L'ossessione dei quarantenni

Largo ai giovani? Sì, se mi abbassano le tasse e mi tolgono dall'oppressione dello Stato e dell'Europa. Altrimenti mille volte meglio un bel vecchietto liberale con palle e pelo sullo stomaco

Sarà che anche per me gli anni passano veloci, ma questa enfasi sulla «nuova generazione» al comando mi lascia perplesso. A sentire il premier Letta nel suo discorso di ieri, dovremmo tutti noi italiani ringraziarlo per aver portato al governo una generazione di quarantenni che ha scalzato il vecchiume precedente. Non che la cosa mi infastidisca. Mi preoccupa l'idea che la carta di identità sia diventata un lasciapassare in bianco per la gestione della cosa pubblica. Essere giovani è una stagione della vita interessante e invidiabile ma non garantisce capacità e neppure onestà. Luigi Lusi, tesoriere della Margherita, ha svuotato le casse del suo partito a 40 anni. E il suo collega Belsito ha sbancato la Lega più o meno alla stessa età. Franco Fiorito, detto er Batman, divideva allegramente i soldi pubblici coi compagni del consiglio regionale del Lazio già da trentenne. La Minetti è entrata in politica a 25 anni e sappiamo come è andata. I giovani grillini sono sbarcati in Parlamento sotto il comodo e capiente ombrello dell'ultra sessantenne Beppe Grillo. Quando se la sono dovuta giocare da soli in elezioni regionali o locali quasi nessuno ha superato l'esame. Eppure erano giovani. Certo, parliamo di casi anche diffusi, non della regola. Principio che però dovrebbe valere pure all'inverso. Come c'è giovane e giovane, così ci sono anziani e anziani. Marco Pannella, a 83 anni, è ancora un gigante. Silvio Berlusconi, classe 1936, resta per gli italiani (lo dicono tutti i sondaggi) la carta più valida per guidare un centrodestra vincente. La Merkel in Germania è arrivata al potere passati i cinquanta e continuerà a esercitarlo, salvo imprevisti, fino alla soglia dei settanta. Letta ieri mi è sembrato come quelle signorine che, non possedendo altre doti e capacità, esibiscono la propria giovinezza per sbaragliare la concorrenza matura e accalappiare il fesso di turno. Che in questo caso non è l'anziano «cumenda», ma saremmo noi italiani. Largo ai giovani? Sì, se mi abbassano le tasse e mi tolgono dall'oppressione dello Stato e dell'Europa. Altrimenti mille volte meglio un bel vecchietto liberale con palle e pelo sullo stomaco. Ps. C'è poco da stare allegri, ma comunque a tutti voi lettori un affettuoso augurio di buone feste da parte di tutti noi de il Giornale.

Commenti
Ritratto di sances2

sances2

Mar, 24/12/2013 - 15:38

L'età, il sesso (le ipocrite quote rosa), il colore della pelle: in Italia e nel mondo si ritengono la panacea di tutti i mali, a prescindere dalle qualità personali di chi è chiamato a ruoli di responsabilità. Conseguenza di una società attenta più alla forma, al politicamente corretto che alla sostanza. Naturalmente poi occorre stare dalla parte giusta (la sinistra): la signora Condoleezza Rice, donna nera in posti di responsabilità non ancora cinquantenne, è stata veramente un'abile statita ma tuttavia era invisa ai nostri sinistri per la vicinanza a Bush (si ricordino le simpatiche frasi della Ravera, assessore alla cultura della Regione Lazio al suo indirizzo, del tutto identiche a quelle dei leghisti contro il nostro ministro dell'integrazione).

Giorgio1952

Mar, 24/12/2013 - 15:46

Caro Sallusti hai toppato un'altra volta, hai citato quattro esempi ma tre sono del centro destra : Belsito, "er batman" Fiorito e la 25 enne Minetti. Se poi Pannella è un gigante ed il vecchietto liberale con palle e pelo sullo stomaco è Berlusconi siamo messi bene, io preferisco di gran lunga Letta e Renzi anche se ho votato per una persona onesta come Mario Monti.

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Mar, 24/12/2013 - 15:50

Grazie direttore! come sempre preciso e lucido! Tantissimi e sinceri auguri a Lei e tutti quelli che lavorano con Lei anche se meno noti!

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 24/12/2013 - 15:52

PALLE D'ACCIAIO E' CONTENTO DEI GIOVANI IN POLITICA...MA DIMENTICA LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE DILAGANTE, DI QUESTA PALLE D'ACCIAIO SE NE STRAFREGA, LUI PENSA ALLA LEGGE ELETTORALE E ALLA STABILITA'...E' GIOVANE MA E' ANCHE COGLIONE.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 24/12/2013 - 15:53

Qualcuno ha visto un vecchietto liberale in giro? Io ho visto un anziano libertino che NON HA ABBASSATO LE TASSE Ecc. Ecc.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 24/12/2013 - 16:21

Giorgio1952 Mar, 24/12/2013 - 15:46...Non le viene il dubbio che siano citati appositamente?? Fenomenale il suo intervento, complimenti!!!P.S.: complimenti anche per mariemonti, davvero una persona onesta (se lo dice lei...)....E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 24/12/2013 - 16:23

Patchonki Mar, 24/12/2013 - 15:53....Non si può vedere nulla se si hanno gli occhi tappati dai residui azotati della digestione...E.A.

Gioa

Mar, 24/12/2013 - 16:27

MEGLIO VECCHI E SANI CON LE PAROLE GIUSTE AL MOMNETO GIUSTO CHE GIOVANI E INCAPACI.....LETTA ANCHE STA VOLTA TI è ANDATA MALE....NON SAI NON FAI...ETC..LO SCRIVO: C'è CHI NASCE VECCHIO...QUINDI MEGLIO IL VECCHIETTO ARZILLO E CONO GLI ATTRIBUTTI GIUSTI AL POSTO GIUSTO!! Non esiste di peggio che NASCERE VECCHIO!!!

niko fumo

Mar, 24/12/2013 - 17:13

Più che giovani sono impreparati,particolarmente in economia,e si cimentano con problematiche più grandi di loro.L'attuale ossessione del governo è l'attacco alla classe media,che sta diventando sempre più meno media, con spostamento di redditi quersiti verso categorie alla sinistra più vicine,con la partecipazione degli Alfaniani,che operano contro i propri elettori,in una politica di compiacimento incomprensibile. Come ultimo gioiello ho sentito oggi del ripristino,peraltro percentualmente inasdprito,del prelievo dalle pensioni per comodo definite d'oro malgrado la recente pronuncia di incostituzionalita della Suprema Corte.Asseriscono i cosidetti progressisiti che le decione della Suprema Corte vanno rispettate e quindi ci si appresta ad una nuova legge elettoare, si caccia Berlusconi dal Senato,ma qundo si tratta di maltrattare il Ceto medio non c'è Consulta che tenga.

buri

Mar, 24/12/2013 - 17:17

l bravi quarantenni che arrivano come salvatori della patria, sono nati tutti e si sono formati (per modo di dire) dopo il 1968, quando si gridava sulle piazze "l'immaginazione al potere ed anche vpgòiamo tutto e subito" si sparava e si pretendeva il 6 politico agli esami di gruppo. che bella formazione! ed ora abbiamo quello che abbiamo seminato e ne paghiamo le conseguenze, bell'affare abbiamop fatto!

INGVDI

Mar, 24/12/2013 - 17:20

E' da idiota pensare che giovinezza sia sinonimo di onestà e capacità. Il parlamento che abbiamo è pieno di idioti, anche laureati. Buone Feste a Sallusti ma anche agli idioti.

manente

Mar, 24/12/2013 - 17:49

Solo uno che non vale nulla può cercare di contrabbandare l'idea che la "gioventù" sia un valore di per sé sufficiente per guidare il Paese. E' evidente che la strategia di chi mette in bocca ai Letta ed ai Renzi simili sciocchezze è quella di avere al governo giovinastri assetati di potere e disposti a tutto pur di ottenerlo, compreso il tradimento della Nazione.

antiom

Mar, 24/12/2013 - 17:53

Come non condividere in toto quanto espresso dal dott. Sallusti! Anche da parte mia auguri vivissimi di buone feste.

Zizzigo

Mar, 24/12/2013 - 17:57

Questi giovani non sanno nemmeno fare di conto... a meno che non si tratti delle tasche altrui, ma più che fare di conto sono bravi a svuotarle, le tasche. Auguri Direttore, ed a tutto il Giornale!

Ritratto di Tarquini..Roberto

Tarquini..Roberto

Mar, 24/12/2013 - 17:59

Giorgio 1952 Complimenti. Sallusti non ha toppato, ha semplicemente detto la verità su individui che, come te, (quarantenne) non meritano di essere ne ricordati ne essere presi in considerazione. Sei sfacciatamente di sinistra vero?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 24/12/2013 - 18:29

Auguri di buon natale anche a lei Dott.Sallusti,brevemente le diro che l'unico vecchio liberale in circolazione e' il Prof.Martino,altri possono essere libertini che e' cosa ben diversa,infatti le tasse non le hanno mai abbassate anzi ....e' il momento per un cambio generazionale,il paese lo vuole e lo chiede da tempo,se ne faccia una ragione mentre trascorre felicemente il suo natale,auguri sinceri.

Baarioto

Mar, 24/12/2013 - 18:54

Come al solito la verità sta probabilmente nel mezzo: è vero che ci sono vecchietti rimbambiti come pure giovanotti rincitrulliti. Mi chiedo solo da dove prendono i giovani la cosa essenziale che è una serie di errori più o meno importanti ed involontari che portano a quella che si definisce esperienza. I nostri giovani politici di cui si parla sono essi esperti ed in cosa? Che io sappia grandi errori non ne hanno ancora fatti = esperienza zero o pressoché. Un caro saluto e Buone Feste dalla Svizzera.

Giorgio1952

Mar, 24/12/2013 - 23:02

Tarquini Roberto come dice il nick sono Giorgio del 1952, ho scritto di aver votato per Monti. Nestore55 perche' Sallusti dovrebbe aver citato i nomi appositamente. A lei non e' mai venuto il dubbio che un personaggio che ha frodato il fisco, quindi ha rubato i soldi di tutti lei compreso, e' stato condannato in via definitiva, interdetto dai pubblici uffici, decaduto da senatore possa essere una persona onesta. Non mi risulta nulla di simile a carico di Monti.

MarkMO

Mer, 25/12/2013 - 04:46

Il dramma di questa società italiana sono i 50enni, la vera generazione del 68, gente per lo più incapace e ancora ferma a vecchi ideali, questi si che rubano il lavoro ai giovani con stipendi che dire siano rubati è un eufemismo. Quindi largo ai 40enni, il peggiore sarebbe sempre qualcosa di meglio.

fedele50

Mer, 25/12/2013 - 10:06

LA differenza di stalletta dagli altri leader europei??? loro sono dei veri LEADER, lui una mezza tacca politica, loro tirano fieno in cascina per i loro popoli, noi facciamo del tutto per farci fottere e aiutarli nel loro intento. , sottile differenza, letta se avessi a disposizione caratteri ancora più piccoli li userei , nullità fatta uomo? no napoletano.

el cachivache

Mer, 25/12/2013 - 11:14

Caro Sallusti, la Sua è l'unica (o quasi) voce che è piacevole sentire in questo panorama di mer..li che è diventata l'Italia catto-comunista. Buon Natale a Lei, alla sua famiglia ed a tutti i lettori che come me amano Intelligenza, Libertà e Buonsenso (cioè tutto ciò che sta venendo meno in questo decadente paese).

Wrongo

Mer, 25/12/2013 - 14:25

Il problema non è tanto anagrafico ma più che altro legato al fatto che gli anzianotti la loro chance di governare l'hanno avuta e non hanno combinato letteralmente 'na mazza, sè non disastri, per cui gioco forza ci troviamo ora costretti a provare a sciegliere il "nuovo"....sè poi il centrodestra non è assolutamente in grado di rinnovarsi, cosa che farebbe sicuramente bene anche al centrosinistra e quindi al paese intero, non scarichiamo la colpa a chi ora deve fronteggiare una situazione drammatica ereditata dalle diverse cariatidi che si sono succedute.....Sallusti provi a portare a conoscenza degli elettori facce nuove con idee nuove che possano dare veramente speranza al paese.....

Atlantico

Mer, 25/12/2013 - 17:48

Stupefacente la libertà di pensiero di Sallusti ! Ahahahah

Atlantico

Mer, 25/12/2013 - 17:53

Berlusconi ha quasi 80 anni ma di pelo o palle ne ha pochissimo: non ricordo un altro presidente del consiglio cacciato come lui alla fine del 2011. La commedia che va avanti sulle nomine di Forza Italia poi te la raccomando: decidere di non decidere è ridicolo. Come esempio è abbastanza sbagliato, come sono sbagliatissimi gli esempi Belsito, Fiorito e Minetti, tutti di centrodestra: Sallusti, mi sta diventando 'comunista' anche lei ? Buon Natale !

SAMING

Mer, 25/12/2013 - 18:55

Certo, caro Sallusti, che il numero di lettere che ti scrivono i trinariciuti è considerevole. Ciò significa una sola cosa, che colpisci sempre nel segno ed il fastidio che arrechi loro deve essere insopportabile. Continua così. Non riuscirai a convincerli ma almeno un grosso risultato lo stai ottenendo: li fai afrrabbiare. Saluti a tutti Saming

SAMING

Mer, 25/12/2013 - 18:55

Certo, caro Sallusti, che il numero di lettere che ti scrivono i trinariciuti è considerevole. Ciò significa una sola cosa, che colpisci sempre nel segno ed il fastidio che arrechi loro deve essere insopportabile. Continua così. Non riuscirai a convincerli ma almeno un grosso risultato lo stai ottenendo: li fai afrrabbiare. Saluti a tutti Saming

SAMING

Mer, 25/12/2013 - 18:55

Certo, caro Sallusti, che il numero di lettere che ti scrivono i trinariciuti è considerevole. Ciò significa una sola cosa, che colpisci sempre nel segno ed il fastidio che arrechi loro deve essere insopportabile. Continua così. Non riuscirai a convincerli ma almeno un grosso risultato lo stai ottenendo: li fai afrrabbiare. Saluti a tutti Saming

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 25/12/2013 - 19:26

e mi sa che i vecchietti come Sallusti sono arrivati a chiedere pietà per essere presi in considerazione. Ahi!! Ahi è la conferma del declino nella sconfitta più impietosa. I quarantenni sono arrivati ai posti di comando e non si muoveranno più, sopratutto dopo aver vinto la battaglia con l'anziano berlusconi. Il tempo non perdona nessuno.

Ggerardo

Mer, 25/12/2013 - 20:34

Qui si parla di ossessione dei quarantenni, ma Sallusti e' veramente ossessionato dalle tasse. Non sa parlare d'altro. Ma perche' ? Senz'altro uno straricco come lui quando e' malato non usa la sanita' pubblica, non manda i figli alle scuole pubbliche, ma le strade le usa ? I rifiuti li incenerisce lui o qualcuno glieli porta via ? E quelli che non possono permettersi scuole e cliniche private secondo ui cosa devono fare ? Crepare o lasciare i figli nell'ignoranza ? E poi sostiene Berlusconi, uno che le tasse non le ha mai diminuite, pero' l'ha detto tante volte... Che persona.

sailor61

Mer, 25/12/2013 - 23:05

Caro Direttore concordo con la sua analisi e mi permetto di ringraziarla per le precise e chiare indicazioni che da. Purtroppo i soliti sinistri sono solo capaci di insultare e di latrare dietro al solito nome, come cani rognosi senza cervello! Comunque a lei, ai suoi redattori e ai suoi famigliari i migliori auguri di buone feste e.... non demorda!

robytopy

Gio, 26/12/2013 - 09:23

per favore aiutatemi, elencatemi una serie di cose che ha fatto Berlusconi per il bene l' Italia. Forse mi convincerò e passerò dalla vostra parte anch'io e affermare: Silvio Berlusconi, classe 1936, resta per gli italiani la carta più valida per guidare un centrodestra

rokko

Gio, 26/12/2013 - 10:19

Sì peccato che di vecchietti "liberali" non ce ne siano in giro. Io la leggerei al contrario: se proprio la minestra che dobbiamo mangiare è sempre quella delle tasse della burocrazia ecc. ecc., allora tanto vale far largo ai giovani.

gigetto50

Gio, 26/12/2013 - 10:39

....é sempre stato cosi'...in tutti i campi...in tutte le Aziende sopratutto private...é una moda ricorrente. E' una scusa per tentare di coprire le magagne provocate da gli allora giovani poi diventati vecchi Non tutti i giovani sono all'altezza anche solo per mancanza di esperienza che si accumula solo con gli anni.

abbassoB

Gio, 26/12/2013 - 10:52

quando si superano i 55 anni....dovrebbero essere tutti sbattuti a riposo, questi saccenti anziani,capaci di fare solo i propri interessi e senza un minimo di visione oltre l'ostacolo.....gli anziani sono la rovina perchè non mettono a disposizione la loro esperienza alle innovazioni e ai bisogni delle generazioni più giovani.....solo per il loro EGO

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 26/12/2013 - 10:59

In tutto il mondo l'eta' media dei governanti e' tra i quaranta/cinquanta anni....dopo aver fatto dieci/quindici anni di politica se ne tornano al loro lavoro o si dedicano ad altro.Da noi invece rinsecchiscono su quegli scranni,crepano appicicati alla cadrega.Ce ne abbiamo di ridicoli,gente che cerca di accendere un pc con il tasto off,persone che non sanno nemmeno come si manda una mail,magari si presentano in posta per ritirarla...ma gli italiani li votano,e finche' li votano e' giusto che ci siano loro,che sallusti li elogi,che ci raccontino che sono gli unici capaci.Ognuno ha i governanti che si merita,certo poi quando ci si dispera per un figlio disoccupato o altro,bisognarebbe avere la decenza di tacere ed abbassare lo sguardo,i nostri 40enni come dice il direttore non sono all'altezza di gestire il paese,ovviamente cio' non vale per i figli di papa',scommettiamo che se si candida marina ci sara' l'elogio dei 40enni,specie le femminucce?

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Gio, 26/12/2013 - 15:04

Non si preoccupi, Sallusti. Enrico Letta avrà pure 46 anni, ma la sua mentalità è quella di un ottantenne; quando lo guardo mi sembra di rivedere Mariano Rumor, Antonio Bisaglia, Ciriaco De Mita, Giovanni Galloni, ed altri bei democristiani del buon tempo andato, la cui linea politica si riassumeva così: fare poco per durare molto.

gedeone@libero.it

Gio, 26/12/2013 - 15:43

Auguri anche a lei Direttore ed a tutti i lettori, meno che ai trinariciuti-forcaioli a senso unico, non fosse altro perché non credono in Dio e per loro il Natale di Nostro Signore non esiste.

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Gio, 26/12/2013 - 16:19

Le buone maniere, la buona educazione, l'onestà, la lealtà, il rispetto degli altri, la correttezza in genere, non si acquisiscono con la nascita, dal genoma ereditato, si IMPARANO!!! I cattivi sono quello che si meritano.

Mechwarrior

Gio, 26/12/2013 - 17:02

Ma quanti "babbi" sinistrati che ci sono qui. c'e' persino chi vota monti e lo dice contento Rotlf!!!!!!!!!!!!!

agosvac

Gio, 26/12/2013 - 17:22

Forse bisognerebbe cercare di capire chi siano realmente i quarantenni. Sono quelli che hanno appena compiuto i quaranta oppure sono quelli vicini ai cinquanta ma non ancora compiuti? letta ha quasi cinquanta anni, è un quarantenne????? Questo tanto per chiarire! C'è poi un'altra questione: perchè l'Italia dovrebbe essere "salvata" dai quarantenni e non dai trentenni che avrebbero molta più energia e la mente più sveglia??? E poi ancora: siamo sicuri che l'intelligenza e la capacità politica dipenda dall'età e non dalla maturità e la preparazione che con l'età non ha niente a che vedere??????? Nella mia abbastanza lunga vita ho conosciuto dei quarantenni che definirli idioti sarebbe dir poco, ed ho conosciuto poco più di ragazzini estremamente brillanti e persone anziane ancora più brillanti e dalla mente più sveglia dei ragazzini!!!

toffee

Ven, 27/12/2013 - 02:16

markMo sei capace di fare i conti? La generazione dei cinquantenni di oggi era troppo giovane nel '68. A salire sulle barricate furono gli attuali sessanta-settantenni. E comunque ha ragione Sallusti, la giovane età non è una patente. L'esperienza soprattutto nella situazione attuale, e fondamentale e non mi pare che abbondi nei nuovi arrivati sulla scena politica. I quali per inciso sono figli proprio dei sessantottini......

brunog

Ven, 27/12/2013 - 05:58

Non e' una questione di eta', bensi di testa e capacita' con una buona dose di onesta'.

Giacinto49

Ven, 27/12/2013 - 09:31

Ringraziando per gli Auguri che ricambio a tutti voi del Giornale(commentatori compresi), ritengo che gli attributi cui fa riferimento il Direttore Sallusti siano, o spero possano essere, quelli di chiunque abbia il coraggio di ridurre ad un terzo stipendi, pensioni e prebende varie (fatta salva, come sempre la dignitosa e parsimoniosa sopravvivenza) impiegando il ricavato in serii investimenti che rilancino l'economia.

Luigi Farinelli

Ven, 27/12/2013 - 09:57

La frase da incorniciare: "Largo ai giovani? Sì, se mi abbassano le tasse e mi tolgono dall'oppressione dello Stato e dell'Europa". L'Europa opprime l'Italia e gli altri Stati europei classificati come "PORCI" da quegli altri Stati, per lo più nordici, autodefinitisi "ILLUMINATI" pur essendo questi ultimi, con il loro pragmatismo esaltato, il loro protestantesimo bigotto e succube del relativismo, la loro "fantasia finanziaria creativa", la causa principale della distruzione delle economie, dei principi etici e morali millenari e del sentimento religioso cristiano che è alla base della grandezza della civiltà occidentale, checchè ne dicano i massoni, i poveri pseudo-intellettuali infettati di relativismo e pensiero unico e gli altri sprovveduti che ripetono a pappagallo slogan laicisti e anticattolici senza sapere neanche che cosa stiano effettivamente dicendo: i cagnolini abbaianti tenuti al guinzaglio dai loro padroni in grembiulino senza nemmeno che se ne accorgano, istigati ad abbaiare a comando. Certo che sono preferiti i quarantenni: tra loro cominciano a prosperare i seguaci del pensiero unico, della società liquida, del progressismo politicamente corretto assorbito nelle scuole statali organizzate dalla massoneria per creare l' "uomo nuovo" adatto alla società del consumismo illimitato (che, più è imbecille e imbelle, femminilizzato e senza palle, più ubbidirà agli ordini degli "illuminati" autoeletti).

Luigi Farinelli

Ven, 27/12/2013 - 10:20

x Giorgio1952 (24.12.13 h15.46): Se lei ha votato per una persona come Mario Monti ritenendola "onesta" temo proprio che sia fuori strada; basterebbe la frase del bocconiano imposto dall'Europa: "non so neanche cosa sia la massoneria" quando invece lo sa benissimo; non è altro che un adepto del Grande Oriente d'Italia, ossia della congrega che ha come scopo secolare la distruzione degli Stati nazionali (per arrivare ad uno stato mercantilista allargato ma a guida autoeletta dalle elites e lobbies) anche attraverso crisi politiche ed economiche a bella posta create, come quelle che purtroppo stiamo vivendo, a parte l'appartenenza a quell'altra potente congrega massonica internazionale che è il Birdelberg e l'altra che è la Trilaterale (quelle che organizzano guerre e "primavere", rivoluzioni e cadute di governo per arrivare al nuovo ordine mondiale mercantilista e laicista). Il burattino mosso dalla massoneria europea che, per coprire le sue losche trame di traditore della patria dice di andare a messa tutte le domeniche: l'altro scopo della massoneria (luciferina, ovvero satanista) è invece proprio la distruzione del cristianesimo, soprattutto cattolico e infatti la massoneria non sta lesinando mezzi, fra media prezzolati che lavano continuamente il cervello dei cittadini, sempre più in balìa di questi mascalzoni e tecniche di manipolazione mentale raffinatissime, per imporre il pensiero unico e omologato: Monti, Draghi, Prodi, Debenedetti, Letta, Bonino, Hollande, Soros (la lista è lunghisima e comprende quasi tutti i politici europei noti tutti scagnozzi in grembiulino del vero potere ombra che ci sta portando alla catastrofe economica e dei principi). Proprio un bel tipo "onesto" il Monti! Almeno Berlusconi ha rinnegato l'appartenenza alla massoneria che l'aveva aiutato ad andare al potere, soprattutto mettendosi di traverso alla costruzione dell'Europa unitaria. E questa è stata la causa della sua destituzione: la massoneria non tollera i cani sciolti e se non può eliminarli politicamente lo fa eliminandoli fisicamente.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 27/12/2013 - 11:00

Chi mai ha lanciato l'italico proclama "largo ai giovani!"? Mussolini! E lì siamo rimasti. Nessuna alternativa alla cultura fascista e comunista ancora dilaganti. Pensi lei nel ventennio fascista, ridicolo ed infame la sua parte, che ruolo avrebbero affidato ad uno come Letta. E pensi che opinione ha di lui il presidente comunista Napolitano. Viene da rabbrividire.

denteavvelenato

Sab, 11/01/2014 - 09:41

Il vecchietto liberale, con le palle,e il pelo sullo stomaco, sarebbe lo stesso che aveva firmato il contratto con gli italiani, e aveva promesso che se non lo rispettava non si sarebbe più presentato?