ALDO BOZZIEsulta il nipote d'arte promotore del ricorso «Battaglia lunga 4 anni»

Non cantano vittoria soltanto i partiti da sempre contrari al famigerato Porcellum, e che ora chiedono un ritorno al voto. Esulta soprattutto l'avvocato Aldo Bozzi, 80 anni, artefice del ricorso che ha scalato tre gradi di giudizio ed è arrivato fino in Consulta. E adesso che l'attuale sistema elettorale è stato bocciato dalla Corte costituzionale, il legale può ben affermare: «Quattro anni di battaglie andate a buon fine - è il suo bilancio - Bisogna sottolineare che non si crea nessun vuoto giuridico: a mio parere, con la pronuncia della Consulta, di fatto si torna alla legge elettorale precedente, il Mattarellum». Bozzi, che tra l'altro è il nipote dell'omonimo Aldo Bozzi, liberale protagonista della Resistenza e presidente della commissione bicamerale per le Riforme istituzionali del 1983, si spinge oltre e azzarda un pronostico. «Molto probabilmente torneremo a votare in estate. Ma intanto ci godiamo la vittoria, ora penseremo a riassumere la pronuncia in Cassazione, dove è pendente un altro procedimento».

Commenti
Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 05/12/2013 - 10:00

Bozzi...eco un nome da tener presente quando si pensa di erigere monumenti, dedicare strade, intitolare scuole...

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 05/12/2013 - 10:01

Bozzi...eco un nome da tener presente quando si pensa di erigere monumenti, dedicare strade, intitolare scuole...