Le lacrime per D'Ambrosio e quell'insopportabile peso delle accuse

Dolore e commozione ai funerali del consigliere giuridico. Il Guardasigilli denuncia l'assalto giudiziario: "La cultura del sospetto fa danni". Napolitano in lacrime

Una stretta di mano alla moglie del consigliere Loris D’Ambrosio e ai figli Silvia, Giulio e Valerio. Poi il capo dello Stato Giorgio Napolitano reprime un singhiozzo. È uno dei molti momenti di commozione durante la cerimonia funebre nella chiesa di Santa Susanna. Napolitano si commuove anche quando si accomiata dal feretro all’uscita della chiesa. "D’Ambrosio ha molto sofferto - ha commentato il ministro della Giustizia, Paola Severino - non riusciva a capacitarsi come potesse essere accusato, con tanta veemenza, di aver voluto interferire su indagini in tema di mafia, proprio la materia che aveva costituito il centro di un suo impegno così intenso". Oggi è il giorno delle lacrime (di coccodrillo) per una vita spezzata dalle accuse arbitrarie, dall'assalto giudiziario, dalla gogna mediatica. Oggi è il giorno dei mancati mea culpa da parte di chi non mosse nemmeno un dito per difendere il consigliere di Napolitano dagli spioni.

Già ieri, alla camera ardente, la politica è accorsa per piangere e rimpiangere una persona che a 64 anni è finito nel tritacarne giudiziario. Il cuore non ha retto. È stato stroncato da un infarto. Adesso le istituzioni tutte fanno il pellegrinaggio, allora nessuno ha alzato la voce per denunciare la pubblicazione delle telefonate con l'ex ministro dell'Interno Nicola Mancino. In chiesa sfilano tutti quanti. L'ultimo addio. D'intorno c'è chi denuncia lo strapotere dei magistrati e chi punta il dito contro quei giornali che, con le procure, hanno un filo diretto e pubblicano indiscriminatamente veline, avvisi di garanzie, intercettazioni e gossip. Tira una brutta aria, insomma. Come nel 1993 quando Raul Gardini si tolse la vita perché preoccupato per la possibile pubblicazione di certi verbali che lo tiravano in ballo. Da allora il sistema non è certo cambiato. I processi si fanno sui quotidiani, la reputazione delle persone vie distrutta a mezzo stampa. "Per D'Ambrosio, che sentiva profondamente la responsabilità di mantenere fermo e costante l’equilibrio tra i poteri dello Stato ed era abituato al riserbo ed alla discrezione - denuncia la Severino - era insopportabile il peso di vedersi addebitata l’accusa di avere, in qualche modo, mancato ai propri doveri, assolti sempre con proverbiale scrupolo e chiara lucidità". Nelle parole del Guardasigilli c'è tutta l'amarezza di una sconfitta che ha radici profonde.

È la stessa Severino, visibilmente commossa, a rivelare che nei giorni successivi alla pubblicazione delle telefonate con Mancino, D’Ambrosio aveva presentato le dimissioni al capo dello Stato che, però, le ha respinte. In un passaggio della sua orazione funebre la Severino denuncia i "danni" che reca alla giustizia e ai cittadini "la cultura del sospetto". In chiesa le letture scelte per le esequie del consigliere giuridico sono tutte incentrate sui temi della giustizia. "Beati i perseguitati per la giustizia perché di essi è il regno dei cieli", legge il Vangelo di Matteo il cappellano del Quirinale, don Franco Sartori.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Sab, 28/07/2012 - 18:26

Non capisco il fazzoletto in mano a quest uomo.FORSE serviva a nascondere la faccia , ma non credo ne lacrime ne sentimenti.

Ritratto di depil

depil

Sab, 28/07/2012 - 18:35

in quel gruppo di commossi il più onesto fa impallidire Riina.

Sauron51it

Sab, 28/07/2012 - 18:46

Ma guarda, "la cultura del sospetto fa danni". Se questo signore, dopo un mese di intercettazioni, è morto, cosa doveva fare Berlusconi dopo 20 anni di gogna?

paola_2012

Sab, 28/07/2012 - 18:58

Ma guarda!!! Solo ora si sono accorti che "la cultura del sospetto", tanto cara ai comunisti, fa male. Già Berlusconi non essendo di sinistra fa bene. B......I

cast49

Sab, 28/07/2012 - 19:14

brutta razza i comunisti! falsi e bugiardi e ladri...

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 28/07/2012 - 19:13

Sopra tutto le mie condoglianze a tutti gli aventi causa, la morte dispiace, sempre. -Però, come può un alto magistrato , che dovrebbe credere nella Giustizia, sentirsi oppresso ove innocente,sapendo, a prescindere, dell'obbligatorietà del procedimento giuridico. Eppoi, quelli che tanto si accorano, di procedura & diritto, una ripassatina no ehh?!!

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Sab, 28/07/2012 - 19:22

ma scusate..il defunto durante le telefonate si era forse compromesso?? mi pare di no!!! e allora perkè dare la colpa ....ai 2 giornali maiali?

giottin

Sab, 28/07/2012 - 19:26

Mah, è già tornato questo qua? E io pensavo che si fosse fermato a Londra per fare la maratona!

giottin

Sab, 28/07/2012 - 19:38

Mitiche le ultime quattro righe dell'articolo: 1)la severino avrebbe potuto dire:"i danni che reca la giustizia ai cittadini" e lì fermarsi, 2)Lasciamo perdere le letture per le esequie, 3) il cappellano del Quirinale? Questo qui sarebbe quello che tutte le mattine confessa il re dei Borboni?

antonin9421

Sab, 28/07/2012 - 19:36

Che schifo questa gente che versa lacrime di coccodrillo! Vergogna! Avessero ascoltato Berlusconi! D'Ambrosio in primis! Ora se ne renderà conto, ma a nulla serve.

Fabrizio Di Gleria

Sab, 28/07/2012 - 19:41

Ma come mai il "Comunista" del Colle si commuove solo adesso ? Si accorge solo adesso dei problemi che commette certa magistratura politicizzata che lui ha sempre difeso in qualità di presidente del CSM ?. Lui che non ha mai difeso il suo Presidente del Consiglio (BERLUSCONI)da questi attacchi, adesso provi vergogna e chieda scusa.

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Sab, 28/07/2012 - 19:46

tutte le scuse sono buone per farsi vedere piangere, ma non si vergogna con queste sceneggiate che fanno impallidire Mario Merola e il suo "O Zappatore?"

gardadue

Sab, 28/07/2012 - 19:45

IL COMMENTO DI PRIMA ERA VERITIERO DIFATTI NON L'AVETE POSTATO ORA IL SECONDO. LA FORNERO HA FATTO SCUOLA VERO RE GIORGIO DA MAFIOLANDA

antonin9421

Sab, 28/07/2012 - 20:01

Napolitano si deve vergognare. Il suo, ammesso che non finga, è un pianto ignobile.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 28/07/2012 - 20:24

Dunque ancora una volta il pagliaccio del quirinale si è commosso. L'ultima volta è stato, mi pare, per una partita di calcio. Beh... io non mi commuoverò quando il pagliaccio del quirinale andrà a raggiungere D'ambrosio

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 28/07/2012 - 20:30

è vergognoso che quest'uomo si accorga adesso del male fatto dalle toghe con la cultura del sospetto.Quando si è toccati da vicino ci si accorge a volte degli errori del passato.Non sempre perchè il sostegno all'invasione dei carri armati in Ungheria non è mai stato concepito come errore.Ma non credo cambierà qualcosa,nel giro di poco tempo andrà nel dimenticatoio e si tornerà a perseguitare i soliti noti.

Lupi24

Sab, 28/07/2012 - 20:42

Povera sinistra e dintorni, ricattati, prigionieri e imbelli, nelle mani dei Saint Just che credeva d'usare a proprio vantaggio. Ora è tardi. Sarà banale ma è la legge del contrappasso.

Albi

Sab, 28/07/2012 - 21:01

Con tutto il rispetto umano per il personaggio..... Ma essendo uno dei burocrati d'oro che, di certo, avrà messo via alcuni milioni di euro nella sua carriera, suvvia magari se fosse stato un operaio obeso della Fiat con la pressione a 200, non se lo sarebbe filato nessuno.....

minimo

Sab, 28/07/2012 - 21:44

Condoglianze alla famiglia. Ora ho capito lo scopo degli attacchi a berlusconi:volevano ucciderlo! Non vogliono capire che i magistrati devonbo essere i primi a rispettare le leggi. Le indagini devono avvenire nella massima segretezza e l'avviso dell'inizio, ovvero di apertura,è di "garanzia" per il sottoposto agli accertamenti( e non imputato) e non di condanna a morte, come viene interpretato da alcuni giornali di fatto.. Quelle lacrime versate, oggi, sono tardive, permettetemi, anche ipocrite. Quanti hanno subito prima di questo alto magistrato??Nessuno si è interessato e forse neanche lui, che poteva consigliare il presidente(membro deo CSM, di rivedere i comportamenti dei magistrati, spesso arroganti e irrispettosi della legge sulla riservatezza.

federossa

Sab, 28/07/2012 - 22:13

Il fazzoletto serviva a nascerare le risate. In tutte le disgrazie c'è sempre un COMPAGNO che ride!

Ritratto di Elvio54

Elvio54

Sab, 28/07/2012 - 22:57

R.I.P D'Ambrosio, non sapevo nemmeno chi eri, ma ti rispetto!! però non capisco certi ipocriti, che quando c'era da difendere qualcuno, sapendo bene che erano solo bufale di certi magistrati, non hanno mosso un dito....anzi hanno calato pure il carico da 11!!!! adesso che tocca anche a qualcuno, si accorgono dello strapotere della magistratura??? ma fatemi il piacere e cerchiamo di essere "uomini" seri. Addirittura la sig.ra Boccassini si lamenta del trattamento riservato ad un suo compagno da parte dei suoi colleghi che ha sempre difeso quando accusavano il suo "nemico" Berlusconi. Alla sfacciataggine e alla spudoratezza, non c'è mai limite!!! P.S non sono ne di destra e ne di sinistra e ne tantomeno di centro. Sono apolitico!!! non tifo per nessuno, fanno schifo tutti, i politici Italiani....fanno pena!!! e noi ci stiamo a scannare tra rossi e neri per questi pezzi di me....a!??? io sono per le cose giuste e no perchè appartengo ad un certo schieramento politico. Con questo pensare.....non si va da nessuna parte!!!

anticomunistadoc

Sab, 28/07/2012 - 23:18

Il cocodrillo comunista facendo finta di piangere, nella realtá se la ride alla grande. Una mummia comunista che ancora sopravvive in questa italietta di compagni di merenda e grandi l@ droni di stato

csciara

Sab, 28/07/2012 - 23:17

Urrà alla procura di Palermo!!! Lasciate che la procura palermitana continui il proprio lavoro di ricerca della verità e dei responsabili del patto con la mafia!

odifrep

Sab, 28/07/2012 - 23:54

E' giusto che davanti alla morte, tutti dobbiamo inchinarci. Costui però, lascia pensare che sia andato ad "accertarsi" della realtà. Non posso farci niente, sono fatto così. Saluti.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 29/07/2012 - 00:01

A quando una VERA riforma dell'ordine giudiziario? A quando si interverrà seriamente sulle fughe(sic) di notizie che devono restare segrete? Ora che provano sulla propria pelle lo scudiscio della gogna mediatica fanno i coccodrilli!!!!

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Dom, 29/07/2012 - 00:14

non sarà mica saltato il patto scellerato tra i rossi?..si sa.. a far patti tra diavoli c'è in gioco l'anima..

brunog

Dom, 29/07/2012 - 00:26

Nessuna simpatia per il compagno Napolitanov, ultimamente la lacrima (da ipocrita) e' un leit motif troppo frequente, che se na vada a Gerusalemme dove hanno il muro del pianto. Il compagno presidente si commuove per cosi' poco, non certo per gli insorti ungheresi o per le vittime delle foibe o del comunismo. Per quanto riguarda il magistrato morto, posso pensare che sia stato un compagno in pectore, perche' i compagni si fidano solo tra loro, per quanto riguarda servitore dello stato, bisogna dire che di giustizia non ne capiva niente o finse di non accorgersi della mala giustizia e di quanta gente ha avuto la vita rovinata o perse la vita a causa della stessa. Era in una posizione dove poteva influenzare il compagno Napolitano a cambiare le cose, invece si e' adeguato ad un sistema indegno di un paese civile. Nessuna simpatia per quest'uomo, era parte di un sistema degenerato.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 29/07/2012 - 01:44

In questa miserevole vicenda del nostro paese, ciò che appare maggiormente fuori luogo è l'atteggiamento infingardo del Fatto Quotidiano. Dopo aver versato vagonate di me..a addosso al Quirinale ora la gettano anche sui giornalisti che hanno denunciato le loro maleodoranti insinuazioni. Ma i lettori di quel quotidiano sono così malridotti?

francesca.gatti

Dom, 29/07/2012 - 06:09

"La cultura del sospetto fa danni" dice la Severino.. "Beati i perseguitati per la giustizia perché di essi è il regno dei cieli", legge il Vangelo di Matteo il cappellano del Quirinale, don Franco Sartori. QUALE IPOCRISIA IN UN REGIME CHE TRATTA I CITTADINI COME POTENZIALI EVASORI E FOMENTA GLI STESSI ALLA DELAZIONE. Quelle lacrime sono grottesche. GROTTESCHE. Il peggior presidente noi si sia mai avuto, di destra di sinistra di sopra e di sotto. Il peggiore. Quello che ha avvallato il peggior ribaltone che storia ricordi .

francesca.gatti

Dom, 29/07/2012 - 06:09

"La cultura del sospetto fa danni" dice la Severino.. "Beati i perseguitati per la giustizia perché di essi è il regno dei cieli", legge il Vangelo di Matteo il cappellano del Quirinale, don Franco Sartori. QUALE IPOCRISIA IN UN REGIME CHE TRATTA I CITTADINI COME POTENZIALI EVASORI E FOMENTA GLI STESSI ALLA DELAZIONE.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Dom, 29/07/2012 - 08:19

Se è vero........che è morto di infarto! Ecco spiegato il finto pianto del vecchio birbante.

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 29/07/2012 - 08:45

Come mai le procure non hanno aperto un fascicolo sull' "infarto" di D'Ambrosio e non ne hanno disposto l'autopsia? mmmaaaahhhh!

Mannik

Dom, 29/07/2012 - 08:52

@cast49 - Leggendo il Suo commento mi miene in mente il detto di un uomo saggio: Bisogna avere più paura degli stupidi che dei criminali. Ma dico, un po' di istruzione no? Le costa troppo leggere quale testo appeno un attimo più serio di questa testata?

roberto.morici

Dom, 29/07/2012 - 09:05

Una cosiderazione a margine del triste caso D'Ambrosio. Sono sicuro, a prescindere, che il Consigliere fosse innocente e che, per questo, non sia sopravvissuto alla vicenda. Questo avvalora, senza ombra di dubbio, l'ipotesi colpevolista delle centinaia di altri intercettati che sono sopravvissuti allo sputtanamento e che per ciò stesso sono da considerare colpevoli, a prescindere. Che dire della lacrimuccia trattenuta a stento dal Piccolo Padre nostro. Forse è quanto rimane di quelle, copiose, versate in occasione delle turpi imprese della gloriosa Armata Rossa sovietica a Katyn, Budapest, Praga...

cesaresg

Dom, 29/07/2012 - 09:58

Si può sempre dire che chi di magistrato colpisce di magistrato perisce. Il Presidente Berlusconi è da 20 anni che viene torturato dai magistrati comunisti e compagni di napolitano. Ora che colpiscono "loro" piangono sul latte versato. Vedrete che domani tutto sarà dimenticato e i "KOMUNISTI" magistrati continueranno come se nulla fosse accaduto: prendendosela con Berlusconi, Formigoni ecc. ecc.

Dario40

Dom, 29/07/2012 - 09:59

quando a finire nel tritacarne giudiziaro è Silvio Berlusconi nè il Capo dello Stato ne la Severino hanno il coraggio di intervenire a sua difesa. Se avessero un minimo di dignità dovrebbero dimettersi subito.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 29/07/2012 - 10:19

Si sta asciugando, re Giorgio 1°, il ventesimo mancamento di un vecchio: la gocciola al naso. Saluti

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Dom, 29/07/2012 - 12:27

Qualche personaggio si è data alla fuga perché sa che alla fine dei conti farà la figura del principiante incompetente.

Ritratto di KumKum

KumKum

Dom, 29/07/2012 - 13:49

Chissà perché ogni volta che un'inchiesta sfiora la sx, ci casca il morto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 29/07/2012 - 14:00

Mancino e Napolitano sono due farabutti

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 29/07/2012 - 14:02

Noi viviamo in un regime

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 29/07/2012 - 14:01

morte naturale.... qualcuno ci crede? Era necessaria l' autopsia

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Dom, 29/07/2012 - 14:16

MA DAVVERO CHE CI CREDIATE CHE QUESTI SIANO POLITICI VERI O DELLA VIA DELL'AVENTINO, QUANDO DEVONO FARE RIFORME E LEGGI COME SUL PRESENZIALISMO ED ALTRE IN PASSATO? MAI MEDIARE SEDUTI AD UN TAVOLO MANGIANDO SEMMAI UNA CROSTATA O MEGLIO MANGIARE, PANE E CICORIA ED AVERE IN CASSA RIMBORSI PER 240MLD£ E RINFRESCARSI LE PALLE ALLE MALDIVE, SU YACTH, VIGNE E LEASING AGEVOLATI ALLA FACCIA DELLA PENSIONCINA DA MORTO DI FAME DI UN LAVORATORE? Dirigenza INPS Politicizzata per scranno nella Casta. Quand'ero Dirigente Sindacale e Politico,tema sempre attuale nel risparmio Inps,ma oggi vi pare ridicolo usare non la lingua della Patria,violentata da parole cretine come Walfare,Turn-Over, spending review,ma che c'azzeca direbbe con lingua zoppicante dell'Amaro Petrus Alias Di Pietro?Mi chiedo,ignoranza non applicare Istituzionalmente la propria lingua Nazionale o solo come la cameriera che butta la monnezza sotto il tappeto o ancora peggio di alcuni Napoletani$Napolitano stesso che odiavano i cumuli che per questo li bruciava e seminava bombe all'evenienza sulla strada della discarica di Tricigno o che“Re Giorgio I” per entrare nel suo palazzo li raggirava con tutto lo staff Governativo di Sinistra immobile tanto che fu Silvio Berlusconi a ripulire Napoli ripagandolo col voto al candidati di Petrus?Vengo al dunque,lo sapevate che nel passato con presunte“Riforme”(elettorale)dei Combattenti,ex TBC i conti pensioni dell'INPS,rischiavano di andare a fondo nel conteggiare pure le uscite della CIG?”Voi politicanti di Sinistra e Casini-sti che predicate tanto e male che,quella“beneficenza”ha svuotate le casse dell'Istituto Nazionale di Previdenza,visto che,erano Leggi che si doveva trovare il modo di finanziarli Finanziaria scagionandola nel tempo?Capisco,si diedero un'ottima e giusta ricompensa ad ex combattenti della prima guerra Mondiale risedenti all'Estero,soldi,grado superiore e 15gg di ferie a chi era già guarito dalla TBC da decenni,scavalcando il lavoratore che da anni sperava un avanzamento:sommando tutto,fateci due conti:quanti miliardi si potevano risparmiare ed avere l'INPS attiva per dare a Cipputi&Son una pensione da poterci vivere decentemente.Perché a volte i Legale dell'Inps fanno ca**te,intraprendo cause perse in partenza che, a conti fatti danneggiano l'Inps come nel mio caso tenzone durato 15a,seppure esisteva Legge ad hoc solo d'applicare e basta?Voi pensate che questi signori non abbiano fatto pure carriera,anziché si dovevano licenziarli in tronco o retrocederli?Che cosa dire che a turno di Presidente ci fosse un solone Sindacalista Nazionale con poca esperienza sui conti?