Alfano naufraga: centinaia di morti

Il mare siciliano accoglie nuovi morti. È l'ennesima tragedia dei viaggi della speranza. Il barcone su cui viaggiavano circa 400 immigrati è naufragato ieri a un centinaio di miglia a Sud di Lampedusa. Sono 14 i corpi senza vita recuperati dalla Marina militare, dalla Capitaneria di porto, dalla Guardia di finanza, impegnate nell'operazione Mare Nostrum, e dagli equipaggi di mercantili dirottati in quelle acque per coadiuvare le operazioni di soccorso. Così sono stati salvati 200 immigrati, ma il numero dei dispersi fa presagire un bilancio di sangue terribile. Di fronte al quale il ministro dell'Interno Angelino Alfano naufraga tra i morti con una dichiarazione d'impotenza: «L'Europa non ci sta aiutando. Si faccia carico di accogliere i vivi».

a pagina 17