Marina può essere l'erede del nuovo inizio

Ogni giorno le chiedono di entrare in politica. Lei continua a dire di "no". Forse perché sa scegliere i tempi giusti

Lo sappiamo che non ne ha voglia però temiamo tocchi proprio a lei. Lo si è insinuato allo sfinimento: «Sarà Marina a prendere il posto di Berlusconi alla guida del partito» e lei lo ha negato un attimo prima di sfinirsi: una risposta ogni dieci provocazioni, com'è nel suo stile. Nelle vicende di suo padre, pubblicamente, è sempre entrata il meno possibile e nel migliore dei modi. Con una tempistica puntuale dettata forse dall'istinto ancor prima che dall'esaurimento della pazienza. Senza mai quelle accelerazioni del respiro che non fanno ragionare. La sua parola è sempre arrivata con la compostezza definitiva della battuta finale. Lo ha fatto per la sentenza sul Lodo Mondadori, lo ha fatto a proposito del processo Ruby, lo ha fatto in altre circostanze pubbliche e intimissime. Perché dicono che tra voi, tra lei e suo padre, Marina, passi qualcosa di un po' magico: lo spazio esatto che ci vuole per il confine di chi sa starsi accanto. Lei sa quando arrivare (come giovedì pomeriggio, a Palazzo Grazioli) e sa ancor meglio quando allontanarsi. Sembra che i rapporti si misurino sulla qualità dei silenzi. Sapete guardarvi da zitti, lei e lui. Per questo ogni volta che ha deciso di intervenire lo ha fatto solo ed esattamente quando serviva. Tanto che è diventato difficile capire se apprezzarla di più per la sua discrezione o per la sua pertinenza. E sempre, avere le parole, significa far succedere le cose. Malgrado il vociare su tutte le donne che circondano o hanno circondato suo padre, la prima alla quale viene immancabilmente da pensare è lei, Marina. «La» donna di suo padre, perché sono le fate silenziose a dare spessore. Quando giovedì è scesa dalla macchina nel cortile di Palazzo Grazioli, poco prima della lettura della sentenza del processo Mediaset, poco prima della condanna, è sembrato che tutto fosse comunque già più in ordine, più sopportabile. Perché lei suo padre non l'ha mai considerato nulla di diverso da un dono. Riuscendo persino a toglierlo dall'imbarazzo quando era lui a rischiare di mettercela.
Non si è mai abbandonata a quella tentazione lagnosa che spesso colpisce i figli come lei e che allora si disperano: «I padri hanno mangiato uva acerba e i denti dei figli si sono allegati». Non c'è mai stato né autocompiacimento né ribellione (che poi forse sono proprio la stessa cosa) nell'essere la figlia di un capobranco. Nemmeno oggi che il peso le arriva addosso davvero: perché è lei la sua arma di riscatto. Perché lui lo sa quanto vicino bisogna guardarsi per andare lontano.
E lei pure, Marina. Leggenda narra che quando, giovanissima, iniziò a lavorare nelle aziende di famiglia, uno dei suoi primi maestri (l'ex ad di Fininvest e Mondadori, Franco Tatò) davanti ai faldoni di carte con bilanci e tabulati che ogni giorno le sottoponevano, le disse: «Prima di tutto, vai a vedere l'ultimo rigo». Perciò lo sa anche lei, da allora Marina: in fondo, non ci sta affatto la fine.

Commenti

ZIPPITA

Sab, 03/08/2013 - 10:30

MAGARIIIIIII

Ritratto di i£portabors€

i£portabors€

Sab, 03/08/2013 - 10:31

vista l'abilità del padre a guidare la nazione chiunque potrebbe fare meglio...ma un centrodestra è altro a meno di non intenderlo come accozzaglia di ex

janry 45

Sab, 03/08/2013 - 10:31

Se ci fosse un dopo Berlusconi nell'immediato,il problema non è di un nuovo leder,ma di una nuova politica.il moderatismo, visto quello che è successo non dovrebbe essere nemmeno un ricordo.

peroperi

Sab, 03/08/2013 - 10:32

cominciamo con altri 20 anni di conflitto di interessi?

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 10:37

Guardate che la Marina e già "indagata", perciò dopo non vi lamentate!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 03/08/2013 - 10:38

Ti pareva. Partito di famiglia e tutti i pecoroni dietro.Lei non vuole perchè bisogna pregarla, così potrà dire di essere stata costretta dagli italiani a candidarsi e magari, visto le preghiere ci scappa anche qualche miracolo.

ernestocolnago

Sab, 03/08/2013 - 10:39

dalla padella alla brace..

ilbarzo

Sab, 03/08/2013 - 10:40

La magistratura con la sentenza di condanna di Berlusconi, anziche' favorire i comunisti loro alleati,li ha ridotti al lastrico,sempre che Marina Berlusconi,prenda il posto del padre alla guida di Forza Italia.Se cio' dovesse accadere i comunisti torneranno al governo nell'anno mai.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 03/08/2013 - 10:42

Che riscatti le donne è una bella trovata giornalistica che porta la firma di una donna naturalmente a libri paga dell'interessata. Peccato che lei ha sempre condiviso quello che faceva il padre. Allora di cosa stiamo parlando, troviamone una migliore.

Massimo

Sab, 03/08/2013 - 10:43

Marina, Perisilvio, Barbara, Eleonora, Luigi, il fratello Paolo ... benissimo chiunque purchè porti il cognome "Berlusconi" la cui sola presenza nel simbolo e nelle liste provocherebbe un travaso di bile nei comunisti.

J.J.R

Sab, 03/08/2013 - 10:45

Avrà qualche problemino da sistemare anche lei...vista la fedina del padre.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 10:46

Ma uno/a da presentare, senza "pendenze" non l'avete?!

Ritratto di utentegiornale12

utentegiornale12

Sab, 03/08/2013 - 10:47

Ma proprio non si riesce a trarre qualcosa di buone da questo pantano? Tipo coinvolgere die giovani, selezionare una nuova classe dirigente? I parenti vanno a tirar fuori? Con lo stesso esatto conflitto di interesse per cui verrano inquisiti 5 minutui dopo? Ma non c'e' neanche un candidabile decente in tutto il cdx che non sia parente di qualcuno o abbia una qualche idea del futuro diversa da "salviamo il caimano"?

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 03/08/2013 - 10:48

filippo agostani: lasci perdere i Santi e pensi al suo partitucolo.

Giangi2

Sab, 03/08/2013 - 10:48

se marina entra in politica riesce a finire la strada iniziata dal padre. La differenza col padre che per la sua passione per le donne e la battuta facile ed sue esternazioni contro i comunisti si è' procurato un'odio particolare. Marina che è molto intelligente non ripeterà gli stessi errori del padre. Di sicuro la magistratura di Milano avrà già centomila dossier pronti su di lei, pronti per essere tirati fuori non appena vince le elezioni e dice che vuole riformare la giustizia. Per il bene dell'Italia, marina entra in politica, per il bene tuo non farlo.

leonarmi

Sab, 03/08/2013 - 10:49

Noi saremo tutti pecoroni nel gregge di Berlusconi e tu Filippo che sei un coglione a quale partito appartiene?Non è necessaria la risposta tanto lo abbiamo capito.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 03/08/2013 - 10:50

ernestocolnago: già ma per voi.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 10:53

Hà....... dimenticavo anche il fratello della Marina è indagato!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 03/08/2013 - 10:53

Per lei, spero di no. Non so se già sia indagata; sarebbe la prossima, sicura vittima sacrificale della presunzione assoluta di colpevolezza instaurata dal nuovo corso giudiziario: anche lei “NON POTEVA NON SAPERE”; non vedo perché dovrebbero risparmiarle questo destino, magari creando appositamente il casus belli, mediante agenti provocatori. Decenza e dignità sono morte e sepolte, ormai.

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 10:54

No per favore!! La magistratura per i prossimi vent'anni sarebbe impegnata nella lotta contro Marina. Tutte le procure d'Italia, politicamente impegnate, lascerebbero cadere in prescrizione reati di mafia, omicidi, la pedofilia, il traffico di stupefacenti, l'estorsione, la rapina, lo stupro, l'associazione per delinquere ecc...ecc...

LAMBRO

Sab, 03/08/2013 - 10:54

A Milano bisogna prima sedarli!! altrimenti riprende la suonata.

swiller

Sab, 03/08/2013 - 10:55

Il mio voto subito.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 03/08/2013 - 10:57

xgerico: l'iscrizione nel registro degli indagati della Procura di Milano dei figli del premier, Marina e Piersilvio, è «incomprensibile», anche perché i fatti contestati nell'inchiesta vanno dal '90 al '94. «Piersilvio aveva 22 anni - ha commentato il legale che ha detto di non aver nessuna notizia dell'iscrizione -, Marina forse 25, studiavano all'Università, non avevano nemmeno cariche societarie». Quindi ?

Ritratto di sergio pianese

sergio pianese

Sab, 03/08/2013 - 10:57

Leggo già commenti dai toni minacciosi PAURA E INVIDIA ROSICATE SINISTRI ALMENO NOI ABBIAMO UNA GRANDE IMPRENDITRICE VOI SOLO FONZI RENZI.MI FATE PENA

villiam

Sab, 03/08/2013 - 10:59

ecco la fifa dei sinistrati salta fuori appena si nomina marina ,siamo certi che non ci siano già magistrati che stanno creando un pò di reati anche per lei???????????????

luicom

Sab, 03/08/2013 - 10:59

bene, la figlia dell'evasore...ho postato su vari blog di vuoi ridicoli lettori di questo ridicolo giornale questa semplice domanda a cui nessuno ha dato una risposta: come mai mediaset per comprare i film fa vari passaggi di compravendita tra diverse società offshore? quale altro scopo ci può essere se non eludere il fisco?

ernestocolnago

Sab, 03/08/2013 - 11:01

w la meritocrazia!

friro

Sab, 03/08/2013 - 11:02

Ci manca solo la nascita del nuovo partito monarchico!! A quando il Berluscon baby?

Nadia Vouch

Sab, 03/08/2013 - 11:03

Non mi pare giusto che la signora Marina, splendida donna e ottima manager, si sacrifichi per dare una continuazione a quella che è una scelta di Suo padre. Un uomo lascia le sue idee, non solo la sua presenza. Le idee, se sono valide e concrete, possono essere perpetuate anche da chi non appartiene alla discendenza del loro promotore. Altrimenti, con cattiveria penso che il pdl sia solo una formazione fumosa.

idleproc

Sab, 03/08/2013 - 11:03

Se il Berly fosse uno Statista, nel suo discorso pubblico, non avrebbe nemmeno citato la sentenza e avrebbe fatto quello che non ha mai fatto finora nei momenti decisivi, espresso una strategia complessiva per difendere gli interessi nazionali italiani. Non come mezzuccio per raccattare voti e poi rivenderseli come gli altri. I Cittadini non sono pubblico al quale vendere rotoli di carta igienica come pensano in modo bipartisan dimenticando che si sono svenduti le Istituzioni Repubblicane e il sistema produttivo ad un'associazione a delinquere finanziaria che chiamano europa. Fantascienza. Si è bruciato, a mio giudizio, anche la successione. Ma cosa pensa? che i suoi guai giudiziari siano l'interesse nazionale del popolo italiano? Si è autosputtanata anche la più che legittima possibile futura riforma sulla divisione delle carriere. Ma l'idea sola di una magistratura sottoposta alle esigenze dell'esecutivo e di una repubblica presidenziale che senza bilanciamento di poteri diventerebbe il posto dove piazzare manichini eterodiretti, peggio di ieri e di oggi, fa inorridire chiunque abbia un minimo di coscienza di indipendenza nazionale ed istituzionale repubblicana.

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 03/08/2013 - 11:04

Aspetto positivo: è l'unica persona con gli attributi sufficienti a proseguire l'opera del padre; ciò nonostante, avrebbe potuto essere esclusa se nel PdL ci fosse persona di uguali capacità e carissma. Aspetto negativo: sarebbe come instaurare una dinastia, concettualmente opposto alla democrazia. A parte poi che, fosse lei a prendere le redini la magistratura troverebbe subito tanti e tanti di quegli indizi, o supposti tali, da iniziare un calvario giudiziario a non finire. Fosse questo il caso, domando, non sarebbe da denunciare la magistratura per non aver fatto adeguati controlli PRIMA ?

leonarmi

Sab, 03/08/2013 - 11:06

Cretino non c'è bisogno di nessuna trovata giornalistica per definire Marina un riscatto delle donne,stiamo parlando di una donna fra le 50 più influenti e potenti del mondo.ti rode il fegato livoroso.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 03/08/2013 - 11:06

I tempi li deciderà Marina. Non è più in discussione il governo Letta, Silvio non lo ritene più utile al bene dell'Italia: Letta ed i comunisti che lo sostengono hanno finito il loro tempo. Decideranno Silvio e Marina quando convocare il plebiscito popolare ( che di plebiscito si tratterà: chi sarà tanto "coglione" da non votare per la più grande manager mai apparsa in Italia ed il più grande statista vivente ?). I sinistri tremano, sono allo sbando, se non verranno esclusi dal parlamento dal voto plebiscitario, lo dovrà fare il nostro nuovo parlamento perché ormai è chiaro: la Giustizia è il MALE ASSOLUTO, va totalmente azzerata e ricostruita ma questo non sarà mai possibile fino a che un solo comunista sederà in parlamento o sarà infiltrato nelle istituzione. L'Italia va LIBERATA, o, con brutto ma efficace neologismo va BERLUSCONIZZATA, o non ci salveremo mai.

maxmello

Sab, 03/08/2013 - 11:07

Le colpe dei padri non ricadono sui figli e se il padre è un pregiudicato con "naturale tendenza a delinquere" non è detto che lo sia anche la figlia, anzi, da tutta questa storia da persona intelligente quale sembra essere dovrebbe aver imparato che la legge non si aggira e non la si piega ai propri interessi e che quando si è al governo si è i servi del popolo e non i padroni come immaginava il padre, insomma che la legge si rispetta e non la si combatte, e questa consapevolezza sarebbe già un enorme passo avanti per il PDL. Mi infastidisce il principio della ereditarietà della carica che ci piomba 100 anni indietro ai tempi dei Savoia e della legge salica ma questo è comprensibile, appartiene alla normali dinamiche antidemocratiche e assolutistiche sulle quali è stato creato il PDL. Mai un congresso, mai una decisione collegiale, mai un opinione personale,nessun confronto tra opinioni diverse, il pensiero è unico, gli interessi rappresentati sono di uno, decine di persone condividono un solo anziano cervello. Comprendo anche che per l'elettorato del PDL questo non sia un problema, attaccato come è al nome berlusconi in maniera tanto morbosa quanto irrazionale: Diciamoci la veritò, se la Pascale avesse chiamato il suo dolcissimo cagnetto, silvio, si sarebbe potuto presentare pure lui alle elezioni e sarebbe stato votato in massa. Mi auguro che la mela questa volta sia caduta lontana dall'albero e che possa diventare una pianta più sana che non produca più frutti marci o bacati. La destra ha bisogno come l'aria di un leader onesto, serio, e soprattutto capace di comprendere che gli interessi del popolo vengo prima dei propri e che la Repubblica è una giovane donna da amare e rispettare che va trattata con rispetto e sopratutto con onestà.

Sapere Aude

Sab, 03/08/2013 - 11:08

Dopo anni trascorsi in Urss, il fisico Bruno Pontecorvo raccontava agli amici «pensavo che il comunismo fosse una scienza, invece è una religione». Così il fior fiore della sinistra reduce dagli anni della falce e martello (si riconoscono dall’età, sopra i sessanta, tutti membri stabili della nomenclatura pidiessina) ha del partito un sentimento fideistico. Intendono la democrazia non come alternanza politica tesa a dimostrare chi governa meglio, ma presa totale del potere. E allo stesso modo dell’organizzazione oligarchica in Urss (Politburò), quel potere lo si esercita se esiste una struttura identica e parallela nell’apparato amministrativo. Se analizziamo le politiche nelle regioni rosse dagli inizi della Repubblica il sistema è stato applicato alla perfezione. Mani Pulite, per scardinare il capitalismo, ha colpito nel centro del potere economico italiano (Milano), che ci aveva reso, nel bene e nel male, uno dei paese più industrializzato al mondo. Raggiunto l’obbiettivo, distrutta l’industria pesante, gli apparatchiki hanno preteso di fare loro i capitalisti elevando a membri del nuovo Politburò mezze calzette universitarie (Amato, Prodi, Monti). Chi votava il Pentapartito si è guardato intorno smarrito e votato il meno peggio (Berlusconi). Vent’anni di lotta contro chi aveva usato sfidarli hanno ridotto il paese in cenere. Adesso che l’hanno incatenato implorano la destra per il bene (?) del paese la tregua. Prima no, vero? Io, vi risponderei arrangiatevi. Tanto è matematicamente sicuro che non avete le qualità per far rinascere il paese. Marina? No, grazie. Avremmo altri vent’anni di lotte. Meglio andarsene!

Holmert

Sab, 03/08/2013 - 11:08

Quando Berlusconi decise di entrare in politica, Montanelli che ne sapeva e ne aveva viste tante, gli consigliò di non farlo, ti metteranno in un tritacarne, ebbe a dire. Ci ha azzeccato, meglio dell'oracolo di Delfi, dove a parlare era il dio Apollo, il vero tramite con il padreterno del tempo, Zeus. Ora, io non sono il grande Montanelli, ma ispirandomi al sommo giornalista, consiglierei a Marina Berlusconi, di rimanere al suo posto, a dirigere la sua azienda, perché se scende in politica, non è che farà la fine del padre, tra tanti processi civili e penali, ma questa volta sarà la fine delle sue aziende, che verranno sottoposte ad analisi fiscale o che altro, sino a smantellarle. D'Alema ebbe a dire: ridurremo Berlusconi a cappello in mano , sulle scalinate di una chiesa.(più o meno). Mi pare che in parte ci sia riuscito per conto terzi. Cara Marina, non ascoltare il canto delle sirene, anche se a cantare è tuo padre. Tappati le orecchie con la cera, come fece Ulisse ai suoi marinai. E ricorda sempre come disse Giolitti: "governare gli italiani non è difficile, è inutile." Statte bbbbona!

bruna.amorosi

Sab, 03/08/2013 - 11:11

amici non rispondete alle provocazioni del saputello XGERICO tanto mica ci vuole troppo per saperlo e non abbiamo bisogno dei suoi consigli SE partiranno avvisi di garanzia allora sarà GUERRA APERTA perchè oramai non ci vorrebbe neanche una analfabeta come me per capire la malafede della magistratura verso questa famiglia.

bruna.amorosi

Sab, 03/08/2013 - 11:11

amici non rispondete alle provocazioni del saputello XGERICO tanto mica ci vuole troppo per saperlo e non abbiamo bisogno dei suoi consigli SE partiranno avvisi di garanzia allora sarà GUERRA APERTA perchè oramai non ci vorrebbe neanche una analfabeta come me per capire la malafede della magistratura verso questa famiglia.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:11

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:11

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione.

Efesto

Sab, 03/08/2013 - 11:12

Sono l'ultima delle voci che può spingere verso l'evoluzione futura del centro-destra. Credo comunque che la Sig.ra Marina Berlusconi abbia doti più che qualificate per una responsabilità politica a livello di governo. Ho seguito sempre i suoi garbatissimi, intelligenti ed appropriati interventi sorprendendomi soprattutto per la visione strategica dei problemi che, proprio per il carattere biologico della donna indirizzato alla immediatezza tattica, è merce rara e preziosa per il sesso femminile. Faccio i miei migliori auguri alla Sig.ra Marina Berlusconi.

janry 45

Sab, 03/08/2013 - 11:12

Sinistri non vi scaldate tanto,tra poco avrete il partito antagonista che vi meritate e pregiudicati diventerete tutti voi.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 03/08/2013 - 11:13

Non ho elementi di conoscenza sulla rampante Marina, sperimentata negli affari, non in politica. Vedo comunque con sospetto una successione "familiare" alla guida di un partito politico che dovrebbe essere "della gente". Mi rendo conto che purtroppo dietro a Berlusconi non c'è molto da scegliere e soprattutto non posso credere in AlfaNO, personaggio da mandare in pensione anticipata dopo le fallimentari esperienze fatte negli ultimi 5 anni. Preferirei comunque una donna, magari la Gelmini, certamente non la Santanché, simpatica, ma da marginalizzare.

CiroBZ

Sab, 03/08/2013 - 11:13

Magari !!! Un po' di gente giovane non fa mai male. FORZA MARINA CHE IO TI VOTO !!!!!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:15

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione.

makeng

Sab, 03/08/2013 - 11:16

ma... i sinistronzi vogliono vincere facile. Tutti in galera gli avversari politici, loro rubano con MPS serravalle ecc ecc e pensate che digeriscano una delle più importanti e capaci donne del mondo? Ma nooo! vedrete che depasquale o la bocassini si faranno in quattro per trovare qualche balla verosimile per farla diventare la donna più sporca del mondo! MA sinistronzi: vi state cagando addosso? Avete paura di ricomnciare da capo col preoccuparvi più delle balle che non dei problemi degli italiani? MA dovreste essere abituati con le balle quindi state tranquilli. L'unica vostra attività è infangare innocenti e rubare. Certo che con marina sarebbe molto mooolto più difficile, quindi diciamo ...60 anni per eliminarla? poveri pecoroni ammansiti, pulitevi il culetto, tanto i berlusconi sono e saranno sempre il vostro lassativo!

CALISESI MAURO

Sab, 03/08/2013 - 11:17

ma guarda un po' come si sono scatenati gia' i sinistri.. paura eh? Bene, mai votato un Berlusca, sara' la prima volta.

makeng

Sab, 03/08/2013 - 11:19

ma sinistronzi ..! come mai non sono in galera gli assassini di MPS penati ecc ecc? Questa è giustizia? i sa che avete cantato visttoria troppo presto... come sempre!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:20

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 03/08/2013 - 11:20

Non si può scendere in campo con queste regole, qui c'è la cinquina arbitrale parziale.Prima ripristinare la democrazia con ogni mezzo, non è possibile che la magistratura da oltre 20 anni giochi a favore della sinistra impunemente.

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Sab, 03/08/2013 - 11:22

MAGARI!

Comollo

Sab, 03/08/2013 - 11:23

Meglio essere povero ma bello che ricco sfondato ma un cesso come sto sgorbio.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 11:26

una incredibile crisi isterica invade i pochi decerebrati ancora ancorati a Berlusconi (e ai suoi amichetti Letta, D'alema e Renzi). Lettere MAIUSCOLE, improperi, scatti d'ira.. un confuso stato mentale. Ora la salvezza: la figlia dell'amato leader, pur di non mollarlo. Quando si dice il cambiamento migliorativo. Quando morirà chi metteremo al governo? una medium?

Demostene2010

Sab, 03/08/2013 - 11:27

I vari partecipanti al forum che si lamentano della possibile candidatura di Marina alla guida del PdL e invocano un rinnovamento del partito partono da un presupposto sbagliato: ritengono, a torto, che il PdL sia un partito di centro-destra. In realtà non è così: come disse Montanelli "Berlusconi non ha idee ma solo interessi". Il PdL non è né di destra, né di sinistra né di centro: il PdL è berlusconiano. Non è un'organizzazione che sviluppa e realizza politche per l'Italia, è un'organizzazione che cura gli interessi della famiglia Berlusconi. È solo un'altra azienda del Cavaliere, come Mediaset, Fininvest etc. Fatte queste premesse, appare naturale che a succedere Silvio non possa essere che un altro membro della famiglia, in questo caso la figlia Marina.

Ritratto di zigosi

zigosi

Sab, 03/08/2013 - 11:29

marione1944 ma quanto te rodono i commenti altrui? sei un mito... commenti i commenti e critichi gli altri senza conoscerli. Bravo.. bravo.... E poi smettiamola con i Comunisti che sono ormai tutti morti da un pezzo, ormai lo sanno anche i sassi!!!!

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 11:29

@sergio pianese lei è ancora sull'isola a quanto pare a combattere i russi. Stia attento! la sinistra l'assedia e i comunisti stanno marciano contro di lei con i carri armati e le bombe molotov (anch'esse di sinistra ovviamente). Lei, ultimo baluardo della democrazia, avverta subito il suo generale e corra con ardimento a riprendere la valorosa missione che il suo duce le impone: salvare l'italia! Bravo!

Ritratto di giusdange

giusdange

Sab, 03/08/2013 - 11:30

forza Marina!

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 11:30

VIVA MARINA e MORTE AI SINISTRI!

Dado2013

Sab, 03/08/2013 - 11:32

Lo spero con tutto il cuore!!! Avrebbe sicuramente il mio voto

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 11:33

Commentatori di fogna! Siete sinistri infiltrati qui e scrivete i vostri commenti di merda! Andate sul Corriere, dal pederasta SEL con le vostre idee.

tzilighelta

Sab, 03/08/2013 - 11:33

Eccoli li, pecoroni allo sbaraglio, è partita la controffensiva delle Ardenne, il bombardamento mediatico ha avuto inizio e tra qualche giorno i pecoroni avanzeranno proposte tipo: B. santo subito o beato ad honorem, da delinquente a vittima e infine santo subito! L'elettorato dei berluscones è composto almeno da tre categorie dominanti, la prima quella che ha un interesse diretto, cioè condonò tombale fiscale ed edilizio, qua dentro ci metto anche tanti di sinistra, siamo in Italia una finestra da condonare o una cartella pazza da sanare può capitare a tutti, la seconda categoria è composta da vecchiette che si abbeverano dalla mattina alla sera con rete4 Italia1 e roba simile, la terza categoria è quella degli sciroccati, gente sotto incantesimo come adepti di una setta satanica, in questa ci troviamo di tutto, giovani, vecchi, donne uomini, ignoranti e letterati, quelli che pensano al complotto comunista, tutti assieme formano il grande popolo di Silvio, e da oggi di Marina! Auguri!

maxmello

Sab, 03/08/2013 - 11:35

Xsergio Pianes: Ripeto, non ho nulla contro Marina la cui unica colpa è essere figlia di silvio, ma per quello che so è una imprenditrice solo perché il padre le ha "regalato" la Mondadori, che mi sembra non navighi nemmeno in ottime acque. Cito il sito affari italiani "I conti del trimestre evidenziano una perdita netta di 15,2 milioni di euro rispetto all'utile di 2,6 milioni nell'analogo periodo del 2012 a fronte di ricavi in calo del 10,8% a 292,7 milioni." Potrebbe essere una donna capacissima in politica non lo so ma di certo non possiamo dire che si sia fatta da sola o che abbia dato prova di capacità manageriali stupefacenti...o no?

maxmello

Sab, 03/08/2013 - 11:36

Le colpe dei padri non ricadono sui figli e se il padre è un pregiudicato con "naturale tendenza a delinquere" non è detto che lo sia anche la figlia, anzi, da tutta questa storia da persona intelligente quale sembra essere dovrebbe aver imparato che la legge non si aggira e non la si piega ai propri interessi e che quando si è al governo si è i servi del popolo e non i padroni come immaginava il padre, insomma che la legge si rispetta e non la si combatte, e questa consapevolezza sarebbe già un enorme passo avanti per il PDL. Mi infastidisce il principio della ereditarietà della carica che ci piomba 100 anni indietro ai tempi dei Savoia e della legge salica ma questo è comprensibile, appartiene alla normali dinamiche antidemocratiche e assolutistiche sulle quali è stato creato il PDL. Mai un congresso, mai una decisione collegiale, mai un opinione personale,nessun confronto tra opinioni diverse, il pensiero è unico, gli interessi rappresentati sono di uno, decine di persone condividono un solo anziano cervello. Comprendo anche che per l'elettorato del PDL questo non sia un problema, attaccato come è al nome berlusconi in maniera tanto morbosa quanto irrazionale: Diciamoci la veritò, se la Pascale avesse chiamato il suo dolcissimo cagnetto, silvio, si sarebbe potuto presentare pure lui alle elezioni e sarebbe stato votato in massa. Mi auguro che la mela questa volta sia caduta lontana dall'albero e che possa diventare una pianta più sana che non produca più frutti marci o bacati. La destra ha bisogno come l'aria di un leader onesto, serio, e soprattutto capace di comprendere che gli interessi del popolo vengo prima dei propri e che la Repubblica è una giovane donna da amare e rispettare che va trattata con rispetto e sopratutto con onestà.

mzee3

Sab, 03/08/2013 - 11:37

Certamente sì. Succede sempre così anche nelle "famiglie" del nostro meridione.Le "padrine" della mafia:Dalla Sicilia alla Campania, mogli e madri prendono il posto di mariti e fratelli finiti in cella.Le "padrine" della mafia: sempre più donne ai vertici dei clan.Alcune sono molto giovani, come Ilenia Bellocco, detta 'Velenia' per la sua durezza“.Le "padrine" della mafia: sempre più donne ai vertici dei clan. A Palermo c'è Nunzia Graviano, 44 anni, la "Picciridda", sorella dei tre boss Giuseppe, Filippo e Benedetto Graviano“.Le "padrine" della mafia: sempre più donne ai vertici dei clan „Angela Ferraro ha 50 anni ed è una calabrese con una marcia in più “. L'elenco potrebbe essere anche più lungo, internet ci siuta in questo. E con le dovute differenze necessarie, ma il sistema è sempre quello.

abbassoB

Sab, 03/08/2013 - 11:38

è troppo intelligente per battersi,scusate non battersi,per dei boccaloni come voi,per poi rischiare rotture di scatole con la magistratura,per cosa poi....per difendere degli italiani che non sanno fare una "o" con il bicchiere

El Chapo Isidro

Sab, 03/08/2013 - 11:39

Il pdl vuole seguire la tradizione delle dittature comuniste e tramandare il potere dal padre alla figlia...figlia che segue la strada del padre in quanto già indagata!!! A me sorge spontanea una domanda, ma c'è qualche incensurato nel pdl???

Angelo48

Sab, 03/08/2013 - 11:39

@ XGERICO: caro amico, i tuoi commenti odierni contengono una logica e due inesattezze. Parto da queste ultime. Hai voluto far riferimento alle vicende giudiziarie di Marina e Piersilvio senza conoscer bene i fatti; se permetti, te li riassumo brevemente. I due rampolli di Berlusconi, sono indagati nello stesso procedimento del padre (frode fiscale per i diritti Mediaset)ma il loro percorso giudiziario è stato stralciato da quello dal suo. Dovresti inoltre sapere che i fatti a loro ascritti, sono riconducibili a quando loro erano ancora fuori (anagraficamente e di fatto) dalle aziende familiari. Marina infatti, assurse al ruolo di Presidente della holding solo nell'ottobre 2005 quando i fatti in contestazione erano già stati compiuti da un decennio circa. Questo dovrebbe - tra l'altro - darti una misura di come la giustizia procede nei confronti di chiunque si chiami Berlusconi. Vuoi una riprova? In questo filone di inchiesta, è rimasto assolto il Presidente dell'epoca Confalonieri. Chi di fatto dunque gestiva la holding viene assolto, e chi non era neanche presente (Marina e Piersilvio)vengono processati! Valuta tu. Sono invece d'accordo con te sulla ventilata candidatura di Marina alla guida di Forza Italia. Per carità: con i presupposti che ti ho illustrato, rischieremmo di passare altri 20 anni ad occuparci delle nuove vicende giudiziarie di una Berlusconi, piuttosto che occuparci dei problemi del paese. Un fraterno saluto!

Ritratto di alexaria10

alexaria10

Sab, 03/08/2013 - 11:40

PerSilvio46, solo una parola: Genio!!! Sei anche meglio di bruna amorosi!

marcello.favale

Sab, 03/08/2013 - 11:41

Nulla da dire su Marina, anzi è l'unica persona "seria" di TUTTA la famiglia, ma sarebbe ammettere ed accettare il verdetto che, al contrario, è di natura civile: qualcuno mi spighi - molto cortesemnete - perché Pevarotti evade 35 miliardi e patteggia; Rossi lo stesso e tanti altri vip. Per Berlusconi è un reato penale.Non solo ma è interdetto dai pubblici uffici: Siamo nella repubblica delle o cosa? Andamo a votare e vediamo cosa ned pensano gli italiani.

gianfran41

Sab, 03/08/2013 - 11:44

Marina, la scelta migliore!

honhil

Sab, 03/08/2013 - 11:45

Finalmente i figli dell’ex Pci ce l’hanno fatta. Il più forte partito comunista di sempre in occidente è riuscito a realizzare il suo sogno: dittatura è fatta. E chi se ne frega se, per riuscirci, sull’altare della Giustizia è stata sgozzata la stessa dea bendata. Chi se ne frega se gli eredi di Di Pietro, seguendo le sue orme, hanno fatto carta straccia delle regole e dei valori dei loro uffici. Ma ancora c’è tanto da fare. Molto, molto di più, di quanto è stato già fatto. Da adesso in poi dovranno annichilire quel trenta per cento e passa di italiani che non ne vogliono proprio sapere di essere governati dal connubio toghe rosse e Pci. E non sarà cosa facile. Anche perché da adesso in poi tutte le fole del loro repertorio sono prive di appeal. Ammazzato (politicamente) il caimano, la fonte di ogni male, sul palcoscenico della politica, domestica e internazionale, di cosa parleranno? Tuttavia, sta a quel trenta e passa per cento degli italiani dimostrare di che pasta sono fatti. Di certo non è quell’esercito di lobotomizzati e semianalfabeti che Repubblica ha stigmatizzato. Senza contare che non è detto che tutti quelli che oggi applaudono e festeggiano continueranno a farlo domani. Anzi, appena si risveglieranno dalla sbornia collettiva, cominceranno a capire che non hanno poi proprio tutta quella voglia di vivere nelle ristrettezze di una democrazia popolare. Scendere i gradini della nera povertà non è cosa facile per nessuno. Neanche per gli eredi dei figli dell’ex Pci. Ma forse le toghe e il gotha del Pd, presi com’erano dalla loro guerra personale, a questo piccolo particolare non hanno pensato, nel chiuso del recinto dei loro mille privilegi. No, non è del tutto azzardato, pensare che la loro impresa si possa rivelare una vittoria di Pirro. Proprio.

Angelo48

Sab, 03/08/2013 - 11:47

@ XGERICO: caro amico, i tuoi commenti odierni contengono una logica e due inesattezze. Parto da queste ultime. Hai voluto far riferimento alle vicende giudiziarie di Marina e Piersilvio senza conoscer bene i fatti; se permetti, te li riassumo brevemente. I due rampolli di Berlusconi, sono indagati nello stesso procedimento del padre (frode fiscale per i diritti Mediaset)ma il loro percorso giudiziario è stato stralciato dal suo. Dovresti inoltre sapere che i fatti a loro ascritti, sono riconducibili a quando loro erano ancora fuori (anagraficamente e di fatto) dalle aziende familiari. Marina infatti, assurse al ruolo di Presidente della holding solo nell'ottobre 2005 quando i fatti in contestazione erano già stati compiuti da un decennio circa. Questo dovrebbe - tra l'altro - darti una misura di come la giustizia procede nei confronti di chiunque si chiami Berlusconi. Vuoi una riprova? In questo filone di inchiesta, è rimasto assolto il Presidente dell'epoca Confalonieri. Chi di fatto dunque gestiva la holding viene assolto, e chi non era neanche presente (Marina e Piersilvio)vengono processati! Valuta tu. Sono invece d'accordo con te sulla ventilata candidatura di Marina alla guida di Forza Italia. Per carità: con i presupposti che ti ho illustrato, rischieremmo di passare altri 20 anni ad occuparci delle nuove vicende giudiziarie di una Berlusconi, piuttosto che occuparci dei problemi del paese. Un fraterno saluto!

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 03/08/2013 - 11:49

nel momento in cui entrerà in campo i pm italici cominceranno ad occuparsi di lei !non è un augurio ma una triste constatazione!! riforma giustizia e separazione delle carriere!!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 03/08/2013 - 11:50

Entrasse Marina Berlusconi in politica, la ilda sarebbe felicissima, avrebbe altro tempo da sprecare insieme ai soldi pubblici.

el cachivache

Sab, 03/08/2013 - 11:51

Il sistema Italia ormai è fallito: 50 anni di dominio sindacal-comunista l'hanno messo in ginocchio. Prodi e la Merkel l'hanno definitivamente annientato. Solo un Berlusconi con pieni poteri avrebbe potuto salvarlo (penso alla ripresa del nucleare, che poi Fukushima ha purtroppo annullato, al ponte della annessione della Sicilia al continente e a tutte quelle iniziative di "deburocratizzazione" che avrebbero potuto partire e che invece sono rimaste al palo). Adesso non c'è più tempo, siamo falliti, senza più speranza nè futuro. Per questo, Marina, lascia perdere... dedicati a salvare la Tua azienda, che di avvoltoi in giro per il mondo ce ne sono tanti. Per noi liberali anticomunisti è meglio vendere tutto ed andarcene: questo paese non merita la nostra intelligenza ed il nostro sacrificio. Rien ne va plus!

giulio_32

Sab, 03/08/2013 - 11:56

Non capisco se "l'investitura" è dovuta al fatto che in questo modo rimanga scritto "Berlusconi" sul simbolo o se è perchè in tutto il pdl il Cav non si fida di nessuno. In entrambi i casi penso che il pdl non possa ancora essere considerato un vero partito, ma solo un gruppo di sostenitori del leader. Ho fatto bene a buttare la tessera un anno fa

Romolo48

Sab, 03/08/2013 - 11:56

xgerico .. pensa ai problemi di casa tua (politica) che non ti mancano di certo. A, dimenticavo, chi è invece il vostro candidato ??

Ritratto di randel

randel

Sab, 03/08/2013 - 11:57

@sergio pianese.........guardi che non parliamo di partite di calcio...si tranquillizzi. Governare una nazione al disastro è tutt' altra cosa. Gioisca e continui adare il suo voto al partito del pregiudicato che potrà così a continuare a perseguire i propri interessi. Se si parla di paura....questo è sicuramnete il caso del clan dei Berlusconi....l'impero vacilla.

Zizzigo

Sab, 03/08/2013 - 11:58

Mamma mia! Che scelta infelice... perché continuate a spingerla? ma se volete la distruzione del PDL o di FI fate pure! Perché non la Santanchè? Comunque ci sono altri partiti a destra... e il PD sarà felicissimo!

Ritratto di bruno100

bruno100

Sab, 03/08/2013 - 11:58

-marina non metterti in polita sarai stritolata -dai comunistelli dei giudici di MILANO--DOBBIAMO ARRENDERCI --ma li vedete Voi i giuduci sembrano di stare in Paradiso --remano sempre contro gli interessi del paese --imbacuccati nei loro innumeravoli poteri ed appoggiati dalla sinistra DELLA QUALE SONI I PROPRIETARI

Mimmo125677

Sab, 03/08/2013 - 12:01

ore di puro godimento. non sanno più a che santo votarsi, ipotizzano con bondi, chiaramente sbagliando, anche la guerra civile. mostrano sondaggi truccati, vogliono appellarsi ai diritti umani, il pdl non esiste più...

maxmello

Sab, 03/08/2013 - 12:02

Le colpe dei padri non ricadono sui figli e se il padre è un pregiudicato con "naturale tendenza a delinquere" non è detto che lo sia anche la figlia, anzi, da tutta questa storia da persona intelligente quale sembra essere dovrebbe aver imparato che la legge non si aggira e non la si piega ai propri interessi e che quando si è al governo si è i servi del popolo e non i padroni come immaginava il padre, insomma che la legge si rispetta e non la si combatte, e questa consapevolezza sarebbe già un enorme passo avanti per il PDL. Mi infastidisce il principio della ereditarietà della carica che ci piomba 100 anni indietro ai tempi dei Savoia e della legge salica ma questo è comprensibile, appartiene alla normali dinamiche antidemocratiche e assolutistiche sulle quali è stato creato il PDL. Mai un congresso, mai una decisione collegiale, mai un opinione personale,nessun confronto tra opinioni diverse, il pensiero è unico, gli interessi rappresentati sono di uno, decine di persone condividono un solo anziano cervello. Comprendo anche che per l'elettorato del PDL questo non sia un problema, attaccato come è al nome berlusconi in maniera tanto morbosa quanto irrazionale: Diciamoci la veritò, se la Pascale avesse chiamato il suo dolcissimo cagnetto, silvio, si sarebbe potuto presentare pure lui alle elezioni e sarebbe stato votato in massa. Mi auguro che la mela questa volta sia caduta lontana dall'albero e che possa diventare una pianta più sana che non produca più frutti marci o bacati. La destra ha bisogno come l'aria di un leader onesto, serio, e soprattutto capace di comprendere che gli interessi del popolo vengo prima dei propri e che la Repubblica è una giovane donna da amare e rispettare che va trattata con rispetto e sopratutto con onestà.

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 03/08/2013 - 12:03

Spero solo che sia un po più "cattiva" del padre.

Ritratto di dante57

dante57

Sab, 03/08/2013 - 12:07

Ai sinistrati non piace hanno già riempito la pagina di insulti ,la loro intelligenza non li fa andare oltre , quindi significa che la temono ....bene così .Spero in una sua candidatura

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Sab, 03/08/2013 - 12:10

Quindi chiunque porti il nome Berlusconi (si tratti di una figlia o anche di un lontano parente) viene automaticamente incensato. Sembra quasi che Marina sia priva di difetti. E così il partito diventa una monarchia. Niente male, per chi si professa liberale.

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 12:10

Marina Berlusconi non c'è dubbio che potrebbe più che degnamente prendere l'eredità politica del padre. Ma non credo che lo farà, non ora. Sappiamo tutti, ormai, almeno tutte le persone intelligenti( con ciò ecludo i sinistroidi doc e grilletti vari, per non parlare della lobby di cui è a capo vendola), che "questa magistratura" non indaga sui reati, se li inventa anche quando reati non ce ne sono!!! Credo che la signora Marina entrerà in politica a continuare l'opera del padre, ma solo DOPO che si sarà fatta una seria e definitiva riforma della magistratura. In fondo ci sarebbe da aspettare solo pochi anni e, se si è fortunati, solo pochi mesi! Questa sentenza di una Cassazione che è riuscita anche ad andare contro sè stessa e le sue precedenti sentenze è la goccia che sta facendo traboccare il vaso: questa sentenza ha sancito la piena ed assoluta politicizzazione della magistratura e gli italiani non credo saranno disposti ad accettarlo. Credo che con i prossimi referendum dei radicali adeguatamente appoggiati dalle forze politiche dei moderati e dal voto della stragrande maggioranza degli italiani "questa magistratura" è destinata ad una fine ingloriosa, così come merita!

andersmi

Sab, 03/08/2013 - 12:11

Ma adesso volete anche la trasmissione ereditaria del potere? Ma non vi rendete conto di come siete ridotti? Vabbe', ma tanto ormai quanti siete, sarete rimasti in quattro gatti. Addio.

Angelo48

Sab, 03/08/2013 - 12:15

@ XGERICO: caro amico, i tuoi commenti odierni contengono una logica e due inesattezze. Parto da queste ultime. Hai voluto far riferimento alle vicende giudiziarie di Marina e Piersilvio senza conoscer bene i fatti; se permetti, te li riassumo brevemente. I due rampolli di Berlusconi, sono indagati nello stesso procedimento del padre (frode fiscale per i diritti Mediaset)ma il loro percorso giudiziario è stato stralciato da quello dal suo. Dovresti inoltre sapere che i fatti a loro ascritti, sono riconducibili a quando loro erano ancora fuori (anagraficamente e di fatto) dalle aziende familiari. Marina infatti, assurse al ruolo di Presidente della holding solo nell'ottobre 2005 quando i fatti in contestazione erano già stati compiuti da un decennio circa. Questo dovrebbe - tra l'altro - darti una misura di come la giustizia procede nei confronti di chiunque si chiami Berlusconi. Vuoi una riprova? In questo filone di inchiesta, è rimasto assolto il Presidente dell'epoca Confalonieri. Chi di fatto dunque gestiva la holding viene assolto, e chi non era neanche presente (Marina e Piersilvio)vengono processati! Valuta tu. Sono invece d'accordo con te sulla ventilata candidatura di Marina alla guida di Forza Italia. Per carità: con i presupposti che ti ho illustrato, rischieremmo di passare altri 20 anni ad occuparci delle nuove vicende giudiziarie di una Berlusconi, piuttosto che occuparci dei problemi del paese. Un fraterno saluto!

maxmello

Sab, 03/08/2013 - 12:15

xsilvio46: tu porti davvero male, dimmi una volta sola che si sia avverato quello che hai detto. Se fossi del PDL ti vieterei di aprire bocca per scaramanzia.Ti rendi conto che mai nessuna delle profezie si è avverata?Nemmeno una dico io, manco per sbaglio. Più tu sei sicuro della vittoria più la sconfitta è cocente e inevitabile. Ricordi le tue previsioni sulle lezioni? Quelle sulle amministrative? I vari processi e come sarebbe andata a finire? Le tue certezze non vacillano mai nemmeno quando sono regolarmente smentite dai fatti? Dopo quello che hai detto la sconfitta del PDL è cosa certa! Prova a parlare bene una volta del PD vedi mai....

ben39

Sab, 03/08/2013 - 12:21

Nonostante tutti gli svantaggi ereditati dal padre specie negli ultimi tempi, penso che potrebbe riuscire nell'impresa, soprattutto perché il paese è l'Italia... Oltretutto sarebbe l'unico rivale temibile per Grillo, rubando a lui tanti voti.

maxmello

Sab, 03/08/2013 - 12:21

XScorpion: HAAHAHA mi è piaciuta la battuta della medium! Posso proporle una seconda alternativa? Dopo weekend con il morto potrebbero fare "legislatura con il morto" Alfano e Capezzone si legano con il nastro adesivo il corpo esanime di silvio con gli occhialoni da uveite sul viso e lo fanno girare per il parlamento e per l'Italia creando scenette comiche memorabili, cosa ne pensa? Non pagherebbe per vedere un Film del genere?

Luca Zenari

Sab, 03/08/2013 - 12:29

Guarda che roba! Marina e' Silvio con i capelli lunghi! Ma dove volente andare?

Libertà75

Sab, 03/08/2013 - 12:31

E' simpatico leggere molti comunisti che vengono qui a criticare la possibile discesa di Marina in campo. Va detto che questo finora è solo gossip. In ogni caso alla critica sulla discendenza di sangue in un partito si può tranquillamente rispondere con il fatto che a sinistra chi non sputa sangue corrompendosi con le lobby retrostanti il PD non può fare carriera, vedasi Renzi. E comunque in genere non si può pescare dalla società civile per farne un leader. E tutto ciò è strano, le uniche volte in cui il centrosinistra ha raccolto vera simpatia presso l'elettorato è stato quando ha messo in vetta Prodi, che poi per ben 2 volte hanno sfiduciato i compagni. Sottoscrivo che non mi piace la discendenza di sangue in un partito, ma una donna di successo che non mi stressi con campagne pro-animali, pro-gay, pro-nomadi, la voterei subito, anzi gli manderei pure un contributo per la campagna elettorale

michele lascaro

Sab, 03/08/2013 - 12:31

Marina Berlusconi ha senz'altro i numeri per presentarsi ed essere eletta alla presidenza. È giovane e aggressiva e darebbe filo da torcere ai comunisti, anche se, com'è ipotizzabile, la magistratura solita si rivolgerebbe contro di lei (tanto per cambiare). Ma le speranze dei comunisti di andare al potere sarebbero, ancora una volta, sconfitte.

hotmilk73

Sab, 03/08/2013 - 12:40

ahahahahahah..fate troppo ridere...se scende in campo la brutta figlia..finirà sotto i riflettori e si scopriranno pure le sue ruberie...ahahahahh...dal vekkio pedoevasore alla skifezza della figlia,siete proprio messi male...siete alla frutta,ahahahahh

giuly dx

Sab, 03/08/2013 - 12:50

scorpion12 Sab, 03/08/2013 - 11:26 io spero che muoia prima lei di Berlusconi caro scorpion 12, magari non festeggerà nessuno ma il mondo avrà un cojone di meno.

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Sab, 03/08/2013 - 12:55

Chi non accetta , non merita.

Benjamin

Sab, 03/08/2013 - 13:02

Mi permetto un piccolo consiglio. Trasferisca subito le sedi legali delle società che la vedano amministratrice in qualunque Comune che non rientri nella giurisdizione del Tribunale di Milano ed eventualmente la propria residenza. Cerchi di non transitare più a Milano, perchè anche una piccola trasgressione al codice della strada, al regolamento della nettezza urbana, una sua lettera ritenuta offensiva pubblicata in un giornale con sede in Milano, ecc. le aprirebbe la strada per un processo in tribunale con ripercussioni mediatiche mondiali ed esclusione della possibilità di candidarsi.

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:09

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:09

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

Giacinto49

Sab, 03/08/2013 - 13:14

Marina Berlusconi, di cui la sinistra dimostra di aver già paura, avrebbe tutte le doti per guidare un nuovo partito di centrodestra. I migliori auguri per una decisione auspicata da molti ma sicuramente difficile da prendere.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 13:16

@marione1944- Quindi erano e sono maggiorenni tantopiù che la Marina neanche a frequentato l'università- Basta?!

Libertà75

Sab, 03/08/2013 - 13:26

@xgerico, non entri in contraddizione, si rende conto che una parte di lei come buona parte della maggioranza di sinistra spera in Marina? lei già la disprezza come disprezza il padre, come potrebbe vivere felice senza nessuno da odiare? eppure il mondo è bello quando si riesce a sorridere, buon travaso di bile a lei

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 13:30

@Angelo48- Angelo carissimo, sarò breve, tu leggi troppo "tra le righe" io ho semplicemente fatto presente la nota, per il resto poco mi interessa. Ciao e buone vacanze, se non sei di corvè con i marmocchi!

FRAGO

Sab, 03/08/2013 - 13:31

Arrivato a questo punto sono confuso, ragionando sull'Italia vedo che Berlusconi, da quando è entrato in politica, ha avuto un processo dietro l'altro, prima niente, è strano! Poi guardo la più bella costituzione del mondo, non sono un costituzionalista, e vedo che le leggi le fa il Parlamento, giudicato dal popolo italiano con le elezioni, il governo dovrebbe governare, ma cosa significa? Che stabilisce come e dove spendere i soldi di bilancio. Ogni suo atto dopo deve avere l'approvazione del Parlamento, è giusto per il suo tramite il popolo controlla. La magistratura autonomamente Giudica i primi due , li può anche carcerare, i singoli partecipanti che compongono i due poteri precedenti, vedi Berlusconi ed altri, sciogliere addirittura movimenti e partiti, è successo con movimenti di destra, a mia memoria nessuno di sinistra. Controlla anche le leggi con la scusa della costituzionalità. Ma chi giudica la magistratura? Nessuno, la magistratura giudica se stessa, e si sa cane non morde cane, con rispetto per i cani, Gli altri poteri sono giudicati prima dal popolo poi anche dalla magistratura, ma la magistratura non è mai giudicata dal popolo, quindi resta li in eterno, e anzi ha ottenuto l'immunità per qualunque nefandezza abbia commesso. Il popolo non ha potere sulla magistratura è la magistratura che ha potere sul popolo. Quindi di casa stiamo a parlare ? Se al primo posto non si pone questo punto il resto è noia, Marina o non Marina.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 13:37

@Romolo48- Scrive: pensa ai problemi di casa tua (politica) che non ti mancano di certo. A, dimenticavo, chi è invece il vostro candidato................Non e MIO canditato, poi credo se tutto va bene a novembre dovrebbero nominarlo. Per quanto riguarda la mia persona a febbraio ho votato M5S , solo e soltanto come voto di protesta poi alle prossime deciderò per il meglio. Va bene così o mi devi dire a che partito dovrei votare, per compiacere la tua persona?!

maxaureli

Sab, 03/08/2013 - 13:40

Marina in politica!!! E se qualcuno parla di "dinastia", gli Stati Uniti sono in primis in dinastie! LOL LOL

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Sab, 03/08/2013 - 13:42

....SPERIAMO ... FORZA MARINA BERLUSCONI E FORZA ITALIA !

mares57

Sab, 03/08/2013 - 13:43

Verrebbe massacrata come e più di suo padre. La nuova Forza Italia deve partire dalla gente comune, mantenendo il suo Presidente condannato, agli arresti o comunque sia, Silvio Berlusconi. Per quanto riguarda il partito deve cominciare a camminare con le proprie gambe, partendo dalla gente ed eleggendo i suoi rappresentanti. Un partito liberale federale democratico. Stiamo attenti a non farci assorbire dai gironi infernali dell'odio della sinistra italiana.Noi siamo altro, gente seria che bada al fare, più che a seminare odio e livore per mascherare la totale incapacità di creare un nuovo stato moderno e libero. E soprattutto uno stato che finisca di spennarci e vessarci in ogni modo possibile. BASTA BASTA BASTA. Quello che è stato fatto a Silvio Berlusconi è orribile, ma ancora più orribile è il trattamento che gli ultimi due anni di governo hanno riservato alla maggior parte di noi.Il tempo è scaduto.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 13:48

-@Libertà75 - Io no disprezzo nessuno o semplicemente fatto presente che e persona già indagata, per il resto si presenta bene, e meno tirata del padre e i capelli credo siano suoi e non ultimo usa meno cerone! Non ha neanche una laurea, poi si legga i bilanci della Mondadori! Se tanto mi da tanto siamo a posto!

Angel7827

Sab, 03/08/2013 - 13:51

che sia monarchia...dopo il re i principini, molti sudditi hanno già promesso il voto, il partito non conta niente, sono solo servi d' elite che ricevono gli ordini per primi.

tittinella

Sab, 03/08/2013 - 14:08

per favore sig.ra marina berlusconi: voto suo padre dal 1994. non ho tradito le sue idee nemmeno una volta. sono un po' stufa delle donne del pdl. ci pensi lei a riscattare l'immagine di tutte le donne che non si riconoscono nel pd, e a riscattare suo padre, così ingiustamente "epurato". ci pensi lei. rompa il silenzio e si butti nella mischia. è una persona, pare, ineccepibile: niente scandali, lavoratrice tostissima, madre, moglie... INATTACCABILE! la aspetto in cabina elettorale. altro che forza italia: forza marina!

nebokid

Sab, 03/08/2013 - 14:12

Speriamo, cosi almeno si vedrà una persona che ama veramente Berlusconi, senza nessun interesse se non quello di essere la figlia,amazzoni permettendo.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 14:12

@Romolo48- Scrive: pensa ai problemi di casa tua (politica) che non ti mancano di certo. A, dimenticavo, chi è invece il vostro candidato................Non e MIO canditato, poi credo se tutto va bene a novembre dovrebbero nominarlo. Per quanto riguarda la mia persona a febbraio ho votato M5S , solo e soltanto come voto di protesta poi alle prossime deciderò per il meglio. Va bene così o mi devi dire a che partito dovrei votare, per compiacere la tua persona?!

polonio210

Sab, 03/08/2013 - 14:18

Vogliamo scommettere che,qualora Marina Berlusconi dovesse accettare la candidatura a leader del centrodestra,la magistratura le invierebbe un avviso di garanzia entro un mese dall'accettazione?Sono pronto a giocarmi la casa che questo avverrebbe!!!In questo paese si disquisisce,da anni,di stato ed antistato,ma la vera ed unica anomalia (antistato) è una magistratura autoreferente priva di controllo e che si arroga il diritto di decidere e stravolgere le scelte,dei cittadini,nate da libere elezioni.Ribadisco:siamo una pseudodemocrazia sotto il controllo della magistratura;se ai togati non piace ciò che scaturisce dalle urne intervengono.Una volta il colpo di stato si attuava con le armi,oggi ci siamo evoluti:si usano gli avvisi di garanzia e le sentenze,ma sempre colpo di stato resta.Propongo che le eventuali dimissioni in blocco,dei rappresentanti del centrodestra non si fermino,solo ai Ministri o ai Sottosegretari di questo governo,ma rimettano il loro mandato anche tutti i rappresentanti di cdx presenti,con ogni ordine e grado,nelle regioni,nelle province,nei comuni ed in ogni altra istituzione di questo stato,poi andiamo ad elezioni anticipate e facciamogliela vedere!!!!!!!!!!!.Noi cittadini siamo pronti!!!!!!

Angelo48

Sab, 03/08/2013 - 14:34

xgerico: non è obbligatorio che tu mi risponda, ma permettimi di dirti che stai facendo una analisi su Marina che è assolutamente inopportuna. Vorresti quindi dar ad intendere che non avendo una laurea non potrebbe occuparsi di politica? Vuoi scherzare oppure parli sul serio? Spero sia solo il 1° caso. Sappi comunque che in parlamento si trovano ben 9 deputati e 7 senatori con la licenza media, ma che in generale i senza laurea sono un terzo alla Camera e oltre un quarto al Senato. Eppure si occupano di politica sena scandalo alcuno da parte tua. Ed un altro che si occupa di politica ed ha solo il diploma da ragioniere, è quella specie di "novello Masaniello" a cui hai dato fiducia alle ultime elezioni. Parla solo dell'inopportunità della scelta eventuale della Marina, e lascia perdere i "contorni" che ti portano fuori strada. E' un consiglio bonario s'intende e quindi puoi anche non accettarlo! Ti risaluto con affetto!

MEFEL68

Sab, 03/08/2013 - 14:50

Vedo che la berluscofobia dei sinistri si estende anche alla Berlusc Family. Ancora non ha fatto assolutamente nulla e già, per precauzione, si stanno mettendo le basi per tessere le accuse. Vedo inoltre, che alcuni già invocano il conflitto d'interessi. Questo senza considerare che tale norma è palesemente anticostituzionale. La nostra Carta, definita la più bella del mondo, non pone nessun paletto per assurgere a cariche politiche fino al Presidente della repubblica. Tutti possono essere eletti. Infatti, fra le file della sinistra, è stato eletto Mario Cecchi Gori che a suo tempo possedeva 3 reti TV (TeleMontecarlo, MTV, Teletv). Ma questo l'aveva proposto il partito e i suoi elettori ubbidienti lo hanno votato. Di "figli d'arte" la sinistra è piena e tutti conosciamo i loro nomi. Molti, seppur validi nel loro campo, si sono buttati in politica senza la minima esperienza amministrativa e politica. Marina B. almeno ha un indirizzo di studi che le facilita il ruolo. Non è un medico oculista.Certo per la sinistra sarà faticoso dover ricominciare dall'inizio.

Gius1

Sab, 03/08/2013 - 15:01

XGERICO, infiltrato in questo giornale. Tu non sei indagato ? no ? sai perche´? perche sei di sinistra

salvas

Sab, 03/08/2013 - 15:11

i Kompagni solo a sentir di nuovo Berlusconi presidente vanno nei matti...! Marina hai il mio voto.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 03/08/2013 - 15:12

Che continui a dire di "no", antipatica fotocopia di suo padre! Fuori dalla politica chi ha grossi (ma anche piccoli) interessi imprenditoriali.

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 03/08/2013 - 15:16

tra miti famigliari e massoneria d'ogni ordine e colore questo paese è in balia di parassiti che nemmeno il miglior disinfestante sapprebbe sanare

edoardo55

Sab, 03/08/2013 - 15:24

Non conosco Marina Berlusconi per poter dare un giudizio. Dico semplicemente che il centro destra deve avere un leader con le palle (anche donna) e tirarci fuori da questa palude europea che le mezze calze da una parte e i poteri forti della finanza dall'altra, difesi dal Corriere,Repubblica e giornali affini, ci hanno impantanato. Se Marina ha le palle del padre e ha capito le origini di questa nostra crisi(SME,Maastricht, moneta unica, rigidità di cambio etc...) e farà del ritorno alla sovranità monetaria dell'Italia il centro della nuova campagna elettorale, la possibilità di vincere è alta. Ci sono, come dice il prof. Bagnai, quasi 30 anni di disinformazione da colmare. Ma i tempi sono maturi. Non vedo altre soluzioni.

cicero08

Sab, 03/08/2013 - 15:27

Si potrebbe esserlo ma senza Biancofiore, bernini, gelmini, Santanchè, Brambilla, Gasparri, Cicchitto, brunetta, schifani, Formigoni, etc., etc..

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 15:30

Perché volete rovinare questa brava ragazza? Il cancro dell'Italia sono i sinistri, i bigotti, e i magistrati rossi. Il cancro del centro/destra sono le colombelle che si riempiono il portafoglio a spese dei poveretti.

Roberto Monaco

Sab, 03/08/2013 - 15:31

Se foste un po' meno tifosi e guardaste un po' di più al vostro interesse (leggi portafoglio) capireste che Berlusconi per voi non ha fatto nulla, così come Prodi, e capireste che questa sarebbe una occasione eccezionale per togliersi finalmente via dai piedi Berlusconi, Mediaset e tutto quello che ci va dietro, e realizzare finalmente un partito di destra europea, di cui l'Italia avrebbe un gran bisogno, invece che questa Putin soap in salsa brianzola. Ma molto meglio dar soddisfazione al tifo e allo stomaco, che al portafoglio e al cervello, eh?

INGVDI

Sab, 03/08/2013 - 15:35

Penso sia la persona giusta per riprendere la rivoluzione liberale non conclusa dal padre. Forza Marina Berlusconi!

luigi civelli

Sab, 03/08/2013 - 15:45

Ma perchè il PdL non propone un referendum popolare per il ritorno alla monarchia di diritto divino?

Giuseppe Borroni

Sab, 03/08/2013 - 15:53

a amorosi, e datte na calmata, lascia il fiasco e fatti na camomilla

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 16:11

-@Angelo48. Angelo, ancora una volta ti scappa la tastiera dalle mano nel rispondere per "conto terzi". Ti rammento ancora una volta la mia Ironia condita con sarcasmo e viceversa. Non mi e mai passato per la testa rispondere nei tuoi confronti, con il post a cui ti riferisci, per me sei persona che rispetto, in tutti i sensi! Però. un piccolo però te lo devo "appuntare" alla romana come lo sono io. Sei troppo precisino, cosi si vive male, specialmente da pensionati come lo sono io. Poi un giorno mi son detto lasciamo ai giovani, quel che dovevo dare l'ho dato, ammmenoche non mi chiedano consiglio. Poi ognuno e libero di dire e fare quel che vuole. Lascio così il post non mi và di correggerlo, qui fa troppo caldo (36 all'ombra) Ciao Luigi.

Il giusto

Sab, 03/08/2013 - 16:30

E' giusto!!!In tutte le cosche,se arrestano il boss,la reggenza passa ai figli!Bisogna difendere la"famiglia"!!!

Angelo48

Sab, 03/08/2013 - 16:31

Roberto Monaco: ok sig. Roberto, smetto di fare il tifo e mi armo di buona volontà per seguire il suo consiglio. A proposito di consigli: saprebbe indicarmi chi sarebbe l'uomo e/o il partito giusto che - attraverso la sua politica e la sua guida - possa permettermi di guardare solo il mio portafoglio? Grazie anticipate per la giusta indicazione che vorrà darmi!

edoo

Sab, 03/08/2013 - 16:34

Potete farci tutti i giri di parole che volete, ma questa si chiama semplice raccomandazione. Marina ha zero meriti politici. Trovo assurdo che questo accada nel centrodestra, teoricamente vicino a legalità e meritocrazia.

Ritratto di by Ciumbia

by Ciumbia

Sab, 03/08/2013 - 16:40

Marina il nuovo già vecchio.

Angelo48

Sab, 03/08/2013 - 16:45

xgerico: mio caro Luigi, hai perfettamente ragione. Sai, dato il rapporto amichevole instauratosi tra me e te, pensavo che i tempi di quando mi scrivevi ".. ma 5 minuti di affari tuoi non te li sai fare.." fossero finiti. Mi accorgo che non è così. Però lascia che ti spieghi perché mi inserisco e ti scrivo per ..conto terzi. Per me tu sei una persona intelligente e virtualmente cara e leggere giudizi trancianti nei tuoi confronti, mi addolora come se fossero rivolti a me. Sbaglio? Forse sì per te; per la mia indole credo invece di non sbagliare. Se commentando in quel modo decidi di scavarti una fossa "ideologica" sempre più profonda, vorrà dire che smetterò di "calarti" ogni volta una corda per cercar di ritirarti su nelle umane considerazioni degli altri lettori. Scusami per le intromissioni!

gi.lit

Sab, 03/08/2013 - 16:51

Che ne sa di politica la signora? E' in gioco il futuro del Paese e c'è chi pensa alla successione dinastica. Ma, per favore! Ci vuole una nuova classe dirigente per rilanciare il partito e il centrodestra. Berlusconi ha già fatto troppi danni.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 03/08/2013 - 16:56

La Staranno gia' indagando in modo preventivo. Non si Sa mai.

gedeone@libero.it

Sab, 03/08/2013 - 16:57

#zigosi, i comunisti sono tutti morti??? Grazie dell'informazione maa... una domanda: Lei allora è resuscitato???

Ritratto di by Ciumbia

by Ciumbia

Sab, 03/08/2013 - 17:00

Marina può essere l'erede. Molti dicono NO

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 03/08/2013 - 17:02

Andatelo a spiegare a Brunetta adesso che di dinastie non ne voleva parlare. Cmq oltre a Marina ci sono altri papabili?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 17:04

Prima di commentare la condanna di Berlusconi, ho dovuto mettere in ordine una ridda di pensieri pieni di sgomento, rabbia, incredulità, paura per il futuro, voglia di rivalsa... Avevo più volte scritto che non solo mi aspettavo, ma mi "sognavo" che Berlusconi venisse condannato. In realtà ero convinto che la solita vigliaccheria rossa avrebbe alla fine scelto la "non decisione" di semplicemente rimandare tutto indietro a Milano per rifare il processo di 2° grado e ottenere così il doppio vantaggioso risultato di non dare fuoco alle polveri e di riuscire a tenere inchiodato in tribunale Berlusconi per ancora qualche anno con ripresa del continuo infangamento, delegittimazione, mortificazione, ecc... Evidentemente non avevo sufficientemente considerato l'ossessione patologica di gran parte dei gerarchi rossi di disfarsi una volta per tutte e a qualsiasi costo dell'unico Italiano che è stato in grado di stoppargli il totale, incontrastato, micidiale, assoggettamento e la conquista definitiva di tutte le istituzioni, di ogni governo (nazionale e locale), di ogni potere dello Stato, con susseguente riduzione in schiavitù ideologica di ogni cittadino Italiano e occupazione-dissanguamento di ogni risorsa finanziaria-economica-patrimoniale-sociale nazionale. Vent'anni di accerchiamento giudiziario alla fine hanno ovviamente raggiunto il sognato risultato di eliminare (vedremo...) il "nemico" che non erano mai riusciti a cancellare nelle urne. Una spina nel fianco che li ha fatti uscire di senno, al punto da accettare di consegnare alla storia una condanna costruita sul "non poteva non sapere"! Sull'indecente pagina di in-giustizia ci sono mille altre cose da dire, e per fortuna moltissime voci si stanno alzando per stigmatizzare e spiegare tutto questo. A me interessa soprattutto il "dopo"; ciò che DOVREBBE e DEVE succedere da ora in avanti. La "politica dimessa", le "vibrate proteste", le "proteste simboliche" che hanno caratterizzato gli ultimi anni di contrasto al continuo e strisciante tentativo di golpe rosso, DEVONO essere completamente accantonate. "Si pace frui volumnus, bellum gerendum est" ("se vogliamo godere della pace, bisogna fare la guerra" - Cicerone; motto divenuto famoso anche come "si vis pacem, para bellum"). Siamo dal dopoguerra ostaggi sottomessi all'ideologia rossa in tutti i comparti della nostra società e la loro determinazione a eliminare il "nemico" deriva dalla triste ma evidente verità che una volta fatto fuori lui, ci vorranno decenni prima che un altro soggetto di pari potenza possa anche solo disturbarli. Nel frattempo avranno portato a compimento il completo prosciugamento di ogni bene e risorsa dell'Italia con inevitabile distruzione, saccheggiamento, annichilimento della Nazione e di tutti noi! Basta "confronto politico", basta "dialogo moderato", basta "opposizioni democratiche"... Da oggi, ogni parola, atto, progetto deve essere basato sul "tiro ad alzo zero"; gli Italiani devono essere messi davanti a scelte prive di qualsiasi compromesso e/o mediazione. Gli Italiani devono scegliere e assumersi TUTTI le conseguenze delle loro scelte. Deve essere ricondotto in ambiti democratici lo strapotere intoccabile della magistratura; devono essere rimossi tutti i legacci che impediscono all'economia di risollevarsi; deve essere adeguata ai tempi la Costituzione (cambiamento della forma di governo -che deve essere in grado di governare e dare risposte immediate alle necessità- e vincolo di mandato in primis); devono essere tagliati con l'accetta gli indecenti costi dello Stato; si devono ridiscutere tutte le regole europee franco/germano-centriche, e in caso di impossibilità a farlo si DEVE uscire dall'Euro (prima) e dall'Europa (poi ed eventualmente); l'immigrazione selvaggia DEVE essere completamente e con ogni mezzo fermata, così come l'islamizzazione strisciante della nostra società; la piovra rossa passata e presente deve essere finalmente denunciata, perseguita e condannata; il Popolo deve riprendersi il controllo della Nazione anche attraverso l'ammissione di referendum propositivi, deliberativi e legislativi. GIU' IL GOVERNO E VOTO SUBITO!!! E poi vedremo... vedremo anche il pronto inciucio Napolitano-Pd-M5S per fermare la minaccia (per loro) di sparire e dover finalmente entrare nei tribunali come imputati senza poter più contare su una magistratura complice.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 17:13

@Angelo48- Angelo, forse non ha capito, o mi spiego male io. Non devi dare peso a quel che scrivo! Se poi mi rivolgo alla persona il fatto cambia aspetto. Mi spiego!? Ciao.

Melozzo

Sab, 03/08/2013 - 17:14

Ma è mai possibile che il centrodestra italiano non sappia esprimere uno straccio di candidato/a presentabile? il problema non è Marina, ma la constatazione della povertà e della inconsistenza di questa destra, che senza un Berlusconi è meno di niente. Che delusione

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Sab, 03/08/2013 - 17:25

Nel PDL ormai si crede più alle oligarchie dinastiche che al bene dell’Italia. Bondi evoca addirittura la guerra civile… La realtà è che senza il potere mediatico della famiglia Berlusconi in PDL si svuota come un palloncino bucato. Quindi ben venga Marina, anche se il padre la voleva diseredare se fosse entrata in politica... . Il popolo pidiellino si è assuefatto a tal modo a queste falsità che quando un esponente del PDL afferma una cosa si può star certi che sono tutti pronti a credere che non l’ha detta o è stato male interpretato. Come per il più volte giurato impegno sulla GOVERNABILITA’. Dopotutto qualche poltrona in parlamento conta di più che l’intera nazione e dell’etica legale.

barabba89

Sab, 03/08/2013 - 17:31

una monarchia se non ho capito male . Marina sale al trono e gli interessi della famiglia rimangono tutelati. ho dimenticato qualcosa ?

giuly dx

Sab, 03/08/2013 - 17:32

Carlo_Rovelli Sab, 03/08/2013 - 15:12 Invece, secondo te, chi controlla un impero MAFIOSO-ECONOMICO-FINANZIARIO come le Coop. rosse, l'informazione, la magistratura, le assicurazioni, le banche (vedi MPS, UNIPOL"abbiamounabanca",e altre) che prendono appalti con le più importanti commesse dello stato, senza pericolo di essere indagati nonostante sia acclarato e lampante che intrallazzano e rubano da SEMPRE! vedi ad esempio Penati e orecchietta Vendolina, che però a Carlo_Rovelli questi brutti soggetti sono molto simpatici; LORO DI INTERESSI imprenditoriali NON NE HANNO? Siete talmente ipocriti, ignoranti e stupidi che é difficile pensare che non vi paghino per scrivere le vostre assurde cretinate.

MEFEL68

Sab, 03/08/2013 - 17:40

@@ Roberto Monaco - Anche se non sono d'accordo, visto che lei la pensa così, posso capire il suo desiderio di archiviare Berlusconi, ma, mi scusi, cosa c'entra Mediaset con la destra europea? Vuole buttare alle ortiche forse l'unica azienda tutta italiana che ancora funziona e che stipendia 56.000 dipendenti?

giuly dx

Sab, 03/08/2013 - 17:46

zigosi Sab, 03/08/2013 - 11:29 Magari fossero TUTTI morti da un pezzo, il mondo e l'Italia sarebbero senza dubbio più PULITI e più CIVILI. Purtroppo ce ne sono ancora tanti anche se ipocritamente si spacciano per democratici (e non sanno neppure cosa significa) sono ancora vivi e ammorbano l'aria con le loro nefandezze, il loro malcostume (rubando a mani basse) e la loro spocchia ipocrita. Se morissero davvero sarebbe una vittoria di tutta l'umanità non solo del centro destra.

nonmi2011

Sab, 03/08/2013 - 17:49

Chiunque mi conosca sa che sono un moderato. L'unica eccezione che mi consento è quella di considerare i bananas dei decerebrati assoluti (parlo dei bananas normali e non dei delinquenti e dei servi che rappresentano la spina dorsale del PDL) e complici inconsapevoli, nella loro ignoranza, di un delinquente. Però sono anche convinto che anche un bananas medio, con un po' di buona volontà, potrebbe finalmente capire chi sia silvio berlusconi e cosa sia la sentenza qui discussa, collegandosi qualche minuto al sito del Fatto Quotidiano. Troverete un intervento di Marco Travaglio, senza alcun dubbio il miglior giornalista italiano, che spiega pacatamente tutta la storia, partendo dalle 64 società create nei paradisi fiscali dal piccolo duce di Arcore. Ascoltate e capirete anche voi, forse e finalmente, in quale baratro di ignoranza vi abbia trascinato in questi ultimi 20 anni questo piccolo signore che da troppi anni fa i suo porci comodi grazie alla vostra ignoranza ed alla vostra stupidità. Fatelo, lo dico per voi.

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 17:52

In clima di colpo di stato, la rivoluzione deve essere totale, cioè deve comprendere tutti i politici del centro/destra delle regioni, e dei comuni. Forza contro forza!!! E' eversione? Certo, ma non tanto quanto quella dei magistrati rossi!!! E alle prossime elezioni si mettano alla porta tutte le colombe del PDL. Niente colombe in Forza Italia, ma solo FALCHI che rendano finalmente giustizia ai cittadini. L'ANARCHICO furbo, che non è più comico, perché ora fa solo piangere, si faccia da parte, perché la sua rivoluzione mira solo al caos, tanto atteso dai centri sociali e da quelli di Bildelberg.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 03/08/2013 - 17:53

xleonarmi. Rispondi alle mie considerazioni con insulti e questo già dimostra (se ce ne fosse stato bisogno) che appartieni a quella razza che cammina a quattro zampe. Per soddisfare la tua becera curiosità ti rispondo che ho votato sia destra che sinistra a seconda delle persone da eleggere e non mi sento legato a nessun carro e cerco di stare lontano da quelli dove vi sono persone condannate. Ma per te, visto le considerazioni sopra espresse, stare legato ad un carro è anche questione di sopravvivenza.(se non capisci fammi un cenno che te la spiego)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 18:25

Mi aspetto due immediate azioni del Presidente di (quasi) noi tutti. Una fortissima e sotterranea pressione sul M5S per garantirne l'appoggio a Letta in caso di crisi di governo e (in caso di accertata incapacità anche a questo da parte degli inutili e strillanti nel vuoto grillini) la presentazione delle dimissioni così da "congelare" la possibilità di tornare al voto per mesi... Ora la parola d'ordine è "Compagni! Prendere tempo in qualsiasi modo!!!". Vedrete cosa saranno capaci di tirare fuori dal cappello questi "sinderi democratici" pur di non prendersi rischi molto pericolosi... Come dite? E l'Italia? Cosa volete che importi dell'Italia a questi cacciatori di rendite e potere! L'importante è non farsi sfillare nessuno scranno da sotto le terga e gli Italiani.... zitti e che non si mettano in testa che l'Italia sia loro! Non è più loro da 70anni, non vorranno mica riaverla proprio adesso!!

odifrep

Sab, 03/08/2013 - 18:32

Holmert 11:08 - caro interlocutore, condivido sempre il Suo parere, ma questa volta vorrei far notare che Le è sfuggito un "pro" come in ogni ragionamento, in compagnia del "contro". Montanelli, indubbiamente una persona intelligente anche nella sua saggezza. Però oggi, se fosse stato ancora in vita e avendo vissuto il periodo di BERLUSCONI, in politica, secondo il suo modesto parere, avrebbe ringraziato il Cavaliere, per non essere finito anch'egli, assieme a tutti noi altri, nel tritacarne dei sinistronzi? Questo -a mio avviso- è il "pro". Cordialità.

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Sab, 03/08/2013 - 18:49

sarebbe necessario...un elemento noto...abituato al fronte...ke nn abbia patrimoni da perdere...uomo...non giovane...fegato per affrontare i poteracci....capacità dialettike e cultura adatta a ricordare giornalmente ai ns komunisti quanti morti ha prodotto l'ideologia ke seguono...penso a sallusti

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 18:52

@giulydx come volevasi dimostrare più che augurare la morte degli altri la sua malattia non le permette, forse quella che auguro ai suoi cari la farà ragionare di più.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 03/08/2013 - 18:52

Un augurio Cara Sig.ra Marina e lasci che i pesci cattivi se ne ritornino in mare; un pò di sale in più forse li farà diventare buoni. Forza ARINA E FORZA ITALIA.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 18:54

quanti sorci berluscoidi impazziti!!! Nessuno apre ancora la diga?

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 19:00

@giulydx qui l'unico coglione che manca è il suo o quello di suo marito. Se pensa di possederlo scenda in strada e parliamone a quattr'occhi, i suoi, gliel'assicuro, si anneriranno prima di subito.

GRILLO6391

Sab, 03/08/2013 - 19:16

Per essere chiari, non ho mai votato Berlusconi per un motivo molto semplice, ottimo imprenditore ma incapace politico, basta vedere come siamo messi oggi dopo che ha governato per 11 degli ultimi 20 anni. Detto questo come fa una persona con ideali di destra a non essere stufo di essere rappresentato da B.? L'ho sempre immaginato che alla fine uno degli figli sarebbe "sceso in campo", ma con che diritto? E' possibile che non ci sia all'interno del PDL un giovane da portare davanti gli italiani e chiudere una stagione tristissima della repubblica italiana? Non ricordo il nome, ma una sfida alle prossime elezioni tra Renzi ed il sindaco di Pavia, non sarebbe una bella novità e fonte di speranza? No, bisogna accartocciarsi attorno ad un uomo di 77 anni perchè senza il suo nome il partito era crollato al 10%.. che tristezza...

hotmilk73

Sab, 03/08/2013 - 19:23

giacinto49..la sinistra non ha paura di marina..semplicemente prova ribrezzo...tutto qui...è brutta,ma brutta che nun se po guardà...ahahahahahahahaha....pagliaccio che sei...ahahaha..tranquillo,con una buona tisana dormi lo stesso..ahahaha

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Sab, 03/08/2013 - 19:23

Sostanzialmente il pregiudicato muove le pedine delle sue aziende. La mummia da Mondadori al Partito dei Ladroni. Sempre aziende sono, sempre profitti danno. Nel secondo caso con milioni di sudditi (cretini) al seguito.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 03/08/2013 - 19:23

LA VOTEREI SUBITO

Azzurro Azzurro

Sab, 03/08/2013 - 19:30

Signora Marina, ci guidi Lei verso la liberta' e contro i Komunisti!

Rombo.Di.Tuono

Sab, 03/08/2013 - 19:36

Marina, ti voterei, MA LASCIA PERDERE. Guida Fininvest, per cortesia. Altrimenti ricominciamo con i processi...

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Sab, 03/08/2013 - 19:49

Il pregiudicato dice di voler tornare al ‘94. Si al 1894, al partito monarchico. Rispetto al fascistume offerto negli ultimi anni, un altro bel passo indietro. Tanto si sa, gli stolti abbondano.

xanthorion

Sab, 03/08/2013 - 19:51

oh, car Signur, si ricomincia????

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Sab, 03/08/2013 - 19:53

Il pregiudicato dice di voler tornare al ‘94. Si al 1894, al partito monarchico. Probabilmente il fascistume che ha messo in pratica negli ultimi anni non gli e’ bastato, quindi adesso ci prova con la monarchia. Tanto si sa, qualche milionata di stolti pronto a seguirlo li trova sempre. Per loro duce, sultano, o re cambia poco. Che poi sia un pregiudicato e’ un mero dettaglio.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 03/08/2013 - 20:13

Se è brava quanto bella Dio salvi il PDL o Forza Italia.

odifrep

Sab, 03/08/2013 - 20:45

xAngelo48 - caro amico, ogni tanto si ricordi anche dei proverbi, ad es: a lavar la testa all'asino, ci si rimette : acqua, sapone e tempo. La gente, ormai è abituata a sfornare "minkiate" (mi riferisco a Marina e Piersilvio, indagati) solo per scopi pubblicitari, cioè, credono che : su 10 italiani che leggono la "minkiata" sperano in almeno 3/4 che abbocchino. A furia di leggere, articoli di stampa sinistronza, credono di copiarne la stesura. Una buona Domenica. Vincenzo.

Amedeo Nazzari

Sab, 03/08/2013 - 21:10

Leggo con vero piacere gli interventi del GENIO AEDO che spero di incontrare a breve per un chiarimento di carattere manuale circa le sue bellissime idee e interventa, si interventi con la a finale perche AEDO e' un faoso omosessuale che fa il trolley. lo so cavo ci incontvevemo pvesto. si fama n'appuntamento. daje! e dajjeee!!

gianfranco1966

Sab, 03/08/2013 - 21:44

se non ora quando? tutti a firmare i referendum che riguardano i magistrati indetto dai radicali. dobbiamo muovere le chiappe noi del centrodestra non aspettare sempre i miracoli di silvio. si puo firmare nel proprio comune. forza tutti a firmare.

freespirit

Sab, 03/08/2013 - 21:48

Penso che sia prematuro parlarne adesso. E poi il PDL ha delle donne molto in gamba, vedi la Gelmini, Biancofiore, Lorenzin, etc.magari con un po' piu' di esperienza politica. Ho sentito parlare di dinastie e mi sembra ridicolo. Credo che ogni persona debba essere valutata per quanto vale e questo giudizio non puo' che passare per il consenso elettorale. Detto questo a me Marina piace. Ma non so se il PDL ha bisogno di questo adesso.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 03/08/2013 - 21:52

Marina Berlusconi a capo di Forza Italia? Quando battagliano, le donne sanno essere più decise e più spietate degli uomini. Pensate a Giovanna d’Arco, a Golda Meir, a Margaret Tatcher. Nell’antico Egitto il dio della guerra… era una dea, una certa Sekhmet, feroce e temuta. Sarà una forma di revanscismo nei confronti del maschio, ma una donna in posizione dominante è proprio una furia (Boccassini e collegio giudicante docent). Però, anche se in ossequio alle premesse una donna alla guida di un importante movimento (partito?) politico potrebbe compiacermi, ho qualche perplessità. La prima riguarda il modo: credo che le stellette da generale vadano conquistate sul campo. Marina Berlusconi potrà ereditare l’impero economico di suo padre, ed è una questione di famiglia, ma quello politico è un’altra cosa, che riguarda anche me. La seconda, è il dichiarato disinteresse per la carriera politica. Sarà una forma di rispetto per il padre vivente e la Marina potrebbe anche cambiare idea, ma sarebbe un ripiego. Terza perplessità: anche superando la prima e la seconda, chi dice che sia all’altezza? Proiettata dal mondo imprenditoriale in quello politico, potrebbe aver bisogno di molti anni di apprendistato. Il che significa che dovrebbe accompagnare il padre fin da subito e per qualche tempo, prima di poterlo sostituire degnamente. Infine: sarà una donna specchiata, inattaccabile, ma siamo sicuri che non saltino fuori i Travaglio ed i Saviano di turno ad esporla al vituperio dei benpensanti di sinistra, perché una volta non ha raccolto la cacca del cane? Sekhmet

Canaglia

Sab, 03/08/2013 - 22:12

Ah ah ah.. curriculum di notevole spessore, self made girl, è partita da zero, a questo punto preferisco Briatore

Ritratto di _alb_

_alb_

Sab, 03/08/2013 - 22:21

Bene. Scenda il campo al posto del padre e così vedremo se inizierà l'accanimento giudiziario contro di lei. Non farà altro che confermare la parzialità mafiosa di questa magistratura.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Sab, 03/08/2013 - 22:24

Cari ebetini pidiellini, dovete capire che il Partito dei Ladroni e', per il pregiudicato e i suoi famigli, un'azienda come tante. Mediaset guadagna dai telespettatori. Mondadori dai libri e dalle riviste vendute. Mediolanum dai conti correnti. Il Milan dalle vittorie. Il Partito dei Ladroni dai voti che prende. Con Mediaset, Mondadori, Medioanum e Milan, il pregiudicato fa profitti, spesso illecitamente, illegalmente e mafiosamente, essendo il re dei malavitosi. E allora il PdL gli e' sempre servito per tenersi alla larga dai guai giudiziari e farsi le leggi giuste per le sue aziende, che ormai si contano a decine. Cosa ci vuole a capirlo? La mummia verra' spostata da Mondadori al Partito solo se conviene a loro, come succede in tutte le grandi aziende quando si riorganizzano. Il tutto solo ed esclusivamente per il loro interesse, non per chi li vota. Avete capito stolti?

antonino colella

Sab, 03/08/2013 - 23:25

sono convinto che presto andremo a votare e dato che la lotta sarà tra matteo renzi e marina Berlusconi,sono più che convinto che il rottamatore verrà rottamato in quanto da circa vent'anni è in politica ha un curriculum molto lungo infatti era nel comitato di prodi è stato nella margherita ora nei d.s. presidente della provincia di firenze e sindaco di firenze.se renzi rappresenta il nuovo uno che dalla politica ha avuto già abbastanza.per cui marina Berlusconi rappresenta davvero il nuovo e dopo i successi nel lavoro una volta in campo può rottamare il renzi già un vecchio della politica

antonino colella

Sab, 03/08/2013 - 23:34

sono sicuro che la competizione elettorale sarà tra matteo renzi e marina Berlusconi e il rottamatore sarà rottamato in quanto è da circa vent'anni in politica infatti faceva anche parte nel comitato pro prodi iscritto alla margherita ai d.s. presidente della provincia sindaco ecc. ecc. per cui marina Berlusconi lo rottamerà facilmente in quanto oltre ad essere una delle donne più potenti e conosciute a livello mondiale rappresenta davvero una novitàcpontro la vecchia politica.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 03/08/2013 - 23:47

Ragazzi se non ne ha voglia non ha voglia, non è che bisogna fare sempre quel che dice il papà

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 03/08/2013 - 23:58

Se Marina Berlusconi decidesse di prendere le redini di Forza Italia raggiungeremmo finalmente una maggioranza in grado di fare tutto ciò che hanno impedito di fare a suo padre. CON LA GUIDA DI SUO PADRE SAREMMO POI IN GRADO DI SCONFIGGERE DEFINITIVAMENTE QUESTI TRINARICIUTI CHE AFFOSSANO IL NOSTRO PAESE.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 04/08/2013 - 00:02

Santanchè for president

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Dom, 04/08/2013 - 00:10

Gli stronzi di sinistra attaccherebbero anche lei perché per loro tutte le donne di destra sono fuorilegge ed attaccabili...peró io aggiungo,non ce ne frega un cazzo di quello che pensano!saluti

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Dom, 04/08/2013 - 00:13

A destra ci sono imprenditori e lavoratori di successo,a sinistra invece sono falliti e nullafacenti ahahaha

Prameri

Dom, 04/08/2013 - 00:41

Qualunque candidato di centro destra sarà attaccato dagli avversari politici giudiziari. Vogliono avere loro ogni potere per amministrare tutto, e bene, secondo la loro visione, dittatoriale. Ogni cavillo è utile al loro scopo. Non attaccheranno Marina per il cognome che porta. Attaccheranno chiunque, con qualunque cognome, per abbatterlo. Bisogna scegliere se fuggire o attaccare. Abbiamo già avuto un re tentenna. Non abbiamo bisogno di tentennamenti. Abbiamo bisogno di un/una leader che dopo approfondito pensiero e consiglio prenda, in solitudine cioè in prima persona, una sola decisione incrollabile. Che spero sia in continuità con la buona lotta iniziata. Tante grandi e granitiche donne inglesi, israeliane, indiane hanno governato brillantemente. E' un totale cambiamento di vita dalle conseguenze imprevedibili. Auguri al Popolo della libertà. Che il popolo della libertà abbia i propri leader e le proprie bandiere in assoluta indipendenza dai commenti dei nemici.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 04/08/2013 - 03:32

xgerico 03/08 10:46 scrive: "Ma uno/a da presentare, senza "pendenze" non l'avete?!" - - - No so. Per dissipare questo dubbio ed andare sul sicuro, andremo a cercare l'uno/a da lei menzionati presso la Fondazione MPS.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 04/08/2013 - 03:43

Comollo 03/08 11:23 scrive: "Meglio essere povero ma bello che ricco sfondato ma un cesso come sto sgorbio" - - - Mr CoMOLLO, non so se sia lei il "povero ma bello", ma senz'altro ce l'ha mollo (il cervello, e non solo).

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 04/08/2013 - 03:55

hotmilk73 03/08 12:40 scrive: "ahahahahahah … ahahahahh … ahahahahh" - - - hotmilk73, alis Mister "ahahahahah" : lei è sicuro di essere sano, mentalmente parlando? Non sarà che tutti i suoi immancabili, lagnosi e fastidiosi "ahahahahah" siano dovuti a ustioni causate da troppo hot-milk che agiscono negativamente sulla sua testa superiore e inferiore? In tal caso, provi a rimediare almeno parzialmente con acquietanti abluzioni fredde, mattina e sera; meglio se completate con introduzione di ghiaccio in spigolosi cubetti.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 04/08/2013 - 04:08

Carlo_Rovelli 03/08 scrive: "… Fuori dalla politica chi ha grossi (ma anche piccoli) interessi imprenditoriali" - - - Bene Bravo 7+. Mettiamo nella politica esclusivamente quelli che non hanno mai fatto un beato cactus nella loro vita se non emettere tanti blablablà in politichese e/o quelli capaci di "avere una banca" strada facendo.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 04/08/2013 - 08:01

Marina Berlusconi quand'anche avesse i requisiti necessari per farlo, per il suo bene, sarebbe meglio che continui a stare alla larga da questa politica. Dopo tale notizia, una qualche Boccassini o equipollente starà già cercando di accaparrarsi qualche intercettazione telefonica dove la Marina in questione, tre anni fa, aveva chiamato la questura per sapere quando avrebbe potuto ritirare il passaporto, commettendo un evidente reato di concussione per induzione (che strada facendo diventerà per costrizione) perché, manifestando il suo cognome, aveva condizionato psicologicamente il funzionario di turno al fine di accelerare la consegna del citato documento.

GilbertoVR

Dom, 04/08/2013 - 08:44

La carrira politica per discendenza familiare, in Europa , è indice di arretratezza e di assenza di senso dello Stato. L'ingresso di Marina in politica serve soprattutto ad evitare il tracollo delle aziende di famiglia che si sono rette finora su uno strano connubio tra potere e pubblicità. Inoltre ripresentare il cognome serve ad attirare il consenso dei più " semplici " e più "sprovveduti.

sale.nero

Dom, 04/08/2013 - 08:58

Che stia attenta. Sono capaci di inventargli qualsiasi malaffare. Secondo me gli stanno già preparando un fascicolo ad hoc: come figlia di cotanto criminale non poteva non sapere e quindi l'avere taciuto l'ha ressa connivente: colpevole.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Dom, 04/08/2013 - 09:53

Nel PDL ormai si crede più alle oligarchie dinastiche che al bene dell’Italia. Bondi evoca addirittura la guerra civile… La realtà è che senza il potere mediatico della famiglia Berlusconi in PDL si svuota come un palloncino bucato. Quindi ben venga Marina, anche se il padre la voleva diseredare se fosse entrata in politica... . Il popolo pidiellino si è assuefatto a tal modo a queste falsità che quando un esponente del PDL afferma una cosa si può star certi che sono tutti pronti a credere che non l’ha detta o è stato male interpretato. Come per il più volte giurato impegno sulla GOVERNABILITA’. Dopotutto qualche poltrona in parlamento conta di più che l’intera nazione e dell’etica legale.

Angelo48

Dom, 04/08/2013 - 11:03

odifrep: carissimo Vincenzo, leggo solo ora il tuo commento e ricambio l'auspicio domenicale che mi hai gentilmente rivolto. Hai perfettamente ragione: spesso dimentico quel proverbio, ma la mia magnanimità - a volte impropria - mi porta inevitabilmente a cercare il dialogo democratico basato non tanto su opinioni ma su dati di fatto. Però oggi voglio seguire il tuo consiglio. C'è infatti un "IMBECILLE" che è solito apostrofare negativamente chi non la pensa come lui, che cerca attraverso i suoi insulsi commenti, di farci capire come l'ex premier sia sceso in politica solo per tutelare gli "affaracci" suoi. E per dimostrarlo, sciorina un elenco di aziende utili a precostituirgli "illeciti" entrate. Tra queste cita anche il Partito dei Ladroni. Lo stolto dimentica volutamente però, di elencare tutta quella "gentaglia" di sinistra e comunque antiberlusconiana, che si abbevera quotidianamente da quelle stesse aziende che ritengono "malavitose". Le loro infime presenze nelle Tv Mediaset, nella Mondadori e nello stesso Giornale, stanno a dimostrarlo ampiamente. E forse, anche l'IMBECILLE di cui sopra fa parte di quella nutrita schiera. Accidenti, mi accorgo solo ora di non aver seguito alla lettera il tuo consiglio. Ti prometto di farlo per il futuro! Ciao Vincè! Angelo.

Angelo48

Dom, 04/08/2013 - 11:47

odifrep: carissimo Vincenzo, leggo solo ora il tuo commento e ricambio l'auspicio domenicale che mi hai gentilmente rivolto. Hai perfettamente ragione: spesso dimentico quel proverbio, ma la mia magnanimità - a volte impropria - mi porta inevitabilmente a cercare il dialogo democratico basato non tanto su opinioni ma su dati di fatto. Però oggi voglio seguire il tuo consiglio. C'è infatti un "IMBECILLE" che è solito apostrofare negativamente chi non la pensa come lui, che cerca attraverso i suoi insulsi commenti, di farci capire come l'ex premier sia sceso in politica solo per tutelare gli "affaracci" suoi. E per dimostrarlo, sciorina un elenco di aziende utili a precostituirgli "illeciti" entrate. Tra queste cita anche il Partito dei Ladroni. Lo stolto dimentica volutamente però, di elencare tutta quella "gentaglia" di sinistra e comunque antiberlusconiana, che si abbevera quotidianamente da quelle stesse aziende che ritengono "malavitose". Le loro infime presenze nelle Tv Mediaset, nella Mondadori e nello stesso Giornale, stanno a dimostrarlo ampiamente. E forse, anche l'IMBECILLE di cui sopra fa parte di quella nutrita schiera. Accidenti, mi accorgo solo ora di non aver seguito alla lettera il tuo consiglio. Ti prometto di farlo per il futuro! Ciao Vincè! Angelo.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 04/08/2013 - 13:05

Marina Berlusconi quand'anche avesse i requisiti necessari per farlo, per il suo bene, sarebbe meglio che continui a stare alla larga da questa politica. Dopo tale notizia, una qualche Boccassini o equipollente starà già cercando di accaparrarsi qualche intercettazione telefonica dove la Marina in questione, tre anni fa, aveva chiamato la questura per sapere quando avrebbe potuto ritirare il passaporto, commettendo un evidente reato di concussione per induzione (che strada facendo diventerà per costrizione) perché, manifestando il suo cognome, aveva condizionato psicologicamente il funzionario di turno al fine di accelerare la consegna del citato documento.

odifrep

Dom, 04/08/2013 - 15:59

Beato Te, caro Angelo48 che con le Tue(ali) puoi vedere la realtà della "mangiatoia bassa" che sosta nelle aziende del mostro di Arcore. Io, purtroppo, mi sono dovuto accontentare di quanto mi diceva, vent'anni fa, la moglie di mio nipote(figlio di mio fratello) dipendente di Mediaset, ancora oggi. """"Zio, se solo sapessi quanti Kompagnuzzi, tesserati al sindacato, spadroneggiano nell'azienda con un menefreghismo totalitario verso i diretti dirigenti. Assenteisti con doppio lavoro."""". Ed il "condannato" per evasione fiscale, si affaccia (con l'ORGOGLIO che gli appartiene) in TV dicendo : "non è mai stato licenziato un solo dipendente delle mie aziende". Ecco, mi verrebbe da rispondergli: "caro mostro di Arcore, per il Tuo comportamento dignitoso, hanno ben pensato i giudici a licenziare Te, dalla scena politica". In definitiva, la morale per queste persone con la loro personale "ideologia" è che :"piangono e fottono". Ciao Angelo. Vincenzo.

odifrep

Gio, 08/08/2013 - 12:24

Marina Berlusconi: "Non è un addio. Non sottovalutate Alfano" - 9 mesi 2 settimane fa Marina, Marina, Marina, ti voglio più presto.....c'era una canzone che faceva così, all'incirca 40/45 anni fa. Voi BERLUSCONI, non riuscite a capire una cosa: dopo circa un "ventennio", in particolare, qui al Nord, e parte del resto d'Italia, il cognome BERLUSCONI, ha segnato un'epoca che, si potrà concludere solamente nell'arco di mezzo secolo. Non sono un profeta e non pecco di presunzione. E' il popolo italiano (o meglio quello di Silvio) che l'ha dimostrato anche in questi periodi del governo Monti, senza nulla togliere al Professore, purtroppo, non fa di cognome BERLUSCONI. Pertanto, uno di voi figlio/a, si dovrà sacrificare a CANDIDARSI, senza se e senza ma. Saluti.