Acea, rissa in Campidoglio"Assalto organizzato dal Pd"Ecco il video che lo dimostra

Federico Mollicone spiega la dinamica della rissa dell'11 giugno scorso in occasione del voto sulla cessione del 21% di Acea. In un<strong> <a href="http://www.youtube.com/watch?v=jIUG7baiZIQ&feature=related" target="_blank">video</a></strong>, il capogruppo Pd, Marroni sottrae il badge al presidente dell'Assemblea

“E' stata un'iniziativa preordinata del Pd, un assalto alla presidenza col tentativo di impedire la votazione”. Federico Mollicone, consigliere comunale Pdl in Campidoglio, non ha dubbi sulla dinamica della maxi rissa (video) che si è scatenata l'11 giugno scorso nell'aula Giulio Cesare in occasione del voto sul bilancio e sulle privatizzazioni. Anche perché lui c'era, l'ha vissuta in prima persona ed è stato anche accusato di essere un aggressore.

Mollicone, partiamo dall'inizio.
“E' stata un'azione preordinata e guidata dal capogruppo Pd, Roberto Marroni”.

Che è lo stesso che la accusa di averlo aggredito procurandogli un taglio sulla mano sinistra.
“Quel graffietto ridicolo che lui ha presentato come una ferita. Ma è solo una messa in scena”.

Il taglio si vede anche nelle immagini però.
“Marroni ha invaso lo spazio della presidenza, ha rubato il badge al presidente (tanto che è stato necessario un duplicato elettronico) e ha tentato di bloccare la votazione sulla sospensiva, un documento presentato dal Pdl che rinvia i 30mila ordini del giorno dell'opposizione a dopo l'approvazione del bilancio, rendendoli di fatto inutili” (denuncia confermata da un video esclusivo di RomaUno Tv).

Una sospensiva del genere non è cosa da poco comunque. “Una simile sospensiva venne fatta sul piano regolatore nel 2007 da Veltroni. Solo che in quell'occasione l'opposizione di centrodestra non si comportò come il Pd oggi”.

Il taglio di Marroni come lo spiega?
“Io mi sono limitato a garantire il corretto svolgimento del voto, spostando di peso Marroni e portandolo alle mie spalle, lontano dalla presidenza. Lui è sceso passando per il banco del sindaco e urtando il suo microfono: è lì che si è ferito alla mano”.

Resta il fatto che guardando le immagini sembrava di stare in un ring più che in un'aula...

“Quello che sorprende è che il Pd, che dovrebbe essere la forza moderata rispetto alle altre forze di sinistra, in realtà aveva preordinato l'occupazione e l'assalto alla presidenza con una azione guidata dal capogruppo”.

Come fa a sostenere che fosse preordinata?

“Hanno aperto uno striscione stampato, quindi se lo erano portato da casa. Se non fossimo intervenuti io, Gramazio e altri consiglieri, non si sarebbe votato. Se il blitz l'avesse fatto il Pdl, avremmo già sentito il monito di Napolitano sulla democrazia in pericolo a Roma”.

Invece l'ha fatto il Pd, seguito dai rappresentanti dei Movimenti per l'Acqua pubblica che hanno scavalcato le recinzioni scagliandosi sugli scranni.

“Il Pd rincorre la sinistra estrema, tanto è vero che il capogruppo di Roma in Action Andrea Alzetta della sinistra estrema ha dovuto fare qualcosa in più per dimostrare di essere più estremista. Da qui nascono i tre pugni dati a Gramazio”.

Mettiamo che sia come dice lei, cui prodest?

“Il Pd pone l'attenzione sull'acqua pubblica - che non è in discussione perché l'acqua è e rimarrà pubblica - soltanto per nascondere il vero fatto che lo stesso Marroni negli anni passati ha votato la dismissione del 49 per cento dell'Acea fatta da Rutelli. Il loro problema è quello di fare casino per dare il colpo finale alla Giunta Alemanno. Ma non solo”.

E che altro?

“Il Pd ha già rassicurato Caltagirone, dicendo che non sarà Alemanno a vendere Acea, ma la sinistra quando tornerà al governo. La loro strategia è quella di drammatizzare gli ultimi mesi della giunta per poi condurre la trattativa della vendita”.

Una questione di politica di favore. Accuse gravi. Come fa a sostenerle?

“Noi abbiamo la certezza. Nei corridoi del Campidoglio si dice che un emissario del Pd abbia contattato Caltagirone per dirgli di non preoccuparsi perché ci penseranno loro, quando saranno al governo, a completare l'operazione”.

Certo è che la cessione del 21% di Acea (la municipalizzata che a Roma gestisce acqua ed elettricità) poteva essere affrontata in maniera migliore...

“Non nascondiamo che in maggioranza ci sia un fronte scettico, di cui faccio parte, che ritiene un errore avere inserito la questione Acea dentro al bilancio per poi sganciarla. Prima si è detto che Acea doveva servire a coprire gli investimenti, poi che il bilancio si sarebbe fatto lo stesso senza investimenti. Forse garantire l'inserimento di Acea nella holding o ridurre la quota della messa in collocazione sarebbero state scelte migliori.

Alla fine cosa è successo?
“Per non scontentare i soci privati Acea è stata tolta dalla holding. Comunque, vede, queste sono le questioni vere che il Pd non contempla, le contempliamo noi, mentre l'opposizione fa ammuina. Come la questione sul divieto di poter acquistare altre quote nei confronti di coloro che hanno già il 2% di azioni. Noi crediamo che per 5 anni i soci non debbano comprare altre quote.

Alla fine i protagonisti della rissa hanno preso un richiamo. Anche lei.

“Il richiamo lo considero un onore. Ho permesso il corretto svolgimento di una votazione. L'assemblea capitolina è elettiva, un ente a statuto speciale riconosciuto dal governo e dalla Costituzione. Interrompere una votazione di un organo assembleare è un reato penale”.

La magistratura non pare si sia interessata ancora del caso. “La magistratura, sempre attenta ai reati di opinione, evidentemente non è abbastanza attenta su queste cose”.

Commenti

fossog

Mer, 13/06/2012 - 14:54

E secondo queste bestie che si aggrovigliano come vermi uno sull'altro, noi cittadini dovremmo credere che si stavano accapigliando per il NOSTRO interesse ? prima li cancelleremo, tutti questi cancri della società civile, sostiuendo questa discarica di immoralità con persone normali e motivate socialmente ed oneste, e meglio staremo.

danilo79

Mer, 13/06/2012 - 16:05

premettendo che anche per me la privatizzazione dell'acea è una follia... vorrei far notare un paio di cosine... primo se ora scendo di casa e faccio una rissa in presenza della municipiale MI PORTANO DI CORSA IN QUESTURA E MI PROCESSANO PER DIRETTISSIMA (ahime esperienza indiretta ma è così) e la prima domanda è quando posso andare a vedere il loro processo???? secondo me mai..... la seconda cosa che vorrei dire è analoga e la giro anche ad altri utenti provate un po voi ad entrare in quel modo in un aula consiliare dove c'e' presente la polizia municipale soprattutto con bandiere e striscioni bhe se ci riuscite o siete dei prestigiatori oppure avete qualcuno all'interno che vi spalleggia.... e poi devo sentire in giro per roma che loro sono stati aggrediti??? bhe si certo soprattutto il sig. tarzan l'ho visto come è stato aggredito diciamo che hanno confuso secondo me la parola aggredito con aggressore... regaliamo un dizionario....

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 13/06/2012 - 16:12

Ma tu credi che una testa di capataz rosso PM voglia dargli un po' di carcere preventivo a quella testa de capataz Marroni? Forse entrambi sono sotto la cappella di Napolitano.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 15/06/2012 - 16:49

Di cosa ci meravigliamo, vedi quanto hanno rubato con Penati. Il furto in alcuni caso è presente nel DNA.

MaiRuss

Ven, 15/06/2012 - 17:08

Lo spettacolo deprimente, soprattutto perchè proviene da chi ci di essere responsabili in un momento di crisi. Un commento quì sopra definisce "cancri" queste persone, io sarei più per "metastasi", quindi IRRECUPERABILI, allo stadio finale. Non essendoci la possibilità di effettuare la terapia del dolore, bisogna sbarazzarsi subito di questi "signori", tutti! Chiarisco che sarebbe inutile astenersi dal voto perchè farebbero i loro porci comodi ancora più pesantemente e a lungo. BISOGNA VOTARE e ricordarsi, in cabina elettorale, della casta, dei loro emolumenti, delle pensioni dopo pochi mesi, dei loro privilegi, delle auto blu con autista all'iKEA, DI EQUITALIA, dell'imu, degli studi di settore, delle asl che non funzionano, dei ticket sulla sanità, dell'età pensionabile e degli importi delle nostre pensioni etc. Il voto sarà FACILE! E non basterà CACCIARLI, dovranno restituire il maltolto. così come si fa con i dittatori, come si fa con i crimini contro l'umanità. La nostra umanità!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 15/06/2012 - 17:37

Tipici metodi comunisti.

Cinghiale

Ven, 15/06/2012 - 17:42

La cosa che più mi da fastidio è l'intenzione di bloccare un voto. Posso capire una sana scazzottata per i propri principi, ma l'idea di bloccare il voto di un'assemblea legalmente riunita e che ha tutto il diritto di farlo mi sembra troppo fascista, se ne rendono conto i sostenitori del PD? La democrazia si basa sulla libertà di esprimere un voto, togli questa libertà con la forza e uccidi la democrazia. Se poi c'è chi è convinto che il voto giusto è solo quello che ti piace o fa comodo dovrebbe provare ad andare a vivere in Cina.

Massimo Bocci

Ven, 15/06/2012 - 19:47

Hanno ragione i post comunisti, qui e tutta roba loro ( istituzionalmente) c'ia mangiato il loro nonno, c'ia mangiato il babbo, ora ci mangiano loro, e la vogliono dare in eredita al loro figli... Si chiamano diritti acquisiti.... Per Mafia!!!

villiam

Ven, 15/06/2012 - 20:19

niente di nuovo sono i metodi dei democratici ,vengono dai metodi stalinisti ,non si può pretendere che diventino civili!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

puffo70

Sab, 16/06/2012 - 07:23

quando i politici vanno contro la volontà popolare, dovrebbero andare incontro a ben peggio. Un referendum ha espresso chiaramente quale sia questa volontà.. ACQUA PUBBLICA. Tutto il resto è tradimento e come tale deve essere punito

piero1952

Sab, 16/06/2012 - 10:20

Capperi che notiziona che è, 5, dicasi 5 giori che la menate con sta' storia, proponendo e riproponendo il famoso video, già più volte s******ato da quelli che la rete la guardano, e non solo il giornalino, continuate a "vittimizarvi" quasi con una punta di orgoglio(che non avete), continuando a mentire ai vostri e-lettori, che, come al solito, leggendo solo il titolo, ci credono pure.

voce.nel.deserto

Sab, 16/06/2012 - 10:25

For Pier Luigii is an honorable man; So are they all, all honorable men.(Julius Caesar-Shakespeare)