Ma che fine ha fatto la destra?

Dove si sono cacciati i quat­tro milioni di italiani che vota­vano Alleanza nazionale?

Ma dove si sono cacciati i quattro milioni di italiani che votavano Alleanza nazionale? Me lo chiedo oggi che è l'anniversario della nascita di An, poi morta suicida a sedici anni.

Me la ricordo quando nacque, fu un parto algido; fu più vivo il funerale al Msi. Ma era un popolo, la destra, anche se il suo cuore derivava dalla fiera minoranza missina.

Non vi dirò del suo leader e non tirerò fuori il catalogo dei suoi errori, l'abbiamo già fatto. Né riproporrò la ripartizione di quell'elettorato nelle sue attuali diramazioni. Si sa. Mi chiedo piuttosto come è possibile che si sia vanificata un'area di opinione, militanza e appartenenza così corposa che aveva resistito a tanti assedi e intemperie. Le cause sono note e quasi tutte endogene: vuoto di leadership e di regia, oltre che di memoria, sindrome Fini e sincope Fiorito, mimetizzazione, resa e dispersione.

Ma è vistosa l'assenza di un luogo simbolico, mediatico, culturale che possa costituire il riferimento prepolitico di opinione, per la destra; i temi non mancano. Ci sono solo formazioni politico-elettorali, pari a un'unghia di An. La meno piccola è Fratelli d'Italia, un bel nome lanciato per una lega di destra da Longanesi nel 1955; la Meloni è brava, ma non basta e loro si definiscono di centro-destra come Forza Italia e Ncd. Poi c'è Storace, ma non ce l'ha fatta. Il resto è buio, polvere o casi personali. Marine Le Pen va dai leghisti, l'antieuropa ha grillini per la testa. Solo i due marò... Vent'anni fa bastò Fiuggi, oggi forse è il caso di Lourdes.

Commenti

disaccordo

Mer, 22/01/2014 - 14:56

Beata ignoranza. Di sicuro non sono persone che si identificano nel nuovo concetto di destra\centrodestra moderata ma estremista, tollerante ma intollerante che abbiamo ora.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 22/01/2014 - 14:57

Salvo qualche sognatore o qualche manipolatore di coscienze, la destra è finita per le stesse cause per cui è finita la sinistra: per inefficacia della fanatizzazione di massa. Ora dovremmo parlare di cose concrete che non stanno né a dx né a sx, ma nelle meno vaghe regioni del pragmatismo.

Giorgio1952

Mer, 22/01/2014 - 14:57

Veneziani torneranno tutti a votare FI!!! Sindrome Fini e sincope Fiorito, ma guardi che erano nel PDL, così come i sei milioni di elettori che un anno fa si sono astenuti od hanno votato Grillo!!

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Mer, 22/01/2014 - 14:59

Quei pochi che conosco personalmente alle elezioni del 2013 si sono divisi tra FLI(5), FDI(3) e la maggior parte del piccolo cerchio di conoscenze una (20 circa) non hanno votato nel 2013 non sentendosi rappresentati da nessuno del CDX. Chiaramente il mio manipolo di amici non fa nessuna statistica, ma avevo intenzione di rispondere a Veneziani, che sembra intenzionato a fare una campagna elettorale per convicerli a rivotare un qualsiasi partito di cdx, purché votino di là. Purtroppo i 20 amici in questione sono persone di "principio" e a detta loro finché l'offerta politica del cdx rimarrà la stessa non torneranno a votare (dicono, poi però vedremo nel 2015 se si asterranno ancora). In ogni caso 20 persone non cambierebbero molto il risultato finale.

max.cerri.79

Mer, 22/01/2014 - 15:03

Me lo chiedo anch'io che fine ha fatto, è dai tempi del duce che è scomparsa....

Giorgio5819

Mer, 22/01/2014 - 15:04

Una brutta FINI, purtroppo.

edoardo55

Mer, 22/01/2014 - 15:05

E' singolare che nelle ultime vicende politiche non si accenni minimamente alla Destra,considerando Berlusconi l'unico referente di questa parte politica. Ed è ancor più triste constatare che si parla di crisi istituzionale e non di crisi economica, quasi fosse quest'ultima una cosa lontana dal Palazzo. Non un accenno all'euro, questa moneta la cui rigidità di cambio imposta dall'Europa dei banchieri, ha compresso i salari verso il basso, affossando la domanda interna ed impoverendo di conseguenza la Nazione.

Raoul Pontalti

Mer, 22/01/2014 - 15:06

Hai ragione Marcello, i destricoli si sono ridotti ad avere come bandiera e come esempio luminoso due sparacchiatori ai fantasmi nei mari tropicali imputati per l'uccisione di pescatori. O tempora o mores....

Triatec

Mer, 22/01/2014 - 15:08

Tulliani, il ragazzo senza reddito residente a Montecarlo che viaggia in Ferrari, ha chiesto a suo cognato di chiudere AN.

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Mer, 22/01/2014 - 15:08

Chiaramente non hanno votato per un senso di nausea collettivo. Sono nel grande numero degli astenuti e manca un personaggio guida che li convinca e non certamente La Russa.

carlo5

Mer, 22/01/2014 - 15:08

Basta estreme Veneziani, basta utopie. Andiamo oltre e vediamo quanto e' ancora difficile avere un paese normale. Le Pen non va da nessuna parte, congela solo voti ed infatti la Francia langue. Basta estreme Veneziani, passiamo oltre. Diventiamo un paese normale. Chi inventa partiti o refusi lo fa per i casi propri. Veneziani critiche si ma costruttive.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 22/01/2014 - 15:16

La destra di an e' morta ammazzata da un giuda chiamato fini.Ci siamo ancora , e speriamo che riunendoci anche se pur non estremisticamente cominciamo a fare gli interessi degli Italiani anche dei buzzurri schifosi che vorrebbero regalare la nazione a falsi profughi e islamizzarla.Ni ci siamo .

Rambo 1951

Mer, 22/01/2014 - 15:18

Fate emergere ALBA DORATA e poi vi renderete conto dove sono finiti i quattro milioni di italiani.

Albaba19

Mer, 22/01/2014 - 15:19

ma non mi venite a dire che FI è un partito di destra!! la destra è un'altra cosa che non c'entra niente con FI purtroppo!! è inutile che li cercate per avere qualche punto percentuale in più......saluti

km_fbi

Mer, 22/01/2014 - 15:23

Cialente- Trifuoggi: bella accoppiata di soggetti da prendersi con le molle, per evitare contaminazioni... Ma Trifuoggi non era quel bel tomo di magistrato che scambiava confidenze deleterie con il traditore, quando questi ancora non era Fini...to?

Cinghiale

Mer, 22/01/2014 - 15:24

Il sottoscritto a votare non ci va più, provare a cercare nell'astensione e diversi fascisti si trovano. La destra come la si intende non esiste più, noi di destra non siamo rappresentati, se nessuno esprime quello in cui credi perchè dovresti votarlo?

paolinobg

Mer, 22/01/2014 - 15:29

ah ma che bella domanda... soprattutto se viene da un giornalista che lavora per un giornale che ha dato un grande (e definitivo) contributo a colui che ancora poteva rappresentare quella destra moderata che sarebbe tornata molto utile in occasione delle prossime elezioni (visti gli attuali sondaggi). Invece, a forza di "dargli" all'asino B. ed i suoi media hanno vinto la battaglia di distruggere Fini ma perderanno la guerra ed i prossimi 5 anni di governo a favore della sinistra stante la nuova legge elettorale. Eh si perche' credo solo una parte relativamente piccola (35-40%) dopo la cacciata di fini ha continuato a votare per il PDL mentre il resto schifato da come sono stati "usati" in tutti gli anni precedenti prova un profondo risentimento verso chi li ha "killerati" alle spalle e sicuramente piuttosto che dare i voti a questo (falso) centrodestra che non perde occasione per governare o fare accordi con i nemici odiati della sinistra preferisce astenersi o tuttalpiu' votare Grillo (ne conosco parecchi ex AN che han votato per il Movimento 5 stelle) anche alla luce del fatto che sin dallo sbarco in parlamento ad oggi la vera opposizione alla sinistra (pigliata in piu' occasioni a pesci in faccia!) l'ha fatta Grillo e non certo Berlusconi o il centrodestra. Quindi battaglia vinta, gloria fatua per qualche mese/anno ma alla fine i voti della vera destra su cui non puo' piu contare forza italia saranno decisivi e faranno perdere la "guerra" delle prossime elezioni a FI-NCD e company.

tommy1950

Mer, 22/01/2014 - 15:35

Oggi più che mai c'è bisogno di destra,la destra storia e sociale. In presenza dei rischi che provengono dalla distruzione della famiglia, della lingua, delle nostri radici storiche e culturali, dell'economia artigianale e sociale,dobbiamo riunirci sotto le vecchie bandiere e farci sentire.Ormai le ventate che provengono dall'europa nordica dove la famiglia è allo sbando, dove dominano solo le esigenze finanziarie e dei singoli individui al di fuori di ogni morale, è necessario riunirsi in un unico simbolo per contare qualcosa e cercare di arrestare la corsa verso il precipizio.

Silvano Tognacci

Mer, 22/01/2014 - 15:35

Ma che fine ha fatto la Destra ? ... Finì ...

Singolarita

Mer, 22/01/2014 - 15:39

Noi invece ci chiediamo dove siano i rappresentati della destra. Dove sono coloro che lottano per l'identità della nostra cultura. Dove sono coloro che lottano contro l'orrore delle adozioni gay, contro i clandestini criminali, contro il potere straniero in italia. Si riunisca la destra VERA richiamando i valori del movimento sociale, passando per forza nuova, gaetano saya, storace e chiunque altro creda nel popolo italiano. I voti arriveranno dopo.

mzee3

Mer, 22/01/2014 - 15:39

Questa sì che è una bella domanda! E la risposta è semplice: è sparita, dissolta e quello che è rimasto è non solo inutile ma persino dannoso. La colpa grave è l'essersi fatta fagocitare per interessi personali dei suoi dirigenti, da quello che oggi si può senza paura di essere né smentiti né accusati, un pregiudicato. Quando la GENTE di dx capirà che quel personaggio DEVE essere messo da parte, solo allora la dx Italiana rinascerà più forte di prima perchè la sx, e lo dimostra ogni giorno, è forte solo all'opposizione ed è incapace di governare. Fintanto che giornalisti, lecchè, nani e pittonesse varie saranno a finaco del pregiudicato e seduti in parlamento a spese degli Italiani per difendere le loro personali rendite, in Italia (quella onesta) non ci sarà posto per una dx, che è assolutamente necessario che esista. Oggi la dx italiana è rappresentata solo ed esclusivamente da persone che hanno la faccia del pregiudicato. Una faccia botulinica, inguardabile impresentabile, inaccettabile sia in Italia che all'estero.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 22/01/2014 - 15:40

Più che suicida, dire morta assassinata. Un po' perchè i vecchi militanti del MSI piano piano si assottigliano per cause naturali, altri capiscono come gli estremismi (così definiti da quei rossi che di estremismo hanno fatto una cultura)valaono poco ed hanno optato per un più quieto vivere, mentre il resto è stato trucidato da quell'infame del montecarlino, autoincensatosi, autoreferenziatosi, per poi dimostrare il suo vero valore, cioè zero. Ci ha provato Storace, che voleva, a suo dire, non un nuovo partito ma un partito nuovo e non solo non è riuscito a convincere molti benpensanti a riesumare un ideale di Patria, Famiglia, Credo ma ha dimostrato come fossero vacue le belle parole avendo creato una vecchia copia di un partito personale, sufficiente solo a garantire qualche poltroncina regionale. Azioni intraprese da volenterosi per vedere e riunire le varie anime della destra sono miseramente fallite perchè ognuno ha preferito il proprio zero virgola invece di coalizzare le forze e raggiungere un quorum rispettabile. Se vogliamo proprio, oggi la destra è rappresentata da coloro che si oppongono alla sinistra, e forse é meglio così, le ideologie sono tramontate e quello che conta è il pane quotidiano, più o meno toscano più o meno pugliese. Ciò nonostante, si sente la mancanza di un indirizzo politico nazionalista,democratico e sociale, che abbia per pilastri il lavoro, la famiglia, il rispetto dovuto ad ambedue, un modello sociale che, senza sconfinare nello statalismo, protegga le categorie più deboli ma lasci libertà all'iniziativa privata. Chi vivrà, vedrà, ma nell'Italia ancora preda di guelfi e ghibellini ce n'è di strada da fare, prima cosa educare le persone ad essere cittadini e non isole.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mer, 22/01/2014 - 15:41

Io dopo ann di militanza attiva in MSI prima e AN dopo mi sono ridotto a votare Lega Nord (prima) e Scelta Civica. Pensa come siamo caduti in basso... Quando ci libereremo definitivamente del decadente potrò tornare a votare a destra.

Andrea09

Mer, 22/01/2014 - 15:42

In molti ricordano quel giorno come il giorno della morte della dx italiana. In molti sono ancora alla ricerca non disperata ma continua di un qualcosa che assomigliasse al vecchio MSI. In Italia e' difficilissimo ricoprire il ruolo da leader della dx. Quelli che lo fanno oggi sono solo delle comparse in cerca di autore. Già l'autore e' quello che manca l'ispiratore il leader. La politica la si faceva con il cuore e con la testa oggi si fa con la testa e il portafogli( da riempire in continuazione). Siamo in attesa chissà.... Ma chi vive sperando....

pinux3

Mer, 22/01/2014 - 15:45

A me pare evidente che il "killer" della destra abbia un nome e cognome preciso: Silvio Berlusconi, il quale l'ha letteralmente FAGOCITATA riducendola alle condizioni che vediamo. E l'errore "micidiale" di Fini è stato quello di entrare nel PdL. Berlusconi è stato una "disgrazia" per la destra più che per la sinistra...

tangocav

Mer, 22/01/2014 - 15:51

S'è sciolta come neve al sole... sotto i colpi del predellino, costretta a dire che i giudici complottavano contro Berlusconi, costretta ad unirsi con la Lega che rappresentava l'antitesi dei valori di A.N. con i dirigenti che ebbri delle vittorie, si vedevano girare intorno tanta F... che gli faceva girare la testa ecc

aredo

Mer, 22/01/2014 - 15:52

Molto semplice. Il 30% non ha votato. Un 20-30% ha votato PDL. Il 40-50% ha votato per il giullare comunista Grillo in Casaleggio. Dei veri geni. Si proclamano di destra e votano la sinistra di Grillo. Per la cronaca molti militanti di AN si sono addirittura candidati con Grillo. E se non loro.. i loro figli e nipoti che votavano sempre AN. Poi può la destra vincere se una parte degli elettori e militanti è così idiota da aiutare, votare e favorire la sinistra direttamente?

ilbarzo

Mer, 22/01/2014 - 15:54

La vera e pura destra a mio avviso,e' terminata quando Giorgio Almirante segretario del partito MSI a passato le redini del partito a Fini,il quale per qualche anno ancora ha mantenuto i suoi valori di destra,dopodiche' una certa signora gli ha fatto perdere del tutto la testa ed ha mandato tutto a ramengo,tradendo i quattro milioni di cittadini che gli avevano dato fiducia,io compreso.Avrei sperato in un ritorno di Storace,Alemanno,Gasparri,ma questi signori non hanno carisma ne tanto meno le palle per poter far fronte a quello che e' la destra.In italia,non abbiamo e non avremo mai una Marine Le Pen,sempre che non si decida Marina figlia del Cavaliere a sbaragliare la politica.

maxaureli

Mer, 22/01/2014 - 15:54

Berlusconi-Fini? Cosi' e' sparita la destra? Berlusconi-Renzi? Cosi' sparira' la sinistra?... Il vero rottamatore dell'Italia (se ancora non lo avete capito) e' Berlusconi. LOL LOL

aredo

Mer, 22/01/2014 - 15:55

@Albaba19: la destra è Berlusconi. Non certo le idiozie di AN, Fini, LaRussa, Meloni, Fratelli d'Italia... E per la cronaca.. Mussolini era un socialista, il fascismo è sinistra. Sono i cuginetti dei comunisti. Idem Hitler con il nazismo. La vera destra è il capitalismo. Non certo le ideologie della sinistra. Comunismo, fascismo, nazismo tutti uguali sono. Cambiano di facciata ma sempre robaccia di sinistra sono.

ilbarzo

Mer, 22/01/2014 - 15:57

Una foto molto nostalgica,che fa rivevere i bei tempi passati.

aredo

Mer, 22/01/2014 - 15:58

@pinux3: Berlusconi la destra la ha salvata e la tiene viva. Chi si professa di destra e tradisce come Fini ed aiuta la sinistra.. chi si professa di destra e dice idiozie di sinistra come la Meloni, LaRussa e gli altri "nostalgici" vari sempre pronti a tradire per un paio di poltrone in stile Fini... bhè.. questa gentaglia di destra non ha un bel niente, tanto è che alla fine la pensano quasi in tutto come la sinistra. E con Fini si è dimostrato ampiamente. I traditori ed i decerebrati nella destra hanno distrutto una destra sbagliata che con la vera destra capitalista non ha nulla a che fare.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 22/01/2014 - 15:59

DARIO, concordo. Mettiamola così, in soldoni. E diciamocela tutta. Non esiste in natura e nella logica un numero di concrete differenze politiche-ideologiche tali da comportare un distinto partito per ciascuna di esse; alle volte sono soltanto correnti minoritarie che non intendono seguire democraticamente il flusso della maggioranza, alle volte sono soltanto dei distinguo pretestuosi alimentati dalla voglia di realizzare un altro partito. Una voglia che viene proprio dalla consapevolezza di una incidenza ricattatoria di ogni (o quasi) microscopica entità politicoparlamentare. Ed ecco come quattro gatti che in un partito contano meno del due di picche tentano l' avventura innescando artificiose ragioni. Tutto l' universo ideologico ben potrebbe essere rappresentato da solo due partiti, a patto che nel loro interno prevalga il metodo democratico e non la costante minaccia scissionista. In Italia ci sono più partiti che idee politiche, e i voti si raccolgono con le simpatie personali scatenate dai proclami massmediali a getto continuo. Eppure l' esempio Fini dovrebbe imporre molto meno spregiudicatezza e avventurismo. Non si può continuare ad usare l' elettore come una marionetta ed il bene del Paese come la palla da scalciare. E' squallido e ipocrita che da parte di costoro si invochi a gran voce la democrazia, che è esattamente il contrario di quanto si consuma per loro mani ai suoi danni. Ben venga, pertanto, ogni riforma che abolisca questo osceno andazzo ricattatorio. Vedrete che molti si faranno passare la voglia, come d' incanto. Che facciano i loro giochetti nei loro condomini, lì potranno fare partiti a gogò. I grandi Paesi che procedono da sempre con due soli partiti non sono davvero da considerarsi politicamente indigenti o superficiali. In cucina, uno è poco ma tre sono troppi: se son tre, attenti, allora: c' è uno che è lì solo per mangiare e...per criticare.

82masso

Mer, 22/01/2014 - 16:03

Buongiorno Veneziani, dopo un pò si è svegliato dal torpore, se n'è accorto che la destra in Italia è scomparsa, fagocitata da quel berlusconismo che rispecchia valori che sono l'antitesi di ciò che la destra sociale italiana impesonificava, Stato, legalità condito da un comportamento integerrimo della persona; partendondo dal prefetto Mori e finendo ad Almirante, di codeste persone, si può ben dire che hanno anteposto il successo personale di fronte al dolce onere nel servir lo Stato; e adesso dove siete finiti? Sign. Veneziani lei è fin troppo intelligente per non sapere che persona è il suo editore. P.s. Stesso identico discorso lo si può fare dell'altra parte della barricata.

ilbarzo

Mer, 22/01/2014 - 16:08

Sicuramente una fine ingloriosa, grazie all'imbecillita' e la deficenza del mentecatto traditore,vigliacco,mercenario ,ladro,viscido serpente velenoso, di Fini.Abbiamo anche visto pero', quale fine anch'esso abbia fatto e che i cittadini della destra gli abbiano a sua volta riservato.

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 22/01/2014 - 16:13

Io confido ancora nell'estrema destra.

berserker2

Mer, 22/01/2014 - 16:13

Molti hanno votato Grillo, molti ancora non vanno a votare. Però me lo ricordo Fiuggi, tutti ad applaudire, a leccare il culo a Fini, persino gli ex rautiani. Avevano già assaggiato la comodità delle belle poltrone, altre ne pregustavano (ed in effetti grazie a Berlusconi, molti di loro ex missini poltrone e privilegi se le acchiapparono eccome!). Ora, il vero popolo di Destra sai cosa non perdona ai suoi indecorosi capetti, gli ex colonnelli credutisi generali.....e che adesso annaspano divisi in partitini da 4 soldi! Il fatto, NON di essersi venduti ed avere acchiappato stipendi che mai si sarebbero sognati, coi loro diplomini, le loro incapacità, la loro mediocrità. Poteva anche andare bene, se, SE, si fossero ricordati da dove venivano. Ricordarsi che erano di DESTRA, e che adesso stavano ai posti di governo (grazie a berlusconi si), ma anche grazie al sacrificio, alla passione, al coraggio di migliaia di militanti, che ci hanno creduto contro tutto e tutti, rischiando quello che si rischiava a tutti i livelli, e che, arrivati al potere, hanno dilapidato tutti quei valori e quella passione che ha tenuto unita una comunità ideale, badando solo agli interessi propri, di amici e familiari. Circondandosi di arrivisti adulanti, personaggi ipocriti e opportunisti. Di gente che fino a un minuto prima aveva sempre sputato sul MSI, sulla destra e che, in un oplà si sono ritrovati in consigli di amministrazione, posti di comando, sottobosco governativo, nominati o incaricati senza pudore da ex missini ripuliti. Ci sarebbe ancora importato poco o nulla, se almeno avessero proposto delle vere politiche di "destra", invece, hanno appaltato il cervello, i valori al berlusconismo, salvo poi tradirlo a partire da Fini, quando la barca ha incominciato a fare acqua. E adesso i la russa, meloni, storace, alemanno, bocchino, urso, menia, e merdine varie, si affannano e blaterano di riformare AN! I valori della Destra! A sto punto e perchè no anche il MSI, tanto già che ci stanno, cazzata più cazzata meno......Veneziani, devono andare TUTTI A CASA, poi, forse, l'elettorato vero di destra ci potrà ripensare.

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Mer, 22/01/2014 - 16:17

Che fine abbiamo fatto? a domanda rispondo Ci siamo rotti i c...............

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 22/01/2014 - 16:21

#Raoul Pontalti. Certo che se per destra si intendono degli immaginari fascisti, camerati che sbavano, come Te, per il Corano e non risparmiano le proprie energie per dimostrare, quotidianamente, il loro antimilitarismo, beh, allora sarà meglio che una siffatta destra scompaia dietro un velo pietoso...Che nasconda la vostra totale dedizione alle pippe.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 22/01/2014 - 16:27

Quale Destra?c'era un sogno,poi una flebile speranza,adesso il deserto assoluto.

Ritratto di Roberto di Bruno

Roberto di Bruno

Mer, 22/01/2014 - 16:27

L'errore capitale fu l'assassinio del MSI col miraggio della "destra di governo" ed il parto di quell'aborto che fu AN (Abiura Nefasta). Ora tutti quei signori, tutti complici del misfatto, vogliono rifare AN: in realtà vogliono rifarsi una verginità, e stanno annaspando alla ricerca di una ciambella di salvataggio essendosi accorti, poverini, che sarà difficilino essere rieletti. Altro che "destra di governo"! Chi la fa l'aspetti.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 22/01/2014 - 16:28

La minoranza missina è fiera? Ma lasciate dire le barzellette a berlusconi che voi siete sempre stati oscuri e trsti.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 22/01/2014 - 16:28

aredo - Se e' vero come lei dice che parte di AN e' finita con Grillo, non mi stupirebbe. Il M5S ha in se il seme di un' attitudine e di un metodo fascistoidi, nella forma e nella sostanza. Non ci vedo molta "sinistra" in quel movimento. Giullari si', ma comunisti proprio no. E concordo anche sul fatto che la vera Destra e' Berlusconi, anche se in modo anomalo, ma soprattutto quelli del capitalismo estremo, quello che sfrutta lo Stato a scapito della gente (B. lo ha sfruttato in un certo modo che sappiamo, la FIAT invece ha munto tutto cio' che poteva in sovvenzioni statali per decenni). I picchiatori fascisti alla La Russa, la "destra sociale" di Alemanno e Storace non e' vera destra. Sono solo infatuati del mito mussoliniano, appunto un ex-socialista (e sottolineo EX).

Giovanmario

Mer, 22/01/2014 - 16:31

è rimasta talmente shoccata e umiliata da quell'inetto bellimbusto di fini.. che ora non sa più di chi fidarsi.. in effetti.. quale politico della destra di oggi, può vantarsi di essere integerrimo e completamente affidabile, nel senso che non cambierebbe mai divisa neppure se costretto?

glasnost

Mer, 22/01/2014 - 16:38

Caro Veneziani io credo che TU possa rappresentare le idee della destra. I valori della Destra. Una volta mi avevi spiegato perché non volevi scendere in campo, ma più ci penso e meno mi hai convinto. Qui serve una destra di idee e proposte, sopratutto ora che anche il Papa. che dovrebbe essere l'esempio dei valori, si adegua al relativismo ed ai successi mediatici.

gigggi

Mer, 22/01/2014 - 16:39

Mettiamola così veneziani: io ho respirato destra da quando son nato...mio padre era militare ed era nel periodo di salo', addetto al ministero marina in quel di asiago(vicenza).Vabbe' lei è troppo giovane ...ma dicevo...,ho respirato fascismo e destra tanto da stufarmene. Il "borghese regnava sovrano sul tavolo dove pranzavamo assieme a "candido" e "l'uomo qualunque"...so bene cosa significa destra e fascismo.Fino ai 18 anni (lo confesso)sono stato anch'io simpatizzante fascista ( la destra sociale) non foss'altro per il bene che volevo a mio padre, uomo mite e, certamente non condividevo e non condivido chi condannava le persone autoritarie e carogne con l'appellativo " fascista!". Veneziani, da ex di destra, conterraneo e con molti piu' anni di lei credo che nel suo interessante articolo abbia dimenticato di dirla tutta.La destra che sogna lei non esiste non per combustione finiaca ... ma dadistruzione berlusconiana. Almirante non avrebbe pensato neanche minimamente di allearsi con uno sporcaccione simile perchè era un uomo d'onore e credeva a differenza di fini che la strada la dovesse percorrere lui e non farsi guidare da un falso e sedicente liberale che in pochi anni ha distrutto( per carita' assieme alla sinistra ...beninteso)il paese e i risultati sono sotto gli occhi( se fosse stato quello che diceva e dicevate che fosse...perchè le cose sono andate cosi' male???? E non mi butti la solita storiella del"non mi hanno fatto governare" (barzelletta berlusconiana)....mia opinione!

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 22/01/2014 - 16:55

Raul Pontalti, il suo commento sugli "sparacchiatori" Le ha meritato un invito da parte dell'associazione dei pescatori del mio paese, solitamente questo invito è rivolto a persone simpatiche ed intelligenti, ma nel Suo caso faranno una eccezione, sono rimasti a corto di vermi.

Joe Larius

Mer, 22/01/2014 - 16:58

La funzionalità di ciò che viene chiamata destra non deve derivare solo da motivi di distinzione nominale dalla sinistra, salita all’olimpo da quando si è data da fare per distruggere tutto ciò che è caduto sotto la sua "signoria", ma dal possesso di una sensata attività cerebrale accoppiata ad un apparato riproduttivo dotato di due organi di appropriata durezza dei suoi componenti. Senza chiamarsi obbligatoriamente "destra" gente del genere, saprebbe scegliersi in modo adeguato anche da chi vuole essere governata.

Holmert

Mer, 22/01/2014 - 17:01

La destra di Michelini, di Almirante, di Caradonna, non esiste più, si è dissolta un po' per insipienza del suo attuale dirigente segretario, un po' perché già con la fondazione di AN è sembrato di avere rinunciato a tutto un passato e a dei valori non negoziabili. All'università, ricordo giovani che si battevano come leoni con le orde di sinistra, piccoli manipoli contro forze soverchianti. Gente che non temeva nessuno. Gente che era la controfaccia delle masse comuniste che scendevano a fare casino in piazza. Anche loro scendevano in piazza, come a pareggiare i conti. Ora quella gente è invecchiata e non c'è stato ricambio, perché Fini e soci non sono stati capaci di infiammare gli animi come faceva un Almirante, grande oratore. Fini è stato un nulla, un pennellone floscio e moscio, attento solo alla sua poltrona, che andava solo a scaldare in parlamento. Ed ora le piazze sono dominio della sinistra moderata ed estrema, non ci sono più i missini ad affrontarli. E poi cosa c'è più da conservare in questa sgangherata nazione? Tutto si è consumato: Dio, patria e famiglia. Ogni ideale è evaporato per sempre. Ci saranno le unioni gay, il genitore 1 ed il genitore 2,l'invasione africana del fateli venire, e noi popolo bue italiano a fare il mazzo per mantenere africani, europei reduci di un comunismo d'oltrecortina, e tutte le ferraglie comuniste anche cinesi e terzomondiste. Amen. Parce sepulto.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 22/01/2014 - 17:08

Non vanno a votare e stanno in una semianarchica condizione psicologica. Perché incaponirsi su un'idea che minimo ti cala addosso l'onta perenne della calunnia? Danno del nazista anche a ragazzi del duemila, voglio dire, nemmeno puoi discutere con dei retrogradi conservatori ben indottrinati al nulla.

carlo5

Mer, 22/01/2014 - 17:09

La destra dei tempi attuali potrebbe essere nel segno del Partito Repubblicano americano. Ecco facciamo la destra, ma quella di destra. A sinistra hanno fatto solo ora, con Renzi, (si spera), il Partito Democratico vero e moderno che si doveva avere quando nacque e che Veltroni non e' riuscito a realizzare. Ecco Veneziani ci siamo quasi: a sinistra sembra fatta, a destra mettiamocela tutta. Mai ritorni alla preistoria di destre da cineteca.

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Mer, 22/01/2014 - 17:13

La fiamma si è spenta definitivamente nel 2007 con l'annessione di An a Forza Italia. E difficilmente sarà riaccesa. Mancano gli uomini, ma soprattutto, le idee e gli ideali.

Albaba19

Mer, 22/01/2014 - 17:14

aredo - il povero Almirante si rivolterebbe nella tomaba a confrontare FI con la vera destra. questo è solo capitalismo consumista non cerchi per forza di vedere delle attinenze che non ci sono.

Roberto Monaco

Mer, 22/01/2014 - 17:29

Nella destra c'erano ideali, condivisibili o meno, ma c'era un'idea di società fatta in un certo modo. Adesso la destra si rifà ad una azienda. E dietro un'azienda non ci sono mai ideali, ma solo interessi.

Abraracourcix

Mer, 22/01/2014 - 17:35

Una domanda che non ci fara' dormire di notte...

berserker2

Mer, 22/01/2014 - 17:36

Holmert bravo! Bei ricordi mi hai fatto affiorare. Coraggio e dignità, sempre sbattuti in faccia ai sinistrati rossi. Volevano negarci il diritto all'esistenza, impedirci di manifestare, vietarci di entrare in scuole e università. In 1000 contro 10, ma sempre li abbiamo affrontati senza paura. Abbiamo fissato gli avversari negli occhi, senza indietreggiare. Volevano prendere il potere con la forza gli illusi. Noi abbiamo contribuito ad impedirlo. Come i vigliacchi hanno cambiato pelle, sempre quando possono spaccano vetrine, bruciano macchine, aggrediscono i più inermi ma è solo folklore degli stracci rossi. Hanno cambiato nome ma i metodi sono sempre gli stessi, e grazie a traditori come fini o alfano (o alla insipienza di berlusconi) a volte vincono le elezioni. Il potere vero però è in mani di lobby economiche, oscure, per bramosia i sinistrati si sono inginocchiati e qualche briciola che finisce per terra è a loro disposizione.

eglanthyne

Mer, 22/01/2014 - 17:41

Bella domanda!Signor Veneziani,perchè non intervista Donna Assunta?

Giorgio1952

Mer, 22/01/2014 - 17:45

Se una della destra era la Garnero (Santanchè), non è una grande mancanza visto come si è rivolta a Michela Murgia candidata alle regionali in Sardegna, dandole della male informata, che ha delle pregiudiziali, dell'ignorante perché ignorava quanto avesse speso in pubblicità Cappellacci sui quotidiani. La Santanchè sosteneva invece che Il Giornale è una delle prime cinque testate italiane, quando i dati di tiratura lo danno al 12° posto, ha tessuto poi le solite lodi di Berlusconi che ha risolto il problema del Presidente della Repubblica con l'elezione di Napolitano e del governo delle larghe intese!!!

eliolom

Mer, 22/01/2014 - 17:47

Se saranno capaci ad unirsi sotto una unica bandiera, se saranno capaci ad abbandonare gli egoismi personali, se saranno capaci a parlare il linguaggio sociale della destra, essa risorgera'.

Max Devilman

Mer, 22/01/2014 - 17:50

In Italia, purtroppo, non esiste una destra come ad esempio l'UDC Svizzero, che, per chi non lo sapesse, è simile a livello di concetti ad un "forza italia con una forte componente lega". Siamo onesti, Forza italia è pieno di democristiani, e i democristiano non sono di destra, sono democristiani, come, come il nuovo PD che avanza. Purtroppo l'unico che dice cose di destra in forza italia è Berlusconi ma gli altri? Gli altri chi mi verrebbe da dire. Oggi l'unico partito di destra è la Lega, facciamocene una ragione

Il giusto

Mer, 22/01/2014 - 17:51

La destra è morta quando Fini ha abboccato alle promesse del delinquente!Da quel momento una parte si è sparpagliata ma la maggior parte ha smesso di votare!Il pregiudicato oltre a distruggere l'Italia a distrutto anche la destra!Per questo è l'uomo più odiato dagli italiani!!!

Massìno

Mer, 22/01/2014 - 17:57

Se li è mangiati il Silvio,

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 22/01/2014 - 18:01

Ma raul pontalti BRUTTA ZECCACCIA CHE COMMENTI A FARE QUI?? ma dalle tue parti, cioe' nel rottolo della carta da wc, e cioe' repubblichella, il fatto, il manifesto ecc non riesci a postare le tue puntuali minchiate?

82masso

Mer, 22/01/2014 - 18:07

aredo... comincia ad informarti prima di dire castronerie, leggiti qualcosa sul questore Mori (risaliamo nel periodo fascista pre-guerra) e poi confrontalo con la storia del tuo pregiudicato, poi comincia a vergognarti, fatti un'esame di coscienza, e poi torna nella tua tana.

tonipier

Mer, 22/01/2014 - 18:14

" SONO IN ATTESA DI UN CAMBIAMENTO" I quattro milioni di italiani al momento si sono volatizzati, per le varie ingiustizie che subiscono dalle varie caste dei nuovi padroni di oggi.

Alessio2012

Mer, 22/01/2014 - 18:19

Hanno troppo la puzza sotto il naso. Non si sentono rappresentati da nessuno... vabbè, allora tenetevi i clandestini.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 22/01/2014 - 18:20

Mi pare un articolo fuori del tempo. In primo luogo i 4 milioni di AN sono stati la conseguenza dello sfaldamento e crollo della DC, per cui in prevalenza erano voti di democristiani in libera uscita. Quindi non erano voti "ancorati" al successore di Almirante, talché, dopo il tracollo finiano, sono andati dispersi, solo in parte recuperati dal Pdl. Quanto ai voti degli elettori missini bisogna considerare che uno schieramento ancora ispirato al fascismo non ha più senso nel XXI scolo, anche se lo ha avuto nel dopoguerra, quando il PCI incombeva con forti influenze sovietiche e si negavano le foibe.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 22/01/2014 - 18:20

BELLA DOMANDA. IO HO SEMPRE VOTATO MSI E POI AN, E OGGI NON CAPISCO PERCHE' CI SONO 3 O 4 PARTITI CHE SI DEFINISCONO DI DESTRA E NON POSSONO E NON VOGLIONO METTERSI ASSIEME PER RIFARE ALLEANZA NAZIONALE. IO CREDO CHE IL PROBLEMA MAGGIORE SIA IL LEADER, DOPO ALMIRANTE NON C'E' STATO NESSUNO, FINI E' UN CATORCIO. PURTROPPO IL SUCCESSORE DI ALMIRANTE NON ESISTE...E IO NON SO PIU' PER CHI VOTARE. A ME PIACEREBBE MOLTO CHE VITTORIO FELTRI SI CANDIDASSE E CREDO CHE SAREBBE UN LEADER INDISCUSSO, MA IL MIO E' SOLTANTO UN SOGNO...

tzilighelta

Mer, 22/01/2014 - 18:21

La destra ha fatto la fine che meritava e cioè accartocciata e buttata nel cesso con due tirate di catena da un signore che si chiama S. B. e che della destra non gliene mai fregato un mazzo, ha fatto bene naturalmente, in fondo le vostre idee sono vecchie di un secolo, seguite solo da vecchi rimbambiti e giovani scimuniti, Silvio non è fesso, vi ha fatto ballare il tango come con la lega, i vostri ideali, chiamiamoli cosi, non li ha mai presi in considerazione tanto sono stravaganti e superati dalla storia, oggi vi attaccate agli islamici e agli extra comunitari, non avete altro da dire, vuoti e ridicoli non vi ha mai dato retta nessuno, a sinistra è successo la stessa cosa, almeno li c'è Renzi che sta mandando tutto il vecchio apparato a casa, invece dalle vostre parti ancora sognate la rivincita! Sogni d'oro!

Simostufo

Mer, 22/01/2014 - 18:27

@aredo hai le idee un po' confuse sia sulla destra, sulla sinistra, sul capitalismo (a proposito per capitalismo cosa intendi?fammi capire), sul fascismo, sul comunismo, sul nazismo.. la grande finanza stà a sinistra dai tempi di Lenin...lo sai questo vero? credi che la sinistra pensi davvero agli operai? sarà meglio che rileggi i libri di storia..senza offesa! destra e' innanzitutto IDENTITA',INDIVIDUO ma anche POPOLO (quindi patriottica)! queste tre parole indentificano la destra.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 22/01/2014 - 18:33

La destra e' finita perché non era più destra, era un appiattimento su Fi, con tesi di liberalismo selvaggio, buonismo democristiano, rampantismo immorale socialista, assoluta mancanza di valori. A parte il suicidio folle di quella nullità umana del ciarlatano fini e dell'imborghesimento dei colonnelli. E quindi quelli veramente di destra non votano più.

scipione

Mer, 22/01/2014 - 18:37

Caro Vaneziani,quello che " frega " anche una ottima idea e' la divisione e l'egoismo di quelli che ci credono e che dovrebbero attuarla.Divisi sono quattro o cinque partitini che non contano NULLA ,uniti sarebbero una discreta forza rispettabile che potrebbe contare e influire sulla politica italiana.La destra c'e',ma e'" IL MANICO " che non funziona.

terzino

Mer, 22/01/2014 - 18:39

Abbiamo dimenticato la corsa al centro? beh in tanti credo non sono più andati alle urne, altri si sono dispersi nei rivoli in FI e formazioni minori ma penso che non avrebbero mai fatto patti con i compagni.

Agev

Mer, 22/01/2014 - 18:41

Caro Marcello Veneziani .. Questo suo cucù mi rimanda ad una vecchia barzelletta .. Test attitudinale per carabinieri .. Il responsabile/giudicante fa vedere al novizio per primo la mano destra .. poi la sinistra .. dopodiché rotea le mani .. alla fine dell'operazione mostra di nuovo le due mani al novizio chiedendogli .. Qual è la destra e qual'è la sinistra ?!! .. fate voi . Gaetano

Klotz1960

Mer, 22/01/2014 - 18:49

Il popolo della Destra ha visto la mancanza di reazione dei vari colonnelli di AN al tradimento di Fini, e ne ha tratto le doverose conseguenze.

mario micheletti

Mer, 22/01/2014 - 18:54

i voti della destra sono andati a forza italia un po a fratelli d'italia

Koch

Mer, 22/01/2014 - 18:55

Vuoto di leadership,di regia, di memoria, ma purtroppo anche vuoto intellettuale nel senso che nella destra il dibattito culturale non è mai stato molto vivace. Mi auguro che in futuro siano le persone di cultura e gli intellettuali (Veneziani è uno di questi) a tentare di rianimare la destra, più che l'acqua miracolosa.

ilbarzo

Mer, 22/01/2014 - 19:01

Mi e' capitato di leggere alcuni commenti nel quale viene dato per scontato che Berlusconi e' un delinquente.Fare certe affermazioni,credo non sia legittimo,ma bensi controproducente.

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Mer, 22/01/2014 - 19:14

Bella domanda. La destra italiana non c'è più, è agonizzante, nonostante il nobile tentativo di Francesco Storace di tenerla in vita. La verità è che in questo paese la caccia alle streghe (cioè ai neri)non è mai finita e la destra che fa? Si nasconde, si mimetizza tra le decine e decine di formazioni politiche che affollano il centro-destra, rinunciando alle proprie battaglie ed al proprio bagaglio di idee e di valori, per il timore di essere bandita dalla vita istituzionale del Paese. Il partito Fratelli d'Italia non è un partito di destra e a dirlo non è un umile elettore di destra come me, ma quel ridicolo nome, "centrodestra", col quale artatamente si cerca di rubare voti un po'a destra e un po' nell'ambito del centrodestra dove si assiepano i delusi da Berlusconi e da Alfano. Mi permetto di porre un'altra domanda: e gli intellettuali di destra? Questi, a parte Veneziani e poche altre eccezioni, dove sono andati a finire? Hanno forse abdicato al ruolo di guidare la destra italiana? E' mai possibile che in Italia qualsiasi cosa, anche la più idiota, sia considerata "culturale" solo se proviene dalla sinistra? La medicina per curare la destra ci sarebbe, anzi, c'è senz'altro e si chiama recupero del proprio passato, dei propri valori e delle proprie battaglie; si chiama recupero dell'orgoglio di appartenere ad una destra moderna che ha saputo fare i conti col passato e che nulla deve temere dinnanzi all'arroganza ed alla cialtroneria di una sinistra che è incapace di guardare con obiettività ai propri errori. Occorre quanto prima coprire quel vuoto che s'è creato con lo scioglimento di A.N, con idee e con valori che appartengono alla destra e che costituiscono un patrimonio che non può e non deve essere svenduto in cambio di un seggio in parlamento. L'operazione di Giorgia Meloni non m'è piaciuta affatto. A me non piacciono gli scippi e il simbolo di AN è stato ottenuto in maniera assai poco elegante. L'eredità della destra spetta a chi ha saputo dire no alle lusinghe di uno scranno parlamentare o di una poltrona da ministro.

DIAPASON

Mer, 22/01/2014 - 19:14

Gli uomini di destra, quella vera se ne stanno a casa aspettando tempi migliori.

Salvatore1950

Mer, 22/01/2014 - 19:17

me lo chiedo anch'io e da tempo. che fine ha fatto AN che raccoglieva il 12 -13 per cento di voti? chiedere a Fini

ghorio

Mer, 22/01/2014 - 19:20

La questione è sempre quella: le ideologie sono finite o no? Non solo: in Italia il 35 per cento non va a votare e nessuno dei partiti si preoccupa. Anzi si chiamano in ballo gli Usa dove vota il 50 per cento. Quanto le cose non vanno, insomma ci paragoniamo agli Usa, salvo poi di ogni provvedimento che conta, dove si cerca di agire all''italiana. Veneziani, poi molta responsabilità, a mio parere, ce l'hanno i cosiddetti intellettuali, individualisti all'eccesso e ritiro sotto la tenda metaforica.

ex d.c.

Mer, 22/01/2014 - 19:33

La destra manca ed è molto dannoso per il paese. FI è un partito di moderati, l'ex d.c. L'unico, serio partito di centro, anche se si definisce di centro destra Fratelli d'Italia poteva riunire gli elettori di dx, che ora sono molto di più di 4 milioni, ma ha sbagliato programma ed immagine

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mer, 22/01/2014 - 19:47

ci siano ancora, anche se l'infame fini ha tentato di distruggere tutto. La verita' e' che i leaders di destra(ma ci sono ancora ? ) HANNO PAURA. PAURA DI ESSERE ACCUSATI DI RAZZISMO, SOLO PERCHE? VOGLIONO SALVARE L'ITALIA DALLE GRINFIE EXTRACOMUNITARIE O ACCUSATI DI FASCISMO, SOLO PERCHE'DIFENDONO I VALORI CHE CI HANNO SEMPRE CONTRADDISTINTO. CAGASOTTO !!!SOLO UNA COSA ANCORA HA VITA: L'ANTICOMUNISMO. E Berlusconi e' l'unico che ancora tiene alta la lotta al comunismo(perche' esiste ancora ed e' forte), IL CANCRO DELLA SOCIETA'.

fedele50

Mer, 22/01/2014 - 19:49

TANTO X ESSERE CHIARI , FORZA NUOVA AVRA' IL MIO VOTO , E NON CI STO A FAR GODERE DEL MIO VOTO STI QUATTRO VENDUTI, QUALCUNO DIRA' MA E' UN VOTO PERSO , MA NON MENE FREGA NULLA, MA A LORO NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO NON GLIELO DO.

fedele50

Mer, 22/01/2014 - 19:49

TANTO X ESSERE CHIARI , FORZA NUOVA AVRA' IL MIO VOTO , E NON CI STO A FAR GODERE DEL MIO VOTO STI QUATTRO VENDUTI, QUALCUNO DIRA' MA E' UN VOTO PERSO , MA NON MENE FREGA NULLA, MA A LORO NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO NON GLIELO DO.

fedele50

Mer, 22/01/2014 - 19:52

SI DISCUTIAMO ANCORA SUL SESSO DEGLI ANGELI , INTANTO QUESTE BESTIE CI FANNO INVADERE E, NOI TUTTI PRONI A QUESTI ASSASSINI POLITICI, A QUANDO LA PIAZZA E MOSTRARE I MUSCOLI VIGLIACCHI POLITICI, SIATE MALEDETTI DAI VOSTRI FIGLI, MA NON PENSATE IL MALE CHE STATE FACENDO ALLA NAZIONE???

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 22/01/2014 - 19:57

Cerchiamo di superare lo 'sconforto' che viene da interventi, p. es. come quello di @Holmert. E' una posizione che si va sempre più diffondendo. E' anche molto comprensibile umanamente. Ma è proprio quello che vogliono le forze oscure che vogliono condurci ad una presunta 'saggezza' che è solo la coperta della rinuncia e della disperazione. Quegli stessi che spacciano il 'genitore 1 e 2' poi abitano in casette medievali, in attici neo-barocchi e frequentano tenute ricasoliane. Vivono senza traumi una evidente contraddizione: propugnano diritti e cambiamenti, immigrazione selvaggia ma la loro posizione sociale li protegge. Il problema è che, come emerso dai commenti, la DC è sparita e la 'Destra classica' non ha più senso col tramonto delle ideologie; il post-comunismo si è invece 'riciclato' come nuova versione del moralismo e dei valori 'massa', intesi come 'autorizzazione' ad essere soddisfatti nei diritti e 'resa' alle dinamiche incontenibili. Sopravvive, per chi la sa vedere, una differenza che ha sempre caratterizzato non tanto due schieramenti politici, ma due 'sensibilità', due 'atteggiamenti' di fronte alla realtà. Qualcosa di filosofico, più che politico. Ammetto che non è brillante come conclusione. Ci si aspetterebbe una definizione di 'Destra' e 'Sinista', ma credo, purtroppo che tutto si riduca a: Chi se la prende e chi se ne frega!

fisis

Mer, 22/01/2014 - 20:08

Il fenomeno della relativa scomparsa della destra in Italia è francamente per me inspiegabile. Eppure, il nostro paese avrebbe bisogno di una destra che si opponga al fenomeno dell'immigrazione clandestina e incontrollata, di una destra che ridia sovranità all'Italia, sganciandosi da questa Unione Europea, prodotto artificiale delle banche. Ma il popolo sembra anestetizzato dalla propaganda cattocomunista dell'immigrazione come risorsa, dalla retorica sull'inevitabilità di questa unione europea, o addirittura ipnotizzato dalla esagitazione inconcludente grillina, anch'essa favorevole allo ius soli e quindi antiitaliana. Si aggiunga a ciò l'inesistenza di un leader adeguato, come ad esempio Marine Le Pen in Francia, e il quadro è completo.

bfesta

Mer, 22/01/2014 - 20:37

MANCA UN LIDER,UN ALMIRANTE FAREBBE RINASCERE UNA DESTRA DEI TEMPI BELLI,DI QUANTO AVVENUTO DOBBIAMO RINGRAZIARE A QUEL SIGNORE FINI TO .

cicciosenzaluce

Mer, 22/01/2014 - 20:49

Ci sono commenti molto condivisibili,per me il 50% non vota perchè si schifa di uno come berlusconi,poi metà che non si schifano ( e fanno male ) che lo votano,e l'altra metà vota Grillo,quelli del tanto peggio tanto meglio,per intenderci,a cui piace sguazzare nel caos.

davidebravo

Mer, 22/01/2014 - 21:19

La destra italiana è morta il giorno in cui Qualcuno ha iniziato a propagandare che la cura, l'attaccamento, l'onore, il senso dello Stato possano essere paragonabili ad una buona gestione d'azienda. Che fra l'altro non era neppure così buona.

davidebravo

Mer, 22/01/2014 - 21:19

La destra italiana è morta il giorno in cui Qualcuno ha iniziato a propagandare che la cura, l'attaccamento, l'onore, il senso dello Stato possano essere paragonabili ad una buona gestione d'azienda. Che fra l'altro non era neppure così buona.

beppechi

Mer, 22/01/2014 - 21:36

Sono tutti a Montecarlo ospiti di Gianfri

cicciosenzaluce

Mer, 22/01/2014 - 21:52

davidebravo,condivido,quelli che si sono buttati con berlusconi,erano destronzi,e comunque parassiti che volevano lucrare con la politica e ne conosco tanti,la gente che era di destra intesa come dici tu,è schifata e non voterà più fino a quando non ci sarà uno con le palle,e attualmente purtroppo non ne vedo in giro.

mariolino50

Mer, 22/01/2014 - 22:07

La destra sarà morta, ma è morta anche la sinistra, ora abbiamo una palude indistinta, REnzberlusc, se qualcuno ci vede differenza è bravo, stanno facendo una legge per eliminare qualsiasi dissidenza, davvero una bella democrazia, maledette carogne.

aguaplano

Mer, 22/01/2014 - 22:34

dei 4 milioni di desapericidos di ti posso dire dove sono due di loro: io sto con Casapound e voto M5S. tu Marcello, che avresti i numeri per raggruppare tutti e fare qualcosa di elevato, se qui a fare marchette per B. in cambio di pochi spiccioli.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 22/01/2014 - 22:36

@ Berseker - Credo che la sua analisi colga perfettamente i tratti della situazione nelle sue cause, essa abbandona schemi astratti e risulta realista ed obiettiva.Ancora una volta si dimostra che il denaro e il potere corrompono le coscienze di uomini che, messi alla prova, mostrano la loro fragilità e rinunciano ai valori per piccolo o grande opportunismo.

Giorgio Mandozzi

Mer, 22/01/2014 - 23:26

Analisi perfetta. Delusioni, illusioni, disillusioni, salti di campo. Basta. Stante così le cose meglio non votare, stiamo in trincea, stiamo zitti e quasi, quasi Renzi ci fa' venire un fremito. Di invidia, sicuramente!

Alessio2012

Mer, 22/01/2014 - 23:52

La destra non esiste più perché non conviene essere di destra. Oggi va' di moda il buonismo a oltranza, quel che conta è tenere la sedia incollata al sedere. L'hanno capito quelli del M5S che dal giustizialismo della sinistra estrema sono arrivati all'ipergiustizialismo... Bisogna far vedere SEMPRE di essere dalla parte dei più deboli, come fanno i tossici che vendono le cartoline davanti agli ospedali. "Aiutate i bambini malati, aiutate l'Africa, aiutate i terremotati"... e intanto intascano tutto loro.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 23/01/2014 - 00:57

La destra tradizionale è confluita in FI. Inutile fingere di ignorare questo dato di fatto. Come è inutile pensare di ricostituire l'aggregazione ideologica che aveva portato alla nascita dell'MSI. Solo gli stolti trinariciuti tentano di ricostruire il PCI. IL TEMPO PASSA PER LE COSE MA ANCHE PER LE IDEE DEGLI UOMINI.

aredo

Gio, 23/01/2014 - 01:19

@Simostufo: tu sei quello con le idee confuse, così come altri qui ex-elettori di AN ed MSI che scrivono. D'altronde.. votate Grillo credendolo il nuovo fascista errante... Neanche capite che è Grillo e Casaleggio sono schiavetti della sinistra e dietro c'è Barack Hussein Obama, dietro hanno i Kennedy.. c'è l'Internazionale Socialista che li finanzia. Ma sì, continuate.. date i vostri voti alla sinistra.. d'altronde Fini vi ha insegnato che così siete veri uomini di destra.. aiutate la sinistra, avanti.

mila

Gio, 23/01/2014 - 04:20

Va bene, ma anche quando c'era il MSI che qualcuno rimpiange non e' che la Destra avesse molta influenza o successo.

electric

Gio, 23/01/2014 - 06:35

Semplicemente non esistono più i presupposti per l'esistenza di AN, così come non esistono più i presupposti per l'esistenza del PCI.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 23/01/2014 - 06:48

Ci vorrrebbe una Le Penne italiana, ci vorrebbe.

sardo

Gio, 23/01/2014 - 08:20

semplice. quelli onesti e con un pò di cervello sono nel m5s, quelli lobotomizzati, collusi e mafiosi sparpagliati tra Lega, FI e NCD.

Rainulfo

Gio, 23/01/2014 - 09:50

Caro Veneziani, la Destra è nello stesso luogo della politica. Che fine ha fatto la politica? che fine hanno fatto gli Uomini? sopiti, spero non morti, sotto le macerie di una evoluzione troppo veloce per poter essere sopportata.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 23/01/2014 - 10:26

Già, che fine ha fatto la destra? Me lo chiedo ormai da tempo, senza risposta alcuna. Io, uno di quei quattro milioni di ex-AN, alla disperata ricerca di un faro nel buio più completo, non posso fare altro che tornare indietro con la memoria ai perché della nostra disfatta e non posso che riconoscere come la madre di tutte le cause la nostra adesione al PDL. Con tutto quel che ne è scaturito. Certo, qualcosa già all'epoca non andava, con le prese di posizione tutt'altro che condivisibili del nostro leader (non oso nominarlo), ma almeno avevamo visibilità: esistevamo. Ecco perché ora è forte il rammarico per il comportamento schizoide del PDL, che ha portato alla distruzione il PDL stesso ma ancor di più la Destra. Quando sostenevo che la linea da tenere era tutt'altra, a partire dal Novembre 2011 in poi, ero uno dei pochi. Avrebbe dovuto, il PDL, andare all'opposizione, dura, ferma, coerente. Invece si inventò una presunta, pretestuosa, consapevolmente autolesionistica "responsabilità nei confronti del Paese" contro una vera, sacrosanta, inviolabile (ma violata) "responsabilità nei confronti dell'elettorato". Ed i risultati sono lì sotto gli occhi di tutti, insieme agli sberleffi di quei poveri di spirito della sinistra. Ora il cammino è difficoltoso, in salita, ma, con costanza, raziocinio, coerenza e tanto acume politico (che finora è mancato), si può ricominciare a tessere un rapporto con gli elettori, che sono lì in attesa, ancora frastornati, di un forte, significativo segnale di riscossa.

Simostufo

Gio, 23/01/2014 - 10:28

@aredo.. Obama (che non conta niente fra l'altro), i Kennedy???!?? sono io ad avere le idee confuse?:) dove le trovi queste informazioni? in quali libri di storia, blog, giornali, forum....perfavore dimmelo , sono curioso!

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 23/01/2014 - 10:28

DESTRA MODERNA..il "MODERNA" e' il termine MORTALE per la destra, il termine che l'ha uccisa, MODERNA..ma cosa vuol dire?? Tutto e niente..se una cosa, un movimento si basa su dei sacri valori...cosa vuol dire MODERNA? vuol dire in qualche modo " cambiamento" e il " cambiamento" passa anche per quei valori! Quando esce fuori in un partito politico tradizionale il termine " moderno" e' l'inizio della fine. Il "moderno" si deve usare con parsimonia se si e' a rischio scomparsa, non quando si hanno consensi e si e' comunque all'apice E il finito e molti cd di destra in questi anni ne hanno usato e abusato, da noi in Italia poi il termine moderno vuol dire distruggere proprio i valori di destra: ammorbidirsi sull'immigrazione, sullo ius sanguinis"perche' il mondo cambia." Sul concetto di patria, Sulla famiglia..ecc ecco che pian piano si perdono i pezzi..ecco dove e' finita la destra..e' un po il discorso che si fa' con la chiesa "moderna" da noi il moderno e' deleterio, vuol dire uniformarsi al pensiero relativista progressista, che guarda caso e' la negazione conclamata di tutto cio' che e' tradizionale e valoriale. Mettiamoci poi tanti cacadubbi, cacasotto Infiltrati dc all'interno di An..che ne hanno annacquato la forza su argomenti vitali..ed e' bastato uno starnuto, per far crollare il tutto, la destra, la vera destra e' iniziata a morire con fiuggi.

peter46

Gio, 23/01/2014 - 11:09

C'è ancora qualcuno'raggiante' che Silvio ha affossato la dx.Contento lui...e senza la dx verrà la sx o il csx a votarlo?Ognuno è libero di 'tagliarseli'come meglio crede...eppure gli "avvisi"c'erano stati o no(Fini compreso,egregi 'improsciuttati')?E poi il voto di febbraio(ancora senza scissione nei fatti ma nella mente sì) non ha dato alcun avvertimento?O non si vuole al solito vederlo?6.500.000 hanno 'disertato'il cdx:parte si è squalificato da solo senza però stabilire le giornate di squalifica,ed è molto difficile che le stabilisca per chissà quanto tempo.Parte è andata con l'M5S(i sondaggi dicono che malgrado il calo(voluto) delle elezioni amministrative--Grillo possibile che non capisci che non puoi,ad uno di dx,far digerire un Rodotà o un Prodi,da te precedentemente 'sputtxxxxi',come candidato PDR?---sempre secondo partito rimane)ed ha contribuito a far diventare terzo partito il PDL.Che,malgrado l'arrampicarvi sugli specchi anche come FI...rimane terzo partito.Si spaccherà il csx?Non sono fessi,ma qualora dovesse succedere,quella minoranza verrà con voi,forse?Andranno parte più a sx e parte da Grillo:dalla padella alla brace,per voi,o c'è qualcuno che sogna che uno solo quegli elettori possa votare,non "l'incandidabile" che non sarà possibile,ma il partito dell'incandidabile?Ne sareste capaci...di pensarlo....Chi si sente libero dall'impegno dell'astenzionismo,se è vissuto in quel mondo,a dx(intendendo per dx quelle formazioni che le 'convenzioni' identificano come dx)ci saranno tante sigle su cui poter 'convergere'.Noi che,da tanto,non abbiamo simpatia per i "colonnelli"...continueremo a scontare la 'squalifica'(Holmert e Berserker2 era o no meraviglioso 'esserne fuori'?).Riflessione :per arrivare a diventare terzi è stato un bene 'squinzagliare' Lavitola?

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 23/01/2014 - 13:29

Il problema della destra italiana è di non cercare un leader ma un capo a cui obbedire senza discutere! I moderati invece sbandano tra persone ragionevoli ed evasori fiscali!

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Gio, 23/01/2014 - 14:52

Dagli ultimi studi pare che molti abbiano optato per il partito neo-gnostico, il M5S. Sempre da questi studi sembrerebbe che la gran parte dei votanti de 'La Destra', per citare un partito come esempio, abbia sposato la causa 'new age' o 'next age' di Grillo. Da Evola a Casaleggio, da Filippani Ronconi ai microchip sotto cutanei, da Reghini a Crimi, da Farinetti all'aspirante Vattimo, da Guenon a Battiato! Mamma mia, quanta pornografia, caro Veneziani. Da 'figli del sole (nero)' a figli dei fiori tout court. Mamma mia, che tragicomica! Ma poi, in Italia, è mai esistita una destra? Oggi l'unico vero di destra è Cacciari! Detto tutto! Per me 'destra' è altra cosa. Infatti il fascismo e Mussolini erano di sinistra, quella vera!

senatoreromano

Gio, 23/01/2014 - 15:57

I tentativi di far ripartire la destra in Italia,dopo la variante liberal berlusconiana dimostrano come da sempre questa comunità sia incapace a comprendere gli eventi del presente al fine di viverli da protagonista.E' già accaduto in un tempo non lontano di essersi smarriti dietro gnomi,elfi,hobbit e libri più o meno rossi dei confini occidentali.E così mentre in Europa crollavano muri le loro macerie sommergevano anche questo mondo. Eppure non dovrebbe essere oltremodo difficile ritrovare il cammino perduto.Dio,Patria,Famiglia potrebbero essere "chissà" temi rifondanti. In attesa di folgorazioni sulla via di Damasco non posso non fare miei i versi di un anonimo poeta dei primi dell'ottocento pubblicati sulle pagine di un noto quotidiano "Il Secolo d'Italia" organo ufficiale del Movimento Sociale che nel bene e nel male riuscì a rappresentare ben tre generazioni della destra in Italia. "Poichè altera in mezzo al ciel ti estolli e sì sublime avvampi,deh in questa bassa di miserie piena terrestre valle i raggi tuoi diffondi. Mira l'Italia ahimè, l'Italia e mena su di lei la pace e i primi di giocondi"