La ricreazione è finita

Se non è il pallone gonfiato messo in scena da Crozza, Renzi deve parlare con chi ha i voti, cioè non con Letta e Alfano

Per Matteo Renzi la ricreazione è finita. Un conto è vedersela a parole con i due pesi leggeri Cuperlo e Civati, altro è dover decidere il da farsi guerreggiando ogni giorno contro i giganti della politica. Ieri il neosegretario ha presentato la sua squadra: dodici più o meno giovani bellimbusti e bellimbuste che in vita, fino a ora, hanno lavorato poco o niente ma frequentato molto bene uomini e stanze giuste al momento giusto. La novità c'è, la bravura vedremo. Del resto basta ricordare quanto furono celebrati i Monti boys al loro arrivo sulla scena (sobri, educati, colti e perbene, di rottura con il passato) salvo poi scoprire che governare non era proprio il loro lavoro. Ma torniamo a Renzi, fino a domenica candidato segretario Pd e da ieri candidato premier. Certo, un premier, Letta, già c'è ed è pure del suo partito, di fatto un sottoposto. Ma si tratta di un abusivo che, ricordate bene, gli soffiò il posto all'ultimo dopo i veti posti sul sindaco di Firenze da Napolitano (sicuramente) e da Berlusconi (probabilmente).

Non credo a una sola delle buone e belle parole di amicizia e collaborazione che Renzi e Letta hanno iniziato a scambiarsi. Uno dei due è di troppo, e tutto lascia intendere che a soccombere sarà l'attuale premier. Neppure il suo protettore Napolitano riuscirà a salvarlo dall'onda renziana sollevata dal popolo di sinistra. «Come si fa a governare con Formigoni e Giovanardi?», ha ripetuto Renzi durante una campagna elettorale che lo ha visto trattare con sufficienza mista a disprezzo pure Angelino Alfano. Già, come si fa a mollare Formigoni e tenersi Letta? Impossibile, perché Letta è ostaggio di Formigoni. Quindi: o Renzi è uno dei tanti venditori di pentole taroccate e ha preso in giro due milioni di cittadini (cosa che non è da escludere), oppure la crisi di governo per mano piddina è più vicina di quanto dicano.

Se non è il pallone gonfiato messo in scena da Crozza, Renzi deve parlare con chi ha i voti, cioè non con Letta e Alfano (che ne hanno uno in due, quello di Napolitano). Renzi, Berlusconi e Grillo hanno in mano il 90 per cento del mercato elettorale, sono tutti e tre fuori dal Parlamento, hanno il comune interesse a tornare a votare, per il bene loro e del Paese. Si parlino e decidano come e quando, alla faccia del Quirinale e del suo governo fantoccio. Ma caro Renzi, Berlusconi e Grillo non sono Cuperlo, forse per te è una sfida troppo alta. Spero di no, ma vuoi vedere che finirai pure tu a cuccia?

Commenti

Rossana Rossi

Mar, 10/12/2013 - 15:20

Bravo Sallusti, quadro perfetto.........

angelomaria

Mar, 10/12/2013 - 15:21

ovvero betoldo betoldino cagasenno evviva il nuovo triunvirato oh dimenticavo il napolitANOe stavolta c'la messo tutto per farla cosi'grossa

Pinozzo

Mar, 10/12/2013 - 16:08

Ti piacerebbe eh zio tobia? Invece renzi non ha nessun interesse a votare ora, restera' nella penombra e lascera' fare il lavoro sporco a letta, e poi si presentera' come l'uomo della rottura col passato, cosa che il preg non puo' fare e grillo ormai ha gia' fatto. Gli unici a cui converrebbe votare presto sono infatti il tuo padrone e grillo, ma purtroppo per loro in parlamento sono entrambi insignificanti.

eloi

Mar, 10/12/2013 - 16:29

Renzi fiorentino. Letta pisano. Tra i fiorentini ed i pisani non è mai corso buon sangue; Dante Alighieri docet. Quando "storicamente" riuscirono ad accordarsi fu per combattere e conquistare i territori di Siena e Lucca. Chi sa a chi tocca questa volta?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 10/12/2013 - 16:32

Caro SAL, ti sei reso conto che ogni minuto che passa logora il buon Silvio eh? Non ti preoccupare lo sa anche Renzi. E non sarà così stupido da rovesciare il tavolo prima di essere sicuro che il cadavere del Cavaliere sia ben freddo! Renzi è l'ancora di salvezza di Angelino Alfano che ha un disperato bisogno di risultati per crearsi quell'elettorato che non ha, al di là delle dichiarazioni elettorali, bastano un paio di provvedimenti di quelli giusti, magari non proprio efficacissimi nella sostanza ma molto di effetto e voilà che l'ex delfino avrà dimostrato di essere più in gamba del suo ex datore di lavoro. E se c'è un centrodestra che fa le cose perché tornare a votare quel vecchio centrodestra che in vent'anni ha promesso tanto, fatto pochissimo e dato sempre la colpa ad altri per non esserci riuscito? La gente vuole sangue di politico (in senso figurato ma non troppo) e le primarie del PD lo hanno dimostrato in tutta la sua evidenza, Renzi glielo promette e Cric e Croc gli dovranno andare a ruota.

giancarlotortoli

Mar, 10/12/2013 - 16:33

L'avventura renziana non è soltanto il problema economico e che già di per se farebbe tremare le vene dei polsi; bensì il problema dell'apparato politico, il suo, che non si farà certo da parte. E per non parlare poi dell'altro cespite del giurassico: la Camusso. Caro Renzi la vedo dura anche se ti faccio i miei auguri, da elettore comunque di Berlusconi. I miei auguri sono però fondati se penso a cosa significherebbe un centrosinistra, un vero centrosinistra riformato onde avviare un percorso, finalmente, in favore soltanto di questo paese, poiché il problema italiano, almeno di questi ultimi ventanni, non è stato il centrodestra (secondo la vulgata),bensì un centrosinistra immaturo, forcaiolo,impreparato alle sfide concrete che l'occidente ed il nostro futuro ci hanno messo davanti e quindi, completamente latitante. Staranno per cambiare i tempi? Datti da fare sul serio Renzi prima che la nomenclatura del tuo partito ti si coalizzi contro, se non lo è già.

Il giusto

Mar, 10/12/2013 - 17:26

sallusti...dubito che renzi voglia allearsi con il pregiudicato.In termini elettorali non pagherebbe!

glasnost

Mar, 10/12/2013 - 18:02

La prima cosa vera (non propaganda) che si sente di Renzi è che si prende un consulente economico di tendenze comuniste che ripropone le tasse sulla casa. La musica dei sinistri è sempre quella : tassa&spendi. Il resto è noia.

DrDestino

Mar, 10/12/2013 - 18:04

Scusi Direttore, ma il pdl e arrivato al 22%, ora dopo la scissone ragionevolmente sara al 15% A parte i quattro disperati che stanno ancora aspettando il rimborso imu la cura per il cancro la Salerno-Reggio Calabria ed il milione di posti di lavoro chi vota il Cav? I sei milioni di voti persi e la tragedia delle amministrative ( vogliamo parlare del Sindaco di arcore? ) mi pare che parlino Ben chiaro

DrDestino

Mar, 10/12/2013 - 18:04

Scusi Direttore, ma il pdl e arrivato al 22%, ora dopo la scissone ragionevolmente sara al 15% A parte i quattro disperati che stanno ancora aspettando il rimborso imu la cura per il cancro la Salerno-Reggio Calabria ed il milione di posti di lavoro chi vota il Cav? I sei milioni di voti persi e la tragedia delle amministrative ( vogliamo parlare del Sindaco di arcore? ) mi pare che parlino Ben chiaro

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 10/12/2013 - 18:57

Pinozzo Mar, 10/12/2013 - 16:08.....Le piacerebbe signor "pinotto", vero??? Purtroppo anche lei, come molti altri della sua risma, sarete delusi...Siete stati sedotti, manca solo l'abbandono,come nei più che noti romanzi d'appendice...ha presente?? Se ne faccia una ragione, tra una salamella e una birra, gentilmente offerte dalla bocciofila ...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 10/12/2013 - 19:06

DrDestino.....Ci vediamo alle europee...Ma gari dopo cambierà il nik ...DrCretino.....E.A.

avvfabiolazari

Mar, 10/12/2013 - 19:21

Ok.Letto questo, Caro Direttore, dopo quasi vent'anni di silenzioso appoggio, tutti i quarantenni che hanno mantenuto vivo il cuore originario di FI, il sogno di una Destra possibile e stabile, proprio ora, sull'orlo della stanchezza, devono raccogliere le ultime forze, supportati dalle proteste sociali di piazza, in primis Grillo, e trasversalizzare l'opposizione in maniera tale che, come una spazzolata-doppia tripla, non si sa mai-del tergicristallo, si rinnova totalmente il Parlamento. E si cominciano a fare due conti serii. La presenza di Renzi nel quadro Suo, Direttore, la vedo relativa, anche numericamente. Se vorrà personalizzare il PD--cambiando addirittura nome-gli serve tempo e denaro; per avere tempo e denaro gli è necessario un compromesso con l'apparato del partito che frammenterà e disorienterà l'elettorato di sinistra. Avv.fa.laz

Silvio B Parodi

Mar, 10/12/2013 - 21:05

pinozzo ma tu hai la palla di vetro.guarda che Sallusti ti mangia in testa, se non capisci sei scemo ma te lo spiego Sallusti ne sa' un milione piu' di te.quindi lascia perdere scalabrone.

moichiodi

Mar, 10/12/2013 - 22:31

sallusti è moribondo è fantastica su quando era giovane. tutto passa. la politica è in forte movimento. lo sforzo del giornale di farci continuare a pensare che tutto ruota intorno a berlusconi è vano. son cambiati gli equilibri( berlusconi ha un partito che vale 20 per centro (una volta superava il 30) nuovi volti sono venuti alla ribalta. spazio per dalema bindi bersani non ne vedo così come per berlusconi brunetta e verdini e company. cosa riusciranno a combinare i giovani, non lo so, ma credo che forza italia deve urgentemente attrezzarsi a lanciare un giovane. non vorrà ancora continuare con berlusconi e con l'anticomunismo. sarebbe patetico.

Roberto Casnati

Mar, 10/12/2013 - 22:58

Renzi ovvero pela il fico all'amico pela la pesca al nemico.

edo1969

Mer, 11/12/2013 - 07:32

Bravo Sallusti! Ben detto. Non dimenticare le arance pero'.

edo1969

Mer, 11/12/2013 - 07:34

"o Renzi è uno dei tanti venditori di pentole taroccate" ... mi ricorda qulcuno che Sallustio conosce molto bene

edo1969

Mer, 11/12/2013 - 07:36

"Berlusconi e Grillo ... una sfida troppo alta" ? Uno si è già rottamato da solo, è quasi in galera e conta quanto un fantoccio. L'altro è invece molto più ragionevole di quanto ne diciate voi giornalisti.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 11/12/2013 - 09:24

Sì, caro Direttore, vedremo presto la consistenza di Renzi, se è solo "chiacchiere e distintivo", come penso, oppure...Nel frattempo c'è qualcosa di nuovo nel panorama politico italiano e non vorrei che venisse sottovalutato: il Movimento dei Forconi. Spontaneamente (?) nato e formatosi in poco tempo è il segno dell'insofferenza del popolo nei confronti della politica inconsistente, inefficace, chiacchierona e fancazzista (alla Napolitano, insomma). La speranza è che questo movimento non si sgretoli, ma, anzi, prenda più corpo ed importanza. Solo così, forse, si otterrà qualcosa.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 11/12/2013 - 09:24

Verissimo,battere cuperlo e civati è roba facile.Cambiare in un giorno l'intera segreteria di un partitone come il pd mettendoci una banda di "sbarbatelli",volendo pure.Anche se in passato mai nessuno aveva osato.E sul resto che personalmene condivido poco direttore.Lei dice,adesso deve sedersi a parlare con B. e grillo,cambiare la legge elettorale e portarci al voto.Già il voto.B. e Grillo vorrebbero il voto,lo volevano addirittura con il porcellum,e passi per il primo che ne è l'autore e che da sempre ha dichiarato che è una buona legge,ma il secondo dopo averci fatto addirittura una raccolta firme per il referendum e detto peste e corna,ha dimostrato per l'ennesima volta di quante giravolte sia capace quando dichiarava di voler votare con il porcellum.Onestamente credo che renzi al voto ci vuole andare,inutile pigliersi in giro,la poltrona piace,l'uomo è ambizioso,non ne fa mistero.Ma buttare ora tutto in aria per dire,adesso arrivo io e salvo tutti,non mi sembra mossa geniale,sopratutto non mi sembra una mossa che possa pagare in termini di voti.Anche lui sa che bisogna da prima creare le condizioni giuste per vincere,ed oggi non ci sono,ergo non è il momento.Eppoi direttore bisogna essere dei polli per fare favori agli avversari.Cosa ci ricava renzi da un intesa o da un dialogo con il cav.?solo tante polemiche e tanti veleni dai suoi.A me pare che renzi cercherà in tutti i modi di trascinare questo governo sferzandolo quotidianamente,facendo il pierino della situazione apparendo così contemporaneamente vicino e lontano dal governo stesso.Certo deve stare attento a non bruciarsi,rischio alto.Ma alla fine se vedrà che da questo parlamento non uscirà nulla di buona,inteso nulla da poter sbandierare come fatto,si farà una legge elettorale,magari d'intesa con l'angelino speranzoso e disperato,e non sarà di certo una legge che piacerà a FI,come si conviene(amaramente)in politica,dove l'opportunismo e la convenienza dettano sempre legge.Mi spiace direttore,ma B. al momento no sembra della partita,a meno che qualcuno non lo rimetta in mezzo,ma a chi conviene?

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 11/12/2013 - 10:47

@Agrippina Concordo al 100%. Ecco perché ora è forte il rammarico per il comportamento schizoide del PDL. Quando sostenevo che la linea da tenere era tutt'altra, a partire dal Novembre 2011 in poi, ero uno dei pochi. Avrebbe dovuto, il PDL, andare all'opposizione, dura, ferma, coerente. Invece si inventò una presunta, pretestuosa, consapevolmente perniciosa "responsabilità nei confronti del Paese" contro una vera, sacrosanta, inviolabile (ma violata) "responsabilità nei confronti dell'elettorato". Ed i risultati sono lì sotto gli occhi di tutti, insieme agli sberleffi di quei poveri di spirito della sinistra. Ora il cammino è difficoltoso, in salita, ma, con costanza, raziocinio, coerenza e tanto acume politico (che finora è mancato), si può ricominciare a tessere un rapporto con gli elettori, che sono lì in attesa, ancora frastornati, di un segnale di riscossa. Auguri.

Purpetta

Mer, 11/12/2013 - 11:58

Caro Sallusti ma fatti i fatti tuoi che alla gente quello che scrivi non interessa il alcun modo scrivi solo a vuoto. La realtà è che Renzi vi fa paura a te e al tuo capò

Lino1234

Mer, 11/12/2013 - 14:34

# il giusto. Costui, poverino, non conosce il noto proverbio : " chi si loda s'imbroda" e si autodefinisce 'il giusto'. Più lodarsi di così si muore. Poverino. Da compatire e commiserare. Saluti. Lino. W Silvio. Il giornale 11.12.13

Lino1234

Mer, 11/12/2013 - 14:45

#Purpetta. Però, a buona educazione proprio zero. Si vergogni. Lino. W Silvio.