Il crollo di Matteo già bocciato come sindaco

Il primo cittadino di Firenze perde 26 posizioni rispetto al 2009. Primo Cattaneo (Pavia)

Roma - Cala l'entusiasmo dei fiorentini nei confronti di Matteo Renzi. Secondo il sondaggio di Ipr Marketing, per il Sole 24 ore, il sindaco perde 4 punti e mezzo, rispetto al giorno della proclamazione. Ed il calo poteva essere maggiore se non ci fosse stata l'attenzione sulle primarie e sulla sua nomina a segretario del Pd. A Palazzo Vecchio è arrivato sulla scia del 59,51% dei consensi. Oggi ne raccoglie il 55%: il 4,51% in meno.
Un altro giovane sindaco, invece, va in direzione opposta. Ed è del centrodestra. Alessandro Cattaneo a Pavia aumenta di quasi il 30% i propri consensi. Era stato eletto con il 54,37% dei voti. Mentre ora i pavesi pronti a confermarlo nell'incarico salgono al 68%; con un aumento del 13,63%.
Ben diversa la situazione per i sindaci grandi città come Roma, Genova, Palermo, Napoli, eletti nel centrosinistra. Ignazio Marino, eletto in Campidoglio con il 63,9% dei consensi, oggi naviga al 56,6%. Con un calo del 7,4%. I genovesi, poi, se chiamati oggi alle urne non confermerebbero Marco Doria come sindaco. Prese il 59,71 dei voti. Oggi raccoglierebbe - secondo il sondaggio Ipr - il 48%; con un calo dell'11,71%.
Leoluca Orlando resterebbe sindaco dei palermitani con il 59% dei suffraggi. Ma ben distante dal 72,43% raccolti il giorno della sua elezione. Il suo governo ha allontanato il 13,43% degli elettori. Peggiore la situazione di Luigi de Magistris a Napoli. È stato eletto con il 65,48% dei voti, mentre ora raccoglierebbe a stento il 51%, lasciando sul terreno il 14,38%.
Il 51% lo raccoglierebbe oggi anche Giuliano Pisapia. A Palazzo Marino era arrivato con il 55,1% dei voti. Lascia sul terreno il 4,1%. C'è poi chi, immaginando un risultato elettorale in bilico, si è già dimesso. Come Massimo Cialente, ex sindaco dell'Aquila. È stato confermato sindaco con il 59,2%. Oggi raccoglierebbe a malapena il 50%, perdendo il 9,2%.
Nulla a confronto con l'ultimo sindaco d'Italia: almeno secondo il sondaggio Ipr. Ippazio Stefàno (Ippazio è il nome) è stato eletto per la seconda volta come primo cittadino di Taranto con il 69,7%. Oggi verrebbe votato da non oltre il 40%, con un calo del 29,7%. A conferma di come, nel centrosinistra, si possano perdere posizioni nei sondaggio al Sud come al Nord c'è il caso di Alessandria. Il sindaco Maria Rita Rossi è stata eletta con il 67,97% delle preferenze. Oggi è al 40%, facendo segnare un -27,97%.
In controtendenza rispetto alla delusione fotografata da Ipr nell'elettorato rispetto ai sindaci di sinistra, Michele Emiliano. A Bari raccoglie il 6,13% di consenso il più rispetto alla data di elezione. Vale a dire, è stato eletto con il 59,87% dei voti. Se si votasse oggi, racimolerebbe il 66%.
Discorso a parte per i due sindaci grillini. Federico Pizzarotti di Parma non verrebbe rieletto. È diventato primo cittadino con il 60,23% dei consensi. Oggi raccoglie il 49%, in calo dell'11,23%. Di contro, Federico Piccitto di Ragusa verrebbe confermato sindaco della città siciliana con il 58,5%; ma lascerebbe sul terreno il 10,9%.

Commenti

angelomaria

Mar, 14/01/2014 - 09:08

almeno i fiorentini sono piu' svegli di quello che pensavo!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 14/01/2014 - 09:11

leggendo i numeri su cui si poggia questo articolo non si capisce affatto come si possa titolare "crollo",piu' che una considerazione sembra una speranza.Menzione speciale per il giovin Cattaneo,speriamo si dimostri divaltra pasta rispetto ai suoi colleghi.

Gioa

Mar, 14/01/2014 - 09:20

Finalmente era ora che i Fiorentini si svegliassero...PRRIMA dominici che si legò con le catente davanti al parlamento...ed era meglio se pensava ai Fiorentini. Ora arriva questo renzi: tra cani non si moscano. SVEGLIA FIRENZE, vi sembra che questo amico/nemico di letta e dei suoi predecessione dia "ADDOSSO" ai suoi pari? LO DIMOSTRA IL FATTO CHE renzi a letta sta dicendo: il rimpasto se lo vuole letta. Pensare che appena sto INCIUCINO per ora ma già DIVENTATO INCIUCIONE che continua ad avere due cariche Istiutzionali=sindaco e segretario del pd...lo elessero segretario del pd disse: RIMPASTO, LETTA NON SA FARE NULLA...piu' o meno la fra era questa, FAR CADERE IL GOVERNO....ORA NON LO VUOLE FAR CADRE PIU'....VOI VI FIDACE DI UNO COSI'?...IO MAI FIDATO!!1

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 14/01/2014 - 10:19

@Angelomaria e Gioa,un impercettibile calo del 4% restando ben oltre il 50% dei gradimenti,il tutto rilevato da un sondaggio,quindi da prendere con le pinze,e voi gia' esultate?Ci si accontenta di molto poco allora ultimamente...

bleumoon

Mar, 14/01/2014 - 14:18

sarò sincero..sono di destra ( ma di cervello libero) e avrei votato alle prox Renzi. Ma....peccato mi ha deluso pure lui..Parla parla ma pure lui è un quaquaraqua