Il maestrino Scalfari e la destra indecente

Ho letto con viva speranza il sermone di Eugenio Scalfari su la Repubblica che dava istruzioni per fondare un nuovo partito per la destra italiana

Ho letto con viva speranza il sermone di Eugenio Scalfari su la Repubblica che dava istruzioni per fondare un nuovo partito per la destra italiana.

Finalmente qualcuno ci pensa, dicevo tra me, qualcuno dà una mano pietosa a quei mentecatti incolti del centrodestra. Inoltrandomi tra le righe della corposa omelia non trovavo però il libretto d'istruzioni per far nascere quel benedetto partito. Si parlava di tutto meno che di quello.

Fino a che, in coda, ho letto la prescrizione medica del dottor Scalfari. Premesso che i moderati debbono costruire una forma di rappresentanza politica fuori dal populismo e dentro la destra democratica ed europea, come ripetono pure le sciampiste da qualche millennio, Scalfari esorta a incoraggiare nell'impresa le cosiddette colombe.

Ma nelle righe seguenti Scalfari spiega che purtroppo in Italia una borghesia moderata non c'è, anzi in Italia non esiste una borghesia (né c'è una classe operaia). Ergo, l'impresa è impossibile per mancanza di utenti. Allora di cosa parliamo? Dall'articolo deduco che per l'esimio dottore un partito di destra in Italia non può esistere.

La diagnosi scalfariana mi ha ricordato un episodio familiare. Una volta una giovane mamma si avvicinò a mio padre col suo neonato in carrozzina. La creatura era di una bruttezza indicibile. Mio padre, che era gentile ma amava la verità, la guardò con orrore e volendo dire una cosa carina ma non falsa, disse: «Che bella carrozzina». Anche per Scalfari, della destra nascitura si salverà solo il passeggino, non i passeggeri.

Commenti

Nadia Vouch

Mar, 03/09/2013 - 19:37

Scalfari evoca le colombe? Peccato che in Egitto e nei dintorni, dove pare ci sia rischio di scoppio della terza guerra mondiale, tengano sotto sequestro persino i piccioni, hanno radiografato un povero falco accusato di essere una spia e, notizia tra le ultime, imprigionato una disgraziata cicogna, colpevole di indossare un collare per il controllo dei flussi migratori degli uccelli. Altro che istruzioni per l'uso propinate da persone avvezze al potere. Qui ci servono istruzioni per vivere. Seriamente.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 03/09/2013 - 19:38

"...e se un giorno vi troverete a passare da qualche bel Paese, scoprirete che per essere nel giusto non basta avere ragione : occorre anche essere di sinistra ” Alexander Grigorij Bukhanrase ( i sermoni: 49° )

benny.manocchia

Mar, 03/09/2013 - 19:52

Beato Scalfari che non capisce niente! un italiano in usa

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 03/09/2013 - 20:25

"...e se un giorno vi troverete a passare da qualche bel Paese, scoprirete che per essere nel giusto non basta avere ragione : occorre anche essere di sinistra ” Alexander Grigorij Bukhanrase ( i sermoni: 49° )

barretta gennaro

Mer, 04/09/2013 - 08:37

"Mio padre, che era gentile ma amava la verità"....Se gli uomini politici avessero conservato almeno una parte della diligenza di un buon padre di famiglia tanti maestrini non esisterebbero , a cominciare dall'improbo E.scalfari

peter46

Mer, 04/09/2013 - 09:36

lamacchia michele...perchè vuole offenderci?L'avevamo già capito alle 19:38...che senso ha ripetercelo anche alle 20:25...e meno male che si è fermato.

Silver54

Mer, 04/09/2013 - 11:25

Bello, divertente; e grazie per aver letto per noi il sermone fino in fondo, apprezziamo il sacrificio!

EL AMOR BRUJO

Mer, 04/09/2013 - 12:25

PETER 68, ma ha visto che cosa dobbiamo sopportare?! Non basta imporci la lettura di certe demenzialità spacciate addirittura per aforismi, ma persino la regola del repetita iuvant! Mi chiedo, di questo passo dove andremo a finire! E' un insulto imperdonabile alla gente innocente, altro che pacificazione sociale, qui si fomenta e si irride a danno della intelligenza e della pazienza umana. Ma questo Lamacchia non potrebbe starsene buono almeno per un giorno alla settimana? Dalla prossima volta che leggerò il suo nome, salterò piè pari. Così impara.

Nadia Vouch

Mer, 04/09/2013 - 13:37

@EL AMOR BRUJO. Buongiorno. Ricordo anni fa che la bella e brava Mara Venier, veneziana, passò alla storia della tv una frase: "Fraca el boton!", ossia "Premi il pulsante!". A chi non è mai capitato di premere due volte un tasto? Forse, vedendo non ancora pubblicato il proprio commento, più di qualcuno a volte l'ha fatto. A meno che non facciamo della forma la sostanza. Saluti.

peter46

Mer, 04/09/2013 - 14:12

EL AMOR....e l'amor l'amor,grazie per il 68(sempre meglio o peggio del numero dopo,o no?)Ma era un 'simpatico'approccio col sig.Michele,giacchè il suo era l'unico commento sullo schermo del computer quando ho iniziato a commentare....e proprio tu che sei nel giro, più o meno come lui per frequenza,nei commenti,vuoi lamentarti?Vuoi impedire di commentare a qualcuno?Sul 'repetita iuvant' nel frattempo c'ho ripensato:e tutti quelli che non ci arrivano al primo colpo?Non devono avere la possibilità di arrivarci con calma?Possono andare a rileggere il primo commento?E figuriamoci il primo è passato e nessuno si volta indietro...per cui ha ragione il Lamacchia.Bisogna ripetersi...forse ad una distanza di ore?Non lo so:e se poi c'è la squalifica ,a nostra insaputa,nei commenti?Nell'ultimo caso:non saltare,non so la tua età...meglio stare sul piano,non si sa mai,il destino.....avevamo proprio le scatole piene della politica di questi giorni,vero?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 04/09/2013 - 14:53

Conosco molti furfanti che non fanno i moralisti, ma non conosco nessun moralista che non sia un furfante. Senza, per carità, allusione a Scalfari. Solo come promemoria. (Indro Montanelli) Detto questo,detto tutto.

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Mer, 04/09/2013 - 15:02

Scalfari ormai è un grammofono guasto, che suona versetti insensati. A LaRepubblica lo tengono per riconoscenza, ma ormai dice cose banali e sempre più ipocrite. Quanto a ipocrisia poi ha fatto scuola, visto che Zucconi ora parla positivamente della guerra in Siria visto che a volerla è un Democratico (come accadde per Clinton col Kosovo)

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 04/09/2013 - 15:41

PETER, complimenti per la particolare sensibilità (che immagino bilaterale) ma non la per la accentuata suscettibilità. Quanto ai commenti, accade che l' orario trascritto sia quello di inoltro e non quello della pubblicazione (che avviene spessissimo dopo diverse ore o addirittura non avviene) e che, pertanto, il mittente non può saperne se non dopo un tempo consistente, e, pertanto, riprova a spedire. E' peccato? Accade a molti ed il mio caso rientra nel numero. Questa la spiegazione che, tuttavia, le dovevo solo per gentilezza. Ha letto ben due volte questo piccolissimo aforisma? Male non può farle, anzi, le faciliterà la memoria o l' aiuterà a dimenticarlo per giusto risentimento. Si offende per questo? Sia clemente, mi rimetta questo debito, e magari, anche quelli dovessero ripetersi. “Dio perdona tante cose per un’opera di misericordia”

peter46

Mer, 04/09/2013 - 17:17

Egr.Michele...l'unica cosa importante è avergli dato il giusto peso al mio commento...che cos'è la vita senza un minimo d'ironia...ha letto il mio secondo intervento anche se non indirizzato a lei?L'ha capito che mai potrebbero esserci "rimostranze":non sono il proprietario del blog...e poi ci siamo già commentati con reciproca 'onestà intellettuale'...altri hanno voluto 'allargarsi'.Stia bene...e scusi anche lei l'ironia.