Berlusconi nella tana del Pd

Il segretario ospita il Cavaliere nella sede del partito. Fuoco di sbarramento di bersaniani, alfaniani e montiani

Berlusconi e Renzi contro i reazionari. È questa la battaglia per il futuro. Chi sono i reazionari? Quelli che vogliono ibernare l'Italia e fanno muro contro il futuro, quelli che non vogliono cambiare nulla, che boicottano ogni idea di riforma e pensano soltanto a conservare poltrone e privilegi. Non si possono più nascondere. Sono pezzi del passato che non passa. Sono scogli ingombranti della vecchia Dc e del vecchio Pci. Sono quello che resta, ma purtroppo non è poco. Sono sopravvissuti alla Prima Repubblica e hanno tenuto in ostaggio la Seconda fino a farla avvizzire come carne andata a male. E in queste ore sono tutti schierati per l'ultima battaglia. Obiettivo: fermare l'accordo tra Renzi e Berlusconi per definire le regole del gioco.

È il passato remoto che si oppone al nuovo, quello fresco di Renzi e quello di chi da vent'anni cerca di sconfiggere i reazionari. Berlusconi alcuni di questi «figli del passato remoto» se li è tenuti in casa, li ha allevati, ha dato loro le chiavi del partito. Poi si è accorto che anche loro erano devoti al gattopardismo. Renzi li ha sfidati alle primarie. È stato prima sconfitto e poi ha vinto. E ora non può piegare la testa. Gli stanno intorno, lo strattonano, lo accusano di dialogo con il nemico. Il segretario del Pd però sa che se ora si arrende, se fa marcia indietro, perde il primo importante match con chi lo considera un intruso e lavora per sabotare il suo rinnovamento. Se cade adesso la sua partita è compromessa. Resterà sempre schiavo dell'apparato. E, infatti, lo sfida invitando il «nemico» nella sede del Pd.

Oltretutto questa non è una battaglia come le altre. L'incontro tra Berlusconi e Renzi in qualsiasi altra democrazia sarebbe considerato normale. Non è un inciucio. È il tentativo di risolvere un problema. Il discorso è semplice e logico. La Consulta ha detto che il «Porcellum» non è costituzionale. Serve una nuova legge elettorale. Come si può escludere il leader di un partito con milioni e milioni di voti? È chiaro che prima di andare al voto devi chiarire quali saranno le regole. E la prima persona da sentire è il tuo avversario, perché se le regole le fai solo con i presunti amici non è democrazia.

Solo che i bersaniani, i franceschiniani, gli alfaniani, ciò che resta dei montiani si indignano. Perché? Alcuni temono di perdere il potere di ricatto verso i partiti più grossi e perdere le poltrone. Altri sono innamorati della democrazia dei tecnici e dei burocrati, una democrazia che non prevede il voto. E poi ci sono quelli che non vogliono le riforme, amano restare nel limbo e sognano il passato. Tutti questi seguono una regola mortale: vietato parlare al futuro.

Commenti
Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 18/01/2014 - 15:16

Con somma soddisfasssione si può affermare che il futuro è formato da Cattaneo (Fi) e D'Alema (PD), mentre i reazionari sono berlusconi-renzi

canaletto

Sab, 18/01/2014 - 15:19

IL FATTO CHE UN ANTAGONISTA VADA NELLA CASA DELL'ALTRO E' UN SEGNO DI CIVILTA', DEMOCRAZIA ED UMANITA' OLTRE CHE DI UMILTA' CHE I ROSSI RINNEGANO E DISPREZZANO SEMPRE. E POI C'E' IL DIRITTO DI ACCOGLIENZA. MA ANDATE BUFFONI ROSSI D'ALEMIANI E BERSANOTTIANI, PIANTATELA CON GLI ODI RAZZISTI, SIETE DEI MASCLAZONI CHE AVERTE ROVINATO L'ITALIA E I LAVORATORI

tormalinaner

Sab, 18/01/2014 - 15:19

Provo una profono compiacimento nell'immaginare l'attacco livoroso di bile della Boccassini e degli altri magistarati Rossi quando Berlusconi varcherà la porta della sede del PD. Pensavano di distruggerlo con processi farsa di stile staliniano e ora se lo trovano dentro casa come interlocutore principale e con Forza Italia in crescita. Una soddisfazione per me inimmaginabile!!!! Ho sempre sostenuto che il miglior sponsor di Berlusconi è Magistratura Democratica, bravi continuate così e vinciamo!!!

Ritratto di Zio Gianni

Zio Gianni

Sab, 18/01/2014 - 15:27

***Le capoccie vuote. "Non è mica vero, disse Enriko Ber a Giorgio Alm,che tutti quelli che votano komunista siano idioti ma...è pur vero che tutti gli idioti votano komunista". ***Questo sono i "Kompagni di merende" sinistri. >>> Come scriveva Guareschi in "Mondo candido", il "trinariciuto" è simbolo di imbecillimento e di rinuncia al ragionamento individuale in quanto dotato della terza narice che "ha una sua funzione completamente indipendente dalle altre due: serve di scarico in modo da tener sgombro il cervello dalla materia grigia e permette nello stesso tempo l’accesso al cervello delle direttive del partito comunista che, appunto, debbono sostituire il cervello che appartiene oramai a un altro secolo. Amen!*

Mario-64

Sab, 18/01/2014 - 15:30

Bersaniani ,alfaniani e montiani...sembrano personaggi di Star Trek

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 18/01/2014 - 15:36

Renzi e' "il Nuovo, il Fresco che sconfigge i reazionari", ma intanto si genuflette davanti alla mummia di Arcore: Matteo e' il Nuovo Olgettino.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 18/01/2014 - 15:46

Renzi si e' semplicemente appiattito sulle istanze di Berlusconi. La cosa piu' atroce poi sono le liste bloccate, roba da sistemi sovietici. Perche' le pecore saccenti che affollano questo forum non si incazzano al riguardo? PERCHE' SIETE D'ACCORDO SULLE LISTE BLOCCATE??? Alla fine stai a vedere che ha ragione Cicchitto, RENZI&BERLUSCONI si spartiscono le spoglie dell'Italia come HITLER&STALIN con la Polonia.

mrwatson52

Sab, 18/01/2014 - 15:46

Ormai sono quasi certo che in fatto di coerenza, sincerità e forse anche onestà sia Berlusconi che Renzi possano essere superati e battuti anche dall'onorevole Antonio RAZZI.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 18/01/2014 - 15:49

Grande Tramontano, perfetto il titolo "...nella tana...". La tana è il rifugio delle bestie, bestie comuniste? Basterà la presenza di uno statista di livello mondiale per "esorcizzarla" come dice il grande Brunetta? Non lo credo, ma mai dire mai. L'onore che Silvio fa a costoro li indurrà a ragionare ed a condividere le idee di libertà dello statista? Li indurrà ad abbandonare il sostegno a magistratura democratica ed ha condividere la denuncia di questa associazione che tanti danni ha causato all'Italia (vent'anni di persecuzione a SILVIO)che SILVIO fa da tempi non sospetti? SILVIO oggi ha vinto, è vero, li ha messi nell'angolo da cui non usciranno più, sembrano allo sbando, accecati dalla luce della VERITA' che SILVIO ha portato nella loro "tana", ma attenti ai colpi di coda, prima che la sede dei comunisti venga abbattuta e con le macerie venga eretta una stele in memoria delle vittime del comunismo temo passi ancora tempo. Forse troppo.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Sab, 18/01/2014 - 15:51

I costruttori di muri: quelli che ancora rimpiangono Berlino, quelli che vanno in giro con calce e mattoni sempre pronti per isolarsi vorrebbero che gli altri tacessero per sempre.

piantagrassa

Sab, 18/01/2014 - 15:54

Per @luigipiso D'Alema fa parte del futuro.....è rimasto al Medioevo.

Marioga

Sab, 18/01/2014 - 15:54

Non preoccuparti Silvio che i comunisti mangonao solo bambini, con i vecchi volponi ci fanno casomai solo qualche conveniente alleanza.

Tino Gianbattis...

Sab, 18/01/2014 - 16:02

Ci staranno le massomafie al potere ad essere messe in un angolo??? Secondo me no! Li distruggeranno come due lombrichi al passaggio e ripassaggio di un compressore stradale che li mette sotto "polvere eri polvere ritornerai"-