Lettera aperta a Napolitano

L'unica via d'uscita a questo caos è scritta nella Costituzione: basta applicarla

Signor Presidente della Repubblica,
nella nostra veste di Presidenti dei gruppi parlamentari di Forza Italia, intendiamo rappresentarLe alcune considerazioni a seguito della sua Dichiarazione relativa all'assemblea dei nostri gruppi parlamentari svoltasi ieri.
I gruppi parlamentari, nella loro autonomia costituzionalmente garantita, hanno ritenuto di riunirsi, per esaminare le prospettive di vicende prossime che investiranno direttamente attribuzioni rimesse in via esclusiva agli organi parlamentari dall'articolo 66 della Costituzione.

L'assemblea non era finalizzata né ad assumere decisioni sul governo del paese né, tantomeno, anche per l'evidente illegittimità di simili ipotesi, ad assumere orientamenti operativi sulle decisioni della magistratura o sulle prerogative del Capo dello Stato.

Né la riunione era istituzionalmente volta a manifestare solidarietà al Presidente Berlusconi, parlamentare anch'egli e leader del Partito, pur essendo questa una eventualità che non costituirebbe, com'è di tutta evidenza, alcuna ipotesi di comportamento inappropriato o ingiustificabile da parte di coloro che condividono, con il Presidente Berlusconi, i medesimi orientamenti politici e le medesime battaglie.

L'oggetto della riunione riguardava viceversa l'atteggiamento da assumere, ciascuno nella propria libertà, come si addice a parlamentari che rappresentano la Nazione e godono delle guarentigie di cui all'art. 67 della Costituzione, rispetto all'orientamento del Senato della Repubblica, che sembra ormai farsi strada e che comunque rappresenta un'eventualità molto concreta, in ordine alle determinazioni sull'applicazione al Sen. Berlusconi della c.d. Legge Severino.

In particolare, si tratta, come Ella sa, di una pronunzia che il Senato dovrà assumere nella propria qualità di organo della verifica dei poteri ai sensi dell'art. 66 della Costituzione, qualità che, secondo costante orientamento della Corte di cassazione e della Corte costituzionale, costituisce esercizio, seppure speciale, di funzioni giurisdizionali.

Sotto questo punto di vista, la riunione del gruppo era volta ad esigere il rispetto dell'organo parlamentare, allorché, come nel caso di specie, in questione è proprio lo Stato di diritto nella sua manifestazione suprema che è la Costituzione.

Com'è infatti noto, le norme sul sindacato incidentale di costituzionalità delle leggi impongono che qualsiasi organo eserciti funzioni giurisdizionali sia tenuto, allorché ritenga una questione di legittimità rilevante e non manifestamente infondata, a investirne la Corte costituzionale.

Si tratta di un dovere cui l'organo giudicante non può sottrarsi quando rilevi l'esistenza di un dubbio, senza necessità - va aggiunto - che sia previamente raggiunta da parte sua una certezza sulla incostituzionalità.
Che sulla c.d. Legge Severino vi siano consistenti dubbi di legittimità qualora la si voglia applicare al caso Berlusconi è dimostrato dalle tantissime voci, di ogni orientamento culturale, che tra i giuristi ed esperti si sono nelle ultime settimane levate.

Il rifiuto di ascoltare questi dubbi da parte di molti parlamentari, malgrado ci si trovi in una sede di verifica dei poteri, è stato ritenuto dalla totalità dei partecipanti alla riunione dei gruppi di Forza Italia, un'inaccettabile negazione dello Stato costituzionale di diritto, tale da rendere intollerabile la permanenza in un Parlamento che si dimostrasse cosi sordo alle ragioni della legalità.

Nessuno ha voluto interferire con la vita del governo o con le decisioni del presidente del Consiglio e del Capo dello Stato.

In gioco è solo, ma si tratta della questione più importante per dei parlamentari, il rispetto della Costituzione da parte dell'organo che rappresenta direttamente la sovranità nazionale: il Parlamento della Repubblica.
Desumere ulteriori intenzioni non corrisponde alle motivazioni dell'iniziativa che è e rimane rimessa alla sola libera coscienza di ciascun parlamentare di Forza Italia.

In fede

On. Renato Brunetta, Sen. Renato Schifani

Commenti

linoalo1

Ven, 27/09/2013 - 17:21

Troppo facile!E,se poi,la Costituzione favorisse Berlusconi?Lino.

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 27/09/2013 - 17:31

Egregi Onorevoli Schifani e Brunetta, lo volete capire o no che a parlare con chi non vuol sentire è tempo sprecato ! Invece di attirare l'attenzione su fatti circostanziati, che verrebbero negati a prescindere, perché non iniziate una messa in stato di accusa del presidente della Repubblica che ha oggettivamente mancato ai suoi doveri di garante della Costituzione ? Mi si dirà che potrebbe essere una battaglia perduta. Forse. Ma intanto verrebbe dimostrata una volontà di non soggiacere più alle violenze e ricatti di chi vuol conquistare il potere a qualsiasi costo. E poi non è detto, stando ai media scritti e visivi, gli scontenti del vecchio sul colle alto sembrano trasversali, forse con l'unica eccezione dei diretti beneficiati P(seudo) D(emocratici). A' la guerre comme à la guerre !

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 27/09/2013 - 17:46

Tentare di lavare la testa ad un'asino si spreca tempo e sapone..E.A.

Baloo

Ven, 27/09/2013 - 17:52

Cerchiamo di salvare il salvabile. Ma sul punto dell'irretroattività della legge Severino e di ogni altra legge (principio di cui all'art- 11 delle preleggi ) bisogna tenere duro. Meraviglia come la Severino si sia dimenticata di quei principio che è uno dei pilastri di civiltà giuridica sul quale si incardina il nostro ordinamento. Epifani e sinistra? Di diritto ci capiscono poco. Tutta propaganda orientata al mantenimento del potere.

terzino

Ven, 27/09/2013 - 17:53

Il Capo dello Stato è il garante della Costituzione o no? Vediamo come va a finire.

bruna.amorosi

Ven, 27/09/2013 - 18:00

il capo dello STATO garante della COSTITUZIONE ? ma fatemi ridere .lo avrebbe dovuto essere già da almeno 7 anni ma nulla ha fatto ieri pensiamo lo faccia oggi che finalmente fa vincere il suo partito ? ma dai facciamo le persone serie . sono 20 anni che ci provano e adesso lui li aiuta .

Michele Calò

Ven, 27/09/2013 - 18:06

#bobirons. Sono pienamente d'accordo. Tra l'altro è bene ribadire che è dal 1994 che i peggiori presidenti della repubblica, Scalfaro, Ciampi e Napolitano, mancano ai propri doveri costituzionali non gestendo la magistratura, affiancando il complotto della sinistra eterodiretto dalla massoneria internazionale, USA e Germania in primis, al fine di togliere di mezzo Berlusconi, talmente ricco ed appagato di suo da non essere né corruttibile né condizionabile dai poteri parassiti che impediscono all'Italia il suo ruolo di primo piano. Politico quanto economico. Ovviamente si sono serviti dei pezzenti infami come fini e casini (minuscolo quanto loro), con contorno di quei pseudocapitalisti sinistronzi e sorretti dalla più ignorante, incompetente e puttana massa di pennivendoli imbrattatori di giornali carta igienica. Questo è un regime parassita e merdoso che dura dal 1945, più volte cammuffato, sempre con gli stessi banditi & C. Sono dovuto andare all'estero, a 63 anni!, per trovare lavoro ed uno stato di diritto. E come me migliaia di altri italiani l'hanno fatto e lo stanno facendo. Se per miracolo la situazione dovese ribaltarsi forse, molto forse, potrei ripensarci. Sempre che riesca a trovare lavoro, casa e con un regime fiscale normale, non da rapina com'è ora. Regards

ABU NAWAS

Ven, 27/09/2013 - 18:07

@bobirons concordo. è tempo sprecato aspettare che Napolitano si ravveda e annulli la chiaccherata sentenza! dopo le zero in condotta per i tanks di Budapest, un altro zero in condotta per quanto accadrà a decine di milioni di Italiani.

Romolo48

Ven, 27/09/2013 - 18:21

linoalo1 .. perché, secondo te, se favorisse Berlusconi, non andrebbe applicata??

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 27/09/2013 - 18:21

Caos creato da chi? I due Renati prima creano il caos, poi pretendono pure di suggerirne le soluzioni. Al capolinea siete.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 27/09/2013 - 18:26

Io familiarizzo col berlusconismo, in quanto mi sento d'essere nato prima di Berlusconi. Che rappresenta l'Avvento. Come quando duemila anni fa, le folle attendevano il Messia, che poi arrivò. Appunto, 'poi'. E che esprimeva nel Suo Essere l'alfa e l'omega (il principio e la fine). Rammento, quando negli anni settanta, a Roma, sentivamo parlare di un certo Berlusconi, che a Milano, compiva prodigi, noi tutti eravamo ansiosi di vederlo fisicamente. Passavano i mesi, rammento, e di Lui nemmeno una foto sotto i nostri occhi. Finchè la Sua immagine ci apparve, non ricordo bene se sui giornali o in un lampo flash tv. Da quel momento entrò per intero dentro di noi. Era lui, Il Messia che attendevamo. Possono travolgerLo colate di lava incandescente dall'Etna, Lui è e rimane per sempre il nostro Messia. Immortale. Ecco, caro EYIAFJALLAJOKULL, se tu avessi questa percezione di Silvio BERLUSCONI, così come ce l'hanno dieci milioni di Suoi elettori, saresti un vero, inossidabile, intellettuale. Come io vado dicendo. Intellettuale purissima quella anonima signora in età, molto sobria, che entrando a casa, rispondeva al suo intervistatore -- Voterò sempre Berlusconi, anche se non apparirà più nelle liste elettorali. -- EL CID. Rammenti il colossal con CH. Heston, imbalsamato e ricoperto da armatura, morto, esibito sul cavallo come alla guida del popolo per l'ultima battaglia ? ---riproduzione riservata---18,26 . 27.09.2013

Giorgio5819

Ven, 27/09/2013 - 18:27

Hanno tutti paura delle urne i sinistri, non hanno nessun programma di governo (come da loro tradizione) se non quello di trasformare l'Italia in una grande isba di affamati. Non sono nemmeno certi di volere tutti la fine di Berlusconi, sanno che dal giorno seguente non saprebbero più cosa fare, sarebbero costretti ad attaccarsi fra di loro.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Ven, 27/09/2013 - 18:30

Lasciate perdere la legge severino. L'art. 48 della costituzione dice che chi è raggiunto da sentenza penale definitiva o chi è indegno moralmente non ha diritto di voto, figuriamoci poi a rappresentare gli italiani. L'art. 54 dice che l'attività di rappresentare i cittadini deve essere svolta con disciplina e onore. Chi ci rappresenta deve essere un "onorevole" e non un ciarlatano, tantomeno un condannato.

Silvio B Parodi

Ven, 27/09/2013 - 18:34

avete messo un capo dello stato COMUNISTA, un president del senato COMUNISTA, una presedente della camera COMUNISTA allora???? come volete che finisca la telenvela???? in uno dei due modi: 1 BERLUSCONI in prigione o comunque condannato. 2 dimissioni in massa I 3 capi COMUNISTI a casa e rivoto. Previoni???Vince la Destra di poco, va al potere, e si ricomincia come 20 anni fa'processi fasulli, denigrazioni dell'avversario sindacati che bloccano tutto. corte costituzionale pure, qualsiasi proposta di riforme sara' bloccata. e per finire l'Italia a catafascio, GRAZIE COMUNISTI!

Silvio B Parodi

Ven, 27/09/2013 - 18:35

avete messo un capo dello stato COMUNISTA, un president del senato COMUNISTA, una presedente della camera COMUNISTA allora???? come volete che finisca la telenvela???? in uno dei due modi: 1 BERLUSCONI in prigione o comunque condannato. 2 dimissioni in massa I 3 capi COMUNISTI a casa e rivoto. Previoni???Vince la Destra di poco, va al potere, e si ricomincia come 20 anni fa'processi fasulli, denigrazioni dell'avversario sindacati che bloccano tutto. corte costituzionale pure, qualsiasi proposta di riforme sara' bloccata. e per finire l'Italia a catafascio, GRAZIE COMUNISTI!

Silvio B Parodi

Ven, 27/09/2013 - 18:38

NAPOLITANO COMUNISTA. GRASSO COMUNISTA. BOLDRINI COMUNISTA. IN GALERAAAAAAAA, STATE COMPLOTTANDO CONTRO L'ITALIA verra' un gioro che vi verranno a prendere, non le forze dell'ordine ma IL POPOLO ITALIANO

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Ven, 27/09/2013 - 18:59

ricapitoliamo un attimo: i parlamentari PDL concretizzano le minacce di dimissioni in caso di condanna di B, il giorno dopo Napolitano viene invitato (ancora) a deporre a un processo sulle trattative stato - mafia, un giorno piu' tardi Napolitano si scaglia contro il PDL con dichiarazioni assurde e assolutamente indegne della carica che ricopre... Capito l'antifona? E il mandante? Epifani?

Lu

Ven, 27/09/2013 - 19:02

Il problema vero è che i capicorrente del PD in lotta per il potere all'interno del partito, incalzati da Grillo, giocano a chi è più antiberlusconiano perché in cerca di accattivarsi il loro elettorato in vista delle primarie. Sanno, infatti, che questo elettorato, dopo decenni di lavaggio del cervello, è visceralmente antiberlusconiano ed è difficile dirgli la verità dopo anni di disinformazione di convenienza, dopo anni di operazione "Santoro", dopo anni di operazione "Travaglio", dopo anni di balle quotidiane. Inoltre, nessuno dei capi PD ha la stoffa del leader, l'intelligenza e l'onestà dell'uomo politico. Sono tutti piccoli uomini, incapaci di un discorso di verità alla nazione, incapaci di condizionarne gli umori, uomini vissuti al traino dei dettami dei giornalisti e della proprietà di La Repubblica. L'unico capace, forse, è Renzi, che però sta giocando all'antib. per convenienza elettorale interna al PD, sbagliando. Tutto qui. Siamo in mano a dei fantasmi della Storia, non ancora coscienti della loro vera identità passata e presente!

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 27/09/2013 - 19:17

E' vero! Qui c'è una schiera di sordi, a partire dal compagno presidente e andandoci suddietro con tutti i suoi compagni, che non vogliono sentire. Sono altresì convinto che la corte costituzionale, visto l'orientamento politico della maggioranza dei suoi membri, non avrebbe comunque accolto l'eccezione. Si sarebbe guadagnato un po' di tempo, niente più. A questo punto tanto vale andare allo scontro subito e vinca il migliore.

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 27/09/2013 - 19:17

Napolitano dovrebbe rispondere: "Cari miei, non venite a parlarmi di leggi, di Costituzione, di Parlamento: Il vostro Boss ha usurpato, umiliato e violentato queste istituzioni per vent'anni. Ora affronti il suo destino di Pregiudicato con il rispetto dovuto. P.S.: Presidente Schifani, ma lei non e' sotto inchiesta per certe amicizie pericolose? Non e' che devo leggere qualche minaccia tra le righe?"

enzo1944

Ven, 27/09/2013 - 19:19

Questo povero e modesto presidente,raccoglie quel che ha seminato in questi 8 anni!.......pensavo che dopo scalfaro non ci fosse di peggio!......Mi sono sbagliato!.....Ha saputo trasformare la Repubblica Italiana da Parlamentare in Presidenziale,ed ha fatto il Capo del Governo da sempre,umiliando e "fregandosene" della Costituzione(che si portava sempre sotto il braccio),obbedendo ai diktat USA,CEE e forse anche del Vaticano!.....ma sempre schieratissimo con la Magistratura(democratica)che da sempre vuole imporre la dittatura rossa/sinistra!.....A casa per sempre,caro presidente Napolitano,perchè di danni,ne hai già fatti troppi!!

cast49

Ven, 27/09/2013 - 19:30

Baloo, è vero, epifanio e tutta la ciurma non capiscono nulla di diritto, tanto ci sono i magistrati comunisti che li aiutano.

pinux3

Ven, 27/09/2013 - 19:30

@Baloo...Il "pilastro della civiltà giuridica" riguarda la LEGGE PENALE...Peccato che la Severino non sia una legge penale ma sia una semplice attuazione di quanto previsto dall'art. 65 della Costituzione "La legge determina i casi di INELEGGIBILITA' e di incompatibilità con l'ufficio di deputato e di senatore"...

tartavit

Ven, 27/09/2013 - 19:32

Presidente non farti infinocchiare da questi due personaggi in cerca di autore. Di Brunetta non mi meraviglio, è disperato, con la caduta del cavaliere finisce la sua misera carriera politica. Mi stupisce invece l'altro, Schifani, che avendo occupato la seconda carica dello Stato, quale Presedente del Senato, si dovrebbe vergognare ad anteporre il bene di un condannato definitivo al bene dello Stato e delle Istituzioni. Adesso appare in tutta la sua drammaticità il pressapochismo con cui la politica offre le cariche più alte dello Stato a persone che forse non ne sono degne.

Ritratto di depil

depil

Ven, 27/09/2013 - 19:35

è ora di buttare dalla torre il criminale stalinista.

Ritratto di depil

depil

Ven, 27/09/2013 - 19:39

è il momento di liberarsi della gestapo rossa e del loro capo.

pinux3

Ven, 27/09/2013 - 19:40

"Nessuno ha voluto interferire con la vita del governo o con le decisioni del presidente del Consiglio e del Capo dello Stato." Questa, scusate, è SUPREMA IPOCRISIA. Come si può affermare che le dimissioni di 200 parlamentari (sempre che siano VERE e non la solita buffonata...) non interferiscono sulla vita del governo?

pinux3

Ven, 27/09/2013 - 19:41

@nestore55...Ti stai riferendo a te stesso, vero?

Ggerardo

Ven, 27/09/2013 - 19:43

Che due buffoni ! Ma dove li va a trovare il PdL gente del genere ? Quante parole altisonanti. Dovrebbero sciacquarsi la bocca prima di usare la parola Costituzione. Tutto questo per cercare di proteggere un condannato per frode fiscale. Ossia uno che ha sottratto soldi agli italiani. Ossia uno che ha messo le sue mani nelle tasche degli italiani. Non vi ricorda qualcosa questo ?

pastello

Ven, 27/09/2013 - 19:45

Garante della Costituzione? L'unica garanzia che gli preme è quella di un corposo appannaggio a fine mese. S'intende senza lavorare.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 27/09/2013 - 19:47

23 anni fa cadeva il muro di Berlino, noi che siamo sempre stato un popolo del ritorno al futuro, lo stiamo ricostruendo in Italia!

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Ven, 27/09/2013 - 19:48

La Costituzione è una cosa, la politica un'altra.

pastello

Ven, 27/09/2013 - 20:05

Bruna Amorosi - Brava, sono totalmente d'accordo con Lei. Purtroppo il Silvio nazionale si è sempre fidato troppo del Rosso antico, presente e futuro. Se mi avesse telefonato gli avrei detto che un comunista a cento Km è ben più pericoloso di un cobra sotto le lenzuola.

pgbassan

Ven, 27/09/2013 - 20:09

bobirons: sottoscrivo. Non perdo altro tempo col decrepito komunista.

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 27/09/2013 - 20:16

Ritiriamo i parlamentari ma non i ministri ma no !!! si dimettono i ministri ma non Alfano ma che si dimette Alfano/ Letta ma non il parlamento ma che dite non si dimette nessuno DECIDETEVI il paese cade ma voi rimanete sempre al vostro posto BUFFONI !!!!!!

michetta

Ven, 27/09/2013 - 20:35

....ed avendo Lei, fra gli altri incarichi, quello di Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, auspichiamo intervento chiarificatore alle domande dei capi gruppo Forza Italia, Brunetta e Schifani. Ma, La preghiamo, senza farsi aiutare minimamente dai suoi compagni di partito, che' quelli vorrebbero solamente la fine del Senatore bedrlusconi Silvio e dcel Paese Italia. Amen

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Ven, 27/09/2013 - 20:53

Non si preparerà un altro S_governo tecnico nè !!!! Tantomeno soluzioni senza consultare il popolo SOVRANO. E' CHIARO ?

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Ven, 27/09/2013 - 21:46

CARISSIMI MIEI RAPPRESENTANTI SONO ORGOGLIOSO DI VOI Mi auguro che una volta per tutte gli interessati capiscano che il Popolo di Italia aderente al maggior movimento politico FORZA ITALIA non è nato ieri, ma ha le sue radice sin dalle notte dei tempi perché sono rimasti sempre fedeli all'Italia sin dai tempi di Cesare e di Gesù Cristo. I comunisti sono nati da un bagno di sangue "Commesso a Mosca contro gli Innocenti per come hanno dopo fatto contro i Polacchi e prima contro gli ebrei". Ora si dicono di essere i difensori, di cosa non si è mai capito. Un fatto è certo, hanno continuato ad uccidere anche a fine guerra. Sono soggetti che non hanno avuto mai rispetto della vita. Per cui oggi pur avendo o indossato vestiti di marca o investendosi di una pur valida laurea sono e rimarranno sempre nel loro animo ciò che erano prima, semplicemente "ASSASSINI" su tutto e per tutto. Ostili verso una cultura libera e democratica, ostili verso la Religione, ostile anche verso le nascite, ostili in tutto meno che "nell'appropriarsi dei capitali altrui". Il mestiere dei comunisti è questo: "Non lavorare ma essere a carico dell'altro soggetto a lui simile in formato d'uomo, ma reputato inferiore intellettualmente.- Ormai i topi hanno riempito le fogne - bisogna non castrare i gatti e non viziarli con mangime preparato. I gatti sono nati per difenderci l'ambiente dai topi ed i cani da far da guardia contro i ladroni.

fedele50

Ven, 27/09/2013 - 21:55

CAMBIATE FOTO, QUESTO QUI NON LO REGGO PIU, , AVVERTO CONATI DI BILE.....

ferrantifranco

Ven, 27/09/2013 - 23:20

scusate ma la legge severino è stata votata anche da voi in commissione affari costituzionali del senato per voi c'erano Vizzini presidente(docente universitario laura in giuriprudenza) Benedetti Valentini, Battaglia, Buscetto, Sarro, Saltamartini (avvocati) Malan (insegnante) Nitto Palma (magistrato) Pastore (notaio) Quagliarello (docente universitario)Calderoli senza contare che le riunioni erano congiunte con la commissione giustizia con presidente Berselli (pdl avvocato) e Caliendo che nella riunione del 18 dicembre che condivide l'approvazione in tempo utile per le elezioni testuale "in proposito, egli non può che esprimere apprezzamento per il Governo per la rapidità con cui ha predisposto lo schema dopo l'approvazione del D. di L. per il contrasto alla corruzione originariamento approvato dal GOVERNO BERLUSCONI, un punto che non ha trovato sostanziali modifiche nel pur travagliato iter del provvedimento" dunque di che parlate? se nelle commissioni mandate gente incompetente, come voi due tra l'altro nonostante i titoli di ex presidente del senato e di proffessore universitario? quando scrivete non pensate che la gente abbia gli orecchini al naso e penda dalle vostre labbra ci sono i documenti parlamentari che parlano e chi vuole sa cosa avete detto e fatto meno ipocrisia prego

michetta

Sab, 28/09/2013 - 12:24

x ferrantisilvio 23.20 del 27.9 - I veri ipocriti, non siamo noi, ma quelli che pur avendo firmato la Legge Severino e chissa' quante altre leggi precedentemente, non capiscono, non vogliono capire, non sanno, non vogliono sapere, non leggono, non vogliono leggere, che l'art.66 della Costituzione, stabilisce la RETROATTIVITA' di una Legge, SOLAMENTE, quando sia ben specificato nella stessa Legge! CAPITO? UNDERSTAND? In quella in cui lei e tutti quelli come lei state dando "di matto", NON ESISTE! NON E' SPECIFICATO ALCUNCHE'! IN PAROLE POVERE, PER QUELLA LEGGE, PER LA LEGGE SEVERINO, di cui vi state riempendo la bocca al solo fine di far decadere il Presidente Berlusconi Silvio, FATTI ACCADUTI PRECEDENTEMENTE, NON SI APPLICA! Spero proprio che se anche non dovesse credere a questo scritto, si vada a leggere la legge, altrimenti, non ci posso fare piu' nulla! Sareste tutti, oltre che comunisti e della peggior razza, dei veri analfabeti ignoranti: ecco perche' proprio oggi, i tre santoni comun isti del Paese, Scalfari, Napolitano e Letta, si riuniranno! Allo scopo di capirci qualche cosa.........