Crocetta imita Kyenge: "ius soli" alla siciliana

Ecco l'ultimo spot pubblicitario del governatore della Regione Siciliana

In crisi di astinenza da protagonismo, Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia, ha diffuso l'ultimo spot pubblicitario per far parlare di sé. Dopo il tentativo - non riuscito - di riciclare l'ex ministro Josefa Idem e quello - riuscito - di ripescare nel mazzo dei disoccupati l'ex pm ed ex leader di Rivoluzione civile Antonio Ingroia, il governatore ha deciso di camminare sulle orme del ministro Cécile Kyenge. «Presto - ha detto - gli extracomunitari nati in Sicilia potrebbero avere la cittadinanza, con valore non giuridico ma etico». Il condizionale è d'obbligo: lui stesso sa che le sue sono spesso boutade.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 31/08/2013 - 09:33

il signor crocetta forse dimentica una cosa: uno ius soli è un costo: chi gli dà i soldi per pagare questi nuovi "italiani"? no ho certo bisogno di altra gente che cerca sussidi con i soldi che paghiamo noi. anzi, abbiamo bisogno di meno tasse! e meno tasse significa tagliare le spese improduttive: lo ius soli è una di queste!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 31/08/2013 - 09:43

E' in cerca di nuovi voti?

blackbird

Sab, 31/08/2013 - 10:44

Perché no? Solo la cittadinanza siciliana. Restino, e votino, in Sicilia, a spese della Regione Autonoma, Crocetta lo hanno votato i siciliani, contenti loro...

giusto1910

Sab, 31/08/2013 - 11:43

C'é uno scandalo di cui nessuno parla.In Sicilia molti extracomunitari tunisini sono riusciti a farsi dare,credo dalla Regione,8500 euro dichiarando di aver perso il lavoro agricolo che,fittiziamente dicevano di svolgere.Questo é solo uno dei casi di abusi praticati sulle spalle dei cittadini italiani!In Sicilia le nuove generazioni di tunisini avranno un forte impatto elettorale e Crocetta sa quanto sia facile "comprare" in certi mercati.............

paolodb

Sab, 31/08/2013 - 11:57

@blackbird: esatto, dia loro anche una bella pensione se vuole, purché a carico dei siciliani.

Luigi Farinelli

Sab, 31/08/2013 - 12:10

Un altro estimatore di Richard Kalergi, forse il vero padre dell'Europa (di questa Europa) che con l'appoggio della massoneria sionista americana (B'nai B'rith) progettò la "Paneuropa": una estensione geopolitica completamente staccata dal passato e dalle tradizioni dei suoi popoli, diluiti a seguito di invasioni immigratorie abilmente provocate, in grado di creare una società ormai avulsa dalla sua Storia e incapace di reagire alle lusinghe delle ideologie terzomondiste e laiciste, quindi costituita da schiavi (dal cervello ormai lavato ad ideologia) di un sistema ultra-mercantilista governato da una casta "illuminata" autoelettasi sua guida (non solo dell'Europa). Già ci sono i prodromi di questo nuovo ordine programmato e voluto: basterebbe che i media divulgassero cosa sta succedendo nei Paesi Scandinavi, soprattutto in Nigeria dove decenni di radical-femminismo antimaschile e scriteriatamente terzomondista hanno creato aree dove l'etnia autoctona è già in minoranza e in grave difficoltà. Ma anche Regno Unito e Francia non stanno meglio. Sono tutti Paesi in mano a Governi soialistoidi poiticamente corretti, ispirati alla massoneria globalizzatrice che ormai sta stritolando le Nazioni per inglobarle nel suo infame progetto chiamato "Nuovo Ordine Mondiale". Non per nulla la Massoneria sta spingendo per l'ingresso della Turchia nella Comunità Europea.

luigi1947

Sab, 31/08/2013 - 12:12

Povera Sicilia.... che brutta fine, la Terra più bella d'Italia e non solo ! in mano a questa gente non certa voluta dalla maggioranza dei Siciliani che non si sente di certo rappresentata da crocetta !!!

Giangi2

Sab, 31/08/2013 - 12:23

Lo ius soli e' la più grande porcata mai pronunciata da un politico. Idem la cittadinanza per tutti gratis. La sinistra e' folle ed irresponsabile solo a pensare una cosa del genere. In un momento in cui stanno discutendo se imu si o imu no, se aumentare l'iva, per riabbattare qualche spicciolo senza il quale sembra che non si possa coprire il buco del debito pubblico, la nostra sinistra questo buco vuole farlo diventare una voragine in cui cadremo dentro. Hanno idea del costo in miliardi che tutto ciò comporta? E hanno idea di e trovarli? Se pensano di tassare ancora di più il popolo italiano per sostenere questa voglia di buonismo peloso, credo che parecchi voti della sinistra prendano altre strade. Sento molto malcontento in molte persone che votano pd a proposito di cittadinanze gratis e ius soli, forse si sta risvegliando una coscienza popolare.

Romolo48

Sab, 31/08/2013 - 12:38

Ma cosa significa "valore non giuridico ma etico"? Abbiamo un altro governatore poeta!? Comunque sia, concordo col fatto che i costi rimangano a carico della Sicilia.

vivaitaly

Sab, 31/08/2013 - 13:16

che razza di gente, che ideologa anarchica, non sanno cosa devono fare per distruggere la nostra Italia. Io vorrei sapere da questi intellettuali sinistri quante persone del terzo mondo dobbiamo far entrare in Italia. Che ideologia malvagia. Che Dio ci liberi.

john damony

Sab, 31/08/2013 - 14:18

@blackbird - Condivido !

pajoe

Sab, 31/08/2013 - 15:02

Questo signore oltre ad essere. sconcertante e anche oltraggioso nei confronti dei Siciliani tutti, in primis quelli che emigrano giornalmente a causa della disoccupazione cronica che ne lui ne altri suoi collaterali hanno saputo evitare.

pajoe

Sab, 31/08/2013 - 15:09

Gent. Farinelli, a parte il refuso Nigeria, condivido in pieno il Suo scritto. Saluti.

pajoe

Sab, 31/08/2013 - 15:23

Questo genere di pantomime del Crocetta e purtroppo anche di altri amministratori servono solo ad illudere,con tanta cattiveria, quelle persone che sono già in situazioni precarie e piene di difficoltà, altro che etica! E' solo amoralità.

NAK

Dom, 01/09/2013 - 08:26

Ma questo governo la vuole finire di pensare alle cazzate come ius soli e alla sistemazione di clandestini e pensi un po di piu' ai SICILIANI e a creare LAVORO ma evidentemente non e' cosa di questo governo di comunisti CROCETTA per il bene della SICILIA DEVI METTERE MANI AL PORTAFOGLIO