Alfano: "Il Cav pronto a non candidarsi"

Per unire il centrodestra il Cav sarebbe pronto a non candidarsi alle prossime elezioni. Alfano lancia un appello a Casini: "Uniti per non consegnare l’Italia alla sinistra"

Mentre il centrosinistra è in guerra in vista delle primarie di coalizione, il leader del Pdl Silvio Berlusconi è al lavoro per trovare un punto di unione per riuscire a mettere insieme tutti i moderati. "Per unire il centrodestra Berlusconi è pronto a non ricandidarsi - ha spiegato il segretario del Pdl, Angelino Alfano - per non consegnare l’Italia alla sinistra occorre un gesto di visione e generosità degli altri protagonisti del centrodestra".

Da settimane Berlusconi sta lavorando per riuscire a ricompattare il centrodestra. L'obiettivo è fare ritornare insieme tutte quelle forze moderate che non vogliono lasciare il Paese nelle mani della sinistra. "Abbiamo il compito di ricostruire il centrodestra italiano", ha spiegato il segretario del Pdl raggiungendo un convegno dove erano presenti il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini e il vice segretario del Partito democratico Enrico Letta. "Se ne avremo le forze, la sinistra non andrà al governo e avremo uno Stato più leggero e meno tasse - ha assicurato l'ex Guardasigilli - con la sinistra al governo avremo uno Stato più pesante e più tasse". Alfano ha, quindi, rivolto un appello alle altre forze moderate: "Occorre un gesto di visione e generosità degli altri protagonisti storici del centrodestra per non consegnare il governo alla sinistra". L'intento del segretario del Pdl è quello di lanciare una sfida proprio a Casini per riuscire a unire le forze per "un campo di centrodestra che impedisca alla sinistra di andare al governo". "Se Berlusconi non si ricandida per favorire l’unità del centrodestra hai il diritto, la possibilità e il dovere di giocare questa partita per riunire l’area dei moderati", ha detto l'ex Guardasigilli rivolgendosi al leader centrista durante la presentazione del libro di Ferdinando Adornato Sos Italia. "Bisogna profondere ogni sforzo per unire una grande area moderata e alternativa alla sinistra", ha insistito Alfano rivolgendo la sfida a Casini in prima persona. "Se come Pdl - ha proseguito - siamo disposti e pronti allo sforzo più generoso e importante, chiediamo agli altri di fare la stessa cosa. Noi ci stiamo e, caro Casini, spero che le nostre strade possano tornare a incrociarsi".

Casini non ha certo lasciato cadere nel vuoto la proposta lanciatagli da Alfano. "Alle sfide nella mia vita politica non mi sono mai sottratto, agli inganni ho cercato di sottrarmi - ha spiegato il leader dell'Udc - poiché ho il dovere di ritenere che non porti inganni, con cautela però voglio verificare". Durante la presentazione del libro di Adornato, Casini ha preferito mostrare cautela: "Spero che quello che ha detto Alfano abbia un valore, ma tutti quanti siamo abituati alle giravolte di Berlusconi quindi serve cautela e parsimonia nei giudizi". Secondo il leader dell'Udc, "qualunque processo di aggregazione dei moderati deve nascere sulla base della verità". Casini ha, poi, invitato Alfano a valutare l'esperienza del governo Monti: "Non è un incidente di percorso. Monti non appartiene a nessuno, eppure c’è per volontà di tutti noi. È un’anomalia da risolvere o bisogna ripartire dai contenuti dell’agenda Monti? È questo il macigno che vale non solo per il Pdl, ma anche per la sinistra". Tuttavia, dinnanzi alla ventila ipotesi di un Montis bis, Alfano ha subito gelato Casini spiegando che per prima cosa il Professore deve candidarsi, poi la parola passa agli elettori. "Vi immaginate che nella sfida tra Obama e Romney non vinca nessuno dei due, ma prevalga il rettore di Harward? - ha chiesto il segretario del Pdl - imporre di nuovo il governo Monti senza passare per le elezioni non è certo un fulgido esempio di democrazia".

Commenti

#marcok@

Lun, 08/10/2012 - 18:42

Alfano deve essere il Leader del centrodestra essendo persona seria, capace e pacata ( forse anche troppo ), avendo dimostrato concretamente di aver ben operato sia e soprattutto da ministro della giustizia e poi da presidente del partito.

Ritratto di megadream

megadream

Lun, 08/10/2012 - 18:44

nooooooooooo , cavaliere, devi ricandidartiiii

gi.lit

Lun, 08/10/2012 - 18:47

Finalmente una buona notizia. Ora il Pdl si intesti i problemi che i governi a guida berlusconiana non hanno risolto e neppure affrontato, e assuma impegni chiari con i propri elettori. In quanto a certi personaggi molto discutibili sono pregati di uscire di scena o cambiare partito. Grazie.

nino38

Lun, 08/10/2012 - 18:49

Che Berlusconi non si presenti, è un'ottima decisione.La sua presenza avrebbe nociuto al partito. Se il centro-destra non vuol consegnare il governo alla sinistra,deve far approvare la riforma elettorale inserendovi le referenze. I moderati non voterano senza che vi siano le preferenze, poichè non vogliono mandare al governo le stesse persone che nulla hanno fatto per gli italiani e il paese, ma hanno pensato solo di incrementare le loro entrate.Anche gli inquisiti non devono essere candidati. Se la riforma elettorale non verrà attuata, credo che Grillo avrà i voti dei delusi. Annibale Antonelli

gigi0000

Lun, 08/10/2012 - 18:49

Va bene, ma chi sarebbe il leader del nuovo partito? Sarebbe giusto ed opportuno tenere il regista dietro le quinte e lasciare a qualche prestanome il ruolo del protagonista? Attendo il 2 dicembre, per scoprire l'asso/gli assi nella manica del Cavaliere: ho qualche idea in proposito e sono quasi certo di non sbagliarmi. Vai Silvio, per il momento sei insostituibile! L'unico con fegato e cervello sarebbe Brunetta, ma proprio per questo non è ben visto.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Lun, 08/10/2012 - 18:58

La sua prima scelta sensata degli ultimi 10 anni.

Mario-64

Lun, 08/10/2012 - 19:00

Se Bersani vince le primarie e va' con Vendola il centrodestra si ricompatta da solo. Ma alla fine di andare al governo non ne ha voglia nessuno e quindi...riecco i professori !

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 08/10/2012 - 19:01

""Bisogna profondere ogni sforzo per unire una grande area moderata " aridaje..come diceva la Mondaini? che "Uffa che Barba, che noia, che Barba"..

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Lun, 08/10/2012 - 19:02

Puah puah puah ogni giorno se ne inventano una. Attenti perche’ nonostante anni di saccheggi e leggi ad aziendam, il nanerottolo ha accumulato 290 milioni di debiti al Milan a cui bisogna aggiungere i 560 milioni che giustamente deve restituire a chi aveva fregato la Mondadori vent’anni fa. Chiaro che sia disposto a tutto per salvare ancora una volta in extremis la roba. Ma davvero credete che Casini, Fini e Maroni ci ricaschino? E’ gia’ tanto se riuscira’ a trattenere gli ex AN. Ma davero credete che il PdL dopo tutte le nefandezze del suo padrone goda ancora di credito tra gli elettori? Senza voti e’ finito, con un misero 10-15% alle prossime elezioni c’e’ sempre la speranza che anche lui finisca in miseria, come del resto gli italiani durante il suo sultanato. Sarebbe la giusta legge del contrappasso per un imprenditore mediocre che ha vissuto sulle spalle degli italiani, per un politico fallito, per un uomo impresentabile.

giovanni70zz

Lun, 08/10/2012 - 19:03

Mi spiace che Berlusconi non si candidi. Era il modo migliore per far vincere il csx a occhi chiusi. Peccato. Certo, è l'ammissione del fallimento del Cavaliere: con lui si perde. Alla fine ci sono arrivati anche gli elettori di cdx. Ce ne è voluto, ma ora è chiaro a tutti ...

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 08/10/2012 - 19:03

ergo Berlusaconi non si ripresenterà, ma rimarranno Letta, Alfano, Verdini, Cicchitto, Prestigiacomo..Frattini..ammazza..non c'è che dire una rivoluzione!!

moranma

Lun, 08/10/2012 - 19:05

sicuramente ci sarà l'abbraccio di Maroni, che però potrebbe essere mortale per ambedue!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 08/10/2012 - 19:23

Non basta. Non ha chiesto perdono agli italiani

Willy Mz

Lun, 08/10/2012 - 19:29

mi spaice ma senza di lui è un voto perso. lo ridarò alla lega se dimostrano.....

MEFEL68

Lun, 08/10/2012 - 19:32

Nel mondo dello spettacolo, la persona più importante è il regista che lavora e dirige da dietro le quinte. Gli attori, anche se bravi, sono la materializzazione delle sue idee e la sua controfigura. Per tale motivo, pur essendo un beluscofilo convinto, ritengo che per non offrire pretesti all'opposizione, Berlusconi dovrebbe fare il leader del centro-destra elasciare il palco ad una personalità di sua fiducia. Così facendo, i sinistri dovranno ricominciare dall'inizio a costruire teoremi e menzogne per demolire il nuovo personaggio.

carlo.ameglio

Lun, 08/10/2012 - 19:32

ma come si fa a correre dietro a casini? Se torna quel povero microcefalo democristiano perderete il mio voto e quello di moltissimi altri elettori del centro destra. Mi aspetto che richiamiate Fini a questo punto...

waaw33

Lun, 08/10/2012 - 19:32

Qualcuno propone Brunetta? Nessuno piu' arrogante e indisponente di quello che si crede degno di Premio Nobel? SI la Brunetta deiRicchi e Poveri prenderebbe piu' voti. A Venezia perse in modo indecoroso... Il Brunetta del PDL intnedo..

Ritratto di Zago

Zago

Lun, 08/10/2012 - 19:32

Casini e Maroni non vedono l'ora che il Cavaliere si ritiri e lasci ad Alfano il timone per formare il partito dei moderati a cui si potrebbe aggiungere anche la lista di Montezemolo per arrivare, fatto una botta di conti sopra il 30% in modo da essere maggioranza in Senato. Dopo tutto quello che è successo, un ripulisti non farebbe male anche agli occhi della gente. Zago

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 08/10/2012 - 19:45

PDL=BERLUSCONI. Il resto = " ".

MEFEL68

Lun, 08/10/2012 - 20:15

Vedo che i due infiltrati ALEMONELLI e LUIGIPISO hanno a cuore solo l'avversione per Berlusconi. Vedo che del programma (anche se non credo alle promesse generalmente in esso contenute), non gliene importa niente. Non li ho mai sentiti muovere osservazioni motivate, ma solo sberleffi. Se devo giudicare chi milita a sinistra, in base ai loro post, la mia considerazione non può essere che infima.

lo zio di zio fester

Lun, 08/10/2012 - 20:16

IL SONDAGGIO DEL TG LA7 "Il crollo del Pdl agganciato da Grillo. Il partito del Cav solo lo 0,3% sopra il Movimento cinque stelle e otto punti sotto il Pd" Se non lo avete capito, questo è il titolo di un articolo di Libero. Voi de Il Giornaletto tenete pure queste notizie nascoste. Siete nella merda liquida altro che partito liquido!!!!!

vince50

Lun, 08/10/2012 - 20:21

Consegnare l'italia alla sinistra?troppo tardi è già stato fatto,e voi ne siete gli artefici nonchè i responsabili.Fatela finita,avete sprecato e sputtanato troppo tempo,se foste stati dei politici seri e responsabili,non saremmo nelle grinfie di questa dittatocrazia camuffata di democraticità.Vergognatevi siete stati una profonda delusione,non vi potete permettere di chiedere ulteriore fiducia agli Italiani,che sbaglia paga.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 08/10/2012 - 20:31

@MEFEL68 della tua considerazione non so che farmene, essendo tu di destra. Il Programma liberista non è minimamente commentabile per quanto schifoso è. Infiltrato in cosa? nel nulla?. Il problema è solo fermare berlusconi a causa della mentlità immorale che ha creato nel trattare le classi sociali. Tanto ti è dovuto

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 08/10/2012 - 20:40

Decisamente non se ne esce vivi. Quando si dice: l'attrazione fatale per i casini. Errare humanum est...con quello che segue.

forbot

Lun, 08/10/2012 - 20:41

Fate come volete, evitate però che vada la sinistra,"questa sinistra," al governo del Paese. Abbiamo un debito pubblico di circa duemila miliardi di euro. La festa iniziò ai loro tempi. Abbiamo una ricchezza totale nazionale di circa ottomila miliardi, Bene, loro lo sanno; finchè non se li mangiano tutti, non molleranno la presa. Questo ho sognato stanotte, difficile che mi sbagli.

forbot

Lun, 08/10/2012 - 20:41

Fate come volete, evitate però che vada la sinistra,"questa sinistra," al governo del Paese. Abbiamo un debito pubblico di circa duemila miliardi di euro. La festa iniziò ai loro tempi. Abbiamo una ricchezza totale nazionale di circa ottomila miliardi, Bene, loro lo sanno; finchè non se li mangiano tutti, non molleranno la presa. Questo ho sognato stanotte, difficile che mi sbagli.

analistadistrada1950

Lun, 08/10/2012 - 20:42

Credo che noi Italiani siamo doppi, tripli e quadrupli; all'epoca, nessuno votava D.C. e la D.C. vinceva (non sto giudicando la D.C.), oggi, pochi vorrebbero Monti Premier e questa sera Mentana, mostrando gli interpellati in merito, dimostra il contrario siccome la maggior parte degli interpellati vorrebbe Monti. Posso capire che possa essere una provocazione od uno smarrimento in assenza di una Figura di riferimento ma, il bluff, non è gestibile attraverso quei sondaggi e dunque, molti vorrebbero Monti. Bene, molto bene, viva l'Europa, l'Euro e le banche; staremo tutti meglio...

Ritratto di lectiones

lectiones

Lun, 08/10/2012 - 20:46

Cioè, abbiamo sacrificato alla democrazia il capro del gregge? Che significa? Che Isacco deve morire? Ma dove sta scritto che la destra per vincere la sinistra debba sacrificare il capro Berlusconi? Che si sacrifichi Bersani per salvare capro e cavoli. CF

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 08/10/2012 - 20:53

questa decisione permette un ampio respiro: un solo problema! chi si candida??? il centro sinistra ha Renzi con in se la forza di un giovane leone e molto carisma, il centro destra ha Alfano ma ad Alfano manca quel qualche cosa che non manca a Renzi:

MenteLibera65

Lun, 08/10/2012 - 20:55

"Per non consegnare l’Italia alla sinistra occorre un gesto di visione e generosità degli altri protagonisti del centrodestra". E Bravo, è proprio così che ha vinto o quasi vinto le elezioni per 20 anni, con i risultati che sono sotto agli occhi di tutti: una nazione in declino sociale ed economico e centinaia, forse migliaia, di Scajola e Fiorito messi a governare ed a spartirsi la torta. Pur di restare al potere, o di impedire agli altri di governare con maggioranze decenti, cercherebbe alleanze anche col diavolo. E tutto per interesse personale, per avere il gusto di dire "io conto sempre". Niente per l'interesse degli italiani. Per lui è tutto un grande gioco , giocato sulle nostre spalle. Per fortuna che dai toni di questi blog si capisce che piano piano anche chi lo ha votato (senza averne un interesse diretto) sta prendendo sempre più coscienza di quello che ha fatto. pubblicate...

ellennyyy

Lun, 08/10/2012 - 20:58

ma non avete capito che chiunque vinca è sempre un paese di merda chiunque va al poter non fa altro che tassare noi poveri idioti che andiamo a votarli ma loro sacrifici non ne fanno evoi giornalisti prechè non fate degli articoli sul taglio della meta dei parlamentari dei senatori e delle province tanto tutta quella gente li anno tutti un altro lavoro e con quello che si sono mangiati fino ad ora si possono mantenere per iprossimi 50 anni altrimenti che comprino il libro come vivire con 700 euro al mese ...amen

Ritratto di lucios

lucios

Lun, 08/10/2012 - 20:59

Come offerta sembra valida...

Totonno58

Lun, 08/10/2012 - 21:14

Da elettore del centrosinistra non me ne frega nulla...da una parte Berl.non ha combinato nulla in 20 anni, i suoi uomini non sono stati nemmeno capaci di coprire bene le sue bravate, lasciandolo in odor di condanna...è anche vero che, senza di lui, che faranno nella vita quegli stessi personaggi?Che dire...affari loro e di chi ancora pensa di votarli, dopo che hanno dilapidato 15 milioni di voti...TANTI AUGURI

Ritratto di uomoliana

uomoliana

Lun, 08/10/2012 - 21:36

Bravi adesso ricicliamo Casini, e magari anche Giuda Fini, andando verso una deriva di perdizione senza ritorno. Per fortuna so già quel che Pierfurby dirà, che con la Lega non ci si può alleare dandovi uno smacco ulteriore alla vostra debolezza !!!!

malcomix

Lun, 08/10/2012 - 21:52

Se Berlusconi non si candida si perde,inoltre il pdl rischia di perdere il mio voto.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Lun, 08/10/2012 - 22:04

Se c'è Casini e traditori vari, Berlusconi o no, il mio voto non lo avranno più....., ma non voglio buttarlo via, facendo vincere i sinistrati. Grillo e il suo movimento, proprio no lo voto, chi voto?????

procto

Lun, 08/10/2012 - 22:09

se Berlusconi non si ricandida, vuol dire che i sondaggi lo darebbero perdente, al di là di ogni ragionevole speranza di rimonta. E vorrei anche vedere.

gentlemen

Lun, 08/10/2012 - 22:29

Allearsi con Casini,dal punto di vista di noi elettori di centrodestra,significa consegnare il Paese al Pd!

Nadia Vouch

Lun, 08/10/2012 - 23:03

Non sappiamo chi votare. Questa è la realtà. Non crediamo più alle sole parole. Siamo lasciati a noi stessi, responsabili in quanto padri e madri di famiglia, ma soli. Nessuno, fino a questo momento, pare avere dei programmi concreti, da realizzare concretamente. Come cittadini e popolo siamo lasciati solo alla nostra coscienza.

Ritratto di angela piscitelli

angela piscitelli

Lun, 08/10/2012 - 23:04

l'arnese che più partitocratico non c'è è Casini:inviso agli elettori del Pdl, si distingue per tatticismo pure ed è nemico delle riforme:vincere con lui non servirebbe: è un film già visto e non è un bel film.Meglio perdere da soli, con una linea politica chiara per prepararci ad altre stagioni.Inoltre non si vinceebbe lo stesso: perchè l'elettore non avrebbe alcun buon motivo per turarsi il naso.Cosi' davvero il centro-destra si squaglia e la lotta destra -sinistra sarà un affare inerno al pidi'.

@ollel63

Lun, 08/10/2012 - 23:09

lasciate perdere i 'casini' e i casinisti, per favore!

papik40

Lun, 08/10/2012 - 23:16

Caro B. saggia decisione di non candidarsi se non altro i PM d'Italia dovrebbero allentare la morsa, non criminalizzarti anche quando vai a fare la pipì e, principalmente, non far vivere agli italiani altri anni di lotta continua per la tua presenza che è veramente ingombrante anche per le troppe fesserie fatte (specie nel privato!). Per quanto riguarda il "compattare il centro destra" meglio stare all'opposizione che allearsi con gli irriconoscenti, voltagabbana, falsi e "perfettini" di Casini e principalemnte di quell'iroso di Fini!Lascia che vadano con Vendola ma se proprio vuoi fare questa "stupidaggine" chiedi almeno che Fini ed i vari Bocchino e soci non ne facciano parte e meglio che i colonnelli del FLI non siano candidati con l'accorpamento e partecipino alle elezioni da soli!

giovi bl

Lun, 08/10/2012 - 23:47

Meglio Luigi Piso e Alenovelli di Fini e Casini!!!! Ho 50 anni e sempre votato a destra ma a tutto c e' un limite!!!!

fabiou

Mar, 09/10/2012 - 00:04

caro berlusconi. ti sei circondato di ruffiani, incapaci, traditori e arrivisti. è chiaro che ora hai dei problemi e costoro pensano solo al prorpio interessere e della tua creatura politica se ne fregano. silvio cacciali tutti prima che consegnino il paese a monti

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 09/10/2012 - 01:21

Berlusconi non deve lasciare che i ciarlatani della politica l'abbiano vinta. Sarebbe un grave errore permettere ai suoi detrattori, ex alleati, di vedere confermata la loro ciarlataneria. L'Italia è ridotta male proprio per l'incapacità dei politicanti senza scrupoli che l'hanno osteggiato.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 09/10/2012 - 01:23

Diciamoci la verità non si capisce più un c****! Politici e tecnici si ritrovano in un unico minestrone ormai scotto, vogliono tenersi strette le poltrone, ma non hanno alcun interesse per il paese e i cittadini...l'unica certezza sia per chi gli vuole bene che per coloro che lo odiano è Silvio, ma mettiamoci tutti l'anima in pace per chi gli vuol bene è un sogno che svanisce (per colpa di traditori e millantatori di ogni risma)e per chi gli vuole male è una cocente delusione (dovranno trovarsi un altro capro espiatorio su cui scaricare le colpe del fallimento dell'Italia,dell'Europa e dell'euro)...mi consola solo il fatto che quando si troveranno il fiammifero acceso in mano...

DubitoErgoSum

Mar, 09/10/2012 - 03:17

Sogno un Paese civile finalmente laico e non più prono alle pressioni delle istituzioni clericali. Sogno un Paese in cui la politica è servizio al bene comune e non un trampolino di lancio per gli arroganti, gli ignoranti, i bugiardi ed i ladri. Sogno un Paese in cui gli sforzi sono ben distribuiti tra tutte le classi sociali e non riversati sulle schiene piegate e piagate dei ceti medio bassi. Sogno un Paese dove i privilegi sono visti con orrore, sdegno e pubblica indignazione e sono prontamente azzerati. Sogno un Paese che valorizza le sue risorse interne, che sostiene con decisione un'economia a misura degli uomini e non delle banche, che fa rinascere l'edilizia popolare, che tutela l'Istruzione e la Ricerca, che salvaguarda i più deboli. Sogno un Paese in cui una vecchietta non deve rinunciare a comprare l'insalata dal verduraio perché non ha più spiccioli nel portafogli. Sogno un Paese in cui a trent'anni si possa serenamente pensare di mettere su famiglia, senza tremare perché forse tra quattro mesi non ti rinnovano il contratto, e allora il mutuo come lo pagheremmo? Sogno un Paese in cui chi governa vive il suo ruolo con umiltà, dignità e spirito di sacrificio invece che con esasperante protervia e linguaggio intriso di menzogne e luoghi comuni. Con Berlusconi fuori dall'agone politico ed il PDL ed i suoi sodali ai minimi storici, forse posso cominciare a sperare di vedere i miei sogni diventare realtà.

giuseppe.galiano

Mar, 09/10/2012 - 06:58

Questa storia non la vedo bene e per me finirà male. Casini non è stimato dall'elettorato moderato, non gliene fotte una beata minchia a chi verrà consegnata l'Italia purchè lui abbia la sua poltrona ed il suo orticello da sfruttare. Che le elezioni siano un enorme pericolo per l'astensione generalizzata è vero, ma solo il Cav potrà raccogliere attorno a se i consensi necessari a governare. Via lui, sarà un bordello.

umberto nordio

Mar, 09/10/2012 - 07:29

Ho proprio l'impressione che Alfano, e con lui tutto il PdL, non abbiano capito una mazza di quanto sta succedendo nella mente degli italiani.Non è facendo appelli a quel vecchio rottame di Casini che si ricostituisce un partito di centro destra.Siamo stufi di vedere simili figuri ,maestri dell'intrigo ,con e contro chiunque,blaterare idiozie .Questi individui, e con loro tanti altri, devono sparire dalla politica .Lo stesso Pdl deve mandare a casa la maggioranza dei suoi esponenti .In caso contrario saranno gli elettori a farli sparire.

robiem

Mar, 09/10/2012 - 07:30

No, no, no. Non va per niente bene. Caro Alfy non ci siamo. Il problema è che, o siete tonti, o siete talmente pieni di voi stessi che non volete capire quale sia il problema di fondo. E' da più di 17 anni che non riuscite a farmi entrare in una cabina elettorale, e dopo tutte le batoste che politicamente avete preso, che fate, vi presentate con il progetto di rinnovo di quelle false coalizioni che mi hanno tenuto lontano dalle urne? Ancora non avete capito (voi tutti politici italiani) che l'unico modo che avete di fare il bene per l'Italia è di riuscire a metterla nelle mani di Silvio facendo in modo che possa gestirla come se fosse una sua azienda, con la piena libertà di potere decisionale orientato allo sviluppo di progetti utili al recupero in economia senza il cancro dei blocchi causati dai sindacati che agevolano la scarsa qualità del lavoratore, danneggianolo ancora di più. Nel modo in cui state agendo l'unico partito che riuscireste a formare si chiamerebbe PMP:Partito dei Masochisti Perseveranti ... che tristezza!!!

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Mar, 09/10/2012 - 11:35

La solita disperata ricerca di voti del PDL. Da arraffare a caso tra cattolici e moderati per poi continuare negli scempi che stiamo vedendo da anni (forse è nel loro DNA, non serve cambiare nome...). Senza idee da proporre se non quelle fallimentari che ci hanno incasinato. E il solito rituale di esorcizzazione della sinistra, quasi che nella loro gestione ci fosse qualcosa da salvare. INCREDIBILI solo a essere proposte certe cose.