Allarme Grecia, conti ancora a rischioAtene privatizza la società nazionale di scommesse

La Grecia, al sesto anno di recessione, fa passi in avanti sul fronte del risanamento: il bilancio centrale dello Stato ha chiuso i primi sette mesi dell'anno con un avanzo primario di 2,6 miliardi contro un target, previsto dal programma di aggiustamento, di un disavanzo di 3,1 miliardi. Anche il Pil dà timidi segnali di risveglio: ha subito una contrazione del 4,6% tendenziale nel secondo trimestre, con un miglioramento rispetto alla flessione del 5,6% subìta nei primi 3 mesi dell'anno. Intanto, l'agenzia per le privatizzazioni, Taiped, ha annunciato di aver sottoscritto un accordo per la cessione della quota pubblica del 33% nella società nazionale di scommesse sportive Opap, una delle più redditizie del Paese, al consorzio greco-ceco, Emma Delta, per 652 milioni.