A un passo dal rigetto

Oh Renzi non tirà troppo la horda, che poi si spezza. Il giovine Matteo sta arrivando a quell'impalpabile punto G così definito perché gira la fortuna e scatta il rigetto

Oh Renzi non tirà troppo la horda, che poi si spezza. Il giovine Matteo sta arrivando a quell'impalpabile punto G così definito perché gira la fortuna e scatta il rigetto. In questo Paese fatato, ispirato da maghetti e da megere, un bel giorno si scopre per insondabili sortilegi che c'è in mezzo a noi la Magnifica Promessa.

Renzi qua Renzi là, piace a destra piace a manca, è lui l'uomo di domani, è giovane di professione, è piacione, è rotondo, parla bene e ha azzeccato nel giochino a quiz la parolina magica per aprire la cassaforte: rottamazione. La password giusta. Così fa carriera virtuale, scala la hit parade della politica applicata alla tv, totalizza punti come a candy crash. Lui però vuol monetizzare questo successo gassoso ma non sa come acchiappare la vispa teresa della fortuna: se aspetta rischia di perdere il treno, se si avventa rischia di bruciarsi per impazienza. E allora sta lì, bordeggia, sparacchia, si candida a Futuro, generico e totale. Piacere, Matteo dell'Avvenir.

Pugnala Enrico Letta, passa da carino a Caino. Si fa per l'occorrenza antiberlusconiano. E così perde da ambo i lati le simpatie, rischia di far testacoda e cappottare.
A me ricorda quel furbetto che per attraversare indenne il fronte issò una bandiera doubleface, guelfa per gli uni e ghibellina per gli altri. Passava tra due ali di militi commossi, ma poi cambiò il vento, s'invertirono le facciate e lo spararono tutti. Perché la fama è un venticello e cambia misteriosamente, come misteriosamente venne. Come i pupi, Renzi rischia il rigurgito.

Commenti
Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 19/07/2013 - 15:52

Il fregolismo, dopotutto, è una specialità naturale che attecchisce, per vecchie tradizioni, alla scuola italiana. A me pare un concentrato di “allargarsi” talmente volitante che mi sembra fine a se stesso. La politica del comando lo attizza, è giovane, si mette sempre in mezzo, sente che gli appartiene la parte della star...ma non sulle balle, per favore. Come dicono gli inglesi: When about, about for all!

guidode.zolt

Ven, 19/07/2013 - 16:11

Certo che, con un par de sparate, si è segato le gambe da solo in un batter d'occhio! Un po' di scuola ancora, non dico Andreottiana, ma perlomeno baffiniana, sarebbe stata utile!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 19/07/2013 - 16:15

Caro il mio Veneziani non ci perda troppo tempo. Trattasi di faccende fiorentine: Medici, Savonarola, bianchi, neri, roghi, bandi, DellaValle, Pieraccioni, Guicciardini,Fanfani, Fiorentina/B/A, Benigni, machiavelli. Eppoi ha sempre ragione il più forte mai il più furbo. Il ragazzotto è pronto per l'isola dei famosi, è toscano, lingua sciolta, parlantina sicura. Se però state attenti a quel che dice è una tragedia di banalità, non è mai sortito dal bar sport. E' certo che a confronto di ceffi da Komintern come Bersani ha vita facile ma un napoletano, più furbo dei fiorentini, gli ha opposto un pisano e con quelli è dura. E Renzi lo sa, anzi gliel'hanno detto e se n'è accorto.

TONI-GARATTI

Ven, 19/07/2013 - 17:27

Secondo me l'ha già passato!! Avrà grandi delusioni dai suoi estimtori delusi!!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 19/07/2013 - 18:16

Una goduria di cucù, che merita l'olimpo. Con contorno di interventi prelibati.

janry 45

Ven, 19/07/2013 - 21:03

Cacasenno,visto che skakazzare gli portava fortuna,ha creduto veramente di essere qualcuno.

lib-dem

Ven, 19/07/2013 - 22:29

Da ridere la campagna del Giornale che da un po' "bombarda" Renzi un giorno sì e l'altro pure. D'altra parte, capisco che tra un processo e l'altro, tra un rinvio dell'Imu e uno dell'Iva, nonostante Re Giorgio puntelli il governo da mane a sera, bisogna prepararsi all'eventualità elezioni e i sondaggi della Ghisleri continuano a dare un centrosinistra a guida Renzi imbattibile per il Cav o chi per lui. Ma solo i più fedeli lettori del Giornale possono credere che che non ci sia questo dietro ad attacchi più che quotidiani a colui (Renzi) che prima veniva lodato come il rottamatore del Pd.

Antonio43

Ven, 19/07/2013 - 22:39

Per andare i montagna si usa il passo lento, cercando di mettere i piedi sempre sul sicuro e non stancarsi presto. Il ragazzo corre, per sorpassare su di un sentiero stretto e trafficato si finisce per mettere un piede in fallo, non se lo immagina neanche che nessuno gli tenderà una mano per sostenerlo. Qualche sgambetto già glielo hanno fatto, stia attento!

maleo

Sab, 20/07/2013 - 08:33

Caro Marcello,come ha ragione!davanti all'intervista fiume di Mentana,con contorno di serpi sibilanti,ho pensato la stessa cosa.Ha passato il segno .Sta stancando e se ne sta rendendo conto.Scivola verso la consunzione tipica di è in corsa e non raggiunge l'obbiettivo.Ancora qualche guizzo e poi....

Mefisto

Sab, 20/07/2013 - 09:39

"e lo spararono tutti".... ??? e gli spararono tutti...

martina2403

Sab, 20/07/2013 - 10:37

Faccino da ragazzotto perbene, frasi fatte e banali degne di facebook, non sa più da che parte deve stare perchè a sinistra lo accolgono come un cane in chiesa e a destra si è fatto terra bruciata. Oramai non convince più nessuno, si è già bruciato e lo sa, ecco perchè tenta gli ultimi colpi di coda facendo errori grossolani come "pugnalare" Letta. Caro Renzi, altro che rottamatore, non sei più buono nemmeno come usato garantito!!

tzilighelta

Sab, 20/07/2013 - 11:10

Lo avete adorato per le sue banalità, lo volevate con voi perché "è dei nostri, abbiamo gli stessi valori" B. lo avrebbe scambiato volentieri con l'inutile Alphano ma adesso che le sue banalità stanno diventando pericolose per il cdx (hai visto mai che anche a sx cominciano a credere alle minchiate) ecco che si mette in moto la macchina del fango, fate una cosa, rovinatevi la giornata pensando a cosa sarà il cdx senza B. vi piacerebbe un Renzi eh!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/07/2013 - 11:31

martina2403, no, non è, questo cucù, il viatico terminale di Matteo. Quanto invece è un meraviglioso sberleffo, simpaticissimo, per nulla identitario del 'tramonto'. E' semplicemente un click del grande fotografo che 'sorprende' la preda in una posizione sconveniente. Che poi è il motivo che mi ha indotto prima ad esultare. In realtà, Renzi, non è da 'rottamare' come moltissimi in queste ore si affannano a concludere. Il 'ragazzo' possiede il Genio. Che, in questo caso, è un mix di energie eccezionali che sono sostenute da un equilibrio mentale raro. Ciò che dice, sembra essere banale, ma incastonato in una rosa di mirabolanti sfumature logiche che non sono di altri. E' possibile che le acque in cui ora nuota siano infestate da idiosincrasie ad ampio spettro. Ma io punto su lui vincente. Per inconsistenza di deterrente di parte avversa, all'interno del suo schieramento. Il PDL lo sta 'saggiando' come si fa nel dressaggio. Non è demonizzazione.

VYGA54

Sab, 20/07/2013 - 13:28

Ma siamo certi che Renzi voglia andare alle elezioni con il PD? Se si crede furbo ( ed il ragazzo lo crede, narciso com'è) non può fidarsi di un partito che quanto ad impallinare candidati non è secondo a nessuno.

Lino1234

Sab, 20/07/2013 - 14:54

per #lib-dem. E allora ? Un altro che ha scoperto l'acqua calda. Saluti. Lino