Purtroppo ha vinto il "tanto peggio, tanto meglio". Intorno a noi non c'è che sfacelo e, quindi, una società allo sbando da tutti i punti di vista: legale, sociale ed economico in primis. Voglio solo vedere come risolverà democraticamente questo "tanto peggio" o "casino" chi l'ha causato e voluto pervicacemente in tanti anni di malgoverno e mala opposizione. Sono convinto che alla prova dei fatti il responsabile si vorrà tirare fuori dalla partita e, mettendosi in cattedra, com'è suo solito, sosterrà che le sue mani sono pulite e innocenti. Già!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 03/06/2013 - 12:01

WOTAN58 invece le differenze si notano eccome! berlusconi (e lo cito tanto per far inviperire i comunisti) si è sempre speso per un equilibrio sano nei rapporti tra il cittadino e le istituzioni. per far ciò in questi 20 anni ha cercato di migliorare migliaia di cose, tra l'altro, voleva una riforma costituzionale, la giustizia, l'economia, un sistema di aiuto alle imprese. purtroppo però per attuare ciò ci voleva la condivisione con la sinistra, che invece NON ha mai voluto approvare queste riforme. sai perchè? perchè erano talmente impregnati di antiberlusconismo, che la sola idea di stringere una mano a berlusconi per voi, comunisti di merda, era un orrore! detto ciò, i comunisti schifosi e mafiosi NON hanno MAI saputo attuare riforme serie e veramente capaci di far rialzare il paese! perciò smettila di dire cazzate e di arrampicarti sugli specchi :-)

eovero

Lun, 03/06/2013 - 13:16

pensavo fosse La Russa la persona più inutile del PDL,invece Alfano lo supera,sa dire solo le solite cose,soprattutto già dette da altri,che le vuole fare sue.il presidenzialismo già detto da Berlusconi anni fa,riduzione del stipendio detto da Grillo e altri,IMU mai voluto da Berlusconi,ma se non ci sarà l'IMU sarà un'altra tassa,tanto quei soldi servono per pagare stipendi e altro...vere proposte sue non ce ne sono mai state!non ne è all'altezza!

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 03/06/2013 - 13:22

@mortimermouse - l'attività svolta da questo governo finora si può riassumere nello spostamento di 3 mesi del pagamento dell'IMU prima casa e nella proposta di legge per finanziare i partiti in modo diverso ovviamente con calma e per favore (quindi in ogni caso continueranno a finanzirli i contribuenti). Che altro devo aggiungere ? Contento tu, contenti tutti....

m.m.f

Lun, 03/06/2013 - 13:36

.....il decreto choc lo avrete a fine anno quando conterete quanti italiani e relative imprese sono andate all'estero e stanno andando.

vabbeh

Lun, 03/06/2013 - 13:36

@WOTAN58 - lei ha ragione da vendere: "A questo paese continua a mancare una Destra moderna e liberale che questo PdL non rappresenta neanche minimamente." e' assolutamente vero! se al posto di silvio chiacchieroni ci fosse stato un uomo CONCRETO non solo l'Italia non sarebbe ridotta a colonia di frau merkel, ma la sinistra non esisterebbe neanche piu'. sarebbe come negli USA dove c'e' una destra conservatrice e una destra riformista. ma e' inutile dirlo alle capre che belano qua dentro. ti danno del comunista mentre invece gli unici comunisti qui sono loro che tengono il paese fermo da '94 altro che no tav e centri sociali. avessero fatto piu' riunioni diurne invece di cene eleganti le cose sarebbero diverse, altro che balle!

vabbeh

Lun, 03/06/2013 - 13:36

@WOTAN58 - lei ha ragione da vendere: "A questo paese continua a mancare una Destra moderna e liberale che questo PdL non rappresenta neanche minimamente." e' assolutamente vero! se al posto di silvio chiacchieroni ci fosse stato un uomo CONCRETO non solo l'Italia non sarebbe ridotta a colonia di frau merkel, ma la sinistra non esisterebbe neanche piu'. sarebbe come negli USA dove c'e' una destra conservatrice e una destra riformista. ma e' inutile dirlo alle capre che belano qua dentro. ti danno del comunista mentre invece gli unici comunisti qui sono loro che tengono il paese fermo da '94 altro che no tav e centri sociali. avessero fatto piu' riunioni diurne invece di cene eleganti le cose sarebbero diverse, altro che balle!

vabbeh

Lun, 03/06/2013 - 13:37

@WOTAN58 - lei ha ragione da vendere: "A questo paese continua a mancare una Destra moderna e liberale che questo PdL non rappresenta neanche minimamente." e' assolutamente vero! se al posto di silvio chiacchieroni ci fosse stato un uomo CONCRETO non solo l'Italia non sarebbe ridotta a colonia di frau merkel, ma la sinistra non esisterebbe neanche piu'. sarebbe come negli USA dove c'e' una destra conservatrice e una destra riformista. ma e' inutile dirlo alle capre che belano qua dentro. ti danno del comunista mentre invece gli unici comunisti qui sono loro che tengono il paese fermo da '94 altro che no tav e centri sociali. avessero fatto piu' riunioni diurne invece di cene eleganti le cose sarebbero diverse, altro che balle!

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 03/06/2013 - 13:49

@wotan58 - guarda che mortimerhouse appartiene alla categoria dei cosidetti "comunisti di destra", corporativi ed attaccati ai privilegi come pochi, guai a parlargli di destra moderna e liberale: gli viene l'orticaria. Non mi meraviglierebbe se fosse uno dei tanti dipendenti statali andato in pensione dopo 14 anni sei mesi ed un giorno.....

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Lun, 03/06/2013 - 14:03

Servirà anche un decreto choc, intanto il 'governo' sta spendendo tutte le energie per stabilire se è opportuno il presidenzialismo con conseguente spartizione delle poltrone, gettare le basi per la nuova legge elettorale che non si farà mai, contrattare chi sarà il nuovo presidente di questo o quell'ente, di come fare per imbrogliare di nuovo sui rimborsi elettorali ecc,. Noi Italiani intanto continuamo e suicidarci per la disperazione.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 03/06/2013 - 14:17

Per,superare la crisi l,Italia ha bisogno di 3 cose,1. una riforma della giustizia per attirare gli investimenti esteri in Italia che da 50 anni non ci sono per colpa di giudici é magistrati, 2. un Popolo adulto che non dica di no a tutto quello che puo creare lavoro é progresso, non si puo fare progressi senza le grandi opere come la Tav, il Ponte di Messina, i Termoval é altre infrastrutture necessarie al Paese, chi dice di no a queste cose si deve preparare a far le valige come l,he ho fatte io nel 1968 é l,anno scorso 42,000 giovani Italiani partiti per la Germania,3. in Italia abbiamo il grande problema degli scontri Ideologici, é inutile farci la guerra fra di noi, perche chi ci rimetterá saranno i figli di SX é di DX, la rivalitá fra Guelfi é Ghibellini é passata da secoli, é se noi non facciamo gli interessi del Paese saremo ridotti alla fame dai Francesi é Tedeschi, chi vuole continuare la lotta contro il Paese come nei passati 20 anni dalla discesa in politica di Berlusconi, dovrá fare i conti con i loro Figli che non trovano un lavoro!.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 03/06/2013 - 14:22

Riprovo2. Domanda: forse non ammirare Alfano non sta bene? Comunque: ""Vista la sua “precisazione” mi domando, credo legittimamente: per quale motivo Alfa no può fare il vice premier ed il ministro dell’interno ed al tempo stesso essere segretario del partito? Berlusconi non fa testo, Lui era il fondatore. Per il resto non ho memoria di un simile precedente.””

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 03/06/2013 - 14:23

Riprovo2. Quando parla Alfano mi prende il tremore. Possibile che nel Pdl non ci siano persone di spessore più elevato?

peter46

Lun, 03/06/2013 - 16:25

x 02121940...domani li gioco i tuoi numeri.posso?Ci sono persone di spessore più elevato:Bondi e Galan,specialmente dopo la "sparata"sulle nozze gay...e la Biancofiore.Per chi tu "opteresti"....l'abbiamo intuito.