Ora il governo è più forte (risate)

La battuta più esilarante della settimana è quella che il povero Letta ha detto per comprensibile esorcismo autodifensivo

Il premier Enrico Letta alla Camera

La battuta più esilarante della settimana è quella che il povero Letta ha detto per comprensibile esorcismo autodifensivo ma che i media e la sinistra hanno ripetuto come un mantra: ora il governo è più forte. Ci vuole un eroico sprezzo del ridicolo a dirlo, col Paese per tre quarti all'opposizione, con Renzi, Grillo e Berlusconi, cioè i leader più popolari, che in modi diversi puntano a far cadere il governo. E con tutti i leader della politica italiana, ad eccezione di un paio, fuori dal Parlamento: oltre i tre sullodati extraparlamentari sono fuori dal Parlamento anche Maroni e Vendola, oltre i leader ormai impopolari come Di Pietro, Fini, Prodi, D'Alema, Veltroni. Resteranno a sorreggere Letta i tre presidenti e pochi altri, almeno in Italia. Non sono tra quelli che considerano Alfano e soprattutto gli altri ministeriali come traditori. Ma hanno obbiettivamente sbagliato calcolo politico perché, credendo di salvare il governo e se stessi, con la loro scelta hanno solo differito di poco la caduta vivendo nell'attesa un'indecorosa agonia. Sarà Renzi a impallinarli, seguendo il calendario natalizio. All'Immacolata, quando si fa il presepe, con ogni probabilità il Bambinello diventerà il leader del Pd e a Natale farà mangiare l'ultimo panettone al governo. Dopodiché all'Epifania, che ogni festa porta via, i Re Magi resteranno soli sul Colle e nelle due Camere e partirà la mattanza del governo più produttivo della storia nell'inventare vezzeggiativi per le tasse: Iuc, Zang, Tumb. Un governo futurista senza futuro.

Commenti
Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 01/12/2013 - 16:34

Caro Veneziani, la sua apparente generosità verso Alfini e compagni è in realtà molto più perfida della sanguigna trivialità di tanti destri doc, che, come me, li chiamano traditori. Lei, soavemente, in sostanza dice: no, non sono traditori, ma dei semplici idioti. Troviamo un compromesso: spesso il tradimento, che si crede molto astuto, è in realtà figlio dell'idiozia, e questo mi sembra proprio il caso dei personaggi in questione. Che gliene pare?

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 01/12/2013 - 16:59

Caro, finalmente soli! Così esultò il primo del duo ALFETTA, pregustando un onirico amplesso a lungo desiderato di nascosto. “Questo amore amore che faceva paura agli altri...e li faceva parlare e impallidire,Questo amore tenuto d'occhio perché noi lo tenevamo d'occhio...” rispose l' altro citando Prévert con inflessione sicula. Ai primi chiarori dell' alba, dalla finestra spalancata la finestra sul vicolo ancora assonnato; e dal silenzio giunse un canto lontano: “questo amore è una camera a gas...” Si guardarono negli occhi: “Adesso, cosa penserai di me?” disse subito dopo l' ex innocente; “L' ora è fuggita...” replicò l' altro; les enfants du Paradis chinarono la testa, pronti a sgombrare dall' Eden perduto. L'odore di sfratto ormai aleggiava nell'aria; ad una sola voce sussurrarono: “scenderemo nel gorgo muti”

Zizzigo

Dom, 01/12/2013 - 17:01

Gli Italiani hanno capito bemissimo, che non ci vuole un eroico sprezzo del ridicolo a dirlo, ma altre non meglio diagnosticabili doti!

giovanni951

Dom, 01/12/2013 - 17:05

leggere nomi come di pietro, dalema, fini e veltroni mi vengono i brividi. Ciò detto, via l'inetto barzeLetta e la sua banda di incompetenti chi prenderà il suo posto? siamo veramente messi male perché per formare un nuovo governo bisognerà ricorrere nuovamente a delle intese. Larghe o strette che siano. A meno che, come dice capitan findus (copyright grillo), il M5S non arrivi al 51%.....

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 01/12/2013 - 18:12

----- """Non sono tra quelli che considerano Alfano e soprattutto gli altri ministeriali come traditori. ----- MARCELLO MIO, stavolta l'hai detta grossa. Salvandoti tutto il resto. - Ho letto dopo che anche Fritz 1966 lo aveva rilevato. Ma, non posso tacere sulla strepitosa 'eccellenza' dell'imprevedibile Lamacchia - riproduzione riservata - 18,12 - 1.2.2013

ammazzalupi

Dom, 01/12/2013 - 18:25

NON serve avere le PALLE d'ACCIAIO... quando si ha il CERVELLO da GALLINA.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 01/12/2013 - 18:27

...Letta! Nessuno Le aveva esplicitamente chiesto un "parere" sul Suo governicchio! Poteva risparmiarselo, Lo ha fatto, ora si assuma la responsabilità e ce lo dimostri! Lei risponderà: "Impossibile dimostrarlo perché riuscirò a fare pressoché nulla, diciamo che vivacchierò come quelli che mi hanno preceduto e quelli che verranno. Tutti Le daremmo ragione. Nel nostro Paese è vigente una Carta Costituzionale più che obsoleta, che impedisce a qualunque Governo di governare e al Parlamento di legiferare con tempestività; quando un provvedimento dell'esecutivo o legislativo va in porto, è già superato. Il mondo corre in Ferrari mentre l'Italia lo insegue con la Balilla. Noi guardiamo al passato cui siamo legati, mentre gli altri guardano al futuro. Auguri!

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Dom, 01/12/2013 - 21:44

I tentativi forzati di promanare ottimismo e autostima da parte del duo comico Letta-Alfano è ridicolo. E' un governo che nessuno vuole, come il precedente guidato da Monti. E che nessuno ha scelto, a parte le lobby.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 01/12/2013 - 23:08

...Enrico! Forse Lei non se n'è accorto, ma sono proprio gli "uomini" del Suo partito che La stanno spingendo verso il "precipizio" e non sarà ne il primo ne l'ultimo. Sulla stessa sua strada si è incamminato il giovane Matteo; I guai per questi, inevitabilmente, inizieranno appena avrà avuto il suo primo grande successo elettorale; Non si è voluto accorgere delle "minacce" larvate che alcuni uomini del partito, che voleva "rottamare", gli hanno lanciato da dietro le quinte; Questi, un po come i mafiosi, non hanno fretta di agire; Se nonostante l'avvertimento continua il suo cammino su una strada non condivisa, lo assecondano persino, alla fine poi, una "spintarella" ed il gioco è fatto.

electric

Lun, 02/12/2013 - 07:26

Perché ridere? Letta è convinto di quel che dice: come tutti i sinistrorsi, vede il mondo al contrario.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 02/12/2013 - 09:11

Pietà, Veneziani pietà. Per ogni governo, per ogni parlamentare, per ogni presidente, commissario, governatore, sindaco, consigliere. E pietà per noi, la prego. Pietà per tutti. Siamo stati truffati dai vincitori dell'ultima guerra (un mantra, lo so). Credevamo di aver pagato tutto, danni, colonie, confini, denaro. Ed invece avevamo un bomba ad orologeria piazzata nel bel mezzo delle nostre care oneste e sacre istituzioni: la carta costituzionale. L'inchiostro con cui è stata scritta è nostro, è vero, ma l'hanno dettato loro, i vincitori, zitti zitti. Non poteva che essere così, è sempre stato così ovunque. Solo per dire, abbiamo due camere pletoriche rissose mercantili e a differente elezione, una magistratura libera ed indipendente ed un popolo sovrano e qualunque parlamentare, eletto per dire no, libero di dire sì e senza neanche chiedere scusa. Finché c'è stata Yalta a dirigere l'orchestra tutto bene. Poi i muri son caduti, i magistrati si sono accorti di essere una dittatura e le camere son quel che sono. Oggi di noi non si fida più neanche Vanna Marchi. Tutti sanno che siamo inaffidabili, a maggioranza comunista, con istituzioni ladre e stupide, senza energia, senza materie prime e con un lavoro che è il più costoso dell'intera galassia. Quindi, la prego, pietà. Abbiamo perso quella stramaledetta guerra ed il 25 aprile ne celebriamo la vittoria, abbiamo pagato tutto, credevamo. Ed invece no, un ultimo risarcimento di guerra : la carta costituzionale. Il più pesante di tutti.

vince50

Lun, 02/12/2013 - 09:57

Per alcuni aspetti però ha ragione,il governo!?!?è più forte.Questo significa che di conseguenza i sudditi sono inevitabilmente più deboli,ne prendo umilmente atto anche se non ho mai avuto dubbi in merito.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 02/12/2013 - 10:12

Caro Veneziani, mi sembra che con questo articolo si sia sbilanciato, soprattutto ascrivendo Renzi all'opposizione, quando a me risulta che invece appartenga al PD. Che poi Renzi cerchi di movimentare la situazione politica e governativa, secondo me questo è ascrivibile al fatto che è in corsa per la Segreteria, e certi atteggiamenti portano (forse) consensi. Il governo dovrà essere rifatto per varie ragioni, fra le quali principalmente l'uscita dalla maggioranza di FI e la riscrittura di un patto di governo fra i partiti che lo sostengono (come chiede Alfano, fino al 2015). A questa prospettiva non ci sono alternative, se non le elezioni anticipate che, con l'attuale legge elettorale, è sicuramente una prospettiva dannosa ...

Ghinotto di Tacco

Lun, 02/12/2013 - 11:33

sono stufo di pagare balzelli per permettere a questi pezzenti di andare a urinare nei bagni pubblici. sono stufo di rintracciare filosoficamente le cause e le soluzioni di questa drammatica e vomitevole situazione. basta! basta gli sprechi e i privilegi. basta alle iugulatorie regole europee. se fosse possibile - o meglio, se fosse possibile senza un depauperamento cronico dei cittadini - uscirei anche dalla moneta unica... basta. basta perché sono in atto la guerra tra poveri, i ricatti nel lavoro, le vessazioni dei delinquenti e dei violenti, basta perché non c'è futuro per i nostri figli, non c'è più senso civico e identità nazionale (culturalmente intesa). a questo punto ben vengano i Grillini, almeno di queste cose ne parlano...

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 02/12/2013 - 13:28

Condivido in toto l'articolo di Veneziani anche sul caso Alfano. Alfano e i suoi hanno fatto il passo più lungo della gamba ma non si possono chiamare traditori, come nel caso di Fini, perchè permangono nel campo del centro destra, anche se pretendevano di dirigere la baracca senza averne i numeri, mentre ne caso di Fini questi è uscito perfino dalla destra, svoltando a sinistra. Di buone intenzioni sono piene le fosse e loro la fossa se la sono costruita per sè stessi senza nemmeno capirlo. Hanno basato il loro calcolo politico solo sulla rottura con Berlusconi ma non hanno compreso che, così facendo, creavano le premesse di una maggioranza dove la sinistra sarebbe stata il dominus. Se fossero stati dei giocatori di scacchi avrebbero compreso che non basta calcolare solo una mossa ma anche le successive, per vincere. Adesso Renzi ha incominciato a presentargli il conto dell'eccessiva abbuffata che hanno voluto fare, senza avere i "soldi" in tasca. Toccherà, prima o poi, a Berlusconi saldare il loro conto ma si dovranno mettere buoni a cuccia e non fiatare più, se vogliono rimanere in corsa.

ro.di.mento

Lun, 02/12/2013 - 13:56

tanto anche renzi finirà nel tritacarne dei suoi "compari" ! dove pensa di andare ? a governare ? ma se dal 1945 non c'è riuscito nessuno a parte inizialmente Degasperi !certo non potrà chiedere i voti alla destra, si dovrà rivolgere a grillo ! come rido anche io !!!

tzilighelta

Lun, 02/12/2013 - 14:47

Quindi dobbiamo ridere, a parte il fatto che Veneziani sa bene che Letta per quanto si sforzi, in tema di battute fuori di logica, non potrà mai superare l'insuperabile che qui non nomino. Restiamo sul pezzo, perché Letta ha detto di essere più forte? Nessuno lo dice, lo dico io, perché finalmente Berlusconi si è levato (momentaneamente) dalle scatole, e con lui anche il suo cerchio anzi circo magico capitanato da Brunetta, Santanchè Biancofiore, un parterre di incapaci che te li raccomando quando vuoi fare la fine del Titanic! Capisco che trovarsi come alleato uno come Alphano c'è poco stare allegri, ma questo passa il convento e se continua così presto arriverà Grillo, allora si che ci sarà da ridere!

Nadia Vouch

Mar, 03/12/2013 - 15:07

Meravigliamoci di meravigliarci.

glasnost

Mar, 03/12/2013 - 15:15

N.1 Grillo non arriverà perchè è inverosimile che qualcun altro lo voti, se invece questo si rivelasse possiblile, si attiveranno i magistrati per farlo fuori. O i grillini pensano davvero che in Italia conti la democrazia? n.2 per quello che abbiamo visto sinora i grillini ( o come cavolo si chiamano) non sono diversi dagli altri. A me hanno dato l'impressione di essere personaggi impreparati provenienti dai centri sociali.