Ma volete mandare i bersaglieri in Crimea?

Sì, l'invasione dei carrarmati russi ricorda altre epoche infami, popoli soffocati, libertà represse nel sangue. Ma si deve pur distinguere tra l'europea Budapest o Praga e la Crimea

Ma non conta proprio nulla che la maggioranza della popolazione della Crimea sia di origine russa e che la Crimea orbiti da secoli in area russa, non europea? Non conta proprio nulla che la Crimea non si unì per sua volontà all'Ucraina ma fu un folle dono della dittatura sovietica, all'epoca di Kruscev? Non conta proprio nulla che se si andasse a votare domani in Crimea stravincerebbe la linea filorussa? Sì, l'invasione dei carrarmati russi ricorda altre epoche infami, popoli soffocati, libertà represse nel sangue. Ma si deve pur distinguere tra l'europea Budapest o Praga e la Crimea. Siamo sicuri che si voglia sconfiggere in Putin l'impronta della nefasta Urss e non il suo voler restituire dignità e orgoglio a un popolo che dai tempi di Gorbaciov vive il degrado e il declino? Odiano in Putin il rigurgito sovietico o il patriota di Santa Madre Russia? Certo non mancano pagine infami allo Zar Putin. E primeggiano gli interessi geo-economici, ma da ambo le parti. Ma se la storia, la vita, la volontà dei popoli contano ancora qualcosa, perché non garantire il diritto alla Crimea di decidere da che parte stare? Sarà comunque lacerante, perché corposa è la minoranza opposta, come del resto in Ucraina a ruoli invertiti. Ma non c'è altra via. Quando crollano gli imperi esplodono i rancori separatisti. E poi il movimento ucraino non è un monolite di liberali-democratici europeisti, c'è di tutto, dai nazionalisti ai filo-occidentali. O volete mandare i bersaglieri in Crimea, come un secolo e mezzo fa?

Commenti
Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 04/03/2014 - 14:39

Intanto, dato che parliamo di Militari, si sbrighino a riportare i nostri due Italiani reclusi in India; forse non è gentile da parte mia ma un Governo se pensa solo a tassare sarebbe ora che si prepari a scasare. Shalom

glasnost

Mar, 04/03/2014 - 14:46

D'accordo su un referendum per la Crimea. Ma perché questo non è concesso alle popolazione del Nord che non vogliono restare in Italia a farsi chiudere le proprie attività dalle tasse di Roma?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 04/03/2014 - 14:51

solo se gli inglesi mandano un'altra Florence Nightingale

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 04/03/2014 - 14:58

I bersaglieri no di certo, ma qualche on o sen grillino sì, con biglietto di sola andata.

Agev

Mar, 04/03/2014 - 15:10

Egregio caro Marcello Veneziani .. Perché non dice chiaramente .. senza retorica ciò che pensa e va detto ad onore della verità . Putin ha fatto bene ad intervenire in Crimea .. Oggi dobbiamo ammettere che questa Europa .. nata barbarica e rapinatrice .. associata alla barbarie Americana .. il velo è da tempo tolto sulle reali intenzioni di una parte delle forze di potere in atto .. Tale barbarie la stiamo vivendo da quando abbiamo adottato l'EURO .. BCE ... banca privata .. non è l'Europa dei popoli .. è l'Europa della barbarie .. Va fermata a tutti i costi .. Quel che costi ... Questa è anche la lotta che le forze/potenze della Luce ( I nostri amici ET ci stanno aiutando ) .. stanno combattendo per il nostro presente/futuro di abbondanza .. di pace .. di ricchezza e prosperità .. Questa è la reale realtà .. Tutto il resto è fantasticheria/fantasia .. parole vuote .. come debito pubblico , spread .. tasse .. burocrazia inutile .. pura idiozia .. puro odio verso la vita vivente . Gaetano

migrante

Mar, 04/03/2014 - 15:41

sono passati una cinquantina d'anni da quei carri armati che tanto benedi` il napoletano...quando i carri armati american venivano accolti come "liberatori" era passati una cinquantina d'anni da quando si erano rinchiusi nei "lager" delle riserve gli ultimi rimasti dei nativi americani mentre i "negri" avevano i "loro" posti sugli autobus....quindi, oggi parlare di carri armati dell'Armata "Rossa" e` una corazzata potemkin !!!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 04/03/2014 - 15:46

Ok, assurdo voler impedire alla Crimea, se lo vuole, di diventare russa (soprattutto se a blaterare di inviolabilità delle frontiere sono quelli stessi che hanno favorito e riconosciuto la secessione del Kosovo dalla Serbia): ma è anche assurdo negare agli ucraini - quelli veri, che parlano ucraino e che sono filoeuropei e/o nazionalisti, comunque antirussi - di poter scegliere liberamente il proprio destino, tagliando i legami che ancora, vent'anni dopo la dissoluzione dell'Urss, li uniscono alla Russia. In altre parole: se Putin si fermasse in Crimea, ci sarebbe poco da obiettare; ma si fermerà lì, o non cercherà di imporre a Kiev un altro satrapo alla Yanukovich?

Stregatta

Mar, 04/03/2014 - 15:51

Grande Veneziani! Sempre pieno di SANO BUON SENSO.

Corwin

Mar, 04/03/2014 - 15:57

Finalmente qualcuno che osi scriverlo... Bravo Marcello..come al solito

Fab73

Mar, 04/03/2014 - 16:11

Hahahahaha!!! Fantastico!!! Chi ha passato la vita a criticare i carri armati "rossi" in Cecoslovacchia e Ungheria, costruendoci sopra una carriera, oggi è costretto a giustificare gli stessi (notare : GLI STESSI) carri armati, che invadono un paese savrano. E a osannare chi li ha mandati: un uomo cresciuto nel KGB, raggiungendo posizioni di vertice nell'organizzazione più stalinista mai esistita. Vedere chi ha accusato Prodi e Veltroni di essere pericolosi "komunisti" sostenere un vero stalinista solo perchè è amico di chi paga lo stipendio è davvero esilarante! Cosa non si fa per la pagnotta...

Mechwarrior

Mar, 04/03/2014 - 16:44

Basta che non trucchino il referendum come abbiamo fatto noi post WWII :-)

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Mar, 04/03/2014 - 16:48

I media occidentali parlano di "invasione russa" per piazzare il titolone. Ma la Russia sta facendo valere solo un suo diritto, considerando che la Crimea è una Repubblica autonoma che teme di finire sotto il controllo ucraino. Non a caso lo stesso Premier della penisola ha invocato un aiuto russo. Inoltre, lì vi sono il 60% dei russi. Diciamo che le efferatezze peggiori le ha già fatte Stalin quasi un secolo fa, quando impose i trasferimenti dei russi lì e l'epurazione dei Tartari.

Agev

Mar, 04/03/2014 - 16:58

Dimenticavo .. Il muro della vergogna e della menzogna l'abbiamo buttato giù .. Io ero la .. e che cosa è successo .. ce lo siamo trovato qua .. Oggi il muro della vergogna si chiama Europa .. BCE .. FMI .. ONU .. finanza barbarica e rapinatrice .. C'è una parte sana dell'America del mondo e dell'Europa che vuole trasmutare questa realtà basata sul nulla e sulla menzogna . Gaetano

km_fbi

Mar, 04/03/2014 - 17:07

Caro Veneziani,ho sentito - non più tardi di 3 settimane fa' - un manager italiano di grande successo, operante in una multinazionale straniera, tessere l'elogio di Angela Merkel nel corso d'una conversazione televisiva con Nicola Porro, perché è una donna che sa ascoltare... Indubbiamente la Merkel è donna molto intelligente e attenta (al benessere della sua Germania) ma meno capace di discernere le motivazioni che sono al fondo degli accadimenti nei paesi che circondano la Germania stessa, se fosse vero ciò che i giornali riportano abbia detto, riguardo a Crimea e Ucraina, ovvero che: "Putin ha perso il contatto con la realtà"... Forse il contatto con la realtà vera, e con la realpolitik, l'hanno perso lei e la UE che, nel panorama geo-strategico che si va sviluppando giorno per giorno, tendono praticamente a non contare niente, se non a livello di chiacchiera. Se riteniamo che Obama con Kerry,la Merkel e lady Ashton (finalmente e ...pietosamente non più definita l'Alto Rappresentante della politica estera della UE)abbiano oggi - nel 2014,dopo le primavere arabe e le campagne guidate da Obama, Sarkozy e Hollande (quantomeno disastrose per i loro esiti futuri)- maggiore considerazione in tutta l'area mediterranea rispetto a quella riservata alla Russia di Putin, allora siamo forse capaci di ascoltare, ma incapaci a capire.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 04/03/2014 - 18:18

Mandare i bersaglieri? Macché! L’Italia ripudia la guerra, a meno che non si tratti di una azione umanitaria di pace (piss chìpin). E poi le nostre forze armate, al solo sentire il rumore della guerra scapperebbero via a gambe levate e con i pantaloni pieni. Meglio mandare i pacifisti nostrani: pseudoartisti, pseudointellettuali, fumatori di marijuana e culattoni. Sarebbe l'occasione buona per usare ancora le bandiere della pace che fino a qualche anno fa ornavano tante loro finestre.

tzilighelta

Mer, 05/03/2014 - 11:26

Ma io a questo punto ci manderei Veneziani in Crimea, visto che sono settimane che tesse le lodi a Putin (la nemesi di Veneziani)dopo averlo adorato qualche giorno fa con un cucù dedicato per l'apertura di nuove chiese oggi lo applaude per una eventuale invasione, la storia si ripete e i tifosi si scambiano i ruoli, questo giornale non è altro che una macchina di propaganda, all'occorrenza si schiera e spara fango controvento, si vuole appropriare persino il merito dell'oscar per la grande bellezza prodotto in parte da Silvio, ma, dopo averlo visto ieri sera su canale 5, la grande lentezza è diventata bruttezza, ho girato prima a Don Camillo, poi ho trovato un film di zombie e sono rimasto li!

Ritratto di francefin

francefin

Mer, 05/03/2014 - 11:35

ha ha ..è vero ma li avete visti i nostri grandi ammiragli e generali.. in auto e autista grandi stipendi e grandi privilegi, e tante sedie da scaldare. L'onore italico era in coma da tempo, con la storia dei marò e definitivamente morto, ricordo quando la portaerei Garibaldi si arenò in Albania di notte... ha ha, dormivano tutti, erano tutti raccomandati la sopra.. altro che bersaglieri. cmq. tornando ab ovo. 1° non sono fatti nostri, secondo la crimea è più russa di di mosca.

manente

Mer, 05/03/2014 - 11:44

Gorbaciov, l’uomo che ha svenduto il proprio Paese, ha ricevuto un “Nobel” ed ora vive libero e felice a Londra. Deposto l’etilista Eltsin, la Russia ha riposto il proprio futuro nelle mani di un uomo che per anni la aveva fedelmente servita da soldato, Vladimir Putin. Grazie a lui la Russia è oggi nuovamente una potenza mondiale, è guidata da una élite unicamente russa, i suoi patrimoni sono di proprietà o del popolo o di imprenditori russi. E per quale motivo l’Ucraina dovrebbe voler abbandonare una prospettiva di modernità e cadere nelle mani dell’Unione europea che altro non fa che distruggere Paesi come la Grecia, l’Italia, il Portogallo in favore della ricca Germania? Perché l’Ucraina dovrebbe volere questo? Non è forse perché agenti stranieri e politicanti corrotti fomentano con false promesse ingenui ed utili idioti per instaurare una regime che porti l’Ucraina ad essere egemonizzata dalla finanza di Wall-street? Non è dunque diritto dei Russi respingere un attacco premeditato alla loro sovranità, non sarebbe dovere di ogni ucraino sconfiggere le mire straniere sulla propria terra, non dovrebbe ogni giovane europeo accorrere in difesa dell’Europa contro una eurocrazia nemica di cittadini del Vecchio Continente?

gamma

Mer, 05/03/2014 - 12:05

Nessuno, penso, voglia sostenere che Putin sia una mammola con l'anima candida, ma senz'altro in tutta questa faccenda Putin vi è stato tirato per i capelli da personaggi, Obama, Kerry, Merkel, Cameron, che l'anima, relativamente a questa e ad altre storie (Libia, Egitto, Siria, intercettazioni), ce l'hanno proprio nera. Ci sono prove non equivoche che gruppi di radicali estremisti ucraini sono stati foraggiati in dollari e addestrati militarmente. Non dimentichi Veneziani che Yanukovic era stato eletto con regolari elezioni certificate dagli osservatori ONU. Non era un buon Presidente? Forse, ma aveva offerto di anticipare le nuove elezioni alla fine dell'anno. La sua proposta non è stata accettata. Perchè? Perchè probabilmente non si voleva arrivare a nuove elezioni con il rischio che da queste non arrivasse il risultato che era già stato deciso a tavolino. Le elzioni che sono state indette per Maggio saranno regolari? Ho forti dubbi, visto lo stato di costrizione psicologica in cui avverranno. Cosa doveva fare Putin? Farsi sfilare l'intera Ucraina e sopratutto la Crimea che costituisce per Mosca l'unico accesso diretto al Mediterraneo?. Ha sfruttato abilmente l'unica arma che possedeva: la preponderanza della popolazione russofila e la velocità organizzativa. Certo che questo da molto fastidio alle anime nere di cui sopra ma ...a la guerre comme a la guerre...

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 05/03/2014 - 12:19

Guarda caso e ampress'ampress, i 'mericani bombardano miliardi di dollari (per alleviare le sofferenze).

Joe Larius

Mer, 05/03/2014 - 13:24

E perchè no? Una volta che gli altri (quelli che devono normalmente occuparsi dei problemi proposti o meglio creati dalle sinistre) abbiano risolto i problemi di fondo, non sarebbe male affidare quelli di superficie ai bersaglieri ed ai nostri quadri superiori inviandoli a fare le ferie in Crimea.

gamma

Mer, 05/03/2014 - 14:08

Leggo ora sul Sole 24 Ore la notizia che domani verra deliberato dall'UE il versamento in due anni di 11 miliardi di euro al governo ucraino. Somma alla cui composizione dovranno partecipare tutti i maggiori paese dell'Unione. Ma come3 ci sono paesi come l'Italia, la Grecia, la Spagna, il Portogallo che sono con un piede nella fossa e ci chiedono soldi per un paese che non fa parte dell'Unione e la cui situazione può mutare da un momento all'altro? Ma come si permettono!