Alfano fa il servizio d'ordine per difendere Letta da Renzi

Il leader del Nuovo centrodestra avverte il prossimo segretario del Pd: "Il suo primo atto dovrà essere una pronuncia a favore del governo"

Roma - Anche se nel (noioso) teledibattito i principali contendenti alla segreteria del Pd, Matteo Renzi e Gianni Cuperlo, hanno confermato obtorto collo la fiducia a Enrico Letta, è chiaro che un minuto dopo il loro insediamento al Nazareno a Palazzo Chigi si comincerebbe a ballare. Ad Angelino Alfano, che sull'esecutivo ha puntato i suoi destini politici, non resta che scongiurare la sciagura. E dopo aver interpretato il ruolo di vigile urbano nel vecchio Pdl per sbloccare gli ingorghi tra «falchi» e «colombe», ora gli tocca anche l'ingrato compito di fare il servizio d'ordine per il movimentato Pd allo scopo di evitare che al sindaco di Firenze possa balenare ancora l'idea di correre alle urne.

La prima esibizione da «katanga» è stata un'intervista ieri al Messaggero la cui prima parte è stata spesa proprio ad avvisare Renzi. «Mi auguro che renderà l'esecutivo più forte e la linea del Pd nitida. Il futuro segretario sarà eletto nel giorno dell'Immacolata e speriamo che la Madonna lo illumini», ha detto confidando nella dichiarata religiosità del sindaco di Firenze. In realtà si tratta di un più prosaico scongiuro perché - come ha ricordato lo stesso numero uno di Ncd - «i leader del maggior partito della sinistra fecero cadere gli esecutivi da loro guidati. Accadde ai danni di Prodi nel 1998 e di nuovo ai danni di Prodi nel 2007: D'Alema e Veltroni non si esercitarono per tenere in vita quei governi», ha aggiunto.
Insomma, la principale preoccupazione di Alfano è quella di rinsaldare - quasi militarmente si potrebbe dire - anche la sponda sinistra della maggioranza. Anche per questo motivo il ministro dell'Interno ha rilanciato il «suo» programma di governo. «Faremo un contratto che vogliamo chiamare “Italia 2014”: in 12 mesi possiamo realizzare il cambio della legge elettorale, l'eliminazione del bicameralismo perfetto, diminuire le tasse sul lavoro e premiare il salario di produttività». A parte l'ultimo punto, si tratta di un bel richiamo al renzismo militante: che tradotto suona così: «Non abbatteteci, in un anno possiamo fare anche le cose che chiedete».

Non è un caso, perciò che ieri pomeriggio in un convegno a Milano il leader politico si sia affrettato a ricordare che «l'ambizione che non abbiamo è fare un movimento politico di centrodestra che piace alla sinistra: non vogliamo piacere alla sinistra, altrimenti avremmo sbagliato». Le possibilità di confondersi, visti gli infelici precedenti di Casini, Fini e Monti, non sono poche. D'altronde, Ncd un motivo per esistere nel centrodestra ce l'ha. Se Letta cadesse, potrebbe insediarsi «un governo di sinistra-sinistra» che aprirebbe le frontiere a tutti oltre ad attaccare «i patrimoni e la casa».

Ora che si è passati «da un governo di intese larghe a intese chiare» (anche ad Alfano piacciono i calembour renziani) si potranno fare tante cose, anche la riforma della giustizia perché il Partito democratico «non ha più alibi», cioè ha già eliminato il suo nemico Silvio Berlusconi. Ecco, «il matrimonio non d'amore, ma di interesse con il Pd» è proprio questo. Peccato che talvolta accada ad Alfano di inciampare in qualche dichiarazione incauta. Ieri ha sostenuto di essere «contento per quanto siamo riusciti a ottenere sull'Imu per il 2013». Forse si sarà dimenticato dei circa dieci milioni di italiani che l'imposta sulla prima casa dovranno pagarla.

Commenti
Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 01/12/2013 - 09:15

Sei un abusivo, senza rispetto per gli elettori del pdl, bucando i programmi, verrai sfrattato alla forza.

ammazzalupi

Dom, 01/12/2013 - 09:16

alfano sta facendo le prove per quando dovrà fare il GUARDIAMACCHINE nel parcheggio del suo paese.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 01/12/2013 - 09:20

Fatelo sparire......

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 01/12/2013 - 09:21

Se non avesse due gambe potrebbe vivere in una casa di riposo per suini. Traditore venduto opportunista parassita e finicolo sono le tue principali caratteristiche doc.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 01/12/2013 - 09:27

CHE PENA, CHE PENA, CHE PENA CHE FA! -riproduzione riservata- 09,26 - 1.12.2013

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 01/12/2013 - 09:39

È giunta l’ora di iniziare a guardare quella parte di paese che da anni dona il sangue per soddisfare le richieste del Brunetta e del PDL sempre rivolte a salvaguardare i signori delle villette de conti in banca e dei tranelli delle dichiarazioni dei redditi falsificati

cabrun

Dom, 01/12/2013 - 09:47

Da buon opportunista e vigliacco traditore ha paura che il suo gesto non sia apprezzato neanche da Renzi che, molto comprensibilmente, vorrà fare di testa sua. La paura di alfano fa 90!!

Ritratto di Gio47

Gio47

Dom, 01/12/2013 - 10:08

si sente onnipotente e comincia a fare il sinistronzo, vattene via che non meriti niente tu e gli altri buffoni.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 01/12/2013 - 10:21

Ma per il sottoscritto alfano è un QUARACUACUA SICILIANO, E LA SUA AMBIZIONE LO PORTERA' A FARE LA FINE DI CASINI E FINI. OGGI STA IN UN GOVERNO DI SINISTRA, E FA' QUELLO CHE LA SINISTRA DECIDE. LA POLTRONA QUESTI DI ALFANO NON LA VOGLIANO MOLLARE PER AVERE COSI LA PENSIONE

comase

Dom, 01/12/2013 - 10:24

Poverino ....andra' se gli va bene a fare l'autista ai leader del PD

eliolom

Dom, 01/12/2013 - 10:24

Ora Alfano teme l'operato del nuovo segretario del PD e prega. Sara' una grossa sconfitta, una grossa delusione, se il nuovo segretario si pronuncera' contro le intese chiare, cosi' definite da Alfano. Se sara' cosi', cosa fara' il nostro Alfanino? pitr

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 01/12/2013 - 10:28

Povero Alfano!! Quanta strada hai fatto: da quasi Premier a marmittone ad un Letta più goffo e credulone di lui, ambedue oggetti di commiserazione da parte dei kompagni.

eliolom

Dom, 01/12/2013 - 10:31

Ora Alfano teme. Se il futuro segretario del PD si dovesse pronunciare contro le intese chiare, cosi' definite dal nostro Alfanino, cosa fara' il nostro nuovo Badoglio? Riconoscera' i suoi errori? Tornera' all'ovile? Prega, prega e spera Alfanino, se no sara' la tua fine.

churchill

Dom, 01/12/2013 - 10:34

Piccolo uomo.

robysalv

Dom, 01/12/2013 - 10:38

Alfano ormai il suo destino è segnato,ormai lui e la sua compagine sono preistoria,paglia nel fienile che puzza.Farai la stessa fine di Fini.L' elettorato non perdona chi tradisce.La legge di stabilità delle vostre poltrone avete approvato.

futuro libero

Dom, 01/12/2013 - 10:40

Alfano dice che oggi ci sono le larghe intese chiare.Peccato che il misero alfano dimentichi che se lui oggi si trova in quella poltrona è per i voti di Berlusconi,se non c'era Berlusconi il PDL non sarebbe riuscito ad arrivare ad avere voti per delle larghe intese,quindi più che chiare intese direi opache intese ed io mi vergognarei a parlare in questo modo fregandosene di tutti coloro che hanno dato il voto a Berlusconi ma rubando questi voti per restare in poltrona.Meno male che dovevano fare le sentinelle delle tasse,ma quando letta e saccomanni le hanno decise lei alfano dov'era? Forse a pulire le scarpe di letta e napolitano così quando le daranno il ben servito con un bel calcio in culo non si possano sporcare i suoi pantaloni?Che delusione alfano,lei e tutta la banda.Godetevi la poltrona finchè potete del diman non v'è certezza.

Ritratto di Vaffa....3

Vaffa....3

Dom, 01/12/2013 - 10:41

aLfini, un politicante senza QUID

futuro libero

Dom, 01/12/2013 - 10:41

Alfano dice che oggi ci sono le larghe intese chiare.Peccato che il misero alfano dimentichi che se lui oggi si trova in quella poltrona è per i voti di Berlusconi,se non c'era Berlusconi il PDL non sarebbe riuscito ad arrivare ad avere voti per delle larghe intese,quindi più che chiare intese direi opache intese ed io mi vergognarei a parlare in questo modo fregandosene di tutti coloro che hanno dato il voto a Berlusconi ma rubando questi voti per restare in poltrona.Meno male che dovevano fare le sentinelle delle tasse,ma quando letta e saccomanni le hanno decise lei alfano dov'era? Forse a pulire le scarpe di letta e napolitano così quando le daranno il ben servito con un bel calcio in culo non si possano sporcare i suoi pantaloni?Che delusione alfano,lei e tutta la banda.Godetevi la poltrona finchè potete del diman non v'è certezza.

INGVDI

Dom, 01/12/2013 - 10:50

Da sentinelle contro le tasse a sentinelle delle poltrone. Complimenti Alfano e alfaniani!

cameo44

Dom, 01/12/2013 - 10:52

Il motivo per cui Alfano difende il Governo Letta è uno solo ha bisogno di tempo per organizzare il suo Nuovo centro destra per il resto non vi sono altri motivi visto il fallimento totale di questo Governo im postoci da Napolitano quindi abusivo perchè non ha il consenso popola re come non lo aveva il Governo Monti a difendere questo governo sono rimasti in pochi Napolitano perchè come detto è lui che lo ha voluto i fuoriusiciti del PDL oggi Nuovo centro destra avrebbero fatto meglio a chiamarlo vecchio centro destra visto i personaggi come For migoni Giovanardi Quagliarello e tanti altri ancora ma certamente non per difendere i cittadini di cui si dicono difensori ma bensì solo per loro interessi per il resto piovono critiche da tutte le parti dai sindacati a confindustria e non ultimo da esponenti del PD parti to del Premier

cabrun

Dom, 01/12/2013 - 10:53

Mi è piaciuta la definizione su un commento di "finicolo". Bravo chi l'ha scritto ha colto proprio la sintesi di questo personaggio e di tutti gli altri!

vincenzo

Dom, 01/12/2013 - 11:12

Certo fa una rabbia vedere questo mezzo malandrino che si appropria dei voti degli elettori,avuti per meriti non suoi,e che fa finta di averli ereditati dalla zia suora morta di recente! Che rabbia!E hanno pure il coraggio di sorridere,parlano di responsabilità,di coerenza,di guardare al futuro,di voler "fare" per i bene del Paese! Ma questi dove vivono?Sono tonti,finti tonti,scemi?O sono scemi quelli che l'hanno votato?C'è una voglia di prenderli a schiaffi!Ma così è inutile andare a votare!

scipione

Dom, 01/12/2013 - 11:28

Poveretto non ha ancora capito che non conta un c...o,e vuole dare ordini a Renzi che lo ha gia' mandato a fanculo : NOI SIAMO IL GOVERNO,GLI ALTRI PARTITINI.Dopo la presuntuosa sciocchezza del TRASDITORE ,mi e' parso di sentire una sonora PERNACCHIA.

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Dom, 01/12/2013 - 11:31

ridi, ridi....che la mamma ha fatto i gnocchi!!

cabrun

Dom, 01/12/2013 - 11:39

Che la sinistra possa fare riforme vere è proprio impossibile. Se le avesse volute fare le avrebbe già fatte da un pezzo! Ricordate la bicamerale? Il loro consenso è totalmente basato sul foraggiamento delle clientele che in cambio la vota. Cooperative, i vari posti che assegnano ai loro costantemente, le varie consulenze, i contributi che destinano ad organizzazioni inutili, enti costruiti ad hoc per piazzare i loro adepti, ecc., ecc.. Se dovessero decidere di spazzare va tutto questo che non può essere definito che rubare pubblici denari, sarebbero finiti, perderebbero consenso e potere. Quindi lasciate ogni speranza, niente riforme. Va bene lo status quo e basta. Poi ci sarà da ridere quando finiranno davvero le risorse perché prima o poi finiranno.

hectorre

Dom, 01/12/2013 - 11:41

più in alto di così nn potrà mai arrivare senza un aiutino...come fini e tanti altri ai quali è stata donata una poltrona che non meritavano...quando,alla prova delle urne,devono conquistare lo scranno...svaniscono...solo l'ennesimo mediocre che sta cavalcando l'unica onda possibile.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 01/12/2013 - 12:01

Alfano tenta solo di difendere il suo proprio deretano. Lui sa benissimo che se Renzi vuole, dopo l'8 dicembre, Letta chiude baracca e burattini. E che fará allora Alfano e la sua truppa raccogliticcia? Saranno del gatto e finiranno peggio di Fini, Casini, Follini.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 01/12/2013 - 12:01

Alfano tenta solo di difendere il suo proprio deretano. Lui sa benissimo che se Renzi vuole, dopo l'8 dicembre, Letta chiude baracca e burattini. E che fará allora Alfano e la sua truppa raccogliticcia? Saranno del gatto e finiranno peggio di Fini, Casini, Follini.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 01/12/2013 - 12:01

Alfano tenta solo di difendere il suo proprio deretano. Lui sa benissimo che se Renzi vuole, dopo l'8 dicembre, Letta chiude baracca e burattini. E che fará allora Alfano e la sua truppa raccogliticcia? Saranno del gatto e finiranno peggio di Fini, Casini, Follini.

Ritratto di aquila

aquila

Dom, 01/12/2013 - 12:19

Alfano da buon "democristiano" sta prendendo atto che senza Il Cav alle spalle e l'ombrello del Pdl sulla testa il suo peso e quello del NcD è pressoché uguale a 0. Sa benissimo che i suoi soci hanno già deciso di gettarlo alle ortiche non appena avranno sistemato le loro beghe interne e lancia quindi sterili avvisi e minacce per non sparire alla Fini. Non escludo stia già pensando ad un atto di umiliazione per rientrare alla casa madre fidando nella benevolenza del Cav. in caso, quasi certo, di naufragio. mi auguro che il cavaliere non ci caschi ed ascolti i consigli dei suoi. Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico, anche per lui.

marcoghin

Dom, 01/12/2013 - 12:44

Sopprimiti bastardo!! Maledetto traditore, voltagabbana ignobile!!!

giottin

Dom, 01/12/2013 - 12:54

Complimenti caro si-CULO, da guardiano delle tasse sei diventato guardiano di lecca lecca. Vafff....

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/12/2013 - 16:35

A fra poco la mutazione genetica: sarà il NUOVO CENTRODESTRA-SINISTRA. Un partito per tutti.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 02/12/2013 - 17:50

Alfano è in affanno perchè ormai sa che è spacciato. Lui conta ora come il due di briscola e non può dettare nessuna condizione. Chi è asino e cervo si crede al saltar della fossa se n'avvede.